Mercoledì, 07 Agosto 201920190807

SERVIZIO PROTEZIONE CIVILE FUNZIONARIO RESPONSABILE: Comandante della Polizia Locale : Dott.sa Alessandra Ghidara [email :polizialocaleQuesto indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById('cloak8a2ca00794f93b24874bd2fc6a3f9165').innerHTML = ''; var prefix = 'ma' + 'il' + 'to'; var path = 'hr' + 'ef' + '='; var addy8a2ca00794f93b24874bd2fc6a3f9165 = 'alessandra.ghidara' + '@'; addy8a2ca00794f93b24874bd2fc6a3f9165 = addy8a2ca00794f93b24874bd2fc6a3f9165 + 'comune' + '.' + 'spotorno' + '.' + 'sv' + '.' + 'it'; var addy_text8a2ca00794f93b24874bd2fc6a3f9165 = '@comune.spotorno.sv.it';document.getElementById('cloak8a2ca00794f93b24874bd2fc6a3f9165').innerHTML += ''+addy_text8a2ca00794f93b24874bd2fc6a3f9165+''; ]  Il servizio comunale di Protezione Civile si occupa delle attività di prevenzione e coordinamento delle emergenze conseguenti ad eventi calamitosi. Il Comune ha adottato un Piano Comunale di Protezione Civile che intende offrire un modello di conoscenza del territorio, di organizzazione e di comportamento in funzione dell'emergenza. Funzioni svolte dal servizio: Predisposizione e gestione del Piano Comunale di Protezione Civile; Gestione emergenze relative a danni causati da calamità naturali; Formazione e aggiornamento dei volontari del gruppo comunale di protezione civile; Collaborazione con Enti preposti alla tutela del territorio in occasione di eventi calamitosi; Coordinamento delle forze di volontariato di protezione civile esistenti nel territorio.   Il piano di protezione civile del comune di Spotorno è stato approvato con deliberazione di consiglio comunale n. 55 del 26.11.2018 Attachments: Tavola 2 - Rischio idrogeologico634 kB Tavola 1 - Pianificazione presidi845 kB Tavola 3 - Rischio incendi estate1037 kB Tavola 4 - Rischio incendi inverno1041 kB Tomi 4-5-6 altri rischi296 kB Tomo 3 - rischio incendi753 kB Tomo 1 - parte generale863 kB Tomo 2 - rischio idrogeologico448 kB

Lunedì, 13 Maggio 201920190513

INFORMATIVA PER LA VIDEOSORVEGLIANZA AI SENSI DEL REGOLAMENTO UE 679/2016 E DEL D.LGS.51/2018 La presente informativa, che integra il contenuto dell’informativa semplificata, viene resa ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 del RGPD e delle Linee Guida 3/2019 sulla videosorveglianza adottate dal Comitato Europeo per la Protezione dei Dati (EDPB) ai fini di fornire agli interessati le informazioni relative alle modalità del trattamento effettuato. Le zone sottoposte ad acquisizione immagini sono segnalate con appositi segnali di avvertimento, conformemente a quanto indicato al punto 7.1 delle Linee Guida 3/2019 sulla videosorveglianza, facilmente visibili, intelligibili e chiaramente leggibili, in cui sono anche richiamate le finalità perseguite. Tali cartelli sono collocati prima di entrare nell’area monitorata o comunque nelle loro immediate vicinanze.   FINALITA' DEL TRATTAMENTO DATI Le riprese video si limitano alla registrazione delle aree sottoposte a vigilanza, senza l’utilizzo di sistemi di identificazione delle persone. I dati sono trattati esclusivamente per le finalità previste dalle norme di legge e in particolar modo per motivi di: tutela della sicurezza urbana; tutela del patrimonio comunale; controllo ascensore pubblico; protezione civile; sicurezza/incolumità pubblica; tutela della sicurezza stradale; tutela ambientale; polizia amministrativa, accertamento di violazioni ammnistrative; prevenzione, indagine, accertamento e perseguimento dei reati. ed esclusivamente per perseguimento di interesse pubblico e per l’esercizio di pubblici poteri di cui è investito il titolare del trattamento.   TITOLARE DEL TRATTAMENTO E' IL COMUNE DI SPOTORNO.   BASE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO DATI L’attività di videosorveglianza è svolta secondo le finalità previste dall’art. 6 lettera e) RGPD (interesse pubblico). Come richiesto dall’art. 2-ter D.lgs 196/2003, la base normativa del trattamento è da ricercarsi fondamentalmente nel conseguimento degli obiettivi inerenti la sicurezza urbana, affidati in via principale allo Stato in maniera coordinata con gli enti locali. Gli operatori del trattamento Le immagini delle videoriprese sono trattate esclusivamente da personale incaricato, presso apposite postazioni di controllo ubicate presso il Comando di Polizia Locale, presso la Stazione Carabinieri di Spotorno, presso la Questura di Savona e presso i Comandi provinciali dei carabinieri e della Guardia di Finanza. Tali operatori sono preventivamente autorizzati e hanno livelli differenziati di accesso, a seconda delle specifiche mansioni, indicate nel registro del trattamento. Il trattamento è, inoltre, consentito a quei soggetti esterni individuati dall’Amministrazione comunale, ai fini dell’espletamento di compiti di natura tecnico-manutentiva, nel rispetto di uno specifico disciplinare che individui ambiti di azione e responsabilità connesse. I destinatari dei dati I destinatari dei dati rilevati con le videoriprese, laddove sia necessario e nell’ambito delle disposizioni normative, possono essere le autorità pubbliche, nell’esercizio di funzioni giudiziarie e di controllo ed eventuali soggetti espressamente autorizzati a seguito di motivata istanza di accesso Tutte le attività di accesso alle videoriprese sono riportate nel registro del trattamento. Trasferimento dei dati in paesi terzi La gestione e la conservazione dei dati personali avverranno all’interno dell’Unione Europea su server ubicato in Italia presso la sede del Titolare. Localizzazione degli impianti di acquisizione delle immagini SP. n. 8 casello autostradale SS. n. 1 via Aurelia via Aurelia litoranea lungomare via Berninzoni via Layolo via Antica Romana via Verdi viale Europa piazzale Sbarbaro piazza Cattaneo piazza Colombo piazza Matteotti piazza della Vittoria piazza Galilei via Garibaldi vico Baxie vico Cappellini Via Lombardia via Coreallo Via Magiarda via delle Strette piazza Stognone Durata della conservazione delle immagini Le immagini registrate per le finalità di sicurezza sono conservate per un periodo non superiore a 7 giorni, fatte salve esigenze di ulteriore conservazione in relazione a indagini di Polizia giudiziaria o richieste dall’Autorità Giudiziaria. I sistemi sono programmati in modo da cancellare automaticamente le immagini allo scadere del termine previsto, anche mediante sovra registrazione, con modalità tali da rendere non riutilizzabili i dati cancellati. Le informazioni memorizzate su supporto che non consenta il riutilizzo o la sovra-registrazione sono distrutte entro il termine massimo previsto dalla specifica finalità di videosorveglianza perseguita. Diritti dell’interessato Il soggetto a cui si riferiscono le immagini può esercitare in qualsiasi momento i diritti sanciti dagli art. 15-22 del RGPD previa richiesta al Titolare o al Responsabile Protezione Dati, ai riferimenti precedentemente indicati. In particolare: L’interessato può esercitare il proprio diritto di tutela del trattamento dei propri dati, laddove questi siano ad esso direttamente riferibili e nel caso risulti un utilizzo indebito o ridondante, può opporsi richiedendo al titolare del trattamento l’accesso, la cancellazione o la limitazione. L’interessato può proporre reclamo all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali, qualora ne ravvisi la necessità. L’interessato non è soggetto ad un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione, di cui all’articolo 22, paragrafi 1 e 4, del RGPD. Il soggetto a cui si riferiscono i dati personali può esercitare, altresì, i diritti sanciti dagli artt. 11 e seguenti del D.Lgs. 51/2018 in relazione ai trattamenti da parte delle autorità competenti, ai fini di prevenzione indagine accertamento e perseguimento di reati o esecuzione di sanzioni penali.                  

Venerdì, 02 Febbraio 201820180202

  Il cittadino per effettuare una segnalazione può rivolgersi per segnalazioni di situazioni di potenziale pericolo : alla Polizia Municipale allo 019 9482900 , per segnalazioni di situazioni NON pericolose :  presso lo Sportello Polifunzionale in Piazza Stognone 1 e chiedere il modulo delle segnalazioni. Tutte le richieste dovranno contenere o un recapito telefonico o un indirizzo di posta elettronica in modo da essere ricontattato; nel caso di segnalazione pervenuta a mezzo telefono, per e-mail o presentata direttamente ai reparti, quando non sia possibile contestualmente dare una risposta e salvo i casi con carattere di urgenza, il cittadino sarà ricontattato entro 48 ore; nel caso di segnalazione scritta o fax è assicurato un primo contatto con il cittadino entro 10 giorni dal ricevimento della stessa da parte della Polizia Municipale. Tale contatto servirà a comunicare la presa in carico del problema e/o l'eventuale risoluzione.
torna all'inizio del contenuto