1742165018

INFORMATIVA PER LA VIDEOSORVEGLIANZA AI SENSI DEL REGOLAMENTO UE 679/2016 E DEL D.LGS.51/2018

La presente informativa, che integra il contenuto dell’informativa semplificata, viene resa ai sensi e per gli effetti dell’art. 13 del RGPD e delle Linee Guida 3/2019 sulla videosorveglianza adottate dal Comitato Europeo per la Protezione dei Dati (EDPB) ai fini di fornire agli interessati le informazioni relative alle modalità del trattamento effettuato.

Le zone sottoposte ad acquisizione immagini sono segnalate con appositi segnali di avvertimento, conformemente a quanto indicato al punto 7.1 delle Linee Guida 3/2019 sulla videosorveglianza, facilmente visibili, intelligibili e chiaramente leggibili, in cui sono anche richiamate le finalità perseguite. Tali cartelli sono collocati prima di entrare nell’area monitorata o comunque nelle loro immediate vicinanze.

 

FINALITA' DEL TRATTAMENTO DATI

Le riprese video si limitano alla registrazione delle aree sottoposte a vigilanza, senza l’utilizzo di sistemi di identificazione delle persone. I dati sono trattati esclusivamente per le finalità previste dalle norme di legge e in particolar modo per motivi di SICUREZZA UBANA, TUTELA DEL PATRIMONIO COMUNALE E PUBBLICO, CONTROLLO ABBANDONO E DEPOSITO DI RIFIUTI, PREVENZIONE INDAGINE ACCERTAMENTO E PERSEGUIMENTO DEI REATI O ESECUZIONE DI SANZIONI PENALI ed esclusivamente per perseguimento di interesse pubblico e l’esercizio di pubblici poteri di cui è investito il titolare del trattamento.

 

TITOLARE DEL TRATTAMENTO E' IL COMUNE DI SPOTORNO.

 

BASE GIURIDICA DEL TRATTAMENTO DATI

L’attività di videosorveglianza è svolta secondo le finalità previste dall’art. 6 lettera e) RGPD (interesse pubblico). Come richiesto dall’art. 2-ter D.lgs 196/2003, la base normativa del trattamento è da ricercarsi fondamentalmente nel conseguimento degli obiettivi inerenti la sicurezza urbana, affidati in via principale allo Stato in maniera coordinata con gli enti locali.

Gli operatori del trattamento

Le immagini delle videoriprese sono trattate esclusivamente da personale incaricato, presso appositi postazioni di controllo ubicate presso il Comando di Polizia Locale. Tali operatori sono preventivamente autorizzati e hanno livelli differenziati di accesso, a seconda delle specifiche mansioni, specificate nel registro del trattamento.

Il trattamento è, inoltre, consentito a quei soggetti esterni individuati dall’Amministrazione, ai fini dell’espletamento di compiti di natura tecnica, nel rispetto di uno specifico disciplinare che individui ambiti di azione e responsabilità connesse.

I destinatari dei dati

I destinatari dei dati rilevati con le videoriprese, laddove sia necessario e nell’ambito delle disposizioni normative, possono essere le autorità pubbliche, nell’esercizio di funzioni giudiziarie e di controllo ed eventuali soggetti espressamente autorizzati a seguito di motivata istanza di accesso

Tutte le attività di accesso alle videoriprese sono riportate nel registro del trattamento.

Trasferimento dei dati in paesi terzi

La gestione e la conservazione dei dati personali avverranno all’interno dell’Unione Europea su server ubicato in Italia presso la sede del Titolare.

Localizzazione degli impianti di acquisizione delle immagini

  • SP. n. 8 casello autostradale

  • SS. n. 1 via Aurelia

  • via Aurelia litoranea

  • lungomare

  • via Berninzoni

  • via Layolo

  • via Antica Romana

  • via Verdi

  • corso Europa

  • piazzale Sbarbaro

  • piazza Cattaneo

  • piazza Colombo

  • piazza Matteotti

  • piazza della Vittoria

  • piazza Galilei

  • via Garibaldi

  • vico Baxie

  • vico Cappellini

  • Via Lombardia
  • via Coreallo
  • Via Magiarda
  • via delle Strette
  • piazza Stognone

Durata della conservazione delle immagini

Le immagini registrate per le finalità di sicurezza sono conservate per un periodo non superiore a 7 giorni, fatte salve esigenze di ulteriore conservazione in relazione a indagini di Polizia giudiziaria o richieste dall’Autorità giudiziaria.

I sistemi sono programmati in modo da cancellare automaticamente le immagini allo scadere del termine previsto, anche mediante sovra registrazione, con modalità tali da rendere non riutilizzabili i dati cancellati. Le informazioni memorizzate su supporto che non consenta il riutilizzo o la sovra-registrazione sono distrutte entro il termine massimo previsto dalla specifica finalità di videosorveglianza perseguita.

Diritti dell’interessato

Il soggetto a cui si riferiscono le immagini può esercitare in qualsiasi momento i diritti sanciti dagli art. 15-22 del RGPD previa richiesta al Titolare o al Responsabile Protezione Dati, ai riferimenti precedentemente indicati.

In particolare:

  1. L’interessato può esercitare il proprio diritto di tutela del trattamento dei propri dati, laddove questi siano ad esso direttamente riferibili e nel caso risulti un utilizzo indebito o ridondante, può opporsi richiedendo al titolare del trattamento l’accesso, la cancellazione o la limitazione.

  2. L’interessato può proporre reclamo all’Autorità Garante per la protezione dei dati personali, qualora ne ravvisi la necessità.

  3. L’interessato non è soggetto ad un processo decisionale automatizzato, compresa la profilazione, di cui all’articolo 22, paragrafi 1 e 4, del RGPD.

Il soggetto a cui si riferiscono i dati personali può esercitare, altresì, i diritti sanciti dagli artt. 11 e seguenti del D.Lgs. 51/2018 in relazione ai trattamenti da parte delle autorità competenti, ai fini di prevenzione indagine accertamento e perseguimento di reati o esecuzione di sanzioni penali.



 

 

 

 

 

 

 

 

 

torna all'inizio del contenuto