**Il Presidente Conte ha annunciato la proroga delle attuali misure sino al 13 Aprile 2020**
**Sarò più breve rispetto al solito perché vorrei dedicare la giusta attenzione ai chiarimenti del Ministero dell’Interno che secondo alcuni hanno liberalizzato le uscite con i figli**

Dalla sala congressi della Protezione Civile nazionale ascoltiamo il bilancio odierno dell’epidemia di coronavirus: oggi sono 80572 le persone attualmente positive al virus in Italia, con 2937 nuovi positivi, 4035 terapia intensiva 28403 ricoverati con sintomi 48134 isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.
Permane il buon trend del numero dei guariti giornalieri che ci accompagna da qualche giorno (buono perché fa il paio con il rallentamento dei contagi), oggi contiamo infatti 1118 guariti per un totale di 16847 persone guarite dall’inizio.
Purtroppo oggi contiamo 727 deceduti, per un totale di 13155.

Sul fronte dei trasferimenti di pazienti dal sistema CROSS, sono 103 i pazienti di terapia intensiva trasferiti dalla Lombardia verso altri ospedali di cui 7 solo oggi. Sono 30 i pazienti Italiani trasferiti dalle terapie intensive della Lombardia verso le terapie intensive della Germania per cui ci uniamo ai ringraziamenti del Capo della Protezione Civile Borrelli al Popolo ed al Governo Tedesco per questo gesto di estremo altruismo.

Ospite oggi della conferenza il Professor Albero Villani, presidente della società italiana di pediatria nonché membro del comitato tecnico scientifico.
L’intervento del Prof. Villani si concentra anch’esso sul chiarimento del Viminale di cui parlerò poco più avanti, e ribadisce senza ombra di dubbio come si sia ancora nel pieno della fase di contenimento per cui vigono e valgono tutte le limitazioni viste fino ad ora e NULLA E’ CAMBIATO, il messaggio per adulti e bambini è chiaro: STARE A CASA.

In Liguria sono 185 i nuovi positivi, per un totale di 3103, di cui 1350 sono a domicilio e 1293 sono ospedalizzati, di cui 179 in terapia intensiva (stabile rispetto a ieri). Sono 555 i guariti dall’inizio dell’emergenza, di cui 75 solo oggi. Purtroppo anche oggi contiamo 32 deceduti per un totale di 460 da inizio emergenza.
Il calo degli ospedalizzati fa propendere il Presidente della Regione Liguria per un cauto ottimismo sull’andamento dell’epidemia in regione ma anche lui come Borrelli per la Protezione Civile stima che si è giunti circa al picco.

Veniamo ora al chiarimento del Ministero dell’Interno: vorrei chiarire alcuni punti chiave visto che abbiamo avuto dimostrazione di come questo sia stato – nuovamente - occasione per libere interpretazioni che hanno creato situazioni che mettono a rischio tutti noi, che rischiano di vanificare gli sforzi enormi che tutti stiamo facendo e che rischiano di far allontanare sempre più il momento in cui si tornerà alla normalità.

cercherò di procedere per punti ed essere il più chiaro possibile:

  • il ‘chiarimento’ del Ministero NON è una nuova norma e NON sostituisce ne modifica le regole vigenti
  • NON giustifica le uscite genitore-figlio, e NON le qualifica come situazioni di necessità
  • NON è consentito fare jogging, ma solo ‘camminare in prossimità della propria abitazione’
  • PROSSIMITA’ - visto che ognuno qui si sente libero di interpretare, si intendono distanze dell’ordine dei 100-150 metri dalla propria abitazione - non 1000

Quindi in poche parole, nell’ambito delle attività già consentite - MOTIVI DI SALUTE, MOTIVI DI NECESSITA’ (SPESA - BREVE ATTIVITA’ MOTORIA che non è jogging ne corsetta ma camminata in PROSSIMITA’ della propria abitazione) - è previsto che UN SOLO GENITORE (non tutti e due, non sono gite di famiglia) possa camminare a fianco dei propri figli minori per il breve tempo necessario ad espletare l’attività.

Aggiungo poi che - sebbene sia formalmente permesso - NON mi sembra una buona idea portare i figli a fare la spesa al supermercato in quanto è un luogo in cui ci sono altre persone e quindi può essere difficile mantenere le distanze. Perché far correre questo rischio a voi ed ai vostri figli?

Ricordo anche che è vigente una ordinanza Sindacale che preclude (VIETA) l’accesso ai luoghi pubblici che possono ‘invogliare’ le passeggiate - e le vieta con quel preciso scopo-. Quindi chi verrà trovato in un parco pubblico incorrerà in una sanzione di 400€ e qualora non fornisca in adeguato motivo DI NECESSITA’ per essere li, la sanzione sarà cumulata ad altri 400€. Idem per chi verrà trovato sul lungomare in località Merello, o nei giardini lungo la passeggiata o sui moli
Rimangono aperte solo le aree canine per i cani e solo per i residenti delle zone limitrofe.

Su questi comportamenti, che possono causare rischio per tutti e vanificare lo sforzo enorme fatto da tutti noi in questi lunghi giorni, da domani le forze dell’ordine saranno più attente. Per dirla con le parole del Presidente Conte questa sera: “non ci possiamo permettere che l’irresponsabilità di alcuni ci faccia rimettere tutti”.
Quindi se proprio non potete farne a meno, e quindi diventa una causa di NECESSITA’, un solo genitore può fare due passi con il figlio nelle immediate vicinanze di casa (100/150metri - non 3 chilometri) e per breve tempo. Il non poterne fare a meno NON è compatibile con l’uscire 4 volte al giorno.

Ho cercato di essere il più chiaro possibile, l’interesse in gioco è altissimo ed è il nostro futuro, è la vita delle categorie deboli che dobbiamo proteggere restando a casa. Ma è anche una questione di rispetto. Rispetto per chi invece le regole le rispetta e resta a casa con uno sforzo e rinunce molto grandi. Rispetto per il personale sanitario, per le pubbliche assistenze, per i volontari e per le forze dell’ordine che magari starebbero a casa per non rischiare ma lo fanno per noi a prezzi e rischi altissimi - non possiamo prenderli in giro facendo quello che vogliamo, non è tollerabile e non sarà tollerato. Non possiamo fare finta di non aver capito: il messaggio è stato chiaro sin da subito DOBBIAMO STARE IN CASA. Anche il Presidente Conte questa sera ha chiarito dicendo: NON ABBIAMO AFFATTO AUTORIZZATO L’ORA DI PASSEGGIO CON I BAMBINI”.

Mi scuso per il formato un po’ diverso dal solito, ma non potevo esimermi da questo intervento fatto, come ogni cosa che facciamo, nel nostro solo ed unico interesse di salvaguardia della nostra salute e del nostro futuro.

Riprendo chiudendo sulla nostra Spotorno. Ringrazio la Croce Bianca per la bellissima iniziativa di installazione di alcune ceste fuori dalla loro sede in cui chi può è chiamato a depositare del cibo per permettere ‘a chi per ora non può’ di prenderlo. Inoltre li a fianco sono in distribuzione le domande per i buoni pasto.
Ringrazio anche l’associazione il Melograno che ora come sempre ci aiuta a raggiungere tutti i nostri concittadini che per svariati motivi sono in difficoltà.
Già oggi eroga ad esempio borse spesa per il mese di aprile per un valore totale di 6000 euro. Inoltre previo appuntamento per chi ha bisogno preparano in sede delle aggiuntive borse spesa con generi di prima necessità (pasta-riso-formaggio-Olio-latte-biscotti).

Da oggi è disponibile il modulo per richiedere i buoni spesa. Le domande possono essere presentate ENTRO sabato 4 Aprile alle ore 13.
Il modulo di domanda potrà essere recuperato nei seguenti modi:

  • si può scaricare dal sito Istituzionale del Comune di Spotorno nella sezione avvisi, al link seguente;
  • chi non ha accesso alla rete internet o in assenza di stampante può recarsi presso sede della Croce Bianca di Spotorno (Via Venezia) per ritirare la copia cartacea della domanda;
  • in alternativa (in assenza di stampante/internet e difficoltà nei movimenti) è possibile contattare il 335.7512236 per una compilazione telefonica.

VI allego qui sotto, nelle immagini, i criteri di priorità nella concessione dei buoni spesa. Ogni buono spesa sarà ripartito in due quote. La quota maggiore sarà spendibile presso i supermercati e quella minore negli altri negozi di alimentari che aderiranno.
L’entità del buono pasto sarà in base al numero di persone nel nucleo familiare in questo modo:

  • 1 persona - 100€ per 15 giorni (di cui 80€ in supermercato e 20€ in altri alimentari)
  • 2 persone - 160€ per 15 giorni (di cui 120€ in supermercato e 40€ in altri alimentari)
  • 3 persone - 240€ per 15 giorni (di cui 180€ in supermercato e 60€ in altri alimentari)
  • 4 persone - 320€ per 15 giorni (di cui 240€ in supermercato e 80€ in altri alimentari)
  • 5 persone - 400€ per 15 giorni (di cui 300€ in supermercato e 100€ in altri alimentari)
  • 6 persone - 480€ per 15 giorni (di cui 360€ in supermercato e 120€ in altri alimentari)

Ad ognuno sarà indicato il supermercato più vicino alla propria abitazione presso il quale spendere la quota ‘supermercato’ dei buoni.
Lunedì si potrà partire con i primi buoni pasto, ed anche con i buoni pasto si potrà aderire al servizio Comunale ‘Spesa a Casa’ di cui vi allego nuovamente il volantino nelle immagini.

Si aggiungono poi altri due esercizi commerciali Spotornesi all’elenco di coloro che consegnano a domicilio. Vi allego anche l’elenco aggiornato.

Anche per questa sera è tutto, mi raccomando siate coscienziosi per il nostro bene! a risentirci domani sera, buona serata!

 

Dall’odierna conferenza stampa della Protezione Civile nazionale ricaviamo i dati odierni dell’epidemia da coronavirus in Italia:
Sono 77635 le persone attualmente positive al virus, 2107 più di ieri (in leggero rialzo rispetto a ieri ma, come spiegherò tra poco siamo ancora nell’alveo delle ‘buone notizie’). Degli attualmente positivi, 4023 sono in terapia intensiva, 28192 sono ricoverati con sintomi e 45520 (59%) sono in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi.
Sono 105792 invece il totale positivi che, come spiegavo ieri, è un numero più ‘trasparente’ rispetto ai nuovi positivi perché questi ultimi annoverano anche le ‘uscite’ dei decessi e dei guariti. L’andamento dell’epidemia è - opinione personale - più chiaramente comprensibile da quest’ultimo dato dal quale risulta che i casi che si sono aggiunti oggi sono in linea con quelli di ieri (4053 oggi 4050 ieri). E questi dati sono in rallentamento rispetto al passato quindi continua il trend di rallentamento dell’epidemia.
I guariti oggi sono 1109 (anche questo numero, in costante salita è molto positivo) per un totale di 15729 guariti dall’inizio dell’epidemia.
Purtroppo oggi contiamo 837 decessi per un totale di 12428. Il dato dei decessi è quello che si adegua agli andamenti con ritardo per ovvie ragioni.

Presente oggi alla conferenza il Prof. Roberto Bernabei - Presidente dell’Associazione Italia Longeva - e membro del comitato tecnico scientifico.
L’intervento del Prof. Bernabei - in analogia con quello del Prof. Locatelli ieri - ci fornisce un ulteriore e diverso punto di vista rispetto alle statistiche che riportiamo sempre all’inizio, tecnica utile per verificare se gli andamenti che ipotizziamo siano più o meno coerenti con quello che succede e quindi più o meno azzeccati: il Prof. ci fa notare l’andamento dei malati che necessitano di ricovero e come sia in netto calo: 1276 il 26 Marzo, 409 ieri e 397 oggi.
Inoltre anche il dato dei nuovi ricoveri in terapia intensiva segue questa tendenza: 120 nuovi ricoveri il 26 Marzo, 42 oggi.
Questo corrobora l’ipotesi che si sia giunti in una fase di rallentamento dell’epidemia e che quindi il picco sia molto vicino, ma per dirlo dobbiamo aspettare ancora qualche giorno. Quello che è già sicuro invece è che le misure di contenimento funzionano e che dobbiamo continuare - importante anche il fatto che stia diminuendo la pressione sul sistema sanitario il che assicura cure migliori a chi è già malato o a chi si ammalerà nel prossimo periodo nonché un minimo di respiro alle donne ed agli uomini del sistema sanitario e delle pubbliche assistenze che quotidianamente combattono.
L’ambito sanitario in cui opera il Prof. Bernabei lo spinge nuovamente a far notare come l’età media dei deceduti sia 79 anni, e che quindi chiaramente siano gli anziani i soggetti più a rischio in maniera indubitabile. Da notare perchè purtroppo tra coloro che ancora escono di casa con alcune scuse vi sono molti anziani in particolare con la scusa della spesa. Non si deve andare a fare la spesa tutti i giorni! E magari se si è anziani è anche meglio non andarci proprio a fare la spesa: numerosi Comuni - come anche il Comune di Spotorno - portano la spesa a casa per questo motivo.

Alla domanda di un giornalista sul tema del giorno ‘Quando la curva dei contagi scenderà quali saranno i passaggi di ritorno alla normalità’ il Prof. Bernabei risponde che da ieri il Ministro della Salute ha sollecitato i lavori del comitato tecnico scientifico in questo campo e che quindi la risposta arriverà nei prossimi giorni.

Venendo poi in Liguria, sono 160 i nuovi positivi da ieri e 2918 il totale degli attualmente positivi.
Sono 31 i guariti di oggi per un totale di 480. Purtroppo oggi contiamo 31 deceduti per un totale di 428.
Degli attualmente positivi sono 1174 i pazienti a domicilio e 1332 gli ospedalizzati, di cui 179 in terapia intensiva (4 più di ieri).
Lascio per questa sera già spazio a Spotorno perché ci sono molte notizie.

Sul versante Spotornese, iniziamo con l'aggiornarvi sui nostri concittadini in quarantena: stanno bene, ringraziano per le attenzioni con cui sono stati accuditi (anche di alcuni volontari Spotornesi) e domani finalmente terminano il loro periodo di isolamento. Anche il loro contatto positivo, la nostra concittadina ricoverata è in via di guarigione e tra una settimana potrebbe anche venire dimessa. Gli rinnoviamo i nostri migliori auguri nella speranza che rientri presto a casa!

Oggi c'è stata la prima riunione della Giunta Comunale in videoconferenza nella storia del Comune di Spotorno. Nell'illustrare le importanti deliberazioni assunte oggi dalla giunta, vi lascio nelle immagini in fondo un'immagine di questo piccolo ma grande avvenimento. Da tempo le pubbliche amministrazioni cercavano infatti di dotarsi di questi moderni strumenti per lavorare e collaborare in maniera più flessibile ma si sono sempre scontrati con la burocrazia. Proprio questa emergenza ci ha dato la possibilità di procedere speditamente. Dovendo ridurre al minimo i movimenti e gli incontri di persona ma avendo comunque questioni molto importanti da trattare, sia i colleghi Assessori e Consiglieri delegati sia i funzionari ed i dipendenti stanno operando al meglio nella modalità di lavoro da casa (smart working) e mediante frequenti riunioni via Skype ed anche per questo adattamento forzato li ringrazio!

Oggi la Giunta ha deliberato due cose molto importanti: lo slittamento delle scadenze delle imposte TARI (rifiuti) e COSAP (suolo pubblico) per TUTTI (cittadini ed attività) in questo modo:

  • TARI: le nuove scadenze sono 1 Ottobre, 1 Novembre e 1 Dicembre
  • COSAP: imposta per il suolo pubblico nuova scadenza 1 Ottobre.

Da qui ad Ottobre ci riserviamo di valutare ed adottare tutte le ulteriori agevolazioni che saremo in grado di sostenere economicamente, di concerto con il Governo che si sta già muovendo in questo senso. Fin da ora per la COSAP sconteremo il periodo in cui il suolo pubblico non è stato utilizzato per le chiusure forzate dei negozi valutando ogni ulteriore spazio di agevolazione.

Inoltre abbiamo deliberato i criteri per l'accesso ai buoni pasto per l'emergenza alimentare derivante dall'epidemia di coronavirus. Il Governo ci ha stanziato 19.943 € a questo scopo e noi ne stanzieremo almeno altri 20.000€ già da domani.
Gli aiuti verranno erogati tramite l'Associazione il Melograno e per potervi accedere si dovrà presentare domanda a partire da domani e fino a sabato.
Saranno considerate prioritarie le seguenti casistiche:

  • Nuclei familiari che hanno subito una perdita di entrate reddituali in conseguenza della cessazione obbligatoria dell’attività produttiva di ogni genere in base ai DPCM ed alle altre disposizioni contro il coronavirus;
  • Nuclei familiari che hanno subito una perdita di entrate reddituali in conseguenza di licenziamento (a causa della chiusura o della limitazione delle attività di cui al precedente punto) di uno dei componenti, allorquando nel nucleo familiare medesimo non vi sia altra fonte di reddito;
  • Fra i nuclei familiari di cui ai punti precedenti avranno la priorità quelli in cui vi è un soggetto diversamente abile che non goda di altre forme di sostegno economico;
  • Per l’individuazione delle priorità nella concessione dei benefici si terrà conto del numero dei componenti il nucleo familiare, della presenza di minori, di donne in stato di gravidanza;

Nel caso si verificassero delle economie, saranno accolte le altre istanze di nuclei familiari in stato di bisogno, al fine di soddisfare le necessità più urgenti ed essenziali.

Nella giornata di DOMANI mercoledì primo aprile verrà reso disponibile sul sito internet istituzionale del Comune di Spotorno l'istanza per accedere al sostegno con tutte le informazioni inerenti la procedura. Rimane disponibile il numero 335.7512236 per informazioni, in orario 9-13 dal lunedì al venerdì.
L'istanza potrà essere inviata via mail all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure in alternativa anche via Whatsapp al numero 335.7512236. In casi di reale impossibilità di stampare - muoversi e/o utilizzare internet e la posta elettronica sarà anche possibile chiedere l'aiuto dell'operatore al telefono il quale compilerà la domanda e ve la porterà a casa per farvela firmare.

La raccolta di istanze TERMINERA' SABATO 4 aprile alle ore 13.00, successivamente gli incaricati del settore Servizi alla persona vaglieranno le richieste e daranno conferma di accettazione all'utente. Si distribuiranno i primi buoni pasto già lunedì 6 aprile.

Un ringraziamento va all’Associazione di volontariato “Il Melograno - Uniti per Spotorno” attiva da anni sul territorio spotornese nella distribuzione alimentare, partner in questa operazione di sostegno alle famiglie.

Oggi c'è stata la cerimonia per rendere omaggio a coloro che sono stati colpiti dal coronavirus. Abbiamo cercato di evitare ogni rischio di assembramento riducendo al minimo la delegazione presente: devo ringraziare il Comandante di Stazione dei Carabinieri Maresciallo Ivan Simone, La Comandante della Polizia Locale di Spotorno-Noli Alessandra Ghidara, il Presidente di AIB Spotorno Piero Delfino e la milite Alessia Ferretti della Croce Bianca per l'importante presenza. Il messaggio che abbiamo voluto veicolare con la loro presenza è che ci sono categorie che devono per forza stare in strada per il nostro bene, e per lo stesso motivo noi dobbiamo invece stare a casa! Per dare modo ai cittadini di compartecipare la cerimonia è stata trasmessa in diretta Facebook e il minuto di silenzio è stato scandito dalle campane della Chiesa della SS. Annunziata dando così a tutti un comune istante per raccogliersi in silenzio. Per chi non avesse visto la cerimonia il video è presente sul profilo Facebook del Comune di Spotorno o sul sito dove trovate anche la trascrizione del mio discorso.

Per questa sera è tutto, vi lascio anche le immagini ed il volantino esplicativo degli interventi di sostegno per nuclei familiari in difficoltà a seguito dell'emergenza coronavirus, di cui domani pubblicheremo i moduli per le domande. Vi ringrazio per l'attenzione ed anche per tutti gli attestati di vicinanza che ricevo quotidianamente, non sapete quanto sono apprezzati ed utili sia per me che per le persone che lavorano con me tutti i giorni! Grazie ed a risentirci domani, buona serata!

In Italia il bilancio odierno della infezione da coronavirus conta attualmente 75528 individui positivi, ‘solo’ 1648 più di ieri. Di questi 3981 sono ricoverati in terapia intensiva, mentre 27795 sono ricoverati con sintomi mentre 43752 sono in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi.
Purtroppo sono oggi 812 i deceduti per un totale di 11591.
Buona notizia dal numero dei guariti invece, 1590 solo oggi - il numero più alto dall’inizio dell’epidemia - che porta il totale dei guariti a 14620.
Il numero totale dei positivi - cioè coloro che sono attualmente positivi + coloro che sono guariti + coloro che sono deceduti - è di 101739.
L’analisi dei numeri oggi lascia uno spiraglio di positività leggermente maggiore degli altri giorni.
Sebbene il deciso calo dei ‘nuovi positivi’ (oltre 2000 in meno di ieri) sconta in parte il gran numero di guariti, anche il calo del totale dei positivi, anche analizzando il dato - più chiaro - del totale dei positivi l’incremento giornaliero che si attestava intorno alle 6000 / 5500 unità nei giorni scorsi oggi è di circa 4000. Unitamente al dato dei guariti di oggi - ed in base a quello che diceva il Prof. Richeldi ieri - sono segnali positivi.

Oggi presente il prof. Locatelli - direttore del Consiglio Superiore di Sanità - ci offre un punto di vista diverso sull’andamento dell’epidemia ed in particolare sulla bontà dei metodi di distanziamento sociale, molto difficili da sopportare ma anche molto efficaci. Analizzando la situazione in Lombardia per esempio, in particolare nelle zone di Lodi e Bergamo (le due aree più colpite), ad oggi il numero di interventi legati al covid in cui è necessaria l’ambulanza o classificati come urgenti è dimezzato, a conferma dell’importanza delle misure di contenimento sociale. Come sempre non dobbiamo però smettere di applicarle perché il rischio di tornare alla situazione precedente è ancora reale fino a fine epidemia. Il suggerimento del Prof. Locatelli in questo caso è - dati i risultati buoni e (finalmente) tangibili - più che vederla nella chiave rischiosa del ‘quando finiamo’ guardiamola ancora come ‘funziona e vale la pena continuare’.

E’ stato installato oggi un ospedale da campo della Marina Militare nelle Marche - sarà pronto in 72 ore - con 42 posti di degenza ordinaria e 2-3 posti di terapia intensiva, sarà condotto da personale militare e per la terapia intensiva arriveranno medici dalla tal force ‘medici per covid’.
Anche il nuovo Ospedale realizzato in zona fiera a Milano è praticamente pronto ad aprire. Qui - e lo leggerete in fondo - c’è anche un piccolo ma importante ‘pezzo’ Spotornese di cui andiamo fieri. 24 posti letto di terapia intensiva pronti in settimana ed altri 24 pronti pochi giorni dopo, prevista una partenza a step quindi per questo nuovo ospedale che avrà anche la capacità di adattarsi alla situazione che cambia.

Altra buona notizia dal Prof. Locatelli è l’attivazione di 6 studi clinici - più due in attesa di iniziare ma già con parere favorevole di AIFA Agenzia Italiana del farmaco - per testare approcci farmacologici per la cura dell’infezione da coronavirus. In particolare uno proposto dall’OMS testerà differenti approcci farmacologici per prevenire replicazione virale ed avrà una platea molto ampia di pazienti.
Sono partiti in Italia i test preclinici di cinque vaccini contro il coronavirus. Sono tutti condotti dall'azienda biotech Takis, i risultati sono attesi a metà maggio e la sperimentazione sull'uomo potrebbe partire in autunno.

Segnaliamo che è presente sul sito del Ministero dell’Economia e delle Finanze il nuovo modulo semplificato per richiedere la sospensione delle rate del mutuo per la prima casa: lo trovate qui.

Nasce come saprete all’interno del decreto Cura Italia e consente, per chi è in temporanee difficoltà economiche, di sospendere i pagamenti fino a 18 mesi. il decreto ne ha esteso l’applicabilità anche a:

  • lavoratori dipendenti con riduzione o sospensione dell’orario di lavoro (ad esempio per cassa integrazione) per un periodo di almeno 30 giorni
  • lavoratori autonomi e professionisti che hanno subito un calo del proprio fatturato superiore al 33% rispetto a quello dell’ultimo trimestre 2019

Oggi in Liguria sono 2758 le persone positive, 113 in più di ieri. Sono 1064 i pazienti a domicilio e 1317 gli ospedalizzati, di cui 175 in terapia intensiva - 9 in più di ieri. Purtroppo da inizio emergenza sono 397 i deceduti, 20 solo oggi. Sono invece 17 i guariti odierni per un totale di 437.

Prosegue anche da noi la consegna delle mascherine e dei dispositivi di protezione, grazie a ordini di Regione e della Protezione Civile Nazione oggi sono state consegnate 27000 mascherine al personale ASL della Liguria. L’emergenza dei prossimi giorni si sposterà sulla carenza di tute, diventate quasi introvabili.
Migliora anche la catena di analisi, inizieranno a breve i test sierologici su personale sanitario delle ASL ed in seguito personale dipendente e ospiti delle RSA.
La Spezia ha rifiutato l’attracco alla Costa Diadema - nave Italiana di un armatore con sede in Liguria - che è stata dirottata a Piombino con 1600 persone a bordo tra ospiti ed equipaggio.

Venendo alla nostra Spotorno, oggi è stata una giornata intensa per lo studio e la preparazione ad applicare l’ordinanza con cui la Protezione Civile ci assegna 19.493€ da destinare ad interventi urgenti di solidarietà alimentare verso i cittadini che sono in difficoltà a causa dell’emergenza coronavirus, della sospensione delle attività etc.
Nel bilancio comunale vi è ampio spazio per integrare quella cifra ed in prima istanza abbiamo previsto almeno il raddoppio riservandoci ulteriori rifinanziamenti in caso non fossero sufficienti. Saranno erogati a domanda buoni pasto per l’acquisto di beni di prima necessità per i quali abbiamo messo in campo una task force formata dagli amministratori che si occupano del sociale, il personale dell’ufficio servizi alla persona, l’Associazione il Melograno Uniti per Spotorno -che già da tempo fa questo tipo di attività - ed i volontari che si sono offerti per le consegne della spesa a casa. Domani termineremo di definire gli ultimi dettagli e quindi domani pomeriggio/sera renderemo disponibili le modalità di domanda e le modalità per fare la spesa.
Le domande saranno scaricabili dal sito web del Comune di Spotorno, da Facebook oppure si potranno compilare ‘da casa’ telefonando ad un numero apposito (che comunicheremo domani) e l’operatore le compilerà con voi in modo che i volontari o personale del Comune possa venire a casa a farveli firmare. Ci sarà tempo fino a sabato per la presentazione delle domande e da lunedì si potrà già fare la spesa.
Domani sera vi forniremo dettagliate spiegazioni su come fare. Ricordiamo che chi nel frattempo avesse necessità urgenti ed indifferibili può rivolgersi ai servizi sociali o all’associazione Il Melograno: il loro numero è 3498146076 e rispondono tutti i giorni dalle 9 alle 19.

Per ricordare le tante vittime di questa drammatica epidemia, per onorare il sacrificio e l’impegno degli operatori sanitari - compresi i volontari-, per abbracciarci idealmente tutti, per essere di sostegno l’uno all’altro, ho accolto la proposta del Presidente della Provincia di Bergamo, il Sindaco Gianfranco Gafforelli:
Domani 31 marzo alle 12 osserveremo un minuto di silenzio davanti al nostro monumento ai caduti con la bandiera esposta a mezz’asta.
In segno di lutto per tutti quei morti, in segno di solidarietà con le comunità che stanno pagando il prezzo più alto.
Alla Cerimonia, per ovvie ragioni, presenzierà il Sindaco ed i pochi rappresentanti delle forze dell’ordine necessari.
Sarà trasmessa in diretta Facebook sulla pagina del Comune di Spotorno e si chiede a tutti i cittadini di osservare insieme un minuto di silenzio il cui inizio sarà scandito dai 12 rintocchi della campana della nostra Chiesa Parrocchiale.
Ci vediamo dunque domani alle 12 sul profilo Facebook del Comune di Spotorno.

La nota positiva della giornata, che vi ho già accennato, riguarda un bellissimo gesto fatto da un commerciante di Spotorno - già noto per averci ‘donato’ il concorso #coloraconnoi per i bimbi Spotornesi (con bellissimi premi annessi) - che ha donato uno dei suoi prodotti ai medici ed agli infermieri che opereranno in quel nuovissimo ospedale alla fiera di Milano in quella che è la regione che paga lo scotto più alto di questa epidemia. Lascio alle sue parole la descrizione non solo di quello che ha donato, ma soprattutto perché:
“Mi aggiravo nel magazzino, a contemplare il materiale acquistato per la produzione di quelli che sarebbero diventati gli armadietti di ricarica smartphone e tablet destinati agli stabilimenti balneari, che rappresentavano parte del nostro fatturato 2020. Materiale ordinato e pagato….. destinato a restare sugli scaffali, senza che qualcuno si sia ancora preoccupato di trovare una soluzione idonea ad aiutare le aziende che si trovano nella mia stessa situazione e con grande carenza di liquidità.
Oggi inaugurano il nuovo ospedale nato nei padiglioni Fiera Milano, non un ospedale da campo, ma una vera e propria struttura ospedaliera, con 250 posti di terapia intensiva.
Ho pensato ai 250 medici ed infermieri che dovranno operare al suo interno, in condizioni mai vissute prima, con il rischio di contagio a cui sono sottoposti.
Mi sono chiesto come una piccola azienda, senza possibilità di donazioni economiche perché senza liquidità, potesse essere comunque utile, con quel poco che ha a disposizione.
Ho pensato ai 250 medici ed infermieri che hanno in dotazione un cellulare che durante la giornata tenderà ad esaurire la propria carica, a quanto è importante per loro che la batteria non li abbandoni, a dove poterli mettere in carica in sicurezza in un ambiente che non è il loro abituale.
Oggi siamo qui anche noi, guardo la struttura e sento una morsa al cuore.”
Grazie Raffaele!! E’ un bel pensiero sapere che grazie a questo gesto di altruismo c’è anche un pezzettino di Spotorno in quel nuovo ospedale. Che sia un augurio!!!

Ed anche per oggi siamo giunti alla fine, a risentirci a domani! Buona serata!

Attachments:
Download this file (30 marzo.pdf) 30 marzo 202096 kB
Download this file (Invito Cittadini.pdf) Evento 31 marzo ore 12831 kB
Download this file (SpotBuona.jpeg) Spotorno4815 kB

Presente oggi alla conferenza stampa delle ore 18 nella sede della Protezione Civile il Prof. Luca Richeldi primario di pneumologia all’Ospedale Policlinico Gemelli di Roma. La conferenza inizia con il solito bilancio: sono 3851 i nuovi positivi di oggi per un totale di 73880 persone attualmente positive al coronavirus. Sono 97689 il totale delle persone che hanno contratto il Covid19 (in questo numero ci sono gli attualmente positivi, i guariti ed i deceduti).
Degli attualmente positivi sono 3906 i ricoverati in terapia intensiva, 27386 i ricoverati con sintomi ed infine sono 42588 (il 58%) le persone positive in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi. Purtroppo sono 756 i deceduti oggi (10779 in totale) mentre contiamo 646 nuovi guariti per un totale di 13030 guariti dall’inizio dell’epidemia.

Il contributo principale del Prof. Richeldi - pur essendo un clinico - è quello di analizzare i trend meno influenzabili. I conteggi degli attualmente positivi, per esempio, possono risultare difficilmente comparabili da un giorno all’altro perché sono influenzati anche dai decessi (una persona positiva al virus ma deceduta non viene contata, quindi i decessi fanno calare il numero degli attualmente positivi senza che ciò significhi un miglioramento della situazione).
Invece i conteggi dei guariti e dei deceduti sono numeri più facilmente comparabili. L’analisi che ci porge il Prof. Richeldi riguarda i tre giorni dal 27 al 29 in cui la riduzione importante dei decessi e la riduzione dei ricoveri in terapia intensiva ci aiuta a trarre più facilmente un bilancio positivo dall’ultima settimana in cui abbiamo visto un trend di rallentamento dei nuovi contagi (fatto positivo) e - ci dicono - l’avvicinamento del picco o comunque il termine della fase più critica.
Ma questi dati vogliono anche dire che il sistema sanitario si sta efficacemente adattando a questa malattia prima sconosciuta, non solo ampliando i posti di terapia intensiva ma anche affinando le tecniche di trattamento clinico, rinforzando le fila dei sanitari e migliorando i protocolli di trattamento rendendoli più efficaci. Questo contribuisce anche a ridurre la pressione sul sistema sanitario e consente di curare meglio chi ne ha bisogno. Di segnali positivi - seppur lievi - se ne iniziano a vedere insomma ma, come altri sanitari prima di lui, la chiosa finale è sempre quella ed è estremamente importante: continuiamo con impegno questo difficile periodo di misure di distanziamento sociale, solo cosi avremmo la garanzia di percorrere il più velocemente possibile la strada verso la fine dell’epidemia e di continuare su questa linea di trend positivi.

Sul versante degli aiuti internazionali porto due contributi. Il primo è inerente i trasferimenti di pazienti di terapia intensiva dagli ospedali della Lombardia in altre zone tramite la CROSS (servizio della Protezione Civile di cui ho spesso parlato). Come ho già detto la Germania ci ha offerto posti nelle loro terapie intensive ed oggi sono stati 8 i pazienti Italiani gravi trasferiti nelle terapie intensive tedesche: 2 da Bergamo a Norimberga e 6 da Cremona a Colonia. Quest’ultimo trasferimento è avvenuto in un unico volo grazie all’aviazione militare Tedesca ed al loro superbo Airbus A310 MedEvac, un aereo appositamente attrezzato per l’evacuazione di feriti gravi al cui interno (tra gli altri) vi sono 6 postazioni di terapia intensiva volanti. Vi lascio sotto una foto dell’aeromobile.
Il secondo contributo è quello della vicina Albania. Pur essendo anche loro alle prese con il coronavirus (per ora per fortuna con numeri molto bassi) non stanno a guardare ed inviano in Italia un gruppo di 30 tra medici ed infermieri. Il discorso del Primo Ministro Albanese Edvin – Edi - Rama è toccante e merita di essere ascoltato. La loro riconoscenza verso l’Italia e l’aiuto che ci inviano va ben oltre e vale molto di più dei 30 - comunque preziosissimi e coraggiosi medici.
Trovate il discorso qui. “Gli Albanesi e l’Albania non abbandonano mai l’amico in difficoltà”: Grazie!

Non è ancora ufficiale ma è sufficientemente chiaro che si andrà oltre il 3 Aprile con le misure di contenimento dell’epidemia. Non escludiamo a priori eventuali parziali modifiche, ma è molto probabile che si prolunghi l’attuale regime - non si può dire per quanto tempo.
Questo periodo di chiusura dei negozi e stop delle attività economiche sta iniziando a creare problemi sia economici che psicologici ed è per questo che il Governo si sta muovendo con misure d’urgenza per il sostegno economico alle primarie necessità. Dalle dichiarazioni della conferenza stampa del Presidente Conte di ieri iniziano a delinearsi. Ad oggi si parla di buoni spesa per i nuclei familiari in difficoltà distribuiti tramite i servizi sociali dei Comuni.
Dal 1 Aprile inoltre saranno attivi i primi aiuti economici del governo previsti dal decreto ‘Marzo’ come il bonus baby sitter o l’indennità di 600€. Di queste ultime due, accessibili dal portale dell’INPS lascio qui due documenti esplicativi su chi può usufruirne come - quando etc.

Veniamo ora alla nostra Liguria, il bilancio dei positivi vede un aumento di 226 nuovi positivi per un totale di 2645 positivi da inizio emergenza, ancora in crescita ma contenuta. Sono 1034 i pazienti a domicilio e 1243 gli ospedalizzati, di cui 166 in terapia intensiva, mentre i guariti sono 420 (42 quelli di oggi). Purtroppo sono 377 i deceduti da inizio emergenza in Liguria.

Nella nostra Spotorno domenica tranquilla, con una giornata di bel tempo in cui è indubbiamente stato più difficile restare in casa, ma dal feedback che abbiamo dai controlli - che proseguono senza sosta - nel complesso ci stiamo comportando molto bene, e per questo vi voglio ringraziare per l’enorme impegno che questo comporta. Così facendo facciamo il nostro l’interesse, delle categorie deboli, e di tutta la nostra comunità!
Ricordo che chi avesse problemi o esigenze - anche immediati o urgenti - economici o di altro tipo, oltre al Servizio ComuniChiamo, è attivo l’ufficio servizi sociali e dell’assistente sociale per affrontare insieme qualunque problema vi capiti. Oltre al personale del Comune, potete anche rivolgervi a noi amministratori o al Melograno (come accennato ieri) come anche alla Croce Bianca di Spotorno o all’AIB di Spotorno -siamo una comunità unita e tutti insieme supereremo anche questa prova.

  • La segreteria dei Servizi Sociali risponde da lunedì a venerdì: 9.00-13.00, oltre i due pomeriggio del martedì e giovedì: 15.00-17.00 al n. 0197415073 (trattandosi di linea telefonica deviata su cellulare riprovare nel caso in cui il telefono risulti spento o non raggiungibile…nell’orario indicato è garantita la risposta di un operatore)
  • L’Ufficio dell’Assistente sociale risponde dal lunedì a Venerdì: 9.00 -13.00 al n. 335 7512234
  • Il servizio Spesa a domicilio si può prenotare Da lunedì a Venerdì: 9.00 -12.00 al n. 335 7512236
  • Il servizio ComuniChiamo risponde alle vostre richieste - anche solo per fare due parole - da lunedì a Venerdì: 9.00 -13.00 al n. 335 7512231

Due comunicazioni di interesse da TPL:

  • TPL Linea comunica alla spettabile clientela che, per il mese di aprile verrà prorogata la validità degli abbonamenti mensili vidimati nel mese di marzo. Per ulteriori informazioni sui servizi TPL è possibile contattare il numero 019 2201231 (attivo nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 14.00) e il sito internet all’indirizzo www.tpllinea.it.
  • TPL Linea avvisa la spettabile clientela che con decorrenza lunedì 30 marzo 2020, verrà attuata una nuova rimodulazione del servizio sull’intero territorio provinciale.

Per ulteriori informazioni sui servizi TPL è possibile contattare il numero 019 2201231 (attivo nei giorni feriali dal lunedì al venerdì dalle ore 8.00 alle ore 14.00) e il sito internet all’indirizzo www.tpllinea.it.
Vi lascio ancora un avviso - un appuntamento ‘telematico’ - ed un regalo da parte di una nostra concittadina acquisita.
Il Presidente di ANCI Decaro ha proposto a noi Sindaci l’adesione ad una cerimonia Nazionale per ricordare le vittime del coronavirus, per onorare il sacrificio e l’impegno degli operatori sanitari, compresi i volontari delle pubbliche assistenze, per abbracciarci idealmente tutti, per essere di sostegno l’uno all’altro, come sappiamo fare noi Sindaci. Bandiere a mezz’asta ed un minuto di silenzio osservato da ciascun Sindaco martedì 31 Marzo alle ore 12.00.
Per noi Spotornesi la cerimonia si terrà in Piazza della Vittoria da me e dalle pochissime persone necessarie allo svolgimento, ma verrà trasmessa in diretta Facebook per essere seguita dai cittadini dal profilo del Comune di Spotorno. Domani vi daremo ulteriori dettagli.

Una nostra concittadina acquisita da ormai molti anni – Daniela - di origini Torinesi ci dedica una poesia scritta in questi giorni complicati. Me la invia con questo messaggio “Un piccolo ma sincero omaggio alla Spotorno che amo: ritratto di Liguria che mi ha accolta aiutandomi a superare la mia angoscia in questi giorni bui e difficili. Grazie Spotorno. Daniela”.

Spotorno, dolce mamma

Come ci si perde da subito
travolti da un colpo di fulmine
è stato amore a prima vista
diecimila novecento cinquanta giorni fa
Non avevo certezze se non una:
non ti avrei più lasciata.

Un giorno qualunque
di un mese qualunque
come sempre
venivo da te, Spotorno
il mio rifugio.
Due giorni soli
e poi di nuovo a casa
in quel di Torino.
Ma non fu così

L' Italia in emergenza
"State a casa"

Tu, Liguria mi hai accolta
fra le tue braccia
smorzando la mia paura
regalandomi ogni giorno
come un delicato mantra di salvezza
il suono del tuo mare
a volte sonnecchiante
altre adirato.

Tu, meta turistica di molti,
fresco sollievo dalle estati cittadine
per un giorno, un mese o solo
"Mordi e fuggi "per chi
non rinuncia
a una boccata di mare.

Tu,
sei Oggi per me
casa di rocciosa dolcezza.

Spotorno, mamma adottiva
senza pregiudizio
sei stata la culla
dei miei pensieri:
hai scacciato l'angoscia
dei bui, martellanti bollettini di morte per proteggermi
hai preso a calci
l'ombra di un nemico invisibile
incoronato come un re tiranno
che si nutre dei suoi sudditi.
regalandomi La speranza
nei giorni che saranno

Nel ringraziare Daniela per questo regalo particolare, giungiamo alla fine per questa sera, vi saluto e arrivederci a domani!

 

Tornato oggi al lavoro il Capo della Protezione Civile Borrelli dopo l’assenza cautelativa per uno stato febbrile nei giorni scorsi, presiede la consueta conferenza stampa che ci consegna dei dati nuovamente con un trend positivo.
Sono 3651 i nuovi positivi al covid19 oggi - 800 in meno di ieri - il che ci fa riprendere quel rallentamento dei contagi che, a detta dell’Istituto Superiore di Sanità, è indice di essere giunti in prossimità del picco - momento da cui le cose andranno migliorando. Sono 70065 le persone attualmente positive di cui 3856 in terapia intensiva e 26676 ricoverati con sintomi. Crescono anche i guariti: 1434 solo oggi per un totale di 12384 guariti dall’inizio dell’epidemia.
Purtroppo oggi contiamo 889 decessi - in calo anche essi però 100 in meno di ieri - per un totale di 10023 dall’inizio.

Mentre si procede ad ampliare i posti per le terapie intensive con ospedali da campo, nuove strutture o adattamento di quelle esistenti - ieri ho dato alcuni dati interessanti - prosegue anche l’opera della Centrale Remota di Soccorso Sanitario -CROSS- per il trasferimento dei pazienti dalle terapie intensive di ospedali sull’orlo del collasso verso ospedali con posti disponibili. Dall’inizio dell’emergenza sono 82 i pazienti trasferiti dalla CROSS dalle terapie intensive degli ospedali della Lombardia, 7 solo oggi di cui 6 trasferiti dalla terapia intensiva dell’ospedale di Bergamo direttamente nella terapia intensiva dell’ospedale di Colonia in Germania tramite un volo dell’aeronautica tedesca. Grazie alla disponibilità del popolo tedesco infatti sono già 12 i pazienti Italiani trasferiti dalla Lombardia nelle loro terapie intensive.

La chiamata per gli infermieri volontari -dopo quella dei medici conclusasi pochi giorni fa- da ottimi risultati. La campagna di reclutamento chiamata ‘infermieri per covid’ ha raggiunto 7714 domande e non è ancora chiusa. Presto perciò i numerosi infermieri che da tutta Italia si sono resi disponibili ad andare a lavorare negli ospedali delle regioni più colpite -Lombardia ed Emilia Romagna tra tutte - potranno andare a dare il loro preziosissimo aiuto.

Rallentano i contagi e questo significa che calano perciò i nuovi positivi ed il dato è ancora più positivo se si conta che invece il numero di tamponi eseguiti giornalmente cresce di continuo: solo oggi sono stati fatti 35447 tamponi, l’8% in più rispetto a ieri - 429526 dall’inizio dell’epidemia -. Il criterio e le modalità con cui si effettuano i tamponi è regolato dal Ministero della Salute in accordo con l’Organizzazione Mondiale della Sanità e sentito il parere dell’Istituto Superiore di Sanità. Il protocollo vigente ad oggi prevede che il tampone venga fatto alle persone che presentano già certi tipi di sintomi in determinate situazioni. Non è quindi possibile chiedere o prevedere di fare tamponi a tappeto a tutta la popolazione o ad alcune categorie. Solamente per i sanitari si sta valutando l’effettuazione di tamponi preventivi.
E’ anche vero che i sistemi di analisi dei tamponi stanno aumentando e che cresce quindi la capacità di tamponi giornalieri che il sistema sanitario è in grado di gestire. Quindi non si esclude che il Ministero possa decidere di adottare protocolli diversi in futuro.

Buone notizie dalla conferenza stampa del Presidente del Consiglio dei Ministri Conte insieme al Ministro dell’Economia Gualtieri e con il Presidente di ANCI Nazionale Decaro collegato telefonicamente. E’ stato firmato un DPCM che assegna risorse ai Comuni per il contrasto delle emergenze economiche e sociali che stanno iniziando a colpire la popolazione - in particolare alcune categorie di cittadini che erano già prima in difficoltà o che lo sono ora -. Risorse che arrivano da due fonti diverse: un anticipo del fondo di solidarietà comunale e 400 milioni di stanziamento dai capitoli della Protezione Civile. Come sempre attendiamo di leggere i documenti (probabilmente lunedì) ma da quanto si è inteso dalla conferenza si tratterà di fondi per aiuti immediati per la spesa, i farmaci etc. Necessità economiche immediate ed urgenti insomma. Non sono le risorse del decreto ‘aprile’, quello arriverà e si parla già di 30 miliardi per imprese e lavoratori: sono risorse in più per questa specifica necessità; era un provvedimento atteso e che quindi accogliamo con sollievo e mi fa piacere che il Governo ci abbia riconosciuto il ruolo complesso che noi Sindaci - ed Amministratori Locali - abbiamo in particolare in questa fase. Ho notato in particolare questa frase del Presidente Conte: “Ci affidiamo ai Sindaci, nostre sentinelle sul territorio, nostre antenne, nostri primi avamposti per i Cittadini”.
Noi Sindaci siamo l’apice di una piramide che come sempre - e come dall’inizio emergenza - è attenta e presente: insieme ad Assessori, Consiglieri, Dipendenti Comunali, Associazioni di volontariato con i loro volontari, forze dell’ordine e semplici cittadini che danno una mano: ci siamo e siamo pronti!

Come leggerete più avanti abbiamo già iniziato ad operare in questo campo, ed appena uscirà il decreto dettaglieremo meglio come operare meglio e più incisivamente nel prossimo futuro.

Venendo alla nostra Liguria anche da noi un trend in rallentamento per i nuovi casi, 90 in più di ieri ma in discesa rispetto ai giorni precedenti, per un totale di 2419 persone positive al covid19 in Liguria. Di questi sono 886 i pazienti a domicilio e 1198 gli ospedalizzati, di cui 167 in terapia intensiva (10 più di ieri).
I guariti in Liguria sono 378 (73 solo oggi) e purtroppo sono 27 i deceduti odierni per un totale di 358.

Dal versante ligure nessuna novità di rilievo a parte la vicenda - già accennata ieri - della nave da crociera MSC Splendida in porto a Genova.
Da domani sono previste le operazioni per la partenza dei primi 300 membri dell'equipaggio. Inizieranno così ad andare via una parte delle 1116 persone che compongono l’equipaggio della nave Domani partiranno i primi 308 indonesiani con una charter da Malpensa, per arrivare, entro una settimana, a far partire la maggior parte delle persone, in modo che sulla nave possano restare solo 200 membri dell’equipaggio, il minimo ritenuto indispensabile per manutenere la nave.
Oltre agli indonesiani entro mercoledì della prossima settimana partiranno 188 filippini e altri 100 membri residenti nella Comunità Europea.

Giungiamo infine nella nostra Spotorno, oggi nessuna notizia di rilievo anche da noi ma due bellissime iniziative.

Da sempre il Comune di Spotorno si avvale della preziosissima - ed insostituibile - opera delle Associazioni del territorio. Senza di esse non riusciremmo a fare molte cose importanti e pertanto senza di loro non saremmo la comunità che oggi siamo, e di cui dobbiamo andare orgogliosi.
Oggi voglio parlare di una delle molte attività che svolge l’associazione Il Melograno Uniti per Spotorno - sempre al fianco del Comune di Spotorno quando si parla di aiuti alle famiglie e sempre in punta di piedi - che riveste particolare importanza in questo momento di crisi.
Come anticipato poco prima parlando della conferenza stampa del Presidente Conte, in questo particolare momento una grande fetta di popolazione inizia ad avvertire difficoltà economiche e/o sociali dovute alla chiusura forzata delle attività economiche prevalentemente. Sono difficoltà magari anche non di grossa entità ma che, sommate al clima di tensione e stress causato dal virus e dall’impossibilità di muoversi, posso avere un grande impatto. Per questo, con lo spirito di solidarietà che li ha sempre contraddistinti, senza clamore ed in silenzio, l’associazione il Melograno ha continuato ad erogare aiuti sotto forma di buoni spesa e di farmaci da banco per adulti e bambini a quei cittadini che, in questa fase, si sono trovati a gestire - loro malgrado - una situazione di difficoltà.
Pertanto chi avesse necessità di questo tipo di aiuto, oltre che all’ufficio Comunale, può rivolgersi anche direttamente all’Associazione il Melograno Uniti per Spotorno: il loro numero è 3498146076 e rispondono tutti i giorni dalle 9 alle 19.
Anche la notizia che sto per raccontare mi rende particolarmente orgoglioso. Sapete che, fin dall’inizio dell’emergenza si è verificata una grave carenza di mascherine di protezione sentita soprattutto negli ospedali dove sono più preziose. Gli ospedali Liguri non sono esenti da questa emergenza e nemmeno il nostro S. Paolo di cui gran parte è stata dedicata al trattamento dei pazienti affetti da covid19.
Non tutto l’ospedale però è stato convertito per i pazienti covid, come sapete alcune attività non urgenti come ambulatori ed alcuni tipi di pratiche chirurgiche sono state sospese per dedicare più forze e spazi alla lotta al coronavirus. Uno dei reparti che invece ha continuato ad operare - essendo oltremodo prezioso ed essenziale - è il reparto di Oncologia dove lavora la nostra concittadina Dott.a Francesca Bertolotti. I suoi colleghi ed i loro pazienti si trovano quindi ad operare in condizioni di rischio molto alto ed i dispositivi di protezione per medici, infermieri, tecnici e per gli stessi pazienti sono preziosissimi. Proprio da questa necessità inizia la nostra storia, e si mette in moto una catena di solidarietà che da Spotorno è sconfinata fino a Noli e nel Finalese.
Alcune nostre concittadine si sono messe subito al lavoro per produrre mascherine da donare al reparto di oncologia ed i numeri sono stati così strabilianti che lo stesso primario del reparto, il Dott. Benasso ha voluto ringraziarle pubblicamente ieri sulle colonne de Il Secolo XIX. Ben 300 mascherine sono state prodotte e consegnate lunedì alla SC oncologia dell’ospedale San Paolo di Savona. Questa opera meritoria ci rende particolarmente grati ed orgogliosi dei nostri concittadini che ne hanno preso parte, tanto che meritano un ringraziamento ufficiale - per ora solo telematico ma a fine emergenza si rimedierà anche a questo -. Voglio perciò esprimere tutta la nostra stima a Lorenza, Gianna, Enrica, Monica, Teresina, Anna, Raffaella, Elena, Pasquina, Olga, Maria Teresa, Irma, Giulia, Rita, Genai, Luciana, Angela, delle suore della scuola materna Gino Garrone e delle Nolesi: Piera, Ivana e Irene. (con l’aiuto prezioso di AIB Spotorno, Croce Bianca Spotorno e della Consulta del volontariato finale ligure). A nome degli Spotornesi: GRAZIE!
(Maggiori notizie nell’articolo presente su Spotorno Times che potete leggere qui)

Per questa sera abbiamo terminato, arrivederci a domani!

 

La conferenza stampa della Protezione Civile odierna è tenuta dal Commissario per l’emergenza Domenico Arcuri, stante l’assenza di Borrelli.
Il bilancio odierno vede 589 persone positive al covid19 guarite oggi il che porta il totale a 10950.
Sono invece 4401 i nuovi positivi di oggi, in lieve calo (91 in meno) rispetto a ieri riprendendo quindi la lieve discesa di questo dato che significa il rallentamento dei contagi. Sono perciò 66414 gli attualmente positivi di cui 3732 in terapia intensiva pari al 6% degli attualmente positivi. A oggi sono 86498 le persone che hanno contratto il covid19. Purtroppo oggi sono 969 i deceduti il che porta il totale a 9134 dall’inizio dell’epidemia.

L’interpretazione del Prof. Brusaferro, in conferenza stampa oggi presso l’Istituto Superiore di Sanità, è che non abbiamo raggiunto il picco e quindi non lo abbiamo ancora superato, ma i segnali positivi che leggiamo da qualche giorno - segnali di rallentamento dell’epidemia - ci indicano che siamo però vicini al picco, ipotizzando che potremmo raggiungerlo in qualche giorno. Dopo il picco i contagi andranno in discesa e la situazione migliorerà ma - anche in quella fase - quanto velocemente la curva scenderà (cioè quanto velocemente torneremo alla normalità) dipenderà come sempre dai nostri comportamenti cioè da quanto rispetteremo le famose norme di distanziamento sociale.

Il Commissario prosegue riprendendo la conta delle forniture dei macchinari e dispositivi per terapie intensive ed ospedali. Per quanto concerne le terapie intensive prima dell’epidemia si contavano 5343 posti letto per le terapie intensive in Italia, ora ne contiamo 8984 - il 68% in più. Frutto dell’intenso lavoro di costruzione di nuovi reparti (anche da campo) e di riadattamento di locali all’uopo come palestre etc, ma anche del lavoro della Protezione Civile per acquistare le apparecchiature necessarie (i respiratori in primis). Di questi ultimi ne sono stati consegnati 136 oggi, 242 negli ultimi tre giorni per un totale di 1067 dall’inizio dell’epidemia ed alcune aziende Italiane stanno aumentando i ritmi di produzione.

Altro conteggio che non riportavamo da un po’ di tempo è quello inerente alle mascherine protettive. Con il bando e le misure contenute del Decreto Legge ‘Cura Italia’ molte aziende Italiane hanno risposto adattando la propria produzione per fare mascherine aumentando così la possibilità di fornitura.
La Protezione Civile all’inizio dell’emergenza riusciva a reperire e distribuire 307mila mascherine al giorno. Ora ne distribuisce in media 2,8 milioni al giorno. Solo oggi ne sono state distribuite 4 milioni di cui 2,8 milioni del tipo più prezioso destinato ad ospedali, sanitari e pubbliche assistenze (le FFP2/FFP3 di cui ho parlato ieri). 9,6 milioni sono le mascherine consegnate negli ultimi tre giorni - un grandissimo sforzo ma ancora distante da quei 90 milioni di fabbisogno mensile dichiarati da Borrelli alcuni giorni fa.

Come avevamo accennato qualche tempo fa qui, prosegue il percorso accelerato disposto dal Governo ed AIFA (agenzia per il farmaco) per sperimentare nuovi farmaci e terapie e per autorizzarne altri all'uso per questa infezione. Sono stati autorizzati in Italia i farmaci antimalarici, a base di clorochina e idrossiclorochina per il trattamento dei pazienti affetti da infezione da Sars-CoV2.
Autorizzate inoltre per lo stesso uso le combinazioni dei farmaci anti-Aids lopinavir/ritonavir, danuravir/cobicistat, darunavir, ritonavir, tutti ovviamente a totale carico del Servizio Sanitario Nazionale.

Annunciati i primi elementi che saranno trattati nel nuovo decreto 'decreto Aprile', finalmente liquidità per imprese con particolare attenzione per quelle piccole, lavoratori e autonomi e partite IVA. Appena uscirà ne potremo parlare meglio.

Questa sera infine il nostro Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, ha tenuto un discorso alla Nazione, con la statura Istituzionale che lo contraddistingue, con poche e misurate parole ha toccato tutti gli aspetti di questa situazione. Chi non lo avesse potuto seguire potrà rimediare con questo link.
Di tutto il discorso condivido con voi un passaggio che mi ha profondamente toccato in questo periodo in cui io stesso ed i miei colleghi siamo i primi testimoni di quanto il Presidente dice di noi Italiani:
"Il senso di responsabilità dei cittadini è la risorsa più importante su cui può contare uno stato democratico in momenti come quello che stiamo vivendo. La risposta collettiva che il popolo italiano sta dando all'emergenza è oggetto di ammirazione anche all'estero, come ho potuto constatare nei tanti colloqui telefonici con Capi di Stato stranieri.
Mentre provvediamo ad applicare, con tempestività ed efficacia, gli strumenti contro le difficoltà economiche, dobbiamo iniziare a pensare al dopo emergenza, alle iniziative e alle modalità per rilanciare, gradualmente, la nostra vita sociale e la nostra economia. Nella ricostruzione il nostro popolo ha sempre saputo esprimere il meglio di sé".

Veniamo ora alla nostra Liguria, il bilancio dei positivi vede un aumento di 129 nuovi positivi per un totale di 2696 positivi da inizio emergenza - ancora in crescita ma i nuovi positivi sono la metà di quelli di ieri. Sono 878 i pazienti a domicilio e 1180 gli ospedalizzati, di cui 157 in terapia intensiva, mentre i guariti sono 305 (45 quelli di oggi). Purtroppo sono 331 i deceduti da inizio emergenza in Liguria.

E' in arrivo a Genova una nave MSC Crociere con a bordo i contatti di un individuo positivo che è già sbarcato in altro porto. Verrà trattata come la Costa Luminosa di Savona mandando a casa tutti gli occupanti. Non ci sono passeggeri a bordo ma solo equipaggio, di cui rimarrà a bordo lo stretto necessario per condurre la nave.
Regione comunica per i cittadini celiaci è stata prorogata la scadenza a fine aprile dei buoni cartacei. Inoltre è stata prevista la possibilità di comunicare agli esercizi da cui ci si rifornisce di cibi per celiaci di 'ordinare' via whatsapp e ricevere i prodotti a casa.

Venendo a noi Spotornesi, oggi siamo riusciti a venire a capo del nuovo orario delle Poste. Anche loro, come tutti gli uffici ed aziende, operano a tutela dei dipendenti orari ridotti al fine di continuare a dare un servizio essenziale (non solo le poste ma anche le pensioni) riducendo al contempo il rischio per i propri impiegati.
Perciò dal 23/3 presso l'ufficio postale di Spotorno è in vigore un nuovo orario su tre giorni cosi fatto:

  • MARTEDI 8:20 - 13:35
  • GIOVEDI 8:20 - 13:35
  • SABATO 8:20 - 12:35

Invece per il pagamento delle pensioni esso verrà effettuato cosi:
Per evitare assembramenti recarsi nel giorno designato a seconda della iniziale del cognome:

  • dalla A alla D giorno - 26 marzo dalle 8.20 alle 13.35
  • dalla E alla O giorno - 28 marzo dalle 8.20 alle 12.35
  • dalla P alla Z giorno - 31 marzo dalle 8.20 alle 13.35

In caso di mancato ritiro nel giorno corrispondente alla propria lettera si può eccezionalmente andare in uno degli altri giorni previsti per i pagamenti delle pensioni (es. chi ha il cognome dalla A alla D e ieri non è riuscito può andare domani o il 31 Marzo). Si fa presente che le pensioni per l'emergenza sono pagabili presso qualsiasi ufficio postale del territorio (sempre però nei giorni indicati per ciascun ufficio).

Proseguono i servizi attivati dal Comune di Spotorno per far fronte all'emergenza.
Per il servizio di Spesa a casa il bilancio è di 12 utenti serviti. Dall'inizio del servizio sono state effettuate e consegnate 41 spese alimentari anche grazie all'aiuto di 10 volontari che insieme alla Croce Bianca ed all'associazione il Melograno ci aiutano a portare avanti questo importante servizio che aiuta le persone a rimanere a casa, e quindi li aiuta a rimanere al sicuro.

Anche il servizio Comunichiamo, sebbene praticamente neonato ha raccolto un totale di 20 contatti, da cittadini in questi primi giorni. Di queste almeno 8 saranno ripetute giornalmente in quanto 'telefonate di compagnia che aiutano a passare con meno ansia il periodo in cui dobbiamo stare in casa. Dalla prossima settimana provvederemo ad affiggere i manifesti per i due servizi ma vi chiediamo fin da ora di passare parola o di stampare le locandine che allego qui sotto ed appenderle nei vostri portoni per dare modo a più cittadini possibile di venire a conoscenza di questi servizi.

In ultimo vorrei ringraziare Raffaele di Boxotto in quanto domani ci donerà le 100 mascherine che gli sono state a sua volta donate da un fornitore Cinese reduce dall'epidemia che conoscendo la nostra situazione le ha volute donare ad una azienda italiana come segno di vicinanza. Saranno, insieme alle 150 ricevute dalla Protezione Civile, distribuite alle forze dell'Ordine, ai negozianti che forniscono un servizio restando aperti in questo periodo ed al personale Comunale che ha contatti con il pubblico.
Purtroppo non sono del tipo adatto per le pubbliche assistenze o per AIB ma per loro stiamo cercando di provvedere altrimenti pur risultando tipologie di mascherine quasi introvabili.

Anche per stasera è tutto, vi saluto ed a risentirci a domani!

 

Attachments:
Download this file (27 marzo.pdf) 27 marzo 202099 kB
Download this file (ComuniChiamo.jpeg) ComuniChiamo138 kB
Download this file (Img1.jpeg) Foto15421 kB
Download this file (SpesaACasa.jpeg) SpesaACasa126 kB

Nuovamente una conferenza stampa senza il Capo della Protezione Civile Borrelli, risultato però negativo al tampone ma ancora a casa per un lieve stato influenzale. Conferenza tenuta come ieri dai Dirigenti Miozzo - D’Angelo i quali ci consegnano il consueto bilancio: il trend in calo delle persone attualmente positive al coronavirus in Italia si ferma. Per 4 giorni di seguito era stato in costante calo, oggi torna a crescere pur rimanendo sotto il livello massimo raggiunto 5 giorni fa. La curva nel suo complesso rallenta ancora. Come non si doveva cantare vittoria per il primo dato positivo tre giorni fa, cosi non ci si deve rassegnare per il primo dato di nuovo in crescita. Aggiungiamo anche che da ieri a oggi è aumentato in maniera considerevole il numero di tamponi effettuati quindi questo può in parte spiegare il rialzo.
Sono 4492 i nuovi positivi oggi (ieri 3.492), per un totale di contagiati di 62.013, di cui 3612 terapia intensiva.
I guariti superano per la prima volta i diecimila - 10.361 persone in totale -, 999 persone guarite oggi. Purtroppo oggi contiamo 662 deceduti (19 in meno di ieri) il che porta il bilancio dei decessi nazionale a 8165. Complessivamente sono 80539 le persone che hanno contratto il coronavirus in Italia.

Sono arrivati i 104 sanitari e tecnici Russi di cui si accennava ieri e saranno destinati all’ospedale da campo alla fiera di Bergamo in Lombardia. E sempre nel campo degli aiuti internazionali, aggiungiamo alla disponibilità della Germania ad ospitare malati Italiani di covid nelle terapie intensive d’oltralpe, il trasferimento oggi di altri due pazienti a Dresda e altri 5 programmato per domani.
Dopo il successo - ed il bellissimo segnale di unità - del bando medici per covid aperto a medici Italiani, è la volta del bando per infermieri battezzato senza troppa fantasia - ma non ne sarebbe il caso - infermieri per covid. Per informazioni ed adesioni entro le 20.00 del 28 Marzo.

Ampio spazio nelle domande della stampa al fatto se sia o meno consigliato l’uso delle mascherine, se si da chi ed in che modo ma anche quali mascherine.
Faccio perciò un breve ma – spero - chiaro riassunto dello stato dell’arte. In fondo a questo post troverete uno schema che vi aiuterà a distinguere tra le due tipologie di mascherine {Mascherine o respiratori filtranti e mascherine chirurgiche}

*) Le mascherine filtranti o - FFP2/FFP3 - sono indicate - e preziosissime - solo per ospedali, operatori sanitari e personale delle pubbliche assistenze e cioè per chi ha un rischio reale e quotidiano di contatto con soggetti positivi magari a breve distanza. Sono mascherine ’particolari e specifiche’ per cui servono competenze per l’uso in sicurezza e per lo smaltimento, hanno inoltre una scadenza. Proteggono chi le indossa dagli altri ma non sempre vale viceversa, perché quelle con la valvola in plastica fanno uscire il fiato di chi le indossa senza filtrarlo. Sono da usare solo per il personale sanitario, delle pubbliche assistenze o per chi accudisce pazienti positivi in casa. Queste devono essere utilizzate solo da personale esperto, e sono preziose per cui l’uso quotidiano è un segnale di spreco e costituisce una mascherina in meno ad un operatore sanitario o ad un volontario delle pubbliche assistenze. Se non siete nelle categorie a rischio donate le mascherine filtranti alle vostre pubbliche assistenze (quando sono ancora nuove ed impacchettate!) ed usate le mascherine chirurgiche - quest’ultimo è un mio consiglio a titolo personale -

*) Le mascherine di tipo chirurgico hanno principalmente l’effetto opposto. Non sono abbastanza aderenti al volto e non hanno sufficiente capacità filtrante per proteggere chi le indossa dal contagio in un ambiente a rischio ma possono proteggervi dagli schizzi di liquido emessi mentre si parla. Sono invece efficaci nell’evitare che chi le indossi possa eventualmente contagiare gli altri. Cioè proteggono prevalentemente gli altri da chi le indossa, non hanno scadenza come invece hanno le mascherine FFP2/FFP3 nè richiedono particolari cautele nell’uso. Il Ministero della salute ne consiglia l’uso a chi ha sintomi che assomigliano a quelli influenzali, ma non è comunque vietato metterle quando si esce (sempre per comprovati motivi). Ricordatevi solo che non vi rendono invincibili e che dovete sempre rispettare le distanze e le cautele ormai note.
E’ essenziale sapere queste cose per NON trascurare azioni invece importanti come lo stare in casa, il mantenere le distanze dagli altri, lavarsi le mani etc magari perché pensiamo di essere invincibili perché abbiamo una mascherina.

E’ uscito il nuovo modulo per autocertificare gli spostamenti, il quale si deve per forza adeguare alla normativa che per seguire l’emergenza cambia in poco tempo. NON è però necessario stamparne per forza subito cento copie per due motivi: il primo è che dovete uscire il meno possibile, ed il secondo è che lo dovete compilare solo se vi fermano (quindi ve ne basta uno in bianco sempre dietro) e comunque le forze dell’ordine ne hanno e ve li forniscono se non li avete.
Potete scaricare il nuovo modulo qui (potete anche compilarlo on line prima di stamparlo).

In Liguria la situazione ci porta i dati di 236 nuovi positivi per un totale di 2262 positivi (dato in salita rispetto a ieri). Di questi sono 873 i pazienti a domicilio e 1152 gli ospedalizzati, di cui 154 in terapia intensiva (7 in più di ieri). Sono 254 i deceduti da inizio epidemia, 26 solo oggi. Sono 260 invece le persone guarite.
2272 sono le persone in sorveglianza attiva (quarantena).
La Protezione Civile Nazionale ha consegnato ieri un numero importante di mascherine filtranti FFP2 e tute da distribuire negli ospedali e nelle residenze per anziani ed alle pubbliche assistenze. Arriverà invece tra due giorni la prima fornitura di questo materiale acquistata da Regione Liguria.
Iniziano i primi screening del personale sanitario e vengono presentati i dati della ASL di Genova su cui sono stati fatti 1170 tamponi e 110 si sono rivelati positivi. I dati delle altre ASL provinciali arriveranno nei prossimi giorni.

Sul versante Spotornese, la nostra concittadina positiva al covid19 e ricoverata al S. Paolo di cui vi ho parlato sta bene e migliora costantemente, è stata trasferita in una struttura sanitaria di osservazione il che significa che è sulla via di guarigione, ne siamo molto contenti! Anche le tre persone in isolamento domiciliare stanno bene e rimangono in casa, anche grazie all’aiuto di alcuni volontari che svolgono questa loro attività in silenzio e senza clamore, il che rende il loro aiuto ancora più prezioso, come è prezioso anche l’operato dei volontari della nostra Croce Bianca e di AIB Spotorno impegnati in questa emergenza al nostro fianco ognuno per le proprie competenze.

Oggi ho partecipato ad un incontro in videoconferenza organizzato da Confcommercio ed a cui erano presenti tutte le categorie del comparto turistico commerciale, insieme a molti altri colleghi Sindaci della provincia. Incontro molto intenso ed interessante, in cui ci si è posti con la massima costruttività ed onestà intellettuale obiettivi comuni. In particolare tutta la partita della richiesta di azzeramento delle imposte locali alle aziende (una delle richieste delle categorie) proprio dalle categorie è giunta la proposta, che denota ampia conoscenza della materia, di operare insieme - Comuni e Associazioni di categoria - verso il Governo Nazionale unico che può realmente portare avanti questa misura, senza far mancare ai Comuni risorse essenziali per aiutare i cittadini e le stesse imprese turistico commerciali. La collaborazione tra Comuni ed associazioni di categoria sarà cruciale per ottenere questo risultato essenziale per il nostro futuro. Sempre dalle categorie è arrivata decisa una dichiarazione di importanza dell’imposta di soggiorno e dei progetti ed investimenti ad essa collegati.
Anche dal punto di vista strettamente Spotornese si sta da tempo lavorando a tutte le possibili forme di aiuto delle imprese turistico commerciali, dei lavoratori e dei cittadini. E’ evidente che qualsiasi intervento di supporto sociale ed economico richiede di trovare le risorse nel bilancio del Comune tenendo conto da un lato delle minori entrate che sicuramente si prospettano e dall’altro di una ripianificazione delle spese non necessarie o non urgenti per liberare risorse da dedicare agli aiuti. In particolare tutte le spese, anche già programmate o annunciate, saranno riconsiderate alla luce delle priorità contingenti, così come sarà riconsiderato l’utilizzo dell’avanzo attivo di bilancio. Nel tavolo permanente aperto con le categorie, che sarà esteso anche alle categorie presenti nel Comitato Locale per il Turismo, porterò i primi dati e quanto detto nella conferenza di oggi in modo da delineare i primi aiuti concreti - oltre a quelli adottati in via d’urgenza la scorsa settimana come la soppressione delle rate di asilo nido, ludoteca e autobus ed il rinvio di alcune scadenze.

Vi lascio con una piccola riflessione se me la concedete. Nei periodi di crisi si riesce a capire ciò che conta veramente nella vita, si ridefiniscono le nostre priorità e si comprende quali siano le cose veramente importanti e che fanno la differenza. Proprio per questo vorrei che, finita questa emergenza, non ci dimenticassimo dei VOLONTARI DELLE NOSTRE ASSOCIAZIONI (Croce Bianca, AIB, Il Melograno e tutte le altre ora in stand-by per ovvi motivi) magari iscrivendoci e frequentandole.
E vorrei che non ci dimenticassimo nemmeno dei nostri NEGOZI e COMMERCIANTI, che in questo momento di crisi stanno facendo di tutto per darci un servizio - chi può aprire, inventandosi anche consegne a domicilio per venirci incontro o per sopravvivere a questa crisi. A queste categorie va il nostro ringraziamento in questo momento, così come il ricordo e la gratitudine per quello che hanno fatto quando finirà l’emergenza.

Anche per questa sera abbiamo terminato, vi ringrazio e vi saluto: a domani!

 

Attachments:
Download this file (26 marzo.pdf) 26 marzo 202091 kB
Download this file (IMG_8486_AirMagic.jpeg) Spotorno4718 kB
Download this file (Schermata 2020-03-26 alle 20.49.33.png) Tipi di mascherina177 kB

***Festa Patronale della SS. Annunziata***

L’odierna conferenza stampa della Protezione Civile si svolge senza il Capo Dipartimento Borrelli, rimasto a casa per precauzione a causa di uno stato febbrile.
La conferenza è tenuta dal Coordinatore del Comitato tecnico scientifico Miozzo e dal direttore operativo D’Angelo i quali riferiscono, come al solito, i numeri dell’epidemia: sono 1036 i malati di covid19 guariti oggi il che porta il totale dei guariti a 9362 dall’inizio dell’epidemia.
Sono oggi 3491 i nuovi positivi (121 in meno di ieri), segno che il contagio continua e NON si deve abbassare la guardia nemmeno un po’, ma anche segno che la tendenza dei giorni scorsi è rispettata, anche oggi calano i nuovi positivi rispetto ai giorni precedenti, segno questo che l’epidemia STA RALLENTANDO.
Le persone attualmente positive sono così 57521 di cui 30920 sono in isolamento fiduciario a casa senza sintomi o con sintomi lievi e 3489 sono ricoverati in terapia intensiva (pari al 6%). Purtroppo oggi registriamo 683 deceduti per un totale di 7503 deceduti dall’inizio dell’epidemia.

Nei giorni scorsi si è parlato degli aiuti in arrivo dagli altri paesi e tra questi va senza dubbio citata la disponibilità della Germania a ricevere pazienti Italiani affetti da Covid nelle proprie terapie intensive, nell’ambito di quel nostro servizio di trasferimento di emergenza di pazienti da Ospedali in difficoltà ad ospedali più ‘liberi’ - la ormai famosa CROSS della Protezione Civile Nazionale. Gli ospedali Tedeschi di Lipsia si sono resi disponibili ad accogliere nostri pazienti ed oggi, su mezzi aerei del nostro Dipartimento della Difesa, sono stati trasferiti i primi due pazienti da ospedali della Lombardia in Germania. I trasferimenti proseguiranno nel prossimo futuro anche con mezzi aerei tedeschi.
Sempre sul lato degli aiuti Internazionali, è in trasferimento dalla Russia un team di 140 persone tra medici, infermieri e tecnici, con attrezzature e materiali in dono per la Lombardia, mentre domani ci sarà il primo trasferimento dei medici Italiani volontari per l’iniziativa ‘Medici per Covid’ che andranno in Lombardia ed in Emilia Romagna. Che vanno ad aggiungersi ai 37 medici e 15 infermieri della delegazione Cubana arrivati in Italia tre giorni fa e subito andati in aiuto a Crema ed alla prima delegazione medica dalla Cina già arrivata quasi dieci giorni fa.

Nell’ambito della risposta all’emergenza nazionale sono stati allestiti - e sono ad oggi operativi - ospedali da campo nei luoghi più in crisi: uno dell’ANA (Associazione Nazionale Alpini) a Bergamo, uno dell’Americana Samaritans a Cremona e due dell’Esercito Italiano a Crema ed a Piacenza. E’ in arrivo un ospedale da campo donatoci dalla Cina con 50 medici 80 infermieri e 30 tecnici che andranno nelle Marche, tutto personale Cinese esperto che ha operato nella loro emergenza di Wuhan.

Protezione Civile sta anche operando per trasferire alle proprie case tutti i passeggeri e l’equipaggio non indispensabile nelle navi da crociera attraccate nei porti Italiani con casi di Covid a bordo: Costa Luminosa a Savona e sulla Costa Victoria a Civitavecchia - quest’ultima diretta a Venezia aveva ricevuto lo stop all’attracco prima da Venezia e poi da Trieste.

Questa sera il Presidente del Consiglio Conte è andato a riferire al Parlamento in merito all’emergenza coronavirus. Un intervento nel quale il Presidente Conte ha spiegato tutti i dettagli dell’emergenza sin dalle sue origini e dai primi atti attuati. L’intervento è stato molto lungo - e non poteva che essere cosi - ed è esso stesso la prova che aver scelto di operare per Decreti Legge e DPCM ha garantito la snellezza e la prontezza di risposta necessaria nelle decisioni delle prime fasi dell’emergenza. Il Decreto annunciato ieri di cui vi ho parlato e l’informativa del Presidente del Consiglio alla Camera oggi (sarà in Senato domani alle 10) è un segno del percorso di ritorno alla normalità burocratica/procedurale e che quindi gli strumenti che il Governo si è dato nelle prime fasi dell’emergenza possono lasciare spazio a strumenti più canonici che sono stati disposti nel frattempo.

La situazione in Liguria oggi si attesta a 162 nuovi positivi (9 meno di ieri finalmente anche qui in calo anche se di pochissimo e primo dato ‘buono’) per un totale di 2026 positivi, sono 750 i pazienti a domicilio e 1074 gli ospedalizzati, di cui 147 in terapia intensiva (stesso numero di ieri). I guariti di oggi sono 32 il che porta i guariti totali a 235. Purtroppo sono 23 i deceduti oggi, per un totale di 254 dall’inizio dell’epidemia di coronavirus.
Ribadisco nuovamente, a scanso di equivoci e per la nostra sicurezza, che il calo ligure - a differenza del calo nazionale - è non solo molto piccolo, ma anche relativo solo ad oggi, perciò per far si che continui a ridursi come fa già il dato nazionale da quattro giorni, dobbiamo continuare a rispettare il divieto di movimento ed i comportamenti di cautela (NON uscire di casa, stare distanti dalle persone, lavarsi le mani etc) - ricordatevi che il risultato di quello che facciamo oggi si vedrà tra 10-14 giorni quindi non basiamoci su questi lievi dati positivi per cambiare comportamento. Continuiamo così, sta migliorando ma NON DOBBIAMO MOLLARE.
Aumenta la capacità di fare e analizzare tamponi per iniziare una procedura di screening almeno per gli operatori sanitari.

Per la nostra realtà Spotornese parliamo di scuola. Cosa fanno i nostri studenti in questo periodo?
Prosegue la didattica on line per gli alunni dell'Istituto Comprensivo di Spotorno. Gli insegnanti della primaria e infanzia continuano a mantenere un contatto con gli alunni tramite la piattaforma Edmodo e Whatsapp. Tramite la piattaforma Edmodo gli insegnanti mandano i video delle lezioni, le attività da fare ed i compiti compresi quiz e giochi didattici, i ragazzi eseguono i compiti direttamente sul computer e li inviano all’insegnante direttamente per la correzione.
Alla scuola secondaria di Spotorno invece si avvia l'inaugurazione della classe virtuale. Fino ad oggi gli insegnanti hanno coinvolto gli alunni via email e con Whatsapp. Da domani sono in programma due giorni di prove tecniche, il 26 e 27 marzo, quindi poi da lunedì 30 marzo saranno inaugurate le aule virtuali che sono state inserite sul registro elettronico Spaggiari. Le lezioni si svolgeranno dalle 9.00 alle 12.00 con tanto di appello per le presenze, e sarà quindi possibile spiegare, assegnare compiti e infine valutare. Sono state inserite tutte le materie: matematica, scienze, italiano, tecnologia, religione, lingue e persino educazione fisica.
Per il servizio di consegna della spesa a domicilio gli utenti raggiunti sono 11 ma contiamo di raggiungerne di più con l’affissione di volantini nei prossimi giorni (sulle campane dei rifiuti-farmacia-posta insomma nei luoghi che frequentiamo anche in questo periodo anche se solo per il tempo strettamente necessario) e vi chiediamo una mano con il passaparola: è un servizio gratuito che evita alle persone più sensibili alla malattia di dover uscire di casa. La spesa viene fatta il martedì ed il venerdì e portata a casa dei cittadini che lo richiedono con l’aiuto e la collaborazione di Croce Bianca, del Melograno Uniti per Spotorno, e di ben 10 volontari che si sono messi in contatto con l’ufficio per dare una mano. Prosegue anche il servizio ComuniChiamo per tenerci in contatto anche con chi non ha accesso o dimestichezza con internet o Facebook. Anche per quel servizio affiggeremo manifesti ma chiediamo di passare parola. Vi allego nuovamente qui sotto i due volantini, se volete potete stamparli ed affiggerli nel vostro portone quando uscite per altri (validi e giustificati motivi) come fare la spesa o gettare i rifiuti.

SEGNALAZIONE METEO: Arpal segnala per domani 26 Marzo un avviso di vento di burrasca forte per domani associate a precipitazioni che possono essere nevose sopra i 200-300 metri nell’interno. Il vento forte e l’umidità possono generare disagio per freddo: RAGIONE DI PIU’ PER STARE A CASA!

Anche per oggi - festa patronale di Spotorno - giungiamo alla fine, insieme ai colleghi che mi aiutano e mi supportano (e sopportano) facciamo a tutti noi Spotornesi i più cari auguri, nella convinzione che questo periodo finirà e che se continueremo a rispettare i comportamenti e l’isolamento forzato finirà prima e potremo tornare a goderci la nostra bellissima Spotorno come merita…. a domani, e buona serata!

 

Riportiamo il solito bilancio dalle parole del Capo della Protezione Civile Borrelli, in conferenza stampa alle ore 18: sono oggi 894 i guariti per un totale di 8326 persone guarite dall’infezione di coronavirus. I nuovi positivi oggi sono 3612 (168 in meno di ieri) per un totale di 54030 attualmente positivi sul territorio nazionale. Di questi ultimi 28697 persone sono in isolamento a casa e 3393 persone sono ricoverate in terapia intensiva (pari al 6% del totale).
Purtroppo oggi sono 743 le persone decedute, in aumento rispetto a ieri.
Il trend - l’andamento - dei nuovi contagiati di cui parlavamo ieri si è ripetuto anche stasera e con oggi sono tre i giorni consecutivi in cui i nuovi positivi sono meno del giorno precedente. Questo vuol dire che l’infezione avanza ancora, ma sta rallentando e come accennavamo ieri, seppur è presto per cantare vittoria, è comunque un segnale positivo e se continuerà così vorrà dire che il famoso picco del contagio sarà passato. Ribadiamo però come sia necessario continuare a rispettare le misure di isolamento per far si che questo accada e come comunque serva ancora del tempo per poter attestare dei buoni risultati. Era stato però detto che da lunedì scorso si sarebbero iniziati a vedere gli effetti delle prime misure restrittive, e se si confermeranno questi segnali sarà comunque un buon segnale.

Ospite questa sera della conferenza il Prof. Franco Locatelli Pres. Consiglio Superiore della Sanità che ha parlato della durata misure contenimento in merito alle fake news di oggi secondo cui l’emergenza sarebbe prorogata fino al 31 Luglio: smentito categoricamente. Ad oggi rimane il termine del 3 Aprile e solo in prossimità di quella data il Governo ed il Comitato Tecnico-Scientifico, valutato l’andamento dell’epidemia, decideranno il da farsi.

La conferenza stampa dura pochissimo per dare spazio alla conferenza stampa del Presidente del Consiglio dei Ministri. Il Presidente Conte è intervenuto per illustrare il nuovo decreto legge che sarà emanato forse già domani. Non ci sono altri stravolgimenti delle misure a cui già siamo sottoposti, ma piuttosto il decreto mette ordine in tutta quella serie di Ordinanze, DPCM ed altri atti che sono stati adottati in questa fase dell’emergenza per cercare di arginare l’epidemia. Ora sembra leggersi una fase futura in cui si possa operare in maniera più lineare e senza rincorrere sempre l’ultimo decreto. Altro lato positivo è che operando in questa maniera si restituisce un ruolo più centrale al Parlamento che sarà chiamato a convertire in legge i decreti del Governo.
In questo nuovo decreto legge, che conosciamo ad ora solo dalla descrizione del Presidente Conte trovano spazio - oltre al riordino della materia raccogliendo tutte le ultime disposizioni in un unico atto - anche la possibilità delle Regioni di adottare misure più o meno stringenti per i propri territori sulla base delle reali esigenze e sempre e comunque solo tra quelle azioni previste dal decreto (senza inventarsi niente che non sia previsto) e salvaguardando le filiere e la reperibilità dei generi agricoli, alimentari e di prima necessità. Sono inoltre previste sanzioni economiche più aspre per chi viene trovato in giro senza adeguato motivo, non più i 206€ dunque ma sanzioni da 400€ a 3000€ (a testa!) aumentate di un terzo se ci si muove con un veicolo. Attendiamo domani l’uscita del decreto legge per saperne di più.

Venendo ai nostri territori, il bilancio Ligure quest’oggi è di 171 nuovi positivi per un totale di 1864 positivi al coronavirus. Sono 740 (83 in più di ieri) i pazienti a domicilio e 950 gli ospedalizzati, di cui 147 in terapia intensiva. Purtroppo da inizio emergenza sono 231 le persone decedute in Liguria, 19 in più di ieri.
Sulla nave attraccata a Savona sono nove ad oggi i ricoverati provenienti dalla Costa. Ora a bordo ci sono solo i membri dell’equipaggio che sono 500 ma verranno evacuati nei prossimi giorni e a bordo rimarranno solo le 80/100 persone necessarie al suo mantenimento.
Sono state date garanzie sul fatto che nessuna altra nave della flotta Costa Crociere effettuerà scali a Savona. Questo dovrebbe scongiurare che accadono nuovamente arrivi di navi in grado potenzialmente di mandare in sofferenza il nostro sistema sanitario, che è in continua espansione ma con ritmi che chiaramente sono molto lenti.

Venendo alla nostra Spotorno invece, le condizioni di salute della donna positiva ricoverata in ospedale sono in miglioramento e questa è una buona notizia! Anche i tre cittadini in quarantena stanno bene.
Si è riunito oggi, in videoconferenza su Skype, il tavolo a Supporto del Turismo. Presenti Sindaco ed Assessori al turismo ed al Commercio ed i presidenti delle categorie Bagni Marini, Albergatori (UPA e Federalberghi) e Commercianti. Abbiamo condiviso i dubbi ed i timori per questo momento molto difficile ed abbiamo messo sul tavolo tutte le azioni che l’Amministrazione può impiegare nell’immediato e nel prossimo futuro per creare un piano di aiuti per le attività del territorio.
Stiamo lavorando per coordinare i nostri interventi con quanto sta deliberando e delibererà il governo con i decreti a livello nazionale.
Ci saranno sia aiuti concreti rivolti alle imprese che ai lavoratori - in particolare agli stagionali del settore. Sul tavolo ci sono già bandi per incentivi allo sviluppo, spostamenti delle scadenze delle tasse comunali, anche riduzioni di imposte e di aiuti economici.
Il tavolo avrà carattere permanente per tutta la durata della crisi e si riunirà nuovamente martedì prossimo per delineare le prime iniziative.
Una cosa è stata detta con chiarezza, il Comune sarà vicino alle categorie con tutti i mezzi possibili per cercare di aiutare a far ripartire l'economia del paese appena l'emergenza sarà finita. Essenziale è stato anche ritenuto da tutti la prosecuzione dei progetti di promozione e sviluppo messi in atto con l’imposta di soggiorno, che nessuno al tavolo ritiene debba essere sospesa.

Con l’ultimo DPCM sono state anche date ulteriori indicazioni in merito all’organizzazione dei servizi dei Comuni.
Questo ha portato ad una parziale riorganizzazione dei servizi che vi avevo illustrato qui giorni fa, riducendo al minimo possibile le presenze fisiche dei dipendenti ed i contatti diretti con i cittadini ma mantenendo servizi e rapporti sfruttando al meglio non solo internet ed email ma anche il telefono che può raggiungere tutti. Abbiamo aggiunto così 4 numeri dedicati ai servizi di diretto interesse dei cittadini in questa emergenza: Assistente Sociale, Sportello Polifunzionale, Servizio Spesa a Casa e servizio COMUNICHIAMO oltre ovviamente alla Polizia Locale, alla segreteria del Sindaco ed agli altri uffici che già operavano con modalità ‘da remoto’ o in smart-working. Aggiorniamo perciò la tabella che avevamo prodotto con una nuova che vi allego qui sotto e che domani sarà pubblicata sul sito.

Si aggiungono ancora due attività commerciali all’elenco per il servizio di consegna a domicilio: Burridha bar e il Buongustaio. Perciò vi riproponiamo l’elenco aggiornato.
• Corazzari - Acque minerali e vini - tel 0197485084
• La Meridiana - Acque minerali e vini - tel 019741225
• Il Buongustaio - Vini e prodotti tipici - tel 019747649 - da lunedì a sabato 09:00 - 12:30 e 16:00 - 19:30
• Carrefour - Alimentari - tel 019743397 oppure 019741286
• Crai - Alimentari - tel 019746184
• Panificio Moderno - Panificio - tel 019745163 oppure whatsapp 3276994429 - da lunedì a venerdì
• Frutta e Verdura del Mercatino - Frutta e verdura - tel 3519166555 - Dal lunedì a domenica 08:00 - 13:00
• Pescheria del Mercatino - Pescheria - tel 3487405029 - Giovedì Venerdì Sabato 08:00 - 12:00
• Pescheria del Mercatino - Pescheria - tel 3487405029 - Giovedì Venerdì Sabato 08:00 - 12:00
• Buriddha Bar - Tavola calda - tel 3487405029 WhatsApp 3281342569 - da giovedì a domenica
• L’isola della Pizza - Pizzeria - tel 0197415040
• Pazzeria - Pizzeria - tel 019745261
• La bella vita da Narse - Pizzeria - tel 3493256372
• Da Michele - Pizzeria - tel 019745474
• Mediterranea - Ristorante e Pizzeria - tel 019746535
• Gelateria Tommy - Gelateria - tel 3332731660 - tutti i giorni 11:00 - 21:00
• Animalia Store - Cibo e forniture per animali - tel 3478758098 - da lunedì a sabato 08:00 - 12:30
• Sottozero Savona - Surgelati - tel 800395267 oppure 019862468 oppure whatsapp 3710145404 oppure ancora Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - indicare nome e cognome, numero di telefono ed indirizzo esatto di consegna oltre all'elenco dei prodotti desiderati-sarete avvertiti telefonicamente della consegna e dell'importo)

Prima di salutarci non posso non ricordare la ricorrenza di domani. Domani, 25 Marzo, sarà la nostra Festa Patronale della SS. Annunziata.
Forse è il primo anno in cui non possiamo festeggiarla a dovere. A causa di questa emergenza la festa dell’Annunciazione del Signore troverà la nostra Chiesa ed i nostri Oratori chiusi al pubblico. Ma questo non vuol certo dire che non si possa, ognuno nella propria abitazione ma unito dallo spirito di comunità dedicarci tutti insieme chi una preghiera, chi un pensiero, chi anche solo un semplice augurio per far si che presto si possa tornare a festeggiare tutti insieme.
Mai come in questi momenti la nostra comunità deve restare unita, e nel salutarci questa sera Vi auguro dal più profondo che questo momento finisca presto. Viva la SS. Annunziata e Viva Spotorno e la nostra comunità! A domani, buona serata!

 

Dalla conferenza stampa della Protezione Civile, il bilancio di oggi ci porta una piccola conferma del trend di ieri sui contagi - una lievissima discesa che però da ieri persiste. Sono 408 le persone guarite oggi dal coronavirus il che assesta il totale dei guariti a 7423 persone.
I nuovi positivi oggi sono 3780 (177 in meno di ieri) il che porta il totale degli attualmente positivi a 50418, di cui 26522 sono in isolamento domiciliare e 3204 ricoverati in terapia intensiva.
Oggi purtroppo contiamo 602 deceduti (49 in meno di ieri) per un totale di 6077 persone.

Proprio su questa timida - e NON ancora confermata - tendenza si sono sviluppate molte domande e gli interventi del Prof. Brusaferro (Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità).
Alla domanda 'quanti giorni ci vorranno perché si possa parlare di tendenza', intendendo il calo dei nuovi contagi verificato ieri ed anche oggi, probabile segno di rallentamento dei contagi e dell'arrivo del famoso 'picco' che segna lo scollinamento del momento peggiore dal punto di vista dei contagi, il Prof Brusaferro risponde con un risoluto 'E' ancora presto per sbilanciarci'.
La motivazione è duplice: potrebbero essere fluttuazioni casuali - ed in questo caso ogni giorno in cui i nuovi contagi scendono sarà una conferma della reale tendenza - e comunque quello che misuriamo oggi sono i risultati delle nostre azioni e delle misure adottate due settimane fa. Non possiamo perciò basare le nostre azioni odierne su quello che vediamo oggi a causa di questo ritardo ed è oggi ancora più importante persistere nell'applicare le misure di distanziamento sociale - non uscire di casa - mantenere le distanze - lavarsi spesso le mani.

La sfida ora diventa anche quella del contenimento dell'epidemia nel sud Italia, dove pure stanno operando per aumentare i posti delle terapie intensive e per inasprire le misure di distanziamento sociale sfruttando giustamente le esperienze di quanto accaduto nelle regioni del nord. Questo è altresì essenziale perché il sistema sanitario regga nel suo complesso e possa garantire le dovute cure a tutti coloro che ne avranno bisogno.

Interessante è il bando per l'innovazione nella lotta al coronavirus con cui il Ministero dell'Innovazione ha inteso chiamare in aiuto aziende, università, enti e centri di ricerca, associazioni etc a fornire attraverso le proprie tecnologie un contributo nell'ambito della lotta e del contenimento dell'epidemia di coronavirus. Si articola su 3 linee di sviluppo: Produzione o innovazione nel campo dei dispositivi - mascherine e respiratori per terapie intensive in primis -, produzione o miglioramento di kit rapidi per la diagnosi del coronavirus, tecnologie e strumenti per il monitoraggio e la prevenzione ed il controllo del coronavirus. Chiunque voglia saperne di più o le aziende interessate a partecipare troveranno qui altre informazioni.

Venendo a noi Liguri, il bilancio parla di 215 nuovi positivi oggi (10 in più di ieri - qui anche se di pochissimo siamo ancora in crescita purtroppo - che portano il totale degli attuali positivi a 1693. Di questi sono 657 i pazienti a domicilio e 894 gli ospedalizzati, di cui 138 in terapia intensiva.
I guariti oggi sono 159 e purtroppo i deceduti sono invece 212.
Anche in Regione Liguria si sta lavorando a potenziare il campo dei test diagnostici al coronavirus, oltre ad implementare i laboratori analisi si sta lavorando anche sullo studio dei nuovi test sierologici.

E' entrato oggi in funzione il traghetto-ospedale nel porto di Genova, con i primi 24 posti letto destinati ai pazienti di coronavirus a bassa intensità (pazienti che sono stati dimessi dalle terapie intensive e che devono terminare la ripresa e sono ancora positivi ad esempio).
Come avrete saputo nel porto di Savona da tre giorni è attraccata la nave da crociera Costa Luminosa, in cui si sono verificati casi di coronavirus a bordo. Non c'è stato modo di trovare un altro porto per la nave, azione che era stata inizialmente tentata per evitare che i malati a bordo potessero sovraccaricare l'Ospedale San Paolo (sette persone sono state infatti ricoverate a Savona).
La nave resta a Savona ma si sta cercando di far rientrare le persone a casa. Delle circa 800 persone a bordo al momento rimangono 337 persone e questa mattina sono già scesi dalla nave quasi 50 turisti, 102 Olandesi rientreranno breve e per gli altri si stanno organizzando voli e trasferimenti verso i luoghi di residenza dove proseguiranno le quarantene.

Qualche giorno fa mi è stato chiesto come funziona la procedura per le quarantene (o isolamenti sanitari obbligatori).
Ogni volta che viene individuato un soggetto positivo al coronavirus parte una indagine da parte del dipartimento di Igiene Pubblica della ASL volto a verificare quali siano state le persone venute a contatto con il soggetto positivo in un arco di tempo utile a non poter escludere un eventuale contagio. Ad oggi questo arco di tempo coinvolge tutti coloro che hanno avuto contatti stretti con la persona positiva da 2 giorni prima la comparsa dei primi sintomi (nel soggetto positivo) a 14 giorni dopo.
Queste persone - i contatti diretti e stretti dell'individuo positivo - sono poste dal medico di Igiene Pubblica in isolamento sanitario obbligatorio presso il proprio domicilio per un periodo di 14 giorni dalla data del contatto. Questo viene comunicato ai contatti dal medico e viene invitata al Sindaco del Comune di residenza la richiesta di emettere apposita ordinanza per l'isolamento. Questo consente al Comune di provvedere al controllo dell'isolamento ed a poter fornire i servizi essenziali ai cittadini in quarantena in quanto essi non possono uscire assolutamente di casa. Trascorsi i 14 giorni senza l'insorgenza della malattia o dei sintomi termina la quarantena.
Le indagini epidemiologiche e la ricostruzione dei contatti delle persone positive è materia complessa e può accadere che alcuni contatti vengano identificati giorni dopo. Loro dovranno passare in isolamento solo i giorni restanti. Ad esempio se tizio è venuto a contatto con il positivo il primo di marzo ed il dipartimento viene a conoscenza e lo rintraccia il 10 di marzo, tizio dovrà scontare solo i 4 giorni residui in quarantena. Questo accade, ad esempio, se il positivo è stato diagnosticato l'8 di marzo per cui si vanno a cercare indietro nel tempo tutti i possibili contatti. I contatti dei contatti invece - cioè coloro che sono venuti a contatto con dei contatti - non devono sottostare a nessun tipo di regime.

Ad oggi a Spotorno abbiamo tre persone in regime di isolamento sanitario obbligatorio in quanto contatti diretti della donna positiva ora ricoverata al S. Paolo. Durante il periodo di isolamento un medico si occupa di contattarli periodicamente per verificare lo stato di salute e l'insorgenza di sintomi.

Il nostro servizio di consegna della spesa a domicilio per persone che non possono uscire e che non hanno nessuno che possa provvedervi prosegue ed ha ad oggi raggiunto 11 utenti, con l'aiuto di 9 volontari e della Croce Bianca per la logistica.
Domani inizierà poi un altro servizio che riteniamo molto importante e di cui ho accennato ieri. In un periodo in cui non si può e non si deve uscire, è anche complicato avere tutte le informazioni che ci fanno capire cosa succede e che ci fanno stare un po’ più tranquilli e può essere difficile per alcuni anche solo mantenere dei rapporti sociali con gli amici ed i conoscenti con cui si era soliti fare due parole. Consci dell'importanza di questo e delle informazioni che veicoliamo anche con questa rubrica serale o con il sito del Comune, ci rendiamo conto come chi non ha dimestichezza o possibilità di collegarsi ad internet rischi di rimanere isolato proprio in un momento in cui è essenziale stare uniti e sentirsi parte della comunità. Partirà perciò domani il nostro nuovo servizio battezzato 'ComuniChiamo'.
Sarà attivo da lunedì a venerdì dalle 9 alle 13 al numero di cellulare 3357512231 a cui risponderà personale dell'area Servizi alla Persona del Comune di Spotorno che potrà rispondere alle vostre domande in merito a quello che succede, alle iniziative che il Comune e le associazioni hanno attivato o anche solo semplicemente scambiare due parole per raccontarsi come va. Ad alcune domande un po’ più specifiche o su qualche argomento particolare potremmo non avere subito la risposta ma annoteremo la domanda e vi richiameremo per darvi la risposta.
Vi lascio come unica immagine di oggi la locandina del servizio in modo da poterla pubblicizzare come merita!

Ed anche per oggi è tutto, vi saluto e ci rivediamo domani… Buona serata!

 

Attachments:
Download this file (23 marzo.pdf) 23 marzo 202086 kB
Download this file (ComuniChiamo.jpeg) Locandina ComuniChiamo138 kB

** tratteremo anche dell’ordinanza interMinisteriale Salute-Interno uscita oggi sugli spostamenti**

Ad un mese esatto dall'inizio di questa rubrica, il bilancio dell’epidemia di coronavirus in Italia vede oggi 952 nuovi guariti che portano il totale dei guariti a 7024 individui. Oggi contiamo 3957 nuovi positivi (dato in calo rispetto a ieri) ed un totale di attualmente positivi di 46638, di questi 23783 sono in isolamento domiciliare mentre 3000 sono in terapia intensiva. Il totale dei colpiti dal coronavirus è di 59138. Purtroppo oggi contiamo 651 deceduti per un totale di 5476 persone decedute.

Presente oggi alla conferenza stampa della Protezione Civile, insieme al Dott. Borrelli, il Prof. Locatelli presidente del Consiglio Superiore di Sanità.
Nel suo intervento ed anche nelle numerose risposte alle domande dei giornalisti, il prof. Locatelli ci regala una visione possiamo dire di medio termine dell’andamento dell’epidemia. Attualmente -nota- il Governo dopo l’annuncio di ieri sera ha ragionevolmente esaurito le misure adottabili per il contenimento dei contatti sociali, principale arma contro la diffusione del virus. Questo ci porta a due conclusioni. Una inerente l’andamento ipotetico dell’epidemia, e l’altra inerente quello che possiamo ancora fare per contenere il diffondersi del virus a questo punto.
Dalla prossima settimana inizia infatti il periodo in cui si vedranno i primi effetti delle misure adottate dal Governo -dell’estensione nazionale delle misure del 9 Marzo e della chiusura parziale delle attività 11 giorni fa - pertanto la prossima settimana/10 giorni saranno cruciali per il contrasto alla diffusione del virus: potremo fare le prime valutazioni ma è essenziale un sempre maggior impegno nel rispetto delle misure restrittive.
Non riguarda specificatamente la nostra comunità -per fortuna- ma le ulteriori misure per il contenimento dei contagi illustrate dal Prof. Locatelli sono inerenti la cerchia familiare per quelle famiglie che hanno una persona positiva in casa perchè con sintomi lievi. Dopo i contatti sociali esterni, quello è l’altro motore dell’espandersi dell’epidemia, e proprio quei contatti - all'interno della famiglia - sono i più difficili da controllare, per ragioni pratiche di gestione della quotidianità e per ovvie ragioni affettive. Ma sono anch'esse importanti, così come vanno evitate a tutti i costi anche i contatti inter-familiari non urgenti ne strettamente necessari e cioè andare a mangiare o andare a trovare i genitori/nonni/figli per ‘diletto’ o per affetto. Diverso è se il singolo membro della famiglia che va -sempre lui- ad assistere un parente malato o in difficoltà: quella è una ragione di necessità urgente che quindi si può fare ma con tutte le cautele del caso.

Buona notizia dal Capo Dipartimento Borrelli, sono atterrati oggi a Roma Fiumicino i 52 medici Cubani mandati in nostro aiuto, sono già in viaggio verso la Lombardia. Medici notoriamente capaci e ben preparati i Cubani saranno di grande aiuto in questo momento di crisi di alcune province Lombarde.
Attesi anche medici in arrivo dalla federazione Russa che si aggiungono ai medici Cinesi arrivati qualche giorno fa.

**Uscita oggi una ordinanza inter Ministeriale del Ministro della Salute Speranza di concerto con il Ministro dell’Interno Lamorgese**
l’ordinanza chiarisce ed inasprisce ulteriormente le possibilità di muoversi sul territorio nazionale allo scopo di controllare l’epidemia.
Vale già da oggi 22 Marzo e NON ha scadenza (vale cioè finché un successivo decreto non la annullerà espressamente)
-) è vietato a tutte le persone muoversi -sia con mezzi di trasporto pubblici che privati- in un comune diverso da quello in cui si trovano, salvo che per comprovate esigenze di lavoro, assoluta urgenza, motivi di salute.
E’ abbastanza chiaro, ma colgo l’occasione di alcune domande che mi sono arrivate questo pomeriggio per specificare -attraverso due esempi - che:

  • NON è una esigenza di assoluta urgenza il fatto che nei supermercati di Spotorno non ci sia la marca di sugo o biscotti che vi piace, mentre invece
  • E’ una esigenza di assoluta urgenza il fatto che a Savona e non qui troviate gli alimenti per celiaci che servono a persone con questa malattia.

Dovete comunque andare nel comune più vicino dove sia presente il prodotto di cui avete REALE assoluta urgenza.
Una interpretazione che mi è stata chiesta e che mi riservo di verificare con i funzionari è invece per i residenti della zona Pineta che sono in comune di Noli. Formalmente sono in un Comune diverso ma è anche vero che ‘gravitano’ su Spotorno, cioè fanno molta meno strada a venire a fare la spesa da noi: ritengo sia possibile ma domani ve lo confermo.

E’ appena uscito il decreto annunciato ieri sera dal Presidente del Consiglio perciò ne parleremo domani, ma ritengo importante per la nostra realtà puntualizzare due questioni: Negozi e Spostamenti.
Per le attività commerciali è espressamente previsto che NULLA CAMBIA su quanto fatto fino ad ora (art. 1 comma 1 lettera a) in quanto vale il DPCM 11 Marzo che abbiamo applicato sino ad oggi.
Per gli spostamenti è stato recepito quanto presente nell'ordinanza interministeriale sopra descritta.

Per venire alla nostra Liguria, ad oggi contiamo 1478 positivi, 205 in piazza di ieri. I deceduti sono purtroppo 171 da inizio emergenza e 19 solo oggi.
Dei 1478 positivi sono 481 i pazienti a domicilio e 868 gli ospedalizzati, di cui 132 in terapia intensiva.
I numeri dei ricoveri in terapia intensiva degli ospedali liguri iniziano ad essere in sofferenza e dalla Regione fanno sapere che procedono gli aumenti di nuovi posti letto. Per far si che l’aumento di posti letto possa garantire di bastare per coloro ai quali servirà dobbiamo impegnarci nelle misure di contrasto dei contagi.

Per non dilungarmi troppo passo velocemente ad alcune piccole novità inerenti la nostra comunità.
Esattamente un mese fa iniziavo questo servizio serale di aggiornamenti nell'ottica di darvi tutte le informazioni disponibili in questa fase di emergenza. Sono e siamo convinti che fornire informazioni in modo trasparente e imparziale sia uno dei metodi più efficaci per aiutarci a passare questi momenti senza aggiungere ansie e combattendo la cattiva informazione che circola. E’ diventato anche, in questo mese, un vero impegno ma soprattutto un modo per avere un rapporto più diretto con voi che ho apprezzato realmente e che sono convinto abbia cambiato in meglio il nostro rapporto - almeno dal mio punto di vista. Proprio per far si di raggiungere ed offrire questo servizio a tutti domani appronteremo un servizio telefonico per raggiungere anche i cittadini che non hanno accesso a Facebook o ad internet che sono di solito i più anziani ed anche i più soli. Li chiameremo a casa e risponderemo a tutte le loro questioni e cercheremo di soddisfare tutte le necessità che questa emergenza gli ha posto. Se ne occuperà il personale del settore Servizi alla Persona, ma non escludo che ogni tanto - magari su richiesta - non sia proprio Io o un collega amministratore a rispondere a voce alle vostre domande.

Altri due negozi si aggiungono alla nostra lista di esercizi che consegnano a domicilio perchè, non dimentichiamolo, dobbiamo RESTARE A CASA:
Sono il Panificio Moderno e Animalia Store. Riporto perciò l’elenco aggiornato e vi ricordo che sul sito del Comune di Spotorno trovate una sezione apposita sull'emergenza Corona virus con tutte le disposizioni di legge, le comunicazioni utili (compreso questo elenco che aggiungeremo domani) e l’archivio completo di tutti i miei riassunti serali. Tutto questo materiale e molte altre informazioni utili sono anche disponibili sulla APP per cellulari ‘Municipium’ (una volta installata dovete aggiungere il Comune di Spotorno).

🥛🍷 Corazzari - Acque minerali e vini 019 7485084
🥛🍷La Meridiana - Acque minerali e vini 019 741225
🥖🧀🍎Carrefour - Alimentari 019 743397 - 091741286
🥖🧀🍎Crai - Alimentari 019746184
🥖🥖Panificio Moderno - 019745163 whatsapp 3276994429 - da lun a ven
🍕🍟L’isola della Pizza - Pizzeria 0197415040
🍕🍟Pazzeria - Pizzeria 019 745261
🍕🥙La bella vita da Narse - Pizzeria 3493256372
🍕🍟Da Michele - Pizzeria 019745474
🍕🍝Mediterranea - Ristorante e Pizzeria 019746535
🍎🥦Frutta e Verdura del Mercatino - 3519166555 - Dal lunedì alla domenica 08:00-13:00
🐟🍤Pescheria del Mercatino - 3487405029 - Giovedì Venerdì Sabato 08:00 - 12:00
🍦🍧Gelateria Tommy 3332731660 - tutti i giorni 11:00 - 21:00
🐶🐱🐹Animalia Store - 3478758098 - Cibo e forniture per animali - lun sab 8:00 -12:30
🍤🥩Sottozero Savona - Surgelati - 800395267 oppure 019862468 oppure whatsapp 3710145404 oppure ancora Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - indicare nome e cognome, numero di telefono ed indirizzo esatto di consegna oltre all'elenco dei prodotti desiderati-sarete avvertiti telefonicamente della consegna e dell'importo)

[Devo purtroppo rimandare a domani per ragioni di spazio a domani la descrizione della procedura per le quarantene obbligatorie che mi è stato chiesto oggi -scusate-]

Anche per questa sera è tutto, vi auguro una buona serata e ci vediamo domani!

 

Giunti all'undicesima giornata di isolamento a casa il bilancio nazionale dell’epidemia di coronavirus vede ancora i numeri crescere.
Sono 4821 i nuovi positivi il che porta il totale a 42681 persone positive al coronavirus. Di questi 22116 sono in isolamento fiduciario a casa e 2857 sono ricoverati in terapia intensiva. Oggi si contano purtroppo 793 decessi per un totale di 4032 ma anche 943 guariti per un totale di 6072.

L’odierna conferenza stampa ospita il Prof. Brusaferro - Direttore dell’Istituto Superiore di Sanità - il quale descrive l’andamento dell’epidemia focalizzandosi prevalentemente sulle misure per limitare la diffusione del contagio. Riassunta in poche parole, se vogliamo uscirne ‘presto’ e soprattutto per la nostra sicurezza e delle persone più deboli (malati ed anziani) dobbiamo impegnarci di più, per citare un passaggio chiave: “NON ABBIAMO ANCORA PRESO SUL SERIO IL PERICOLO”. Ci sono delle aree del paese (Lombardia - Veneto - Emilia R. NdR) in cui la circolazione del virus è molto intensa, e con essa tutti i tragici effetti che vediamo giornalmente nei telegiornali sulla situazione in Lombardia. Se vogliamo evitare che succeda anche da noi l’unica soluzione è rispettare le misure indicate - e dipende solamente da NOI -: RESTARE A CASA - LAVARSI LE MANI - MANTENERE LE DISTANZE DALLE ALTRE PERSONE!

Dal versante economico, arrivano alcune buone intenzioni (vi informerò prontamente quando si tradurranno in azioni concrete):
Il Vice Ministro dell’Economia Misiani dichiara che ad Aprile ci sarà un primo - seppur parziale ma seguito da altri - ristoro delle tasse per i settori più colpiti. Questo è un passo in più rispetto a quanto fatto fino ad ora - la sospensione - e consentirà di non pagarle ai settori più danneggiati.
Sempre dal viceministro viene un’altra importante precisazione riguardo alle risorse contenute nel decreto marzo per i lavoratori liberi professionisti e partite iva. I fondi loro destinati saranno distribuiti con modalità che si stanno definendo, ma ci saranno risorse per tutti e NON sarà invece come ipotizzato da alcuni un fondo limitato per cui chi prima arriva prende e chi arriva dopo no (il famoso ‘click day’).
Dall’Unione Europea buone notizie dalle parole della presidente della Commissione europea Ursula Von der Leyen: sospeso il patto di stabilità il che significa che il Governo Italiano potrà immettere nell'economia tanto denaro quanto serve. Le normali regole di bilancio, quelle sul debito ad esempio, non saranno applicate in questa fase. Ci sono inoltre iniziative per gli investimenti. Soldi che vengono dai fondi strutturali inutilizzati, che l’Italia non potrebbe più usare e che invece ora vengono riattivati. I fondi potranno essere usati in tutti i settori considerati prioritari: sono 11 miliardi. L’Italia potrà investirli nelle piccole e medie imprese, o per la disoccupazione di breve termine o altro. In più attraverso la Banca europea per gli investimenti forniremo 8 miliardi di garanzie direttamente alle piccole e medie imprese.

La situazione ligure vede oggi 181 positivi in più per un totale di 1273 (di cui 173 sono a Savona). Di questi 430 sono i pazienti a domicilio 727 i ricoverati in ospedale di cui 129 in terapia intensiva. Purtroppo sono 33 i deceduti oggi - 152 totali e 125 sono le persone guarite.

Tra giovedì e venerdì a Spotorno due persone erano state prese in carico dal servizio sanitario e ricoverate per patologie che potevano far sospettare infezioni da coronavirus: un uomo ed una donna.
Notizia di ieri che l’uomo è risultato #NEGATIVO al tampone, pur avendo altre patologie per le quali gli facciamo i nostri migliori auguri. Notizia di oggi che la donna - ricoverata al S. Paolo - è invece risultata #POSITIVA al tampone per coronavirus, è in cura ed in discrete condizioni di salute.
Sono state attivate immediatamente tutte le procedure previste e questo pomeriggio sono state notificate le ordinanze a 3 persone che sono entrate in contatto diretto con lei e che ora sono a casa in isolamento obbligatorio (quarantena). Stanno bene e sono già state prese in carico dal Comune che provvederà ai loro bisogni in quanto non possono assolutamente uscire di casa. Facciamo alla donna i nostri migliori auguri di pronta guarigione e la seguiremo da vicino.

Giornata di controlli anche oggi per le nostre forze dell’Ordine. Personale della Polizia Locale e della Caserma dei Carabinieri: 28 persone controllate - 8 esercizi commerciali e 4 persone denunciate. Alcune di queste erano semplicemente ‘a spasso’ senza nessuna ragione. Ora vorrei spendere due righe per ricordare cosa succede a chi viene sanzionato: si è deferiti all'Autorità Giudiziaria per un reato penale che comporta l’ammenda sino a 200 euro e l’arresto fino a tre mesi. Si deve nominare un legale di fiducia perché poi si andrà a finire di discuterne nelle aule di tribunale ed alla fine la condanna verrà scritta nel proprio casellario giudiziale (la famosa fedina penale) e il soggetto se la terrà tutta la vita. Ed è ancora poco per aver messo a rischio la salute loro e di tutta la comunità.

Una buona notizia giunge nuovamente da Raffaele Garofalo e dal suo Boxotto (lo abbiamo già nominato in merito al concorso di disegno per i bimbi di Spotorno che ci ha proposto e per il quale ha fornito i bellissimi premi e la partecipazione di Montefarmaco con dei gadget). Oggi ci porta una nuova buona notizia. Un suo fornitore Cinese, esprimendoci vicinanza per la nostra situazione, gli regala 100 mascherine che gli sono avanzate durante il loro periodo di quarantena. Raffaele ha deciso che le donerà al Comune di Spotorno …Grazie!! Le mascherine sono in viaggio, molto probabilmente arriveranno ma se dovessero essere requisite alla dogana comunque finirebbero nei nostri ospedali ed alle nostre pubbliche assistenze in Italia quindi comunque andrà sarà una gran buona azione!

Sempre con il primario ed importantissimo obiettivo di farvi rimanere a casa, altre tre attività commerciali si sono aggiunte alle consegne a domicilio:
Li ringraziamo perché con il loro servizio, per noi è sempre più facile rimanere in casa e così facendo tutelare la nostra salute:

🥛🍷 Corazzari - Acque minerali e vini 019 7485084
🥛🍷La Meridiana - Acque minerali e vini 019 741225
🥖🧀🍎Carrefour - Alimentari 019 743397 - 091741286
🥖🧀🍎Crai - Alimentari 019746184
🍕🍟L’isola della Pizza - Pizzeria 0197415040
🍕🍟Pazzeria - Pizzeria 019 745261
🍕🥙La bella vita da Narse - Pizzeria 3493256372
🍕🍟Da Michele - Pizzeria 019745474
🍕🍝Mediterranea - Ristorante e Pizzeria 019746535
🍎🥦Frutta e Verdura del Mercatino - 3519166555 - Dal lunedì alla domenica 08:00-13:00
🐟🍤Pescheria del Mercatino - 3487405029 - Giovedì Venerdì Sabato 08:00 - 12:00
🍦🍧Gelateria Tommy 3332731660 - tutti i giorni 11:00 - 21:00
🍤🥗🍗🥩Sottozero Savona - Surgelati - 800395267 oppure 019862468 oppure Whatsapp 3710145404 oppure ancora Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - indicare nome e cognome, numero di telefono ed indirizzo esatto di consegna oltre all'elenco dei prodotti desiderati-sarete avvertiti telefonicamente della consegna e dell'importo)

Infine prima di salutarci un piccolo fuori argomento (off-topic come si dice in inglese). Alcuni si ricorderanno che negli ultimi mesi del 2019 a causa di una grossa rottura a Vado Ligure, il Consorzio di Depurazione delle acque di scarico aveva dovuto attivare gli scarichi a mare di emergenza in tutti i Comuni della riviera compreso Spotorno. Ora finalmente i lavori sono stati completati, gli scarichi a mare di emergenza sono stati spenti, e le acque di scarico vengono nuovamente mandate al depuratore a Savona.

Con questo anche per questa sera è veramente tutto, a domani…buona serata!

 

Attachments:
Download this file (21 marzo.pdf) 21 marzo 2020148 kB
Download this file (Pan3.jpeg) Spotorno3548 kB

I numeri di questa sera contano 89 nuovi guariti per un totale di 5129 mentre cresce ancora il numero dei nuovi positivi (+190) arrivando a 4670, e portando così il totale degli individui attualmente positivi a 37860 - il totale dei positivi invece è 47021, cifra che conta anche i guariti ed i deceduti -.
Degli attualmente positivi, 19885 sono in isolamento domiciliare, 2655 in terapia intensiva e purtroppo oggi 627 sono i deceduti il che porta il totale a 4032.
Mentre si svolge la consueta conferenza della Protezione Civile delle ore 18 vengono emanate l’Ordinanza n. 9 di Regione Liguria e poco dopo l’Ordinanza del Ministro della Salute in merito agli spostamenti delle persone con particolare attenzione alle attività all’aperto. Oggi pomeriggio alle 15 io stesso avevo - come molti colleghi - emanato Ordinanza Sindacale sul medesimo oggetto.
Dedicherei perciò più attenzione a queste tre disposizioni per questa sera e le principali notizie nazionali in merito.

Il Ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina conferma la linea del Governo che sta valutando l’ipotesi di prorogare ancora la sospensione delle lezioni oltre il 3 Aprile. E’ lo stesso Ministro a confermare che NON si è ancora decisa la nuova ‘ipotetica’ data di riapertura e che tutto ovviamente dipenderà dall’evoluzione dell’epidemia.
Il Governo sta creando una task force di 300 medici - su base volontaria - provenienti da tutta Italia da poter inviare nei territori con le maggiori criticità sanitarie (Lombardia, Emilia e Veneto in testa). Il personale, selezionato per rispondere alle esigenze maggiormente richieste, opererà a supporto delle strutture sanitarie regionali.
Il Capo Dipartimento Borrelli annuncia di aver firmato una ordinanza per il pagamento anticipato delle pensioni negli uffici postali e nelle banche. Avverrà non più in un unico giorno ma saranno disposti dal 26 al 31 marzo e cosi anche per i mesi successivi.
Ribadisco una novità importante presentata ieri. Sempre grazie ad una Ordinanza della Protezione Civile da ieri è possibile usare la ricetta dematerializzata.
Non sarà più necessario recarsi dal proprio medico di persona per ritirare le ricette ma basterà telefonargli e lui vi detterà un numero (NRE). recandovi in farmacia con quel numero e la vostra tessera sanitaria sarà possibile avere i farmaci.

🚨Intorno alle 20 arriva l’ordinanza del Ministro della Salute (allegata sotto) che:
📆) è valida da domani 21 Marzo e fino al 25 Marzo 2020
In tutto il territorio Nazionale dispone:
❌) Vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco ed ai giardini pubblici
❌) non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto. Resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno 1 metro da ogni altra persona.
❌) sono chiusi gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande che siano all’interno delle stazioni ferroviarie e lacustri, nonché nelle aree di servizio e rifornimento carburante, escluse quelle autostradali che possono però solo vendere prodotti da asporto da consumarsi fuori dai locali. Aperte invece quelle negli aeroporti e negli ospedali con l’obbligo di assicurare la distanza di 1 metro.
❌) nei giorni festivi e prefestivi, nonché negli altri giorni immediatamente precedenti o seguenti tali giorni, è vietato ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza.

🚨Alle ore 18 è stata emanata l’Ordinanza n.9/2020 di Regione Liguria (allegata sotto) che:
📆) è valida da domani 21 Marzo e fino al 3 Aprile 2020
In tutta la Regione Liguria dispone:
🏛) ai Sindaci dei Comuni Liguri di individuare i luoghi ritenuti idonei alla formazione di potenziali assembramenti
❌) in tutti questi luoghi, dal 21 Marzo al 3 Aprile, sono vietati la presenza ed il transito delle persone, secondo le modalità stabilite dai Sindaci con propria ordinanza
❌) è vietato, sempre dal 21 Marzo al 3 Aprile, lo spostamento delle persone dalla loro residenza o abituale domicilio, presso le seconde case.

🚨Alle ore 15 invece ho emesso Ordinanza Sindacale n. 40 (che allego qui sotto) in cui:
📆) è valida da oggi sino al 3 Aprile 2020
In tutto il Comune di Spotorno dispone:
🚷) in occasione delle giornate festive e prefestive, caratterizzate da condizioni meteorologiche favorevoli, è interdetto l'accesso presso le seguenti aree pubbliche:
• lungomare in località Merello
• moli🚨
• giardini ubicati in fregio alla passeggiata a mare
⛔️) la chiusura dei parchi giochi e dei parchi comunali, fatta eccezione delle aree cani per i soli residenti/dimoranti della zona;
❌) la sospensione dell'attività di commercio su area pubblica, comunque intesa;
⛹️) l'esercizio di attività motoria, ammessa solo in caso di estrema necessità, deve essere espletata nel più breve tempo possibile, e resta limitata esclusivamente alla zona di residenza o domicilio, da intendersi come area posta nelle immediate vicinanze del luogo di abituale dimora;
❗️) l'assolvimento delle primarie esigenze di vita – lavoro, spesa, cure mediche, acquisto farmaci, etc. - seguirà la via più breve per il raggiungimento del luogo di destinazione e per il tempo strettamente necessario; ove possibile sono da preferire le consegne a domicilio;
❗️) in ogni caso le attività ammesse potranno svolgersi mantenendo la distanza interpersonale di almeno un metro, evitando sempre che ne possa derivare un fattore di assembramento.

Queste tre Ordinanze vigono e si applicano tutte insieme. Domani affronteremo meglio alcuni aspetti ma si evince un concetto chiaro - era in realtà già ben chiaro anche prima - si deve stare a casa!
Ora è stato precisato in particolare che STARE A CASA significa anche non uscire per andare nella casa al mare o in montagna, non uscire per giocare o per divertirsi, non uscire per andare a passeggio nei parchi pubblici etc.
I controlli della Polizia Locale, come ogni week end, saranno tesi ad individuare anche eventuali arrivi di non residenti. Ricordo a tal proposito che la sanzione e relativa denuncia all’Autorità Giudiziaria non è per nulla cosa da poco. Si nomina un avvocato, si elegge domicilio e si proseguirà il discorso in tribunale.
Prima di salutarci vorrei spendere ancora una parola per il nostro tessuto commerciale - bagni marini, Hotel e strutture ricettive, negozi ed esercizi commerciali ed operatori del settore -: il decreto Cura Italia di Marzo non ha previsto molto per il comparto (compresi i dipendenti ed in particolare gli stagionali) ed anzi ha lasciato con molte questioni in sospeso. Abbiamo fissato per martedì una riunione via Skype con i Presidenti delle Associazioni di categoria per studiare insieme i problemi ancora in sospeso e tutte le possibili soluzioni. Fin da ora mettiamo sul tavolo la volontà di trovare risorse in misura adeguata e soluzioni alle questioni aperte per dare un importante contributo alla ripresa immediata di un settore strategico per la nostra economia.

Mi scuso per l’eccessiva lunghezza, e ci rivediamo domani sera. Buona serata!

(I dati dell’epidemia in Regione Liguria: +129 positivi da ieri, 1092 in tutto di cui 694 in ospedale e 121 in terapia intensiva. purtroppo 28 i deceduti oggi per un totale di 119)

 

Dalla conferenza stampa della Protezione Civile ricaviamo il bilancio odierno della situazione nazionale.
Il numero odierno dei guariti è di 415 portando il numero totale dei guariti a 4440. Mentre le persone positive aumentano rispetto a ieri di 4480 per cui sono complessivamente 33.190 i malati di coronavirus in Italia. Di questi 14935 sono in isolamento domiciliare, mentre 2498 sono in terapia intensiva (l’8 % del totale).
Il numero complessivo dei contagiati - comprese le vittime e i guariti - ha raggiunto i 41.035. Purtroppo il numero di vittime in Italia per coronavirus ha superato quelle complessive della Cina: sono 3.405 i morti - (in Cina 3245), con un incremento rispetto a mercoledì di 427 - i decessi ieri erano 475 dato questo più rassicurante. Ma i contagi sono ancora in aumento, segno questo che ‘il picco’ dei contagi non è così vicino e dobbiamo continuare a lavorare con maggiore impegno per contenere i contagi: LAVARSI LE MANI - STARE A DISTANZA DALLE PERSONE E SOPRATUTTO NON USCIRE DI CASA (se non per lavoro, salute o necessità REALI).
Fonti del Governo infatti - Conte questa mattina, il Ministro Speranza oggi a più riprese - riferiscono infatti come ci si prepari a prorogare oltre il 3 aprile le misure in atto e a varare una nuova stretta per tentare di arginare i comportamenti scorretti di chi ancora continua a spostarsi senza motivo, vanificando il sacrifico imposto a milioni di italiani e lo sforzo immane del sistema sanitario per contenere il coronavirus. Ad oggi però, nonostante su Facebook siano circolate per tutto il giorno molte fake news, NON si conosce la nuova data alla quale prorogheranno le misure.
Il Governo sta anche lavorando ad un nuovo DPCM che potrebbe riguardare non solo le "attività all'aperto" - oggi consentite ma che molto probabilmente saranno vietate - ma anche prevedere misure più restrittive per i supermercati, per i bar nelle stazioni di servizio cittadine e gli uffici.
Oggi ospite della conferenza stampa della Protezione Civile è il Prof. Villani - Presidente della Società Italiana di Pediatria.
In tutta Italia i bimbi positivi al coronavirus sono circa 300 ma ad oggi non esistono casi gravi tra i bimbi né tantomeno decorsi infausti. Al momento, riferisce il Prof. Villani, il coronavirus non rappresenta un problema di per se per i bambini. Se un bimbo presenta dei sintomi, sentire il Pediatra e decidere con lui il da farsi.

Con un decreto del Capo della Protezione Civile Borrelli prendono finalmente il via le ricette dematerializzate. Questo vuol dire che le persone a cui sono prescritti dei farmaci non devono più recarsi dal Medico per ritirare le ricette ma il Medico fornirà un numero anche per telefono ai pazienti che riferendolo in farmacia insieme ad un documento di identità potranno avere i farmaci che il Medico ha prescritto.

In Liguria oggi contiamo 154 positivi in più di ieri ed un totale di 1963 persone positive. Gli ospedalizzati sono 603 di cui 113 in terapia intensiva. Da inizio emergenza sono 91 i deceduti, 18 più di ieri. Sono infine 82 i clinicamente guariti. Sul numero dei positivi dalla conferenza stampa di Regione Liguria fanno notare che molte delle persone che oggi abbiamo tra i positivi sono stati contagiati prima delle misure di contenimento. Inoltre dato il recente aumento di laboratori per trattare tamponi vi sono molti più esami il che influenza ulteriormente il dato.

Nella nostra Spotorno ad oggi nessuna novità per quanto riguarda ricoveri fiduciari o persone positive.
Prosegue la consegna spesa per cui con oggi arriviamo a 9 persone coperte dal servizio di consegna spesa a domicilio organizzato dal Comune di Spotorno in collaborazione con Croce Bianca e il Melograno - Uniti per Spotorno. Ringraziamo i 7 volontari che si sono offerti per collaborare e che - a rotazione - ci danno una preziosissima mano: grazie!

E' di oggi la notizia che l'iniziativa per i bimbi, nata su proposta di #Raffaele Garofalo# ed il suo Boxotto - che oltre a proporcela mette anche dei bellissimi premi in palio - vede aggiungersi il contributo dell'azienda Montefarmaco (tramite #Andrea Polizzi# e #Fabio Giaquinto# che ringraziamo) che mette a disposizione alcuni gadget per i bimbi che parteciperanno regalando delle calze antiscivolo e un integratore alimentare per bambini: grazie!!

Proseguono a spron battuto anche i controlli sui movimenti delle persone del personale della Polizia Locale e della Caserma dei Carabinieri di Spotorno: da lunedì sono state controllate 197 persone e 213 attività commerciali (tra cui anche i controlli chiusure). 1 persona è stata denunciata (e si aggiunge alle tre già denunciate in precedenza) e deferita all’Autorità Giudiziaria e le altre 148 sono le autodichiarazioni raccolte sulle quali si stanno svolgendo le opportune verifiche anche sfruttando le tecnologie disponibili ivi compresi i varchi con lettura targhe per verificare le dichiarazioni sulle provenienze e sulle date - che siano coerenti con i vari DPCM che si sono susseguiti.

Ora che il decreto Cura-Italia, o meglio ‘decreto marzo’, è stato approfondito si possono iniziare a delineare anche gli interventi dell’Amministrazione Comunale a favore dei cittadini, delle imprese commerciali e del comparto turistico, dei lavoratori in particolare degli stagionali dell’indotto turistico che non saranno riassunti per il periodo della Pasqua. Interventi che saranno il più possibile integrati con quelli del Governo - non solo con il decreto ‘marzo’ ma soprattutto con i successivi che saranno (crediamo) più incisivi. Già martedì è indetta una riunione con i Presidenti delle Associazioni di categoria per discuterne.

All'elenco che abbiamo proposto ieri di attività commerciali che effettuano le consegne a domicilio, al fine di darVi ogni possibilità per stare in casa ed evitare di uscire, aggiungiamo mano a mano gli esercizi commerciali che aggiungono la possibilità di consegna a domicilio a Spotorno (oggi aggiungiamo Sottozero)

🥛🍷 Corazzari - Acque minerali e vini 019 7485084
🥛🍷La Meridiana - Acque minerali e vini 019 741225
🥖🧀🍎Carrefour - Alimentari 019 743397 - 091741286
🥖🧀🍎Crai - Alimentari 019746184
🍕🍟L’isola della Pizza - Pizzeria 0197415040
🍕🍟Pazzeria - Pizzeria 019 745261
🍕🥙La bella vita da Narse - Pizzeria 3493256372
🍕🍟Da Michele - Pizzeria 019745474
🍕🍝Mediterranea - Ristorante e Pizzeria 019746535
🍤🥗🍗🥩Sottozero Savona - Surgelati - 800395267 oppure 019862468 oppure Whatsapp 3710145404 oppure ancora Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. - indicare nome e cognome, numero di telefono ed indirizzo esatto di consegna oltre all'elenco dei prodotti desiderati-sarete avvertiti telefonicamente della consegna e dell'importo)

Anche per stasera giungiamo alla fine. Nel salutarvi vorrei ringraziare tutti i colleghi che, in questo momento di indescrivibile complessità e tensione, mi stanno vicini, mi aiutano, mi supportano e mi confortano in modo che tutti insieme possiamo darVI tutti l'aiuto di cui Spotorno e gli Spotornesi abbisognano per andare avanti - affrontare questo momento complicato e (speriamo presto) uscirne più forti di prima …. Grazie a Marina, Cristiana, Monica, Isa, Gian, Max, Matteo, Riccardo ed anche a Sara e Maddalena che sopportano stoicamente il sottoscritto e tutto questo…. GRAZIE!!!
Un grazie inoltre ai dipendenti del Comune di Spotorno, che continuano nonostante le difficoltà del momento, da casa come impone la norma o in ufficio o ancora per la strada come la Polizia Locale, a lavorare per la nostra comunità: anche a loro va il nostro GRAZIE!!
Ma per non rendere vano tutto questo impegno e lavoro: RESTATE A CASA!!!
A domani, buona serata!

 

 

Attachments:
Download this file (19 marzo.pdf) 19 marzo 2020149 kB

18 Marzo - Aggiornamento serale

Nel giorno in cui il trend di crescita dei contagi (+ 2.648 giornalieri) si mantiene stabile e il numero dei guariti nelle ultime 24 ore supera le mille unità (+1.084), dati che - dice il capo della Protezione civile Angelo Borrelli - fanno pensare positivo se mettiamo in atto corretti comportamenti, è il numero dei deceduti che ridimensiona: 475 in un giorno, 313 dei quali in Lombardia e, anche questo dato record, ben 65 in Emilia Romagna. La maggior parte dei decessi in ospedale, ma alcuni anche in case di riposo per anziani. Secondo i dati riferiti dal capo della Protezione civile Dott. Borrelli le persone attualmente malate in Italia sono 28.710 persone. I morti sono in totale 2978, le persone guarite per un totale di 4.025.

Il Presidente dell'Iss Prof. Brusaferro, circa l’andamento dei contagi afferma come si sia ancora in fase di crescita - una fase in cui stiamo ancora misurando gli effetti delle misure adottate. Non si deve mollare, i dati che quotidianamente presentiamo ci dicono che questa è la strada giusta per difendere le nostre persone più fragili e per far sì che le persone riescano a trovare assistenza nelle strutture ospedaliere.

Nella giornata in cui fonti del Governo iniziano ad ipotizzare una estensione delle attuali misure cautelative oltre i primi di Aprile, il ministro dello Sport Spadafora annuncia che si sta valutando di vietare totalmente le uscite per attività motoria. Questo evidentemente a causa di tutte le persone che hanno usato questa possibilità come una scusa per uscire di casa nonostante il perentorio e chiaro richiamo a restare in casa. Dato che deve far riflettere è quanto il costo di una ‘passeggiatina’ di cui potevamo fare a meno possa contribuire ad un contagio in grado di mettere in difficoltà i nostri reparti di rianimazione e portare a quello che vediamo in Lombardia, ed al numero di decessi giornalieri che da quella regione ci restituiscono le cronache.
(Un recente pronunciamento del TAR Campania sull’argomento)

Il conteggio odierno di consegna dei dispositivi di protezione individuale per i nostri ospedali e pubbliche assistenze vede oggi consegnare 1.000.000 mascherine e 40 ventilatori polmonari.

E’ stato pubblicato oggi il decreto legge n.18 del 17 Marzo detto Cura Italia.
E’ un decreto corposo che conta 127 articoli ed agisce su molti fronti, come citato ieri. Per potervi riassumere qui con cognizione di causa gli aspetti più importanti abbiamo bisogno ancora di un giorno per poterlo approfondire, e ne parleremo nel dettaglio entro il week end, così come convocheremo le categorie del nostro tessuto economico per poterne discutere e decidere con loro quali misure il Comune possa integrare per potergli dare un supporto più incisivo.
Una nota che ho già fatto ieri è il nome che il Ministro dell’Economia ha dato ieri a questo decreto ‘Decreto Marzo’ preannunciando cosi ulteriori misure per il mese di Aprile. Lo stesso Ministro Gualtieri ad esempio per la misura prevista per i lavoratori autonomi ha dichiarato oggi “I 600 euro per gli autonomi non sono una una tantum, sono per marzo, poi ci sarà un intervento ad aprile, commisurato alla situazione delle singole persone”. L'idea è quella di ‘riparametrarlo’ alle perdite o al reddito. Ora, per la necessità di agire velocemente, questo non è stato possibile.

In Liguria oggi il bilancio del contagio restituisce una situazione con 79 positivi in più rispetto a ieri per un totale di positivi di 809, cala il numero delle persone positive in quarantena (-22 rispetto a ieri) in favore di quelle ospedalizzate che sono 502 e 101 più di ieri. 100 sono i ricoverati in terapia intensiva, 15 in più di ieri.
Purtroppo sono 73 i deceduti, 13 solo oggi.

Sul versante Spotornese, proseguono le attività di controllo di cui vi aggiornerò domani sera e di consegna a domicilio della spesa per le persone che ne hanno bisogno. Grazie alla Croce Bianca il nostro servizio - fatto anche in collaborazione con il Melograno - è anche presente sul sito di ANPAS.
Grazie anche all’ AIB Spotorno da oggi una loro squadra si unisce alla pattuglia della Polizia Locale per fare i due giri giornalieri di avviso alla popolazione per ricordare a tutti che NON SI DEVE USCIRE DI CASA se non per motivi urgenti ed indifferibili come lavoro, salute o necessità. La Polizia Locale sta mettendo tutto lo sforzo possibile nel controllo dei movimenti di persone per la sicurezza di tutti ma noi dobbiamo fare la nostra parte. Se avete letto sopra la parte nazionale, il Governo sta valutando di stringere ancora di più le misure eliminando la previsione di uscita per necessità di attività motoria in quanto è stata interpretata da molti come la scusa per fare la passeggiatina: così non è e si rischia la vita - la propria ma soprattutto quella degli altri, degli anziani e dei più deboli. STATE A CASA. Se vi serve qualcosa ci pensiamo noi - Comune, Croce Bianca, il Melograno uniti per Spotorno, AIB Spotorno ed i volontari sono qui per portarvi a casa la spesa o altro ed abbiamo anche stilato questo elenco delle attività commerciali di Spotorno che effettuano consegna a domicilio. Ma per cortesia STATE A CASA - le forze dell’ordine saranno irreprensibili nel sanzionare e denunciare penalmente chi trasgredisce perché - lo ripeto - ne va della salute di tutti! Ed anche per portare il cane a fare i bisogni - va fatto intorno a casa - non è la scusa per fare il giro del paese!

Ecco l’elenco dei negozi che consegnano a domicilio:

Corazzari - Acque minerali e vini 019 7485084
La Meridiana - Acque minerali e vini 019 741225
Carrefour - Alimentari 019 743397 - 091741286
Crai - Alimentari 019746184
L’isola della Pizza - Pizzeria 0197415040
Pazzeria - Pizzeria 019 745261
La bella vita da Narse - Pizzeria 3493256372
Da Michele - Pizzeria 019745474
Mediterranea - Ristorante e Pizzeria 019746535

Con questo anche per questa sera siamo giunti alle fine, mi raccomando non molliamo. So che non è facile ma so anche che non c’è dubbio su quanto ne valga la pena. Mettiamocela tutta, cerchiamo di essere responsabili ed allora si che andrà bene…. a domani, buona serata!

 

Attachments:
Download this file (18 marzo.pdf) 18 marzo 202089 kB

Secondo i dati forniti dal dott. Borrelli capo della Protezione civile oggi sono guarite 192 persone (2.941 in totale), i positivi in più rispetto a ieri sono 2.989 che portano il totale a 26.062. Di queste 2.060 sono ricoverate in terapia intensiva, il 10% del totale. Le persone morte sono 345 che portano il totale a 2503 dall'inizio della pandemia. A questo punto in Italia si contano 26.062 malati di coronavirus (+2.989 su ieri), cui si aggiungono 2.941 guariti (+192) e 2.503 decessi (+345).

 

Dall’inizio dell’epidemia gli Ospedali della Lombardia sono stati i più in difficoltà. Sono stati complessivamente 50 i trasferimenti di pazienti da ospedali della Lombardia in ospedali di altre regioni tramite la Centrale Operativa di Soccorso Sanitario della Protezione Civile (CROSS) al fine di alleggerire la situazione ove possibile. Notizia di oggi che l’ospedale di Bergamo ha esaurito i posti in terapia intensiva e pertanto si sta predisponendo il montaggio dell’ospedale da campo dell’Associazione Nazionale Alpini presso l’ente fiera di Bergamo.

 

L’acquisto e la consegna di attrezzature e DPI (mascherine etc) oggi vede: 366 ventilatori polmonari, 1.400.000 mascherine, 50.000 occhiali e 2.350.000 guanti. Grazie all’interessamento di molte aziende ed alle norme contenute del Decreto Legge discusso ieri che sarà pubblicato questa sera in gazzetta le stime sui tempi produzione italiana di mascherine sono molto favorevoli.

 

L’intervento del prof. Magrini -direttore generale di AIFA (Agenzia Italiana per il Farmaco) consente di approfondire quanto detto qui in precedenza sulle terapie sperimentali per la cura al COVID-19.

AIFA ed il sistema sanitario per la sperimentazione ed autorizzazione di farmaci e terapie è stato oggetto di un radicale intervento volto a accelerare e rendere più immediata la risposta all’epidemia, e nel decreto legge sono contenute anche importanti interventi per accelerare e semplificare l’accesso a farmaci sperimentali. Le norme nel decreto sono atte a dare più poteri ad AIFA ed a snellire il lavoro di valutazione ed autorizzazione di sperimentazioni ed uso delle terapie, ivi compreso l’accentramento del comitato etico, che per COVID sarà uno presso lo Spallanzani.

Questo consente già da ora l’immediata sperimentazione e utilizzo di terapie sperimentali come il farmaco antivirale remdesivir - già attivo - ma soprattutto è di oggi l’annuncio della sperimentazione di tocilizumab, farmaco già in uso per artrite reumatoide (quello testato a Napoli). Autorizzato uno studio su 330 pazienti COVID che partirà giovedì prossimo. Vi sono anche altri protocolli di studi sperimentali per nuovi trattamenti che saranno valutati in settimana. Oltre ai vantaggi immediati per affrontare l’epidemia, se sapremo cogliere tutti i lati positivi di questa emergenza, ci potrebbe restare anche in questo campo un ente - così importante per la salute - più efficiente e più vicino alle esigenze della nostra società.

 

A seguito del decreto Cura-Italia l’Agenzia delle Entrare Riscossione (‘Ex Equitaliaʼ) chiude quindi gli sportelli. Il decreto legge Cura-Italia ha disposto la sospensione dei termini di versamento di tutte le entrate tributarie e non tributarie derivanti da cartelle di pagamento, avvisi di accertamento e di addebito, in scadenza nel periodo compreso tra l'8 marzo e il 31 maggio 2020.

I pagamenti sospesi dovranno essere effettuati entro il mese successivo il periodo di sospensione ovvero il 30 giugno 2020.

 

Oggi sono cambiati i moduli per autocertificare i movimenti adeguandolo con l’inserimento della dichiarazione specifica di non essere sottoposto a quarantena e di non essere risultato positivo al COVID-19. Queste due espresse dichiarazioni servono per sincerarsi che persone poste in stato di quarantena o risultati positivi ad un tampone possano circolare (e nel caso poterli punire anche per false dichiarazioni).

 

Liguria: Sono 730 le persone positive in Liguria - 96 in più di ieri, di cui 329 a domicilio e 401 ospedalizzate. Le persone in terapia intensiva sono 85, 12 in più di ieri. 54 sono i guariti e purtroppo sono 10 i deceduti di oggi che porta il totale a 60.

Anche in Liguria prosegue il percorso di ricerca di soluzioni di emergenza per i posti letto - la famosa nave e la scuola penitenziaria di Cairo Montenotte saranno pronti la settimana prossima. Fungeranno da ricovero per pazienti usciti dalla terapia intensiva.

In conferenza stampa di Regione Liguria il governatore Toti ribadisce, data la carenza di mascherine, il loro corretto utilizzo: le mascherine FFP2/FFP3 (quasi introvabili) servono al personale sanitario che è quotidianamente a contatto con molti malati positivi. Le mascherine chirurgiche o similari invece proteggono gli altri da chi le indossa, NON proteggono chi le indossa dagli altri. Vanno cioè indossate da chi ha sintomi per ridurre la possibilità di contagiare gli altri (chi ha sintomi comunque DEVE STARE A CASA). Quindi sono inutili se indossate da chi sta bene, e sono risorse importanti che non arrivano agli ospedali dove servono.

Sono molto più efficaci come misure preventive LE DISTANZE RECIPROCHE ED IL LAVAGGIO DELLE MANI.

 

Giunti infine alla nostra Spotorno, ad oggi non abbiamo più persone in quarantena.

Il servizio di consegna della spesa a casa attivato dal Comune di Spotorno quest’oggi ha servito 7 utenti. 5 anziani e 2 persone più giovani ma impossibilitate a muoversi per motivi di salute e in questi giorni da sole in casa.

Se avete questa necessità potete chiamare il numero 019-746971 scelta 3 da lun a ven dalle ore 9 alle 12 per prenotarvi. Il servizio è gratuito: è essenziale stare a casa!

L’emergenza Coronavirus coinvolge anche lavoratori ed imprese. Per difficoltà a muoversi, a trovare residenze per gli operai e per i pasti, le imprese dei cantieri del nuovo comune e della terrazza a mare hanno chiesto la sospensione dei lavori per il periodo dell’emergenza - sospensione che abbiamo concesso.

Ma non tutto si ferma completamente. Il cantiere del Parco Monticello prosegue con la piantumazione di alberi in più ed in sostituzione delle palme morte aggredite dal punteruolo. Solo oggi sono stati piantumati una decina di nuovi alberi e pochi giorni fa è stato terminato il nuovo percorso per non vedenti nella parte alta del parco dove verranno installate le panchine gialle per ipovedenti e dove è già presente il giardino dei sensi realizzato dai Lions.

Di questo intervento sono le foto di oggi. Proseguiranno nei prossimi giorni la ripiantumazione con la messa a dimora complessiva di 26 nuovi alberi.

 

Prima di salutarci vorrei che ci facessimo tutti un augurio, oggi infatti si celebra la giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera. Sono l’essenza stessa dell’Italia per come la conosciamo e per come ce la hanno consegnata le nostre nonne, le nostre madri, i nostri nonni ed i nostri padri.

Mai come in questo momento di incertezza e di sofferenza che stiamo vivendo è ancora più pressante la necessità di unità sostanziale di tutti i cittadini attorno ai valori costituzionali. L’augurio che ci dobbiamo fare, ed è quello che abbiamo visto scritto nei disegni di tutti i bimbi, è che andrà tutto bene. Ma perché vada tutto bene serve che ogni Italiano applichi seriamente le misure restrittive di contenimento: ogni Italiano deve stare a casa per il bene di tutti gli altri Italiani! Dimostriamo di che pasta siamo fatti e rispettiamo le regole per il nostro bene!

Ed anche per questa sera siamo giunti alla fine. Ci rivediamo domani sera, buona serata! e ricordate: per il bene di tutti STIAMO A CASA! A domani….

 

 

 

Attachments:
Download this file (17 marzo.pdf) 17 marzo 202085 kB

16 Marzo - Aggiornamento serale

Nella giornata in cui il Consiglio dei Ministri sta per varare il decreto CuraItalia che mette sul tavolo 25 miliardi di risorse, i numeri dell’epidemia vedono 414 nuovi guariti per un totale di 2749 persone guarite dal coronavirus in Italia. Il contagio non si arresta con 2470 nuovi positivi che portano il totale dei positivi al virus a 23073 persone, di cui 10197 in isolamento domiciliare e 1850 ricoverate in terapia intensiva. La giornata odierna si chiude purtroppo con 349 deceduti - 2158 dall’inizio dell’epidemia.

Presente oggi alla conferenza, insieme al Capo Dipartimento Borrelli, il Presidente del Consiglio Superiore della Sanità Prof. Locatelli che, rispondendo ad alcune domande dei giornalisti, porta alcuni spunti di riflessione molto interessanti. Quello che si sta facendo in Italia per contrastare il virus è un insieme di manovre coraggiose e specifiche per cui l’Italia si può considerare pioniera nell’affrontare questo tipo di emergenza, almeno in un sistema come quello europeo. I trattamenti clinici si basano sia sul contrasto delle cause - il virus - sia sul contrasto dell’effetto più critico – l’infiammazione polmonare. Questo fa si che il nostro sistema sanitario stia, in effetti, elaborando modalità innovative per la lotta al coronavirus le quali, seppur rigorose dal punto di vista delle procedure, siano di immediata e rapida risposta ed utilizzo. In questo nuovo approccio gioca un ruolo fondamentale l’Agenzia Italiana del Farmaco AIFA.

Il secondo passaggio molto interessante è nuovamente una domanda riguardo al tempo di permanenza del virus sulle superfici, negli ambienti esterni e di quanto possano essere efficaci alcuni comportamenti come levarsi i vestiti prima di entrare in casa. Passaggio estremamente chiaro del quale, come ieri, preferisco sentiate direttamente dalle parole del Professore con un video che allego. In sostanza afferma, come ieri il prof. Brusaferro, che il tempo di permanenza del virus negli ambienti esterni non sia un fattore importante, è che invece (e qui spiega bene il perché) siano di fondamentale importanza i comportamenti già noti fin dall’inizio: LAVARSI LE MANI e MANTENERE LE DISTANZE. Sulla non utilità della sanificazione delle strade ed ambienti esterni è intervenuta oggi anche ARPAL che ha fornito un parere in merito richiamando la NON utilità della pratica al fine del contrasto al virus.

In ultimo la domanda in merito alle notizie di oggi secondo cui alcuni ipotizzano l’arrivo del picco massimo dei contagi nelle prossime settimane, lo scenario è credibile a livello europeo, perché in alcuni stati il contagio sta appena iniziando. In Italia invece le misure del Governo - copiateci pari pari da altri paesi a conferma della bontà delle scelte - SE RISPETTATE, ci consentiranno scenari più favorevoli.

Per quanto riguarda la famigerata questione delle mascherine, la via d’uscita - essendo bloccate gran parte delle esportazioni da altri paesi - è quella dell’autoproduzione. Sono molte le aziende che si sono convertite per la loro produzione e nel decreto legge appena approvato ci sono specifiche misure volte a finanziare la produzione e la riconversione aziendale ed a semplificare le procedure burocratiche di messa in opera.

Del decreto - approvato pochi istanti fa - ad ora è disponibile solo la conferenza stampa. Rispetto a quello che era emerso ieri e questa mattina non si conosce molto di più. I temi in cui si è intervenuti sono:
1- Finanziamento straordinario SSN e DPC 3.5 Miliardi
2- Estensione ammortizzatori sociali per tutti i lavoratori dipendenti, autonomi, stagionali - congedi parentali estesi e voucher baby sitter per genitori
3- Sostegno alla liquidità ed alle aziende - sospensione di rate di mutui e di versamenti, di contributi e di obblighi

Questo è sommariamente quello che si conosce ad ora, il nome del decreto è “Curaitalia”, ma a conferma delle misure che erano trapelate come indiscrezioni non sarà il primo né sarà sufficiente da solo a tirarci fuori dalle conseguenze economiche di questa epidemia. A riprova di quella che sembra una corretta percezione e programmazione, il Ministro Gualtieri in conferenza stampa non lo descrive come il decreto “Curaitalia”, ma come decreto “Marzo”, aprendo già di fatto ad una ulteriore manovra.
Non avendo il decreto in mano mi fermerei qui per questa sera. Trovate la conferenza stampa del Presidente del Consiglio dei Ministri quì.

Su segnalazione di un nostro concittadino vi voglio segnalare un articolo della Polizia Postale in cui segnalano un forte aumento delle frodi informatiche. Ora che siamo tutti in casa, sempre connessi, sono cresciute le attività di questi criminali che sfruttano anche senza alcun scrupolo la vulnerabilità emotiva in cui molti di noi si possono trovare. Raccomandiamo perciò la massima attenzione!

Sul versante Ligure contiamo 93 nuovi positivi al coronavirus per un totale di 617 persone, di cui 247 a domicilio e 328 ospedalizzate (di queste 73 in rianimazione). 42 guariti totali e purtroppo 50 deceduti. Sono invece 96 i positivi in provincia di Savona.
Una spedizione privata di mascherine è stata confiscata per conto della Protezione Civile in Sardegna ed una parte di esse verranno destinate alla Liguria.

Anche l’ultimo dei due sanitari, con questa sera, finisce il suo periodo di ricovero fiduciario e tornerà alla vita normale ma soprattutto tornerà a lavorare. Ci siamo sentiti, la quarantena è trascorsa bene sia come salute che come spirito, ringrazia il Comune per l’assistenza fornita e gli agenti di Polizia Locale che gli hanno tenuto compagnia (seppur a distanza) nelle visite di verifica. Ho ammirato moltissimo la voglia di tornare a lavorare, un posto di lavoro non certo invidiabile di questi tempi, ma dove sente di dover tornare per dare una mano ai colleghi che sono rimasti li ad occuparsi di noi: un grazie a nome di tuti gli Spotornesi così come anche al collega tornato al lavoro qualche giorno fa.

Per finire ci salutiamo con i lavori di due giovanissimi Spotornesi che vogliono condividere con tutti noi le loro speranze ed i loro auguri: grazie quindi a Otto e Barbara Noè con il primo esempio di street-art con gessetti - specifichiamo nel cortile dietro casa in ottemperanza al DPCM - ed a Giovanni Battista e Luca Magnone con un lavoro molto particolare - naturalistico/agreste. Vi abbracciamo e ricambiamo i vostri auguri!

Ricordiamo infine che domani NON ci sarà il mercato - sospeso sino alla fine dell’emergenza.

Per questa sera è tutto… a rivederci domani! #andràtuttobene MA SE #restiamotuttiacasa!!! RESTIAMO A CASA MI RACCOMANDO! Buona serata
******************************

 

 

Siamo giunti, immagino con fatica ma per una causa molto importante, alla prima domenica di chiusura in casa. I dati parlano di 369 nuovi guariti per un totale di 2335 dall'inizio dell'epidemia e di 2853 nuovi positivi che fanno salire il numero nazionale di positivi al coronavirus sino a 20603 persone. Di questi ultimi 9268 sono in isolamento domiciliare e 1672 in terapia intensiva - un dato costante di circa il 10% dei positivi che deve far riflettere quando decidiamo di uscire per motivi che non sono di stretta necessità. Aumenta in proporzione anche il numero di decessi: 368 oggi.
Sulla situazione dei DPI, in particolare le oramai introvabili ma preziosissime mascherine domani la Protezione Civile consegnerà 300.000 mascherine del modello migliore e più protettivo (FFP2) ed 1.500.000 di mascherine chirurgiche. Si sta lavorando anche per attrezzare degli impianti in Italia per la produzione di mascherine in modo continuativo e massivo in particolare in Lombardia dove si sta per iniziare a produrre le mascherine FFP2 ed anche nella nostra Liguria per la produzione delle mascherine chirurgiche.
Gli esperti dell'Istituto Superiore di Sanità. Continuano a ribadire come le dinamiche dell'infezione siano rapide (che è un male) ma anche come questo dipenda moltissimo dai nostri comportamenti : il nostro isolamento è la principale e più efficace misura per limitare e fermare questa epidemia per cui, di nuovo, il richiamo forte a contenere al massimo le uscite dalle proprie abitazioni.
Questa sera si terrà un Consiglio dei Ministri molto importante, sul tavolo ci sarà un decreto legge per misure straordinarie di lotta al coronavirus , per cui si destineranno oltre 20 miliardi di euro - si parla di quasi 25 miliardi. Non solo sospensione di versamenti ma 5 miliardi per il lavoro (ammortizzatori sociali come la cassa integrazione estesa anche ai lavoratori non coperti compreso il settore agricolo e la pesca). Sospensione dei mutui - congedi per i genitori con figli minori di 12 anni - ed anche un contributo una tantum di 500 euro per i lavoratori autonomi (professionisti, collaboratori, stagionali, i lavoratori del settore turistico, dell'agricoltura e dello spettacolo).
Anche investimenti per la crescita e per l'aiuto alle imprese e per il potenziamento straordinario di ospedali (edifici ed attrezzature) e personale sanitario tra cui spicca il progetto di Ospedale alla fiera di Milano. Oltre 100 articoli per un provvedimento che si preannuncia molto complesso. Non vado oltre : domani o dopo con il provvedimento in mano potremmo dire di più.
Venendo in Liguria il bilancio odierno conta 524 positivi (90 più di ieri) di cui 66 in terapia intensiva e 33 deceduti: Anche qui si nota come circa il 10% dei positivi abbia bisogno di terapia intensiva.
Anche in Regione si sta lavorando per aumentare i posti di terapia intensiva disponibili, con le attrezzature acquistate dal Governo, ma è necessario che noi ci atteniamo alle indicazioni (soprattutto quella di NON uscire di casa) per far si che i contagi crescano più lentamente possibile per stare al passo con l'aumento di posti letto che per ovvie ragioni è lento e non infinito.
Un tema che si è sentito molto in questi giorni è quello della sanificazione delle strade e degli ambienti. Ho già raccontato la nostra posizione in merito anche qui, non ci sono ne evidenze ne indicazioni di come questo possa essere efficace contro il virus. Abbiamo però, d'accordo con altri Sindaci, deciso di chiedere un parere al Ministero della Salute e qualora ci fossero indicazioni di una qualche utilità siamo pronti a riconsiderare la nostra scelta di non effettuare, ad oggi, interventi di sanificazione di strade e marciapiede. Diverso è per i luoghi chiusi per cui sono già stati fatti e saranno ripetuti periodicamente. Questa sera però si sono espressi in merito due differenti enti: l'Istituto Superiore di Sanità con il direttore Prof. Brusaferro e Regione Liguria con l'intervento del Presidente Toti. Li ho registrati e condivido i video in modo che possiate sentire direttamente dalle loro parole come tale pratica NON sia affatto utile ai fini di contenere il contagio nei luoghi all'aperto. L'intervento del Prof. Brusaferro poi è particolarmente interessante per quanto riguarda le bufale che circolano sui tempi di permanenza del virus sulle superfici, e ricorda come il semplice sole o la pioggia bastino a renderlo innocuo all'aperto.
Gli unici comportamenti veramente efficaci sono LAVARSI SPESSO E BENE LE MANI e NON USCIRE DI CASA (ISOLAMENTO SOCIALE).
Ancora più localmente anche oggi la Polizia Locale è stata attiva sul versante controlli con una decina di persone controllate e due denunce penali per due camperisti che non hanno rispettato il divieto di muoversi. L'attività proseguirà anche nei prossimi giorni sul territorio così come la verifica sulla veridicità delle autodichiarazioni. Come alcuni di voi avranno avuto modo di sentire oggi abbiamo iniziato a diffondere avvisi alla popolazione con la vettura della polizia locale al fine di scoraggiare le uscite di casa. Il messaggio è: "Ricordiamo alla cittadinanza che è vietato uscire di casa, se non per motivi di salute, lavoro, approvvigionamento generi di prima necessità. Chi trasgredisce sarà sanzionato e segnalato all'autorità giudiziaria. Fatelo per voi e per tutti: restate a casa!". Sufficientemente chiaro.
In ultimo, voglio ringraziare Raffaele - titolare di Boxotto in Viale Europa - per una bella proposta che abbiamo accettato molto volentieri. Nasce dalla sua personale esperienza in casa con i suoi bimbi, che vuole estendere a tutti gratuitamente anzi mettendo anche in palio dei lauti premi : un concorso di disegno (si tratterò di colorare come si vuole 20 vignette predisposte) che saranno poi giudicate da una giuria a fine emergenza per premiare i più belli. Sarà aperto a tutti i bimbi al di sotto dei 10 anni ed ai loro genitori che vorranno collaborare. Domani vi spiegheremo ogni dettaglio.

Per questa domenica è tutto, vi lascio con i due filmati di cui vi parlavo e con una bella foto del terzo molo che ho scattato questa mattina mentre andavo in caserma per il turno…io non posso farlo sempre ma voi state a casa! A domani,
buona serata!

Attachments:
Download this file (IMG_3750.jpg) Terzo molo4084 kB

La situazione dell’epidemia in Italia vede la quarta giornata di isolamento a casa chiudersi con 527 nuovi guariti per un totale di 1966.
Sono 2795 i nuovi positivi il che porta il totale a 17750 persone positive al coronavirus. Di questi 7680 sono in isolamento fiduciario a casa e 1518 sono ricoverati in terapia intensiva. Oggi si contano 175 decessi.

Nessuna notizia di rilievo dalla conferenza stampa nazionale ma numerose domande su quando vedremo i primi risultati del distanziamento sociale e delle altre norme restrittive imposteci dall'ultimo decreto : dall’ISS confermano che nulla di significativo si potrà vedere prima delle due settimane previste. Saranno infatti valutabili in quel momento le evoluzioni delle misure future.
Altro dato interessante, vista la cronica e ben nota carenza di questi dispositivi in tutta Italia :
Il fabbisogno nazionale per ospedali, pubbliche assistenze, forze dell’ordine e tutte le persone coinvolte nell’emergenza coronavirus è di circa 90.000.000 di mascherine al mese. Di queste ad oggi ne sono state consegnate 5.000.000 e la Protezione Civile ha in essere contratti per 55.000.000 di pezzi da consegnare. Questi numeri rendono comprensibile la situazione. L’Italia non produce mascherine e già contratti per 20.000.000 mascherine sono stati annullati alla Protezione Civile da aziende operanti in Russia, Romania, India che hanno chiuso le frontiere per le esportazioni di questi dispositivi.

Nei prossimi giorni saranno elaborati i primi interventi di una certa sostanza a sostegno dell’economia (imprese e lavoratori) e delle famiglie. Nei primi giorni della prossima settimana si dovrebbero avere almeno le indicazioni di massima delle misure previste e delle loro entità per dare modo agli altri enti di poter predisporre le loro misure di aiuto tarate sulla base del provvedimento principale.

In Liguria la situazione vede 434 casi positivi (108 più di ieri) di cui 275 ospedalizzati (62 in terapia intensiva) mentre sono 1584 le persone in sorveglianza attiva.
Anche Regione Liguria attiva il servizio di consegna a domicilio per la spesa alle persone anziane e fragili. Per accedere chiamare il numero verde 800593235 attivo 7 giorni su 7 dalle 8 alle 20. Tale servizio è parallelo allo stesso servizio attivato dal Comune di Spotorno in collaborazione con le Associazioni il Melograno e Croce Bianca attivo al numero 019746971 voce guida 3 , da lunedì a venerdì’, chiamando dalle 9 alle 12 .
Ieri il servizio del Comune di Spotorno ha servito la spesa a 3 persone, ma grazie all'Associazione il Melograno stiamo lavorando per raggiungerne molte di più. Non avete più scuse per non stare in casa : mi raccomando!
Al fine di tutelare il personale impiegato, d’accordo con SAT abbiamo disposto la chiusura dell’isola ecologica sino a termine dell’emergenza. Per reali, urgenti ed improrogabili esigenze, potete contattare il numero per le segnalazioni via whatsapp : 335 5884822

Sul piano dei controlli oggi hanno operato congiuntamente la Polizia Locale ed i Carabinieri della nostra stazione. Hanno effettuato sia posti di blocco sulle strade principali, sia controlli nel centro ed in passeggiata. Il bilancio è di 12 veicoli controllati, 36 persone fermate e 2 denunce art 650cp. Nei prossimi giorni verrà effettuata la verifica delle autocertificazioni ricevute. Un grazie agli agenti ed ai militari del Comando di Spotorno-Noli e della Stazione Carabinieri di Spotorno che in questi giorni sono in prima linea per farci rispettare una disposizione che ci salva la vita!
Per rendere più efficaci i controlli sono allo studio proposte tecniche come l’utilizzo dei sistemi di rilevazione dei transiti. Ma tali provvedimenti devono essere presi da autorità provinciali ed alcuni di essi sono al vaglio.
Come sempre però l’arma migliore è la nostra testa : restiamo a casa! Le forze dell’Ordine fanno sapere che sovente vengono denunciate persone perché adducono motivi che non sono previsti come ad esempio il pescare dalla spiaggia. Non è ritenuto un motivo di necessità non rinviabile, e nemmeno attività motoria. Il messaggio è sempre quello : si deve restare a casa salvo lavoro, salute ed improrogabili necessità.

In chiusura anche questa sera ho ricevuto i bellissimi auguri dei nostri giovanissimi concittadini. Un grazie quindi ad Alice ed Alessandra a Giulia,Gaia e Veruska a Serena Vilma ed a Titti e un grazie ed un grosso abbraccio a tutti gli ospiti della nostra Opera Pia : anche loro in questo periodo in cui non possono ricevere visite dei loro cari hanno realizzato dei bellissimi arcobaleni!

Con questo anche per questo sabato è tutto : buona serata, a domani!

 

 

 

 

 

Dalla conferenza stampa odierna della Protezione Civile ricaviamo i dati odierni : i guariti oggi sono 181 per un totale di 1439, l’incremento odierno di persone positive è di +2116, che porta a 14955 il totale delle persone positive al coronavirus in Italia.
Di questi 1328 sono in terapia intensiva ed oggi purtroppo contiamo 250 decessi.
La struttura della Protezione Civile che si occupa di ridistribuire i malati gravi tra gli ospedali per utilizzare in maniera più efficace i posti letto disponibili oggi ha trasferito 30 pazienti con l’uso di 14 elicotteri dei 118 regionali, 12 ambulanze medicalizzate, 3 elicotteri ed 1 aereo dell’Aeronatica Militare.
Per quanto riguarda la distribuzione di mascherine ed altri DPI (dispositivi di protezione individuale) ad oggi sono state consegnate 5.000.000 di mascherine con una consegna giornaliera di circa 1.000.000 di pezzi. Molto importante, dato che in Italia non abbiamo aziende che producono questi dispositivi, è anche l’attività di sequestro (requisizione) di tali beni che transitano dai nostri confini per destinarli ai bisogni prioritari degli ospedali, delle pubbliche assistenze e di tutte le donne e gli uomini in prima linea contro il coronavirus. Il lavoro svolto da Agenzia delle Dogane e da Guardia di Finanza è prezioso ed è anche improntato alla lotta agli speculatori.
Una buona notizia sembra essere quella di un farmaco (prescritto per un’altra patologia) sperimentato a Napoli su malati di coronavirus ha dato buoni margini di miglioramento delle condizioni dei pazienti. L’agenzia Italiana per il farmaco AIFA si sta organizzando per iniziare la sperimentazione.
 
Oggi è atterrato l’aereo con i rifornimenti che la Cina ci ha donato. 9 medici esperti di coronavirus ed 11 tonnellate di materiale (mascherine attrezzature per terapia intensiva).
 
Grande enfasi è stata data al richiamo per le donazioni di sangue. Si è riscontrato un calo importante, ma la necessità è la stessa se non più alta, pertanto è importante continuare a donare il sangue, attività che non è a rischio per chi dona.
 
Notizia di ieri sera che Agenzia delle Entrate (ex Equitalia) ha sospese le attività di liquidazione, controllo, accertamento, accessi, ispezioni e verifiche, riscossione e contenzioso tributario fino al termine dell’emergenza. Un gesto doveroso ma apprezzato.
 
La situazione Ligure vede oggi 326 casi positivi totali (+65 da ieri) dell’epidemia e 1289 persone in sorveglianza attiva (quarantena).
Anche per l’Ospedale Micone di Sestri Ponente ci si avvia ad un processo di trasformazione per dedicarlo interamente al ricovero di pazienti contagiati da coronavirus. I lavori di riorganizzazione sono volti ad aumentare le terapie intensive in funzione di 100 unità. Autorizzato giusto oggi la scuola di Polizia Penitenziaria di Cairo Montenotte per l’utilizzo di ricovero per i pazienti in convalescenza da coronavirus.
 
Arrivando a casa nostra, uno dei due sanitari in ricovero fiduciario (quarantena) a Spotorno per essere venuto a contatto con un soggetto positivo termina con oggi il suo periodo in quarantena. Sta bene e può tornare alla vita ‘normale’ anche se in questo periodo sarà anche lui alle prese con le limitazioni che affliggono tutti. Nel fargli i nostri migliori auguri vorrei ringraziarlo perché tornerà a lavorare, di nuovo in prima linea : Grazie ed in bocca al lupo!
 
Anche gli uffici Comunali si devono adeguare alla situazione attuale, proteggendo i dipendenti ma garantendo al contempo che i servizi essenziali per la gestione dell’emergenza e per il paese continuino a funzionare a pieno regime e che gli altri proseguano il loro lavoro cercando di ridurre al minimo le presenze fisiche.
Abbiamo pertanto elaborato un piano di ridistribuzione e riorganizzazione di orari e di modalità di rapporto con i cittadini, ovviamente improntata ad evitare al minimo indispensabile i contatti fisici tra dipendenti e cittadini negli interessi di entrambi.
Nella tabella che abbiamo diffuso oggi e che troverete sul sito istituzionale spero già domani sono riassunti gli uffici e le funzioni del Comune per i cittadini, le modalità ed i giorni di contatto con il pubblico ed i numeri di telefono con i recapiti degli uffici :
 
  • Ufficio Servizi Sociali - (riceve previo appuntamento, salvo urgenze) : 019 7415073
  • Ufficio Protocollo (senza appuntamento ma una persona per volta) : 019-746971 voce guida 1
  • Ufficio Servizi Demografici (riceve previo appuntamento) : 019-74697220
  • Polizia Municipale / Protezione Civile : 335 7512235 019-746875
  • Ufficio Tributi (solo servizio via mail o telefonico) : 335 5328020
  • Ufficio Segreteria e Segreteria Sindaco (solo servizio via mail o telefonico) : 335 7512238
  • Area Urbanistica-Edilizia Privata- (solo servizio via mail o telefonico) : 335 356015
  • Commercio-SUAP (solo servizio via mail o telefonico) : 340 3629969
  • Lavori Pubblici (riceve previo appuntamento o telefonicamente / mail) : 347 0581872
  • Segnalazioni Varie Lavori pubblici / Ambiente via SMS o WHATSAPP : 335 5884822
(ove indicato ‘riceve previo appuntamento’ significa che prima di recarsi presso l’ufficio si deve prendere appuntamento al numero telefonico indicato. L’ufficio si riserva di valutare se l’esigenza possa essere trattata con modalità alternative es telefono / email )
Gli orari sono riportati sulla locandina (che allego alla fine)
Anche Poste Italiane sta facendo una azione di razionalizzazione degli sportelli a tutela dei suoi dipendenti ed in molti comuni questo ha significato riduzione degli orari e chiusure. Purtroppo è mancata totalmente la comunicazione ai Sindaci che lo hanno saputo dalla popolazione ed a cose fatte. Abbiamo aperto un tavolo di discussione con Poste Italiane perché, sebbene comprendiamo e condividiamo l’importanza della tutela dei dipendenti, non condividiamo i modi con cui questo (NON) comunicato e deciso. Questa mattina ho fatto contattare l’Ufficio di Spotorno il quale conferma che NON sono previsti cambi di orario.
 
Ieri vi ho parlato della bellissima iniziativa portata avanti dagli anonimi ma generosi ragazzi sportivi Spotornesi, una raccolta fondi per l’Ospedale S.Paolo.
Questa serva vi propongo qualcosa di più locale ma ugualmente molto importante : aiutiamo la nostra Croce Bianca - aiutiamoli ad aiutarci, ecco qui il link per la raccolta fondi a sostegno della Croce Bianca che, sempre e da sempre, ma in particolare in questo periodo fa una attività senza prezzo per la nostra salute
 
Come di consueto lasciamo per la fine le cose migliori. Questa sera ho avuto l’onore di partecipare per un saluto alla favola serale via skype che Silvia Bazzini legge ai bimbi della Sezione Primavera di Spotorno che in questo periodo sono costretti a casa come tutti noi, è stato emozionante vedere tutte le loro facce attente pronte ad ascoltare! Grazie!
Un grazie anche ai nostri giovanissimi concittadini che giorno dopo giorno mi consegnano i loro bellissimi auguri da portare a tutti gli Spotornesi : grazie a ilaria, Sara ed Annalisa, a Mathilda e Moreno ed a Viola, Andrea ed Aldenia! vi lascio i loro messaggi qui sotto a cui allego anche quello della Croce Bianca: aiutiamoli ad aiutarci ed andrà tutto bene!…buona serata ed a risentirci domani sera!
torna all'inizio del contenuto