Regolamento Comunale per la limitazione delle emissione sonore nell'ambiente prodotte da attività temporanee (Delibera C.C. n° 49 del 28/05/2010, come modificata dalla delibera di C.C. n. 50 del 26.07.2012)

 

Il regolamento in oggetto disciplina la deroga ai limiti acustici previsti dal vigente piano comunale di classificazione acustica approvato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 31 del 22.05.2000.

 

IL PIANO COMUNALE DI CLASSIFICAZIONE ACUSTICA PREVEDE

CLASSIFICAZIONE AREE

LIMITI IMMISSIONI RUMOSOSE

LIMITI IMMISSIONI RUMOSOSE

 

Orario DIURNO1

(dalle 06,00 alle 22,00)

Orario NOTTURNO

(dalle 22,00 alle 06,00)

  1. CLASSE III : AREE DI TIPO MISTO

 

(lungomare e aree demaniali)

 

60 db(A)

 

50 db(A)

  1. CLASSE IV : AREE AD INTENSA ATTIVITA' UMANA

     

(via Aurelia litoranea e centro storico)

 

65 db(A)

 

55 db(A) 

 

La deroga ai limiti sopra indicati è disciplinata dal regolamento comunale per le emissioni sonore prodotte da attività rumorose temporanee costituite da:

 

  1. cantieri edili/stradali;

  2. luna park e circhi;

  3. manifestazioni musicali all'aperto;

  4. manifestazioni popolari;

  5. manifestazioni sportive;

  6. cinema all'aperto;

  7. attività di allietamento nei pubblici esercizi e sul demanio marittimo,

  8. feste da ballo;

  9. pubblicità fonica;

  10. altro.

 

che, per le attività di allietamento nei pubblici esercizi si applica nel periodo estivo ovvero 01/05 al 30/092.

 

L'articolo 13 disciplina le attività di allietamento musicale nei pubblici esercizi:

 

ATTIVITA' CONSENTITA : allietamento della clientela avente scopo di intrattenerla con musica sia strumentale sia dal vivo (NO BALLO) con impianti di diffusione sonora, apparecchi televisivi, Karaoke, esecuzioni dal vivo;

 

DOVE: all'interno o all'esterno dei locali;

 

QUANDO: dal 01/05 al 30/09

 

DEROGHE: limiti di immissione sonora: dalle 20:00 alle 24:00 valore massimo 70 db(A);

dalle 00:01 alle 01:00 valore massimo 65 db(A);

 

 

DEROGHE: limiti di immissione sonora

sul demanio marittimo : dalle 00:01 alle 2:00 valore massimo 65 db(A)

 

DURATA: non più di 6 sere a settimana nel periodo estivo (da maggio a settembre);

 

Le attività musicali autorizzate in deroga dovranno cessare tassativamente alle ore 01:00 oppure alle ore 02:00 se svolte sul demanio marittimo;

 

PER POTER SVOLGERE LE ATTIVITA' MUSICALI IN DEROGA AI LIMITI DI ZONA DETERMINATI DALLA CLASSIFICAZIONE ACUSTICA E' NECESSARIO MUNIRSI DI AUTORIZZAZIONE (articolo 18 – 4.2).

 

 

1  Articolo 5

2 L'articolo 6 del regolamento distingue il periodo estivo da quello invernale: PERIODO ESTIVO dal 01/05 al 30/09 - PERIODO INVERNALE dal 01/10 al 30/4

 

Chi contattare in Comune: Ufficio ambiente e territorio
 

La Politica Ambientale del Comune è lo strumento fondamentale affinché, nelle scelte di programmazione e gestione del territorio, si tengano nella dovuta considerazione gli aspetti ambientali e le aspettative manifestate nei confronti dell’ambiente da cittadini, turisti ed operatori economici.

Attraverso l’attuazione del Sistema di Gestione Ambientale, sviluppato secondo le indicazioni della norma ISO 14001, il Comune si impegna:

  • ad assicurare il rispetto della conformità normativa e di ogni altro impegno volontariamente sottoscritto in materia ambientale;
  • a realizzare un continuo miglioramento delle prestazioni ambientali, agendo sugli aspetti che possono determinare possibili impatti;
  • a promuovere nei dipendenti, nei collaboratori e nei fornitori di servizi una maggiore sensibilità nei confronti dell’ambiente, anche attraverso specifiche attività di informazione e sensibilizzazione sulle tematiche ambientali collegate ed influenzate dalle proprie mansioni.

La Politica Ambientale è diffusa a tutto il personale e ai collaboratori dell’Ente affinché ne condividano i principi e resa disponibile a tutte le parti interessate mediante pubblicazione sul sito internet del Comune e affissione negli uffici pubblici.


Chi contattare: Ufficio ambiente e territorio

 

Anagrafe canina

È la registrazione della popolazione canina identificata presente sul territorio del comune, collegata ai dati del proprietario.

Serve a garantire la veloce restituzione dei cani smarriti ai legittimi proprietari e conoscere la consistenza e la distribuzione della popolazione canina.

Il proprietario o il detentore, compreso il commerciante e l'allevatore deve provvedere all'iscrizione del proprio cane entro un mese dalla nascita o comunque dall'acquisizione dell'animale (che diventano due-tre mesi con l'introduzione del microchip).

Il cane viene identificato con un microchip, che viene applicato dal medico veterinario per via sottocutanea, in modo rapido innocuo indolore.

Dopo aver applicato il microchip il medico veterinario registra nell'anagrafe canina il numero del microchip, i dati segnaletici del cane e i dati relativi al proprietario. Al proprietario viene consegnato un certificato di iscrizione, completo dei dati registrati. Chi aveva già provveduto all'iscrizione all'anagrafe con il tatuaggio non è tenuto a far applicare il microchip, purché il tatuaggio sia leggibile.

L'iscrizione si effettua presso il dipartimento di competenza della ASL territoriale oppure presso lo studio di un medico veterinario libero professionista.

 

Ricovero cani

Il Comune non dispone di un canile municipale ma ha stipulato apposita convenzione con l'associazione XXXXXXXXXXX iscritta al Registro Regionale delle Organizzazioni di volontariato cod. XXXXXXXXXXX per il ricovero, cura e custodia dei cani randagi o abbandonati nel territorio comunale.
Il canile rifugio è situato in XXXXXXXXXX.
E' possibile visitare il canile xxxx dalle ore xx,00 alle ore xx,00.

torna all'inizio del contenuto