Domenica, 26 Aprile 202020200426

  Il numero totale di attualmente positivi è di 106.103, con 256 assistiti in più rispetto a ieri. Tra gli attualmente positivi 2.009 sono in cura presso le terapie intensive, con 93 pazienti IN MENO rispetto a ieri. Sempre tra gli attualmente positivi, 21.372 persone sono ricoverate con sintomi, con 161 pazienti IN MENO rispetto a ieri.Rimangono 82.722 persone, pari al 78% degli attualmente positivi, in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Rispetto a ieri i deceduti sono calati a 260 e portano il totale a 26.644.Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 64.928, con un incremento di 1.808 persone rispetto a ieri. In particolare, nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 26 aprile, il totale delle persone che hanno contratto il virus è 197.675, con un incremento rispetto a ieri di 2.324 nuovi casi.Si segnala quindi che si mantiene il calo delle terapie intensive e dei ricoverati con sintomi. ** Conferenza stampa del Presidente del Consiglio del Ministri sulla FASE 2 **Brevemente i passaggi salienti della conferenza stampa - per l’ufficialità attendiamo però l’uscita del DPCM La fase 2 che scatta dal 4 maggio sarà comunque adattata all'andamento della curva dei contagi, ci avviamo ad allentare un lockdown, ma c'è un meccanismo in cui le Regioni, con cui la collaborazione dovrà essere ancora più integrata, dovranno informarci sull'andamento della curva epidemiologica e sull'adeguatezza delle strutture. Via l'Iva sulle mascherine in un prossimo decreto. Il prezzo sarà bloccato a 50 centesimi Il Recovery Fund è un passo avanti, il traguardo è tradurre questo principio in termini di lavoro tecnico, offrendo subito questo strumento ed evitando che crei ulteriore debito per chi, come l'Italia ha un debito alto Sono allo studio interventi sulle imprese. L'Italia non riparte se non ripartono l'imprese. Per chi ha avuto già il bonus da 600 euro stiamo sperimentando la possibilità di un rinnovo automatico. Nel prossimo decreto ci saranno più aiuti alle imprese, l'obiettivo non è avere più sussidiati, ma più occupati. EDILIZIA: ripartono domani le attività produttive e industriali prevalentemente votate all'export e i cantieri per carceri, scuole, presidi sanitari, case popolari e per la difesa dal dissesto idrogeologico. Al ministero delle Infrastrutture è stato firmato un protocollo che prevede un serie di precauzioni: misurazione della temperatura prima dell'accesso al cantiere, accesso contingentato a mense e spogliatoi, pulizia giornaliera e sanificazione periodica delle aree comuni. Sempre domani riparte il commercio all'ingrosso funzionale ai settori dell'export e all'edilizia. CANTIERI PRIVATI: Dal 4 maggio partono tutte le attività di manifattura, il commercio all'ingrosso e i cantieri privati. In attesa sarà possibile preparare gli ambienti di lavoro. TAKE AWAY - Dal 4 maggio sarà consentito andare a comprare cibo da asporto, da consumare a casa o in ufficio. BAR, RISTORANTI, PARRUCCHIERI ED ESTETISTI dal 1 giugno. SPORT: può ripartire l'attività motoria individuale anche distante da casa. Dal 4 maggio via libera anche ad allenamenti dei professionisti per le discipline individuali. Per gli sport di squadra l'orientamento è quello di attendere il 18. I PARCHI E GIARDINI PUBBLICI: riapriranno il 4 maggio. L'orientamento è di permettere che all'aperto possa stare vicino un numero molto limitato di persone se componenti di una stessa famiglia. Resteranno chiuse le aree per i bambini. NEGOZI E PARRUCCHIERI: Il commercio al dettaglio ripartirà il 18. L'obiettivo è evitare che ci siano orari di punta, prevedendo aperture e chiusure diverse fra le varie attività. Parrucchieri ed estetisti dovranno aspettare il primo giugno. RISTORANTI E MUSEI: I musei riaprono il 18 maggio. La data giusta per i ristoranti dovrebbe essere il primo giugno. La Federazione italiana pubblici esercizi ha approvato un protocollo che prevede: un metro di distanza tra i tavoli, porte di ingresso e uscita differenziate, pagamenti preferibilmente digitali al tavolo, pulizia e sanificazione. MEZZI PUBBLICI: Gli orari diversificati di apertura e chiusura delle attività imporrà una rimodulazione del servizio pubblico, che comunque dovrà essere potenziato nelle ore di punta. Le linee guida allo studio prevedono inoltre: termoscanner in tutte le stazioni e gli aeroporti, obbligo su tutti i mezzi di trasporto (dai treni alle navi, dagli aerei a bus e metro) distanziamento dei passeggeri, mascherine, biglietti sempre più elettronici, contingentamento degli accessi nelle stazioni e negli scali SPOSTAMENTI: dal 4 maggio sarà possibile far visita ai parenti, ma non saranno permesse le riunioni di famiglia. Ancora in ballo la decisione sull'autocertificazione per gli spostamenti nel comune. Resta il divieto di spostamento al di fuori della regione, "salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute" FUNERALI: nessun via libera alle messe. Dal 4 maggio saranno permessi i funerali, ma con la sola presenza dei familiari del defunto, per un massimo di 15 persone. SCUOLA: Gli studenti non torneranno sui banchi fino a settembre. Il governo sta lavorando per definire le modalità per far svolgere "in presenza, ma in piena sicurezza" gli esami di Stato. REGIONI: qualche Regione, intanto, fa da sé. In Lombardia da mercoledì possono riaprire i mercati alimentari scoperti, il Veneto e le Marche permettono il take away per il cibo, mentre in Toscana da domani possono riaprire le aziende dei distretti tessili, in particolare quello di Prato, per la manutenzione dei macchinari. In Friuli Venezia Giulia, da domani, oltre al via ai take away, ci si potrà allontanare da casa per attività sportive e saranno possibili interventi di manutenzione sulle imbarcazioni. In Liguria via libera da domani a cibo da asporto, negozi di abbigliamento per bambini, toelettatura animali. Su questo ultimo passaggio, non è ancora chiaro cosa permetterà il DPCM annunciato stasera dal Premier in merito alle anticipazioni già inserite dalle Regioni nelle ordinanze.Domani mattina chiederemo un chiarimento a Regione Liguria, fino ad allora raccomandiamo cautela. ** Liguria **Veniamo alla situazione Ligure, oggi contiamo 84 nuovi positivi per un totale di 4.988 persone attualmente positive al Covid-19 in Liguria. Di questi, sono 2.667 i pazienti a domicilio senza sintomi o con sintomi lievi (76 più di ieri) e 831 gli ospedalizzati con sintomi (11 MENO di ieri), di cui 82 in terapia intensiva (1 MENO di ieri). Purtroppo oggi sono 21 le persone decedute per un totale di 1.112 decessi. I guariti oggi sono 119 per un totale di 2.894 da inizio epidemia. ** Ordinanza Regionale n. 22/2020 valida da questa notte a mezzanotte e fino al 3 Maggio alle ore 24.00 ** consentita vendita cibo asporto per tutti gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande e da parte delle attività artigiane del settore dolciario e alimentare[attività da svolgersi previa prenotazione ed appuntamento onde evitare la possibile formazione di assembramenti ANCHE all’esterno, massimo un cliente alla volta all’interno per il solo tempo di ritirare e pagare la merce. Divieto di consumare sul posto] consentita la vendita di calzature per bambini consentita l’attività degli esercizi di toelettatura per animali, svolta solo su appuntamento senza contatto diretto tra le persone e garantendo il distanziamento sociale sono consentite le seguenti attività motorie all’aperto dalle 6.00 alle 22.00 ESCLUSIVAMENTE DA SOLI e SOLO NEL COMUNE DI RESIDENZA (o di domicilio): corsa e utilizzo della bicicletta passeggiata a cavallo, pesca sportiva dilettantistica lungo le acque interne, pesca ricreativa in mare (SOLO lungo moli, banchine e pennelli -MOLI che ricordiamo sono però ancora VIETATI per ordinanza Sindacale che domani sarà rivista perciò aspettate le novità) passeggiate DA SOLI o con residenti della stessa abitazione (conviventi) consentita la coltivazione dei terreni agricoli con particolare attenzione alla necessità di dover ATTESTARE il possesso della superficie agricola e che essa sia realmente coltivata, SOLO UNA PERSONA e OBBLIGO di rientro a casa in giornata - solo all’interno della Regione- consentita la vendita nei negozi di prodotti florovivaistici, semi, piante ornamentali, in vaso, fertilizzanti e simili consentito allenamento ed addestramento cani e cavalli purché nelle rispettive aree apposite (maneggi etc) è consentito lo spostamento nel territorio della Regione Liguria nei comuni dove si trovano le imbarcazioni DI PROPRIETÀ’ per svolgere operazioni di manutenzione, riparazione e sostituzione di parti necessarie per la tutela delle condizioni di sicurezza e conservazione del bene. Obbligo di rientro a casa in giornata. è consentito lo spostamento nel territorio della Regione Liguria nei comuni dove si trovano le seconde case DI PROPRIETÀ’ per svolgere operazioni di manutenzione, riparazione e sostituzione di parti necessarie per la tutela delle condizioni di sicurezza e conservazione del bene. Obbligo di rientro a casa in giornata. ci si può muovere in macchina con più di un passeggero, di cui uno anche seduto sul sedile anteriore a condizione che sia residente con chi guida (convivente) ci si può muovere in moto con un passeggero, a condizione che sia residente con chi guida (convivente) le domeniche fino al 10 Maggio 2020 l’orario di chiusura dei punti vendita per i quali è prevista l’apertura da provvedimenti statali è fissato fino alle ore 15 il primo maggio gli esercizi del punto precedente restano chiusi tutto il giorno Trovate qui il testo dell’Ordinanza. - Ribadiamo che non è ancora chiaro cosa permetterà il DPCM annunciato stasera dal Premier in merito alle anticipazioni già inserite dalla Regione in questa ordinanza. Domani mattina chiederemo un chiarimento a Regione Liguria, fino ad allora raccomandiamo cautela - ** Savona **Nella provincia di Savona ad oggi contiamo 816 persone positive (7 più di ieri), con 128 ricoverati con sintomi (10 MENO di ieri) e 9 ricoverati in terapia intensiva (uno MENO di ieri). In ultimo sono 651 le persone in sorveglianza attiva a domicilio in quanto potenziali contatti di persone positive (7 MENO di ieri), il che qualifica ancora Savona come la provincia con il numero più alto di sorveglianze attive ma scendiamo in un sol giorno dal 52% del totale al 35% (sempre un 10% teorico di troppo, ma molto meglio). *** Spotorno ***Arriviamo dunque alla nostra Spotorno - la situazione a Spotorno è sostanzialmente invariata rispetto a ieri, si aggiunge solo una persona in isolamento fiduciario in quanto rientro da Londra per cui dovrà rimanere a casa in quarantena per 14 giorni come rientro dall’estero. 1 persona positiva al corona virus, ricoverata in ospedale ad Albenga -sta bene ed è in via di guarigione- 2 persone in isolamento obbligatorio (probabili contatti di persone positive) 1 persone in isolamento fiduciario (rientri dall’estero) 0 (nessuno) ospiti delle residenze per anziani di Spotorno ** Ordinanza **Domani, alla luce dell’Ordinanza Regionale e dei chiarimenti che ci verranno dati in merito al nuovo DPCM ed alle anticipazioni della Regione eventualmente modificheremo l’Ordinanza Sindacale vigente in merito ai moli, alle passeggiate ed al cimitero. Fino ad allora permangono i divieti previsti.Domani sera vi aggiorneremo sulle modifiche. ** Mascherine in consegna **E' programmata una seconda tornata di consegna di mascherine rivolta ai residenti del Comune di Spotorno. Dopo la prima consegna che ha privilegiato la fascia più anziana della popolazione (over 70 anni), questo giro sarà rivolto alla popolazione residente con età compresa fra i 50 e 69 anni.La consegna è programmata nei giorni martedì 28 e mercoledì 29 aprile, nelle fasce orarie 9-12, 17-20. In particolare nelle mattine di martedì e mercoledì sarà servita la fascia 60/69 anni, mentre nei pomeriggi la consegna sarà rivolta al range 50/59 anni. Ve le portiamo a casa noi, come la volta scorsa.Questa importante operazione è possibile grazie ad una sinergia tra le associazioni Croce Bianca, AIB e il gruppo di volontari della spesa a casa che consegneranno brevi mano ogni singola mascherina opportunamente confezionata. Il cittadino che non l'avrà ricevuta potrà segnalarlo, a partire da giovedì 30 aprile, al numero del servizio ComuniChiamo (335.7512231), rilasciando nominativo e indirizzo. Verranno così accolte le varie richieste e si potrà organizzare successivamente una consegna mirata. ** Buoni spesa **Avrà inizio da lunedì 27 aprile la terza procedura per l'erogazione dei buoni spesa alle famiglie che hanno avuto una riduzione del reddito a causa dell'emergenza sanitaria Covid-19. Dal pomeriggio di lunedì sarà possibile scaricare la modulistica dal sito del Comune oppure in alternativa sarà disponibile da martedì 28 aprile - dal pomeriggio - il modulo cartaceo presso la sede della Croce Bianca di Spotorno.Sul bando sono riportate tutte le informazioni utili. In sintesi occorre compilare l'istanza, allegare un documento di identità e quindi inviare il tutto via email (all'indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById('cloak2ff8560f4a5bd3ebd3ea2ec9e653ef2d').innerHTML = ''; var prefix = 'ma' + 'il' + 'to'; var path = 'hr' + 'ef' + '='; var addy2ff8560f4a5bd3ebd3ea2ec9e653ef2d = 'protocollo' + '@'; addy2ff8560f4a5bd3ebd3ea2ec9e653ef2d = addy2ff8560f4a5bd3ebd3ea2ec9e653ef2d + 'comune' + '.' + 'spotorno' + '.' + 'sv' + '.' + 'it'; var addy_text2ff8560f4a5bd3ebd3ea2ec9e653ef2d = 'protocollo' + '@' + 'comune' + '.' + 'spotorno' + '.' + 'sv' + '.' + 'it';document.getElementById('cloak2ff8560f4a5bd3ebd3ea2ec9e653ef2d').innerHTML += ''+addy_text2ff8560f4a5bd3ebd3ea2ec9e653ef2d+''; ) oppure via WhatsApp (al numero 335.7512236)Il bando si chiuderà giovedì 30 aprile alle ore 13.00.—> Per le famiglie che hanno già partecipato alle due procedure precedenti non occorre presentare alcuna istanza: le domande vengono automaticamente reiterate e quindi già da martedì 28 aprile (o comunque nei giorni immediatamente successivi in base alla disponibilità dei volontari) saranno consegnati i buoni spesa. Rimane però l’obbligo di segnalare se la situazione economica è nel frattempo cambiata in meglio.Le nuove istanza accolte con la terza procedura saranno valutate e quindi erogate nella giornata del 5 maggio.E' sempre operativo il numero 335.7512236 per consigli sulla procedura dei buoni spesa, aiuti alla compilazione dell'istanza oltre che per informazioni sulla spesa a casa.   Anche per questa sera abbiamo terminato, vorrei però farvi una raccomandazione: a parte la data delle aperture (per cui domani chiederemo chiarimenti in merito) ricordiamoci sempre che il virus circola ancora, e che ancora NON c’è una cura. Capisco la voglia e la necessità di ripartire e di tornare ad una vita normale (e credetemi ho quella voglia io stesso), ma vi raccomando però la massima cautela. Tutto dipende da noi, da ognuno di voi. Mettete sempre la mascherina anche sul naso anche se vi si appannano gli occhiali perché la vita è più importante, no? mantenete sempre le distanze da tutti amici e conoscenti e uscite con molta cautela. La vostra vita è preziosa e va tutelata così come quella di tutti gli altri e cosi come il nostro futuro, che sarebbe molto più difficile se dovessero riprendere i contagi a causa di comportamenti sconsiderati in questa fase di apertura. Perciò siate cauti e mantenete sempre alta l’attenzione mi raccomando!Buona serata ed arrivederci a domani sera!   Attachments: 26 aprile 2020196 kB Foto Spotorno4718 kB

Sabato, 25 Aprile 202020200425

  ** Anniversario della Liberazione d’Italia ** Il numero totale di attualmente positivi è di 105.847, con 680 assistiti IN MENO rispetto a ieri. Tra gli attualmente positivi 2.102 sono in cura presso le terapie intensive, con 71 pazienti IN MENO rispetto a ieri. Sempre tra gli attualmente positivi, 21.533 persone sono ricoverate con sintomi, con 535 pazienti IN MENO rispetto a ieri. Rimangono 82.212 persone, pari al 78% degli attualmente positivi, in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Rispetto a ieri i deceduti sono purtroppo 415 e portano il totale a 26.384. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 63.120, con un incremento di 2.922 persone rispetto a ieri. In particolare, nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 25 aprile, il totale delle persone che hanno contratto il virus è 195.351, con un incremento rispetto a ieri di 2.357 nuovi casi.Continuano perciò i buoni segnali registrati nella settimana scorsa con il calo delle terapie intensive e dei ricoverati con sintomi, il calo complessivo degli attualmente positivi e i quasi 3.000 guariti al giorno. Ma ancora troppi decessi, altri 415 in un solo giorno con la Lombardia e il Piemonte che hanno più della metà di tutte le vittime registrare in Italia. Il bollettino del 25 aprile consolida il contenimento del contagio, che ormai da una decina di giorni segue un trend in discesa, ma conferma anche quello che gli scienziati ripetono da tempo: ci vuole tempo per uscire dall'emergenza e l'ultimo indicatore a calare sarà proprio quello relativo alle vittime. Ed è questo il motivo per il quale anche il Commissario straordinario Domenico Arcuri si accoda alla lunga lista di coloro che predicano prudenza in vista della Fase 2. "Non abbiamo ancora vinto - dice - oggi è la festa della Liberazione, ma, che tutti lo capiscano, non ci siamo ancora liberati dal virus. Non siamo ancora al 25 aprile nella guerra contro questo nemico. Non abbiamo riconquistato tutte le nostre libertà". Se si esclude il dato relativo alle vittime, però, i numeri dicono che la battaglia sta andando nella giusta direzione. Altri 850 malati in meno, con il totale sceso a 105.847; altri 71 pazienti in meno nelle terapie intensive, che portano il numero complessivo a 2.102, un numero che non si registrava dal 17 marzo; 535 malati che non sono più ricoverati negli altri reparti degli ospedali e che fanno scendere il totale a 21.533; i guariti che ormai da una settimana sono costantemente sopra i duemila al giorno (oggi 2.622) e che sono complessivamente 63.120. ** Fase 2 **“Siamo pronti a distribuire tutte le mascherine che serviranno per gestire la fase 2", ha detto ancora il Commissario Arcuri sottolineando che al momento sono stati distribuiti 138 milioni di mascherine e che le Regioni hanno ad oggi 47 milioni di mascherine nei magazzini. Arcuri ha poi annunciato che è stato siglato un accordo con 2 imprese italiane per realizzare 51 macchinari che produrranno tra 400 e 800mila mascherine al giorno.Macchine che lo Stato acquisterà. "Arriveremo presto a produrre almeno 25 milioni di mascherine al giorno". Il Commissario ha poi ricordato che la distribuzione riguarda i dispositivi per determinate categorie - sanità, parasanità, servizi pubblici essenziali, forze di polizia e forze armate - Il sistema di approvvigionamento sta funzionando e vengono distribuite alle Regioni “più mascherine di quelle che servono". Un fabbisogno che per il momento è stato soddisfatto con le importazioni. Ma un "grande paese - ha aggiunto Arcuri - non può dipendere per sempre dalle importazioni la salute non può dipendere dall'orario di atterraggio dei cargo e dal contenuto che è nelle loro stive, non può dipendere dalle guerre commerciali e da speculatori senza scrupoli". Ecco perché l'Italia deve fare da sola. Al momento, ha detto ancora, ci sono 106 imprese che stanno riconvertendo gli impianti, cinque delle quali hanno già sottoscritto un contratto con lo Stato. Inoltre, ieri è stato siglato un accordo "con due grandi imprese italiane che stanno producendo 51 macchine utensili che serviranno a produrre mascherine nel nostro Paese. Queste 51 macchine - ha spiegato - produrranno da 400mila a 800mila mascherine al giorno. Noi compreremo queste macchine e utilizzeremo luoghi pubblici per produrre le mascherine". E c'è poi un'altra azienda italiana che ci ha dato disponibilità ad accogliere una parte delle macchine e mettere quote dei suoi operai a produrre". Sul tavolo il rebus delle riaperture con al centro la questione degli anticipi a lunedì 27 aprile. Si lavora anche al tema dei trasporti e quindi alla sicurezza sui mezzi: termoscanner negli scali e nelle stazioni, nonché allo studio anche mascherine e distanziamento non in alternativa. Si dovrebbe svolgere domani in mattinata la cabina di regia tra il presidente del Consiglio Giuseppe Conte e gli enti locali sulla fase 2 dell'emergenza coronavirus. La riunione era inizialmente prevista per questa sera ma il capo del governo, prima di incontrare le delegazioni di Regioni, Anci e Upi, attende l'arrivo del documento del Comitato tecnico-scientifico su alcuni nodi legati alle riaperture dal 4 maggio. In queste ore sono frequenti, inoltre, i contatti tra Conte e il capo della task force per la fase 2, Vittorio Colao. ** Liguria **Veniamo alla situazione Ligure, oggi contiamo 32 nuovi positivi per un totale di 4.904 persone attualmente positive al Covid-19 in Liguria. Di questi, sono 2.591 i pazienti a domicilio senza sintomi o con sintomi lievi (1 più di ieri) e 842 gli ospedalizzati con sintomi (5 MENO di ieri), di cui 83 in terapia intensiva (4 MENO di ieri). Purtroppo oggi sono 17 le persone decedute per un totale di 1.091 decessi. I guariti oggi sono 115 per un totale di 2.775 da inizio epidemia. Da lunedì in Liguria "partiranno alcune misure attente e scrupolose per dare un po' di fiato alla nostra economia e anche alla nostra vita", ha detto il presidente della Liguria Giovanni Toti, in merito all'ordinanza con cui allenterà in regione già dal 27 alcune delle limitazioni legate all'emergenza Covid-19. Si tratta, ha spiegato, di "uscire a fare qualche passo, qualche sport, che vuol dire anche aiutare la salute, minacciata dalla troppa immobilità, oppure consentire ai ristoranti di offrire take away: vuol dire dare ai ristoranti un piccolo passo al ritorno alla normalità. il cammino sarà lungo, ma è bene partire. Per il futuro si tratterà di tenere prudentemente d'occhio la curva dei contagi, uno dei valori alla base della ripartenza", ha spiegato Toti. Servirà "una fortissima educazione dei cittadini e dei lavoratori all'uso dei dispositivi di protezione e anche ai comportamenti. Dobbiamo pensare che continueremo a convivere con il virus per ancora molto tempo". ** Savona **Nella provincia di Savona ad oggi contiamo 809 persone positive (48 più di ieri), con 138 ricoverati con sintomi (3 più di ieri) e 10 ricoverati in terapia intensiva (uno MENO di ieri). In ultimo sono 658 le persone in sorveglianza attiva a domicilio in quanto potenziali contatti di persone positive (615 MENO di ieri), il che qualifica ancora Savona come la provincia con il numero più alto di sorveglianze attive ma scendiamo in un sol giorno dal 52% del totale al 35% (sempre un 10% teorico di troppo ma molto meglio). Non tutte le 615 persone che hanno terminato oggi la sorveglianza attiva l’hanno iniziata 14 giorni fa quindi qualunque ipotesi non sarebbe nulla di più di una poco utile illazione. Se ne avremo la possibilità cercheremo di avere spiegazioni su questo dato che comunque ora rientra nei limiti e riguarda tutto sommato dei ricoveri cautelativi e NON dei casi positivi.@Antonio Rovere *** Spotorno ***Arriviamo dunque alla nostra Spotorno - la situazione a Spotorno è sostanzialmente invariata rispetto a ieri, si aggiunge solo una persona in isolamento fiduciario in quanto rientro da Londra per cui dovrà rimanere a casa in quarantena per 14 giorni come rientro dall’estero. 1 persona positiva al corona virus, ricoverata in ospedale ad Albenga - sta bene ed è in via di guarigione - 2 persone in isolamento obbligatorio (probabili contatti di persone positive) 1 persone in isolamento fiduciario (rientri dall’estero) 0 (nessuno) ospiti delle residenze per anziani di Spotorno ** Bimbodance **Si è svolta oggi sabato 25 aprile la seconda edizione della "bimbodance itinerante", grazie al coordinamento di Croce Bianca e AIB Spotorno, con il supporto degli educatori di Progetto Città della ludoteca Arbaxia di Spotorno. Il tour si è svolto dalle 15.00 con partenza dalla sede della Croce BIanca e ha seguito un itinerario per le principali vie di Spotorno e delle aree periferiche. La musica è stata l'invito ai bambini e adulti ad uscire sul balcone o affacciarsi alla finestra per ballare insieme ai militi delle associazioni e alle educatrici di Progetto città.Sono stati anche raccolti alcuni disegni elaborati dai piccoli: saranno conservati presso la sede della Croce Bianca ed esposti virtualmente sulla pagina Facebook della Croce Bianca. Il tour si è concluso nel fine pomeriggio, raccogliendo consensi, applausi e tanti sorrisi. Un grazie ai militi che hanno animato tutto il pomeriggio portando la musica a casa delle famiglie e un grazie ai bambini e adulti che diligentemente hanno atteso la carovana musicale. ** 25 Aprile **Si è tenuta questa mattina la cerimonia per la Festa della Liberazione, seppure in misura molto ridotta a causa delle limitazioni per il coronavirus. Trovate le riprese video della cerimonia qui sul profilo Facebook. Nel fare nuovamente a tutti voi i miei più sinceri auguri per l'anniversario della Liberazione dal nazifascismo, vi lascio il testo del discorso che ho tenuto oggi in piazza. ******Spotorno, 25 Aprile 2020 - Piazza della Vittoria ore 11.00 -Miei cari SpotornesiQuest’anno la cerimonia del 25 Aprile - Anniversario della Liberazione d’Italia - deve sottostare alle limitazioni previste a causa del coronavirus.Anche in questo frangente però non si smentisce il 25 Aprile, è così tanto ed intimamente legato agli Italiani ed a questa nostra libera, meravigliosa e democratica Italia da sottostare alle nostre stesse limitazioni per il nostro stesso bene.Così la vogliamo vivere, pubblicamente in sicurezza con tutte le cautele che questa epidemia impone, ma personalmente in maniera ancora più profonda consci e grati dei sacrifici di chi quei momenti li ha vissuti 75 anni fa.Negli ultimi anni questa importante celebrazione è stata spesso causa di divisioni politiche, ma non dobbiamo dimenticare MAI che dalla liberazione e da quei drammatici momenti nacque l’Italia che oggi consegniamo ai nostri figli, l’Italia libera e democratica che ci ha visti nascere e ci ha cresciuto, insieme al regalo più importante che la liberazione ci ha lasciato: non solo la Libertà - già di per se dono immenso - ma lo strumento per rimanere liberi e per consegnare questo dono alle future generazioni immutato nella sostanza e nello spirito: la Costituzione della Repubblica Italiana.Ma in questi momenti in cui gli attori principali della guerra di Liberazione sono tra i soggetti più a rischio di questa epidemia, dobbiamo cogliere ancora di più l’importanza, il dovere morale, di passare il testimone di quanto accaduto e dei sacrifici costati così tanto alle future generazioni in modo che tale sacrificio possa essere compreso e il dono che ne è nato possa essere tutelato e rispettato.Perché se è vero che la Libertà guadagnata a così caro prezzo è un valore che molti possono permettersi di dare per scontato è anche vero, per fortuna, che i Partigiani continuano ad esistere.Chi ha combattuto e vissuto quei momenti ha passato il testimone ad altri che continuano a raccontare le loro storie ed i loro sacrifici, perché oggi è così che dobbiamo difendere la Libertà e la memoria della Liberazione dal Nazi Fascismo,dobbiamo difendere l’onore ed i sacrifici delle tante donne e dei tanti uomini che hanno combattuto da chi non li ricorda o da chi vuole approfittare del passare del tempo per dimenticarli.Solo così saremo sicuri di lasciare ai nostri figli la Libertà ma anche la memoria di quanto accaduto come valido strumento per far si che nessuno in un amaro futuro che speriamo non venga mai, gliela porti di nuovo via.Ricordando l’altissimo valore di quei sacrifici potremmo far comprendere a fondo la sconfinata importanza del risultato ottenuto.Ricordando ed onorando la sofferenza e la morte di tanti giovani e meno giovani per regalare la libertà a chiunque potremo meritarci quell’enorme regalo. Per questo Noi saremo li, a fianco dei Partigiani che purtroppo non sono più con noi, a proseguire la loro battaglia ed fare la nostra parte, Partigiani noi stessi custodi delle tantissime storie di sofferenze e di sacrifici personali che, tutte insieme, ci hanno portato ad essere quello che siamo. Saremo nelle scuole, nelle piazze, nelle assemblee e dovunque sia necessario ricordare il 25 Aprile e la riconquistata Libertà!W l’ITALIA, W il 25 Aprile, W la Resistenza!**** Anche con l’edizione della festa della Liberazione d’Italia siamo giunti alla fine, ci rivediamo domani sera, buona serata!   Attachments: Foto 1 celebrazione 25 aprile357 kB Foto 2 celebrazione 25 aprile334 kB 25 aprile 2020139 kB Foto Bimbo Dance 11416 kB Foto Bimbo Dance 2479 kB

Venerdì, 24 Aprile 202020200424

  In Italia il numero totale di attualmente positivi è di 106.527, con 321 assistiti IN MENO rispetto a ieri. Tra gli attualmente positivi 2.173 sono in cura presso le terapie intensive, con 94 pazienti IN MENO rispetto a ieri. Sempre tra gli attualmente positivi, 22.068 persone sono ricoverate con sintomi, con 803 pazienti IN MENO rispetto a ieri. Rimangono 82.286 persone, pari al 77% degli attualmente positivi, in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Rispetto a ieri i deceduti sono purtroppo 420 e portano il totale a 25.969.Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 60.498, con un incremento di 2.922 persone rispetto a ieri. In particolare, nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 24 aprile, il totale delle persone che hanno contratto il virus è 192.994, con un incremento rispetto a ieri di 3.021 nuovi casi.Prosegue quindi il calo delle terapie intensive e dei ricoverati con sintomi ed anche delle persone attualmente positive. Bene in particolare il trend dei guariti che da giorni è stabile sulle 3000 persone al giorno circa e quello dei ricoverati che ogni giorno si riducono di un migliaio. Sono tutti frutti del lavoro delle settimane scorse però, non dobbiamo dimenticarlo, e delle misure messe in atto. Dalla Conferenza stampa all'Istituto Superiore di Sanità sull'andamento epidemiologico del Covid-19 spiegano che la situazione epidemiologica è nettamente migliorata - lo ha detto il Presidente dell'Istituto Silvio Brusaferro - ma c'è una circolazione del virus che continua e di cui tener conto, e ci vuole cautela nelle misure di riapertura. Il numero dei casi di Covid-19 si sta riducendo dappertutto, ma è ancora necessaria prudenza rispetto alle misure di riapertura perché la situazione è diversificata nel Paese. La curva mostra che i sintomatici si riducono, ma ci sono ancora casi, anche questi però in riduzione. Aumenta l'utilizzo dei tamponi. Crescono gli asintomatici o coloro che hanno patologie lievi e si riducono i pazienti critici. Inoltre le età più avanzate, con più patologie, sono ancora a maggior rischio mortalità.La maggiore concentrazione dei casi si ha nelle Rsa, a livello familiare e al lavoro. Al Nord e in Lombardia l'epidemia è partita molto prima, di sicuro a gennaio e forse anche prima.La eventuale ripresa del calcio - a detta di Gianni Rezza dell'Istituto superiore di sanità - "credo sia una decisione difficile da prendere, ma per questo sport non ci sono condizioni di rischio 'zero' e in questo caso c'è anche un contatto fisico. Il rischio non è zero". Il Consiglio dei ministri ha approvato il Documento di economia e finanza.Con la relazione sullo scostamento di bilancio, sentita la Commissione europea, il governo richiede l'autorizzazione al Parlamento al ricorso all'indebitamento per l'anno 2020 di 55 miliardi di euro, 24,85 miliardi di euro nel 2021, 32,75 miliardi di euro nel 2022, 33,05 miliardi nel 2023, 33,15 miliardi di euro nel 2024, 33,25 miliardi di euro dal 2025 al 2031 e 29,2 miliardi di euro dal 2032. Debito che servirà a finanziare le manovre di sostegno all'economia ed alla popolazione per la ripresa dalla crisi causata dal coronavirus. Debito dal quale si rientrerà oltre al conseguimento di un adeguato surplus di bilancio primario con il rilancio degli investimenti, pubblici e privati, grazie anche alla semplificazione delle procedure amministrative, con il contrasto all'evasione fiscale, con la riforma del sistema fiscale, improntata alla semplificazione, all'equità e alla tutela ambientale e con la revisione e la riqualificazione della spesa pubblica. Infine per la fase 2 circolano molte voci e non c'è ancora nulla di ufficiale. Dalle notizie più accreditate (fonte: ANSA) si sta lavorando ad aperture scaglionate su 4 date che potrebbero essere 27 Aprile, 4 Maggio, 11 Maggio e 18 Maggio: vi lascio qui sotto una grafica di ANSA che riporta i vari settori che apriranno in queste 4 date sempre secondo questa IPOTESI di lavoro del Governo, non è escluso che le singole Regioni si diversifichino in maniera più o meno marcata da questo schema. ** Liguria **Veniamo alla situazione Ligure, oggi contiamo 16 nuovi positivi per un totale di 4-872 persone attualmente positive al Covid-19 in Liguria. Di questi, sono 2.590 i pazienti a domicilio senza sintomi o con sintomi lievi (2 MENO di ieri) e 847 gli ospedalizzati con sintomi (27 MENO di ieri), di cui 87 in terapia intensiva (4 MENO di ieri). Purtroppo oggi sono 29 le persone decedute per un totale di 1225 decessi. I guariti oggi sono 108 per un totale di 2660 da inizio epidemia. ** Bando da 3,5 milioni per la digitalizzazione delle imprese liguri **Il bando vuole sostenere le microimprese e i professionisti liguri che implementano il proprio parco tecnologico per rispondere all'emergenza Covid-19.Sono previsti contributi a fondo perduto a copertura del 60% per l’acquisto di software, hardware o servizi specialistici che consentano il miglioramento dell'efficienza dell'impresa e la continuità dell'attività aziendale mediante le modalità di lavoro agile. L’investimento non può essere inferiore a mille euro, né superiore a 5mila euro, sono ammissibili spese riferite a iniziative avviate a partire dal 23 febbraio 2020, purché non concluse alla data di presentazione della domanda.Le domande di ammissione al bando devono essere redatte esclusivamente accedendo al sistema "Bandi on line" di Filse dal 5 all'8 maggio 2020. La procedura informatica sarà disponibile sul sito di Filse nella modalità offline a partire da oggi 24 aprile. Trovate il bando qui. ** Bando di 10 milioni per la sicurezza per le imprese liguri **La giunta regionale ha approvato, con delibera del 24 aprile 2020, un bando per sostenere gli investimenti delle micro, piccole e medie imprese in forma singola o associata (forma cooperativa o consortile), per aiutarle a garantire il rispetto delle linee guida nazionali e regionali e delle misure di sicurezza per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus Covid-19.Con un contributo a fondo perduto fino al 60% i fondi serviranno ad attrezzare adeguatamente le imprese agli standard che verranno richiesti per operare in sicurezza.La misura, che rientra nell'azione 3.1.1 del Por Fesr Liguria 2014-2020, consente: gli interventi di igienizzazione e sanificazione degli ambienti di lavoro; l'acquisto di dispositivi di protezione individuale, attrezzature, sistemi di controllo e impianti; le opere edili necessarie per l'adeguamento delle misure di sicurezza. Il bando sarà attivo dal 26 al 29 maggio con un importo massimo concedibile di 15 mila euro e avrà carattere retroattivo per spese riferite a iniziative avviate a partire dal 23 febbraio 2020.Trovate il bando qui. ** Savona **Nella provincia di Savona ad oggi contiamo 761 persone positive (17 MENO di ieri), con 135 ricoverati con sintomi (1 più di ieri) e 11 ricoverati in terapia intensiva (uno più di ieri). In ultimo sono 1.273 le persone in sorveglianza attiva a domicilio in quanto potenziali contatti di persone positive (157 più di ieri), il che fa di Savona la provincia con il numero più alto di sorveglianze attive (da soli ne abbiamo il 52% del totale). *** Spotorno ***Arriviamo dunque alla nostra Spotorno - la situazione a Spotorno è la seguente: 1 persona positiva al corona virus, ricoverata in ospedale ad Albenga -sta bene ed è in via di guarigione- 2 persone in isolamento obbligatorio (probabili contatti di persone positive) 0 persone in isolamento fiduciario (rientri dall’estero) 0 (nessuno) ospiti delle residenze per anziani di Spotorno *** TUTTI NEGATIVI I TAMPONI DI OPERA PIA SICCARDI - BERNINZONI *** In una situazione come quella che stiamo vivendo, in cui in particolare le residenze per anziani sono le strutture più a rischio per le infezioni da Covid-19 e gli anziani che ci vivono sono uno dei tesori più preziosi che abbiamo da proteggere, desidero sulla scorta della buonissima notizia di oggi, fare i miei complimenti e un sentito ringraziamento a nome di tutti gli Spotornesi a tutti gli operatori che in questi difficili momenti hanno prestato assistenza e compagnia ai nostri anziani, cercando anche di tenerli su di morale in un periodo in cui non possono ricevere le visite dei loro familiari. Ma soprattutto sono riusciti con altissima professionalità ed attenzione a tenere il coronavirus fuori dalla porta.Desidero perciò ringraziare per l'Opera Pia Siccardi-Berninzoni il Presidente Rino Lecce e tutto il Consiglio di Amministrazione, la Direttrice della struttura Sara Bonicelli e il Direttore Sanitario Dott.sa Veruska Schoepf e tutto il personale di Sereni Orizzonti e per La Quiete la Direttrice della struttura Naika Girardi, Il Direttore Sanitario Dott. Graziano Dominici e tutto il personale del gruppo La Villa.GRAZIE!!!! ** Festa della liberazione **Quest’anno la cerimonia del 25 Aprile - Festa della Liberazione - dovrà sottostare alle limitazioni previste a causa del virus Covid-19.L'invito è partecipare con noi, da casa in diretta su Facebook o esponendo la bandiera Italiana su finestre e balconi alla cerimonia che il Sindaco ed il Presidente di ANPI terranno in Piazza della Vittoria alle ore 11 il cui inizio verrà segnalato con il suono delle campane della chiesa parrocchiale.Il 25 aprile è un giorno fondamentale per la storia d'Italia e assume un particolare significato politico e militare, in quanto simbolo della vittoriosa lotta di resistenza militare e politica attuata dalle forze armate alleate, dall'Esercito Cobelligerante Italiano ed anche dalle forze partigiane durante la seconda guerra mondiale a partire dall'8 settembre 1943 contro il governo fascista della Repubblica Sociale Italiana e l'occupazione nazista. ** Spesa a casa **Prosegue l'importante servizio di Spesa a casa, a cui hanno aderito 17 cittadini. Un servizio che vede in prima linea i volontari e militi della Croce Bianca, coordinati dalle educatrici di Coopearci Natalia sul territorio ed Elisa con attività di back office. Un grazie per l'impegno e la professionalità.Il servizio è attivo sul numero 335.7512236 da lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 12.00.Teniamo in particolare a ringraziare questi nostri concittadini che si sono messi al servizio del prossimo in questa fase di emergenza, li ringraziamo di cuore e mettiamo una loro foto qui sotto che gli abbiamo dovuto strappare perché - come spesso accade - chi fa del bene non lo fa certo per apparire. ** Bimbodance **Si ricorda che domani sabato 25 aprile Croce Bianca, AIB Spotorno ed educatori di Progetto Città, con il patrocinio del Comune di Spotorno, organizzano la seconda edizione della "bimbodance" itinerante: dalle 15.00 alle 18.00 sentirete la musica in strada e sarà quello l'invito ai bambini ad uscire sul balcone o affacciarsi alla finestra per ballare insieme ai militi delle associazioni ed educatori. Quando sentirete la musica...scatenatevi! Inoltre invitiamo tutti i bambini a lanciare dalle finestre i propri disegni, facendo tanti aeroplani da dirigere verso i militi. Saranno poi raccolti dai volontari, conservati presso la sede della Croce Bianca ed esposti virtualmente sulle piattaforme social.Il tema del disegno è libero, tuttavia il suggerimento è questo: "La prima cosa che farò appena il virus sarà andato via è..."L'itinerario in linea di massima è il seguente: partenza dalla sede della Croce Bianca piazza Mulini a vento via dei Pini via Serra via Lombardia (lato fiume) via Francia/ piazza Giulio Verne piazza Napoleone via Coreallo/ salita la Torre / via alla Torre via Magiarda via Verdi via alla Rocca via Puccini piazza Camillo Sbarbaro (Stazione) viale Europa (traversa via Germania) via Francia (lato Acciuga Salata) via Verdi/ via delle Strette piazza Aonzo via Imperia via Savona/ via La Spezia via Laiolo (inizio) / curva da salita ai Frati (da qui visibilità anche da via Antica Romana) via Berninzoni (dal Chicco) via Berninzoni (dal CRAI) via Maremma via Garibaldi (dalla chiesa) viale Europa (dal sottopasso, per rientrare in sede della Croce Bianca) ** Starlink **Desideriamo chiudere con una notizia dal sapore "spaziale". Anche questa sera, il cielo notturno sarà illuminato da un trenino di puntini luminosi. Già nelle scorse sere, questi avvistamenti avevano destato stupore e in alcuni casi anche timore tra le persone che li avevano osservati. In realtà, il fenomeno, curioso e affascinante, è dovuto al passaggio dei satelliti Starlink della megacostellazione a cui sta lavorando SpaceX. Starlink è infatti il nome della rete di satelliti che la compagnia SpaceX di Elon Musk sta sviluppando per fornire internet a basso costo in località remote. Appunto questa sera - 24 aprile -, il Nord Italia avrà le migliori condizioni di visibilità per godere di nuovo del passaggio dei satelliti. L’appuntamento è per le ore 22 in punto e durerà solo tre minuti, perciò siate puntuali! Per osservare il passaggio bisognerà guardare da nordovest a ovest con il naso all'insù e se siete fortunati vedrete una fila di molti puntini luminosi. Anche per questa sera è tutto, vi auguro una buona serata ed arrivederci a domani sera!(Domattina alle ore 11 diretta Facebook della Cerimonia del 25 Aprile)   Attachments: 24 aprile 2020140 kB Fase 2749 kB Foto Volontari244 kB

Giovedì, 23 Aprile 202020200423

  Il numero totale di attualmente positivi è di 106.848, con 851 assistiti IN MENO rispetto a ieri.Tra gli attualmente positivi 2.267 sono in cura presso le terapie intensive, con 117 pazienti rispetto IN MENO a ieri. Sempre tra gli attualmente positivi, 22.871 persone sono ricoverate con sintomi, con 934 pazienti IN MENO rispetto a ieri. Rimangono 81.710 persone, pari al 76% degli attualmente positivi, in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.Rispetto a ieri i deceduti sono purtroppo 464 e portano il totale a 25.549.Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 57.576, con un incremento di 3.033 persone rispetto a ieri, 3.033 persone guarite in 24 ore è un nuovo bel risultato di questa nostra battaglia, certamente frutto delle misure di contenimento e dell’incessante lavoro del personale sanitario: non vanifichiamoli!!In particolare, nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 23 aprile, il totale delle persone che hanno contratto il virus è 189.973, con un incremento rispetto a ieri di 2.646 nuovi casi.**Si segnala quindi che per la prima volta il numero dei pazienti dimessi e guariti (3.033) è superiore rispetto ai nuovi casi (2.646)!!! ** Grandi gesti di generosità dai due bandi della Protezione Civile aperti nei giorni scorsi, uno per operatori socio sanitari e uno per medici. Il bando per OSS che verranno impiegati in residenze per anziani, RSA per disabili ed altre ha visto ben 20.491 domande!Per il bando dei medici (e questo sarebbe il secondo) sono arrivate 691 domande, dopo le verifiche del caso verranno immediatamente impiegati nei luoghi e nelle regioni dove sono estremamente necessari. Giovedì si tiene la conferenza stampa della Protezione Civile ed oggi ospite della conferenza è il Prof. Locatelli Presidente del Consiglio Superiore della Sanità.Il Prof. Locatelli analizza alcuni punti della discussione sulla fase 2:“Riaprire le scuole vorrebbe dire riportare l'indice di contagio ben sopra l’1” ha detto sottolineando comunque che si tratta di un suggerimento del Comitato tecnico scientifico e che la "scelta spetta al ministro e al governo". "La scelta di raccomandare e di mantenere le interruzioni delle lezioni è stata dettata dal fatto che la riapertura delle scuole in concomitanza con il ripristino delle attività produttive avrebbe comportato l'andare oltre, e non di poco, l'indice di R con zero oltre l'uno".L'estate - ha detto ancora Locatelli - può essere "un momento di recupero dell'attività ludico-sportive" per i bambini, però scordiamoci i campi estivi e scordiamoci gli oratori, questo deve essere chiarissimo. Ho diverse perplessità su come si possa garantire il distanziamento dei bambini". Sottolinea invece che, per quanto riguarda la possibilità di andare nei parchi, anche per i più piccoli, "è una cosa da considerare, ma deve avere un accesso contingentato, per evitare le aggregazioni".“Ci vorranno dei mesi prima di poter pensare alla commercializzazione di un vaccino e per capire quanto potrà durare la protezione. Oggi c'è evidenza che due potenziali vaccini negli Usa, uno in Inghilterra, uno in Germania e uno in Cina sono in fase avanzata di sviluppo. Ma deve essere chiaro che ciò non significa affatto un'imminenza di commercializzazione, ma messa a punto di approcci vaccinali in grado di sviluppare una risposta immunologica protettiva per chi verrà sottoposto al vaccino". ** Conferenza stampa del Premier **Questa sera al termine della riunione del Consiglio Europeo, il premier Conte in una brevissima conferenza stampa informa la nazione che tutti i paesi hanno accettato di introdurre lo strumento Recovery Fund (un fondo per la ripresa con titoli comuni europei per finanziare i paesi più colpiti). Notizia ancora più positiva se si mettono insieme le considerazioni espresse dallo stesso Presidente del Consiglio durante la seduta del Consiglio Europeo:"L'ammontare del Recovery Fund dovrebbe essere pari a 1.500 miliardi e dovrebbe garantire trasferimenti a fondo perduto ai Paesi membri. I trasferimenti a fondo perduto sono essenziali per preservare i mercati nazionali, parità di condizioni, e per assicurare una risposta simmetrica a uno shock simmetrico. Dovremmo dare chiaro mandato alla Commissione europea di preparare il più presto possibile una concreta proposta per il Recovery Fund, fornendo un 'ponte' per anticipare le risorse quest'anno. L’emergenza sanitaria è diventata molto presto emergenza economica e sociale. Ma noi ora stiamo affrontando anche un'emergenza politica. Dovremmo rivedere il concetto di altruismo non solo nel senso di altruismo, ma anche nel senso di un concetto meno romantico, quello della 'comunità di interessi': noi stiamo lavorando per preservare il mercato interno e in questa prospettiva non ci sono differenze tra Nord e Sud dell'Europa". ** Liguria **Veniamo alla situazione Ligure, oggi contiamo 45 nuovi positivi per un totale di 4.856 persone attualmente positive al Covid-19 in Liguria. Di questi, sono 2.592 i pazienti a domicilio senza sintomi o con sintomi lievi (68 più di ieri) e 874 gli ospedalizzati con sintomi (78 MENO di ieri), di cui 91 in terapia intensiva (1 MENO di ieri). Purtroppo oggi sono 25 le persone decedute per un totale di 1.045 decessi. I guariti oggi sono 116 per un totale di 2.536 da inizio epidemia. ** Savona **Nella provincia di Savona ad oggi contiamo 744 persone positive (4 MENO di ieri), con 134 ricoverati con sintomi (15 MENO di ieri) e 10 ricoverati in terapia intensiva (uguali a i ieri). In ultimo sono 1.116 le persone in sorveglianza attiva a domicilio in quanto potenziali contatti di persone positive (13 MENO di ieri), il che fa di Savona la provincia con il numero più alto di sorveglianze attive (da soli ne abbiamo il 45% del totale).   *** Spotorno ***Arriviamo dunque alla nostra Spotorno - la situazione a Spotorno è la seguente: 1 persona positiva al corona virus, ricoverata in ospedale ad Albenga - sta bene ed è in via di guarigione - 2 persone in isolamento obbligatorio (probabili contatti di persone positive) 0 persone in isolamento fiduciario (rientri dall’estero) 7 ospiti della RP Siccardi-Berninzoni con esame sierologico positivo: non presentano nessun sintomo e continuano a stare bene. Sono cautelativamente in isolamento all’interno della struttura in un piano apposito e sono stati richiesti e si attendono a breve i risultati dei tamponi eseguiti il 19 aprile. ** Tassa automobilistica regionale **In seguito all’emergenza sanitaria, Regione Liguria posticipa le scadenze dei versamenti relativi alla tassa automobilistica regionale previste nel periodo compreso tra l’8 marzo 2020 e il 30 giugno 2020: i pagamenti potranno essere effettuati, senza sanzioni e interessi, in un'unica soluzione, entro il 31 luglio 2020. ** Solidarietà **Si è chiusa la raccolta di materiale di consumo per i pazienti dell'ospedale San Paolo da parte dell'associazione nazionale alpini, sezione di Spotorno. In due scatoloni sono stati messi diversi prodotti quali doccia schiuma, shampoo, schiuma da barba, carta igienica, spazzolini, salviette umidificate, dentifrici, assorbenti, carta casa, spugne, fazzoletti di carta e tovaglioli di carta. Il tutto verrà consegnato alla sezione A.N.A. di Savona che si occuperà della consegna alla struttura ospedaliera. Fin da ora ringraziamo l’ANA di Spotorno per questa bellissima iniziativa di aiuto del prossimo. ** Cultura **Quest'anno si celebra la 25esima Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d'Autore. Proclamata come ogni anno per il 23 aprile, è ormai un appuntamento fisso nel calendario delle manifestazioni culturali italiane e internazionali. Patrocinata dall'Unesco, è un tributo mondiale a libri e autori e incoraggia tutti a scoprire il piacere della lettura. In tale occasione in tutto il mondo si svolgono flash-mob, incontri, iniziative di ogni genere con il coinvolgimento di migliaia di biblioteche, autori e lettori. Quest'anno, per via del particolare momento storico che stiamo vivendo a causa dell'emergenza coronavirus, le celebrazioni saranno virtuali.In occasione quindi della giornata mondiale del libro prende il via "Il maggio dei libri", una iniziativa che ha l’obiettivo di sottolineare il valore sociale dei libri quale elemento chiave della crescita personale, culturale e civile. "Il Maggio dei Libri" è una campagna nazionale che invita a portare i libri e la lettura anche in contesti diversi da quelli tradizionali, per intercettare coloro che solitamente non leggono, ma che possono essere incuriositi se stimolati nel modo giusto. Anche la Biblioteca civica Camillo Sbarbaro di Spotorno partecipa, come ogni anno, alla campagna "Il Maggio dei libri" e in questa edizione ci saranno diverse iniziative digitali.Si inizia con l'appuntamento "Buon appetito...con Orcobello!". Ogni martedì alle 18:30 a partire dal 28 aprile, in diretta Facebook, lo scrittore Fabrizio Silei racconterà e leggerà a puntate le avventure di Orcobello diventato papà, ispirandosi al suo secondo libro “Orcobello e il rapimento di Orchidea” edito da Il Castoro ed illustrato da Fabrizio Di Baldo.Ricordiamo quindi che la pagina Facebook della biblioteca è al link. ** 25 Aprile **Quest’anno la cerimonia del 25 Aprile - Festa della Liberazione - dovrà sottostare alle limitazioni previste a causa del virus Covid-19.Ma nemmeno in questo frangente si smentisce, è così tanto ed intimamente legata agli Italiani ed a questa nostra libera, meravigliosa e democratica Italia da sottostare alle nostre stesse limitazioni per il nostro stesso bene. Così la vogliamo vivere, pubblicamente in sicurezza con tutte le cautele che questa epidemia impone, ma personalmente in maniera ancora più profonda. Per questo vi invito a partecipare con noi, da casa in diretta su Facebook o esponendo la bandiera Italiana su finestre e balconi alla cerimonia che il Sindaco ed il Presidente di ANPI terranno in Piazza della Vittoria alle ore 11 il cui inizio verrà segnalato con il suono delle campane della chiesa parrocchiale. Martedì infine sono stato intervistato da Primo Canale sulla nostra situazione, se l’avete persa la potete vedere qui. Anche per questa sera abbiamo terminato, buona serata e arrivederci a domani!   Attachments: 23 aprile 2020132 kB Locandina balliamo150 kB Locandina 25 aprile138 kB

Mercoledì, 22 Aprile 202020200422

  Si conferma la decrescita del numero dei ricoverati con sintomi e dei pazienti in terapia intensiva, oggi altro record di guariti: quasi 3000 in 24 ore!Il numero totale di attualmente positivi è di 107.699, con un decremento di 10 assistiti rispetto a ieri. Tra gli attualmente positivi 2.384 sono in cura presso le terapie intensive, con 87 pazienti IN MENO rispetto a ieri. Sempre tra gli attualmente positivi, 23.805 persone sono ricoverate con sintomi, con 329 pazienti IN MENO rispetto a ieri. Rimangono 81.510 persone, pari al 76% degli attualmente positivi, in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.Rispetto a ieri i deceduti sono purtroppo 437 e portano il totale a 25.085.Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 54.543, con un incremento di 2.943 persone rispetto a ieri.In particolare, nell'ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 22 aprile, il totale delle persone che hanno contratto il virus è 187.327, con un incremento rispetto a ieri di 3.370 nuovi casi.Anche se di poco anche per oggi il numero degli attualmente positivi è minore di quello di ieri, (10 unità), confermando il segnale del rallentamento del virus. Significa che i guariti (più i deceduti) oggi sono più dei nuovi contagiati, che però ci sono ancora. Il numero dei guariti è in continuo costante aumento confermando il trend dei giorni scorsi, rimanendo purtroppo ancora elevato il numero dei decessi. Prime anticipazioni sulle misure di allentamento del lockdown dal 4 Maggio: potrebbero ripartire i settori manifatturieri e delle costruzioni oltre ad alcuni esercizi commerciali. Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nella videoconferenza in corso con i sindacati sulla fase due spiegando che ci sarà un allentamento delle misure restrittive "ma non in maniera indiscriminata" perché "sarebbe da irresponsabili". Non è uno stravolgimento ma un allentamento, ha detto, le regole NON salteranno ma le raccomandazioni saranno adattate alla nuova fase".L'allentamento delle misure restrittive per quanto riguarda il sistema economico dovrebbe coinvolgere al massimo 2,7 milioni di lavoratori, ha detto il capo della task force Vittorio Colao nel corso dell'incontro in videoconferenza tra Governo e sindacati secondo quanto riferito da partecipanti alla riunione. Anche il Commissario Arcuri ieri in conferenza stampa aveva speso qualche parola sulla fase 2 in questi termini: "non bisogna prendere alcuna decisione frettolosa, dobbiamo essere ancora più consapevoli e responsabili. Non dobbiamo abbandonare né la cautela né la prudenza". Il virus, ha aggiunto, "è ancora tra noi. Abbiamo imparato a contenerlo e i nostri concittadini hanno imparato ad attrezzarsi e a fronteggiarlo, a costo di una sostanziale privazione delle libertà e proprio per questo dobbiamo sapere che non è stato sconfitto né allontanato. Il contact tracing è una modalità per garantire che in qualche modo vengano conosciuti e tracciati i contatti che le persone hanno, molto importante se qualcuno si contagia. Possono essere usati per contenere la diffusione del virus. In tutto il mondo alleggerire il contenimento significa essere in grado di mappare tempestivamente i contatti delle persone; l'alternativa sarebbe non alleggerire le misure, privandoci di quote importanti della nostra libertà come in queste settimane è accaduto". La App per il contact tracing risponderà a due requisiti fondamentali: la sicurezza e la privacy. I dati anagrafici e sanitari dei cittadini dovranno essere conservati su una "infrastruttura pubblica e italiana". "La privacy e la riservatezza dei dati - ha aggiunto - è un diritto inalienabile ed irrinunciabile. Dunque non sarà da parte mia possibile allocare queste informazioni in un luogo che non sia un'infrastruttura pubblica e italiana. Dove comincia e dove finisce il contact tracing? Assume una valenza fondamentale per accompagnare l'allentamento delle misure di contenimento se si connette al sistema sanitario. Un cittadino che scarica l'app sul suo telefono e ha garantite sicurezza e privacy non può solo produrre un 'alert' verso altri cittadini con cui è stato in contatto, ma non è sufficiente - aggiunge -. Sarà necessario, in tempi ristretti e nelle forme possibili, che la app si possa connettere al sistema sanitario nazionale, che dia informazioni perché si possa intervenire tempestivamente ed efficacemente. Solo così il contact tracing avrà una valenza e non sarà solo un sistema informativo. La App di contact tracing non sarà obbligatoria. Ho letto che noi avremmo in testa di rendere obbligatoria la App per i cittadini, questa è una farsa - ha aggiunto - La app sarà e resterà volontaria".Quest’ultima parte confermata anche dal Presidente del Consiglio Conte in audizione alle camere ieri, dove ha affermato che la applicazione per il tracciare i contatti NON sarà obbligatoria e coloro che liberamente decideranno di NON installarla NON avranno alcuna limitazione ai movimenti.Quando si avranno maggiori dettagli tecnici sulla applicazione per tracciare i contatti (contaci-tracing) che ci accompagnerà ed aiuterà a contenere i contagi nella fase 2 ne parleremo diffusamente qui. ** Liguria **Veniamo alla situazione Ligure, oggi contiamo 50 nuovi positivi (di cui 30 in provincia di Savona) per un totale di 4.811 persone attualmente positive al Covid-19 in Liguria. Di questi, sono 2.524 i pazienti a domicilio senza sintomi o con sintomi lievi (69 più di ieri) e 952 gli ospedalizzati con sintomi (56 MENO di ieri), di cui 92 in terapia intensiva (2 MENO di ieri). Purtroppo oggi sono 32 le persone decedute per un totale di 1.020 decessi.I guariti oggi sono 109 per un totale di 2.420 da inizio epidemia. ** Savona **Nella provincia di Savona ad oggi contiamo 748 persone positive (30 più di ieri), con 149 ricoverati con sintomi (3 MENO di ieri) e 10 ricoverati in terapia intensiva (2 MENO di ieri). In ultimo sono 1.129 le persone in sorveglianza attiva a domicilio in quanto potenziali contatti di persone positive (8 più di ieri), il che fa di Savona la provincia con il numero più alto di sorveglianze attive (da soli ne abbiamo il 46% del totale). *** Spotorno ***Arriviamo dunque alla nostra Spotorno - la situazione a Spotorno è la seguente: 1 persona positiva al corona virus, ricoverata in ospedale ad Albenga - sta bene ed è in via di guarigione - 2 persone in isolamento obbligatorio (probabili contatti di persone positive) 0 persone in isolamento fiduciario (rientri dall’estero) 7 ospiti della RP Siccardi-Berninzoni con esame sierologico positivo: non presentano nessun sintomo e continuano a stare bene. Sono cautelativamente in isolamento all’interno della struttura in un piano apposito e sono stati richiesti e si attendono a breve i risultati dei tamponi eseguiti il 19. *** Spesa a casa, ComuniChiamo ***Proseguono i servizi di Spesa a casa e ComuniChiamo. Quest'ultimo si attesta su circa 15 telefonate giornaliere in uscita di contatto umano a quei cittadini che sono stati segnalati dall'Associazione Il Melograno e dal Centro Ricreativo, oltre ad uno storico di 4/6 telefonate ricevute quotidianamente per richiesta informazioni sui servizi. Il servizio Comunichiamo è attivo sul numero 335.7512231 dal lunedì al venerdì con orario 09.00-13.00.Sono saliti a 17 gli utenti che usufruiscono del servizio spesa a casa, servizio svolto da volontari in collaborazione con Croce Bianca. Il servizio spesa a casa è attivo sul numero 335.7512236 dal lunedì al venerdì con orario 09.00-12.00. ** Balliamo sui balconi **Domani pomeriggio ‘i ballerini’ di Croce Bianca Spotorno, Aib Spotorno e della Ludoteca Comunale "Arbaxia" Spotorno, si esibiranno nuovamente nel loro show di intrattenimento per gli ospiti della RP La Quiete!Ma, a grande richiesta, Sabato 25 Aprile nel pomeriggio ripeteranno lo spettacolo anche per tutti noi e per i nostri bimbi! Prepariamoci dunque ad accoglierli, domani vi daremo istruzioni più precise! ** 22 Febbraio - 22 Aprile **Giusto due mesi fa, il 22 Febbraio cominciavo questa rubrica con un messaggio di sole 16 righe inizialmente per dare notizie in merito ai primi eventi - ancora distanti - di quella che è poi diventata la tempesta del coronavirus. Con il tempo questa nostra nuova forma di rapporto è cresciuta ed abbiamo iniziato anche a parlare di informazioni importanti per la nostra comunità con l’intento di fornire una raccolta equilibrata ed autorevole di tutte le innumerevoli notizie (a volte contrastanti, a volte false) che hanno iniziato a circolare sul coronavirus. La risposta è stata ottima ed il servizio è molto apprezzato il che ci invoglia ad andare avanti con quello che ormai è diventato quasi un lavoro di gruppo con i colleghi Amministratori. Ma anche da parte mia (e nostra) è stato un motivo di crescita, ho ed abbiamo imparato un nuovo modo per rapportarci ed avvicinare i cittadini alle istituzioni ed ai loro amministratori e di questo sono molto grato a tutti coloro che tutte le sere leggono questo riassunto rendendo utili tutti i nostri sforzi!Da questa rubrica poi è nata una apposita sezione del sito istituzionale del Comune di Spotorno con raccolta di dati/norme/moduli ed informazioni utili per i cittadini in questa emergenza, la trovate qui. Ed in particolare c’è anche la raccolta di tutte le ‘puntate’ di questa nostro appuntamento serale. Prima di salutarci vi ricordo che il Comune ha istituito un conto corrente in cui potete -se volete e se ne avete la possibilità- aiutarci con una donazione ad aiutare i nostri concittadini che in questo periodo si trovano ad affrontare delle difficoltà. Il conto è:IBAN: IT42 G 05696 10600 000012003X82intestato a COMUNE DI SPOTORNO PROEMERGENZA COVID-19causale DONAZIONE PER FONDO ALIMENTARE Anche per questa sera abbiamo terminato, buona serata e arrivederci a domani!   Attachments: 22 aprile 2020103 kB Foto Spotorno3790 kB

Martedì, 21 Aprile 202020200421

  Il numero di pazienti completamente guariti dimessi dall'ospedale non è mai stato così elevato. Il numero totale di attualmente positivi è di 107.709, con un decremento di 528 assistiti rispetto a ieri (528 in MENO rispetto a ieri!!!). Tra gli attualmente positivi 2.471 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 102 pazienti rispetto a ieri. Sempre tra gli attualmente positivi, 24.134 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 772 pazienti rispetto a ieri. Rimangono 81.104 persone, pari al 75% degli attualmente positivi, in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Rispetto a ieri i deceduti sono purtroppo 534 e portano il totale a 24.648.Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 51.600, con un incremento di 2.723 persone rispetto a ieri. In particolare, nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 21 aprile, il totale delle persone che hanno contratto il virus è 183.957, con un incremento rispetto a ieri di 2.729 nuovi casi.Per la seconda volta il numero degli attualmente positivi è minore di quello di ieri, (528 unità) ed è quindi un altro segnale positivo del rallentamento del virus. Significa che i guariti (più i deceduti) oggi sono più dei nuovi contagiati, che però ci sono ancora. Il numero dei guariti è in continuo costante aumento e si assesta sempre su numeri elevati, mentre il numero delle persone decedute rimane importante.Dall'inizio dell'emergenza non è "mai stato così alto il numero di pazienti dimessi e guariti" dal coronavirus, sottolinea la Protezione Civile sottolineando che nelle ultime 24 ore sono stati dimessi dagli ospedali 772 pazienti, mentre i guariti sono 2.723 in più rispetto a ieri. Interessanti, anche se giocoforza approssimative e NON vincolanti, le dichiarazioni del Prof. Rezza in merito al periodo estivo. Il direttore del Dipartimento malattie infettive dell'Istituto superiore di sanità, Gianni Rezza, invitando alla prudenza dichiara: “Se la situazione epidemiologica confermasse l'attuale trend di miglioramento, allora ci si augura che gli italiani possano andare in vacanza, ma in questo caso si potrebbe andare in spiaggia ed al mare solo rispettando scrupolosamente il distanziamento sociale. Per parlare di vacanze è ancora un po’ presto - afferma - ed è necessaria cautela". "Se il trend sarà di continuo, ulteriore miglioramento - spiega l'esperto all'ANSA - allora si potrà pensare alla prospettiva delle ferie estive, ma sempre con estrema cautela e prudenza perché il virus, purtroppo, non scomparirà". In spiaggia, quindi, "il problema maggiore sarà rappresentate proprio dal rispetto del distanziamento sociale. Se andremo al mare, come speriamo, sarà quindi essenziale il distanziamento appunto perché il virus continuerà a circolare. Ci vorranno dunque più controlli e vanno pensate modalità di sicurezza, dal numero di ombrelloni a distanza nei lidi, ad esempio, allo scaglionamento delle presenze". Riferendosi invece all'acqua marina e alla sabbia, Rezza tranquillizza sottolineando come non vi siano evidenze di trasmissione del Covid-19 attraverso tali elementi. Il problema "centrale e sul quale mi focalizzerei - ribadisce - resta quello del distanziamento tra le persone, con la priorità di evitare assembramenti". La questione tuttavia è "complessa - precisa l'esperto - e va anche valutato il peso degli spostamenti delle persone da una zona all'altra per raggiungere eventualmente le località di mare e di vacanza. Cruciale resta insomma l'andamento della curva dei contagi a seconda delle aree e andranno fatte opportune valutazioni". Interessanti anche le anticipazioni sulla proposta dell’Italia all’Unione Europea in merito al piano finanziario per la ripresa economica.Il piano si configurerebbe non come uno strumento di mutualizzazione dei debiti nazionali arretrati, ma come uno strumento temporaneo che la Commissione Ue, con l'implicita garanzia del budget europeo, prende in prestito sui mercati per finanziare prestiti "back to back" ai Paesi membri. Per aumentare la potenza di fuoco del piano tutti i Paesi membri forniscono garanzie comuni all'Ue che possono essere gradualmente sostituite da, nuove, proprie risorse. La proposta italiana, come ha spiegato anche il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nell'informativa prima al Senato e poi alla Camera, non è stata presentata in via ufficiale per favorire al meglio una condivisione degli obiettivi, in quanto - ha sottolineato Conte - non ci interessa in questo momento rimarcare la nostra primazia. Nel punto della proposta italiana che verte sull'European Pandemic Support Scheme (Epss) si fa riferimento, quindi, a un fondo di solidarietà gestito dalla commissione Ue con l'implicita garanzia del budget europeo ma includendo garanzie di comuni di tutti gli Stati membri. Garanzie che, nella proposta italiana, sono definite come incondizionate e irrevocabili. I fondi raccolti dalla commissione Ue sui mercati finanziari, e i corrispondenti prestiti "back to back" agli Stati membri, nella proposta italiana, hanno scadenze il più possibile a lungo termine. ** Liguria **Veniamo alla situazione Ligure, oggi contiamo 11 nuovi positivi (di cui 4 in provincia di Savona) per un totale di 4.761 persone attualmente positive al Covid-19 in Liguria. Di questi, sono 2.455 i pazienti a domicilio senza sintomi o con sintomi lievi (61 MENO di ieri) e 1.008 gli ospedalizzati con sintomi (28 più di ieri), di cui 94 in terapia intensiva (8 MENO di ieri). Purtroppo oggi sono 33 le persone decedute per un totale di 988 decessi.I guariti oggi sono 95 per un totale di 2311 da inizio epidemia. ** Savona **Nella provincia di Savona ad oggi contiamo 718 persone positive (4 più di ieri), con 152 ricoverati con sintomi (2 MENO di ieri) e 12 ricoverati in terapia intensiva (uguale a ieri). In ultimo sono 1.121 le persone in sorveglianza attiva a domicilio in quanto potenziali contatti di persone positive (186 più di ieri). *** Spotorno ***Arriviamo dunque alla nostra Spotorno - la situazione a Spotorno è la seguente: 1 persona positiva al corona virus, ricoverata in ospedale ad Albenga - sta bene ed è in via di guarigione - 2 persone in isolamento obbligatorio (probabili contatti di persone positive)(Il tampone di controllo di una delle 3 persone in isolamento ha dato esito negativo e perciò termina la quarantena, facendo scendere a 2 il numero delle persone in isolamento) 0 persone in isolamento fiduciario (rientri dall’estero) 7 ospiti della RP Siccardi-Berninzoni con esame sierologico positivo: non presentano nessun sintomo e continuano a stare bene. Sono cautelativamente in isolamento all’interno della struttura in un piano apposito e sono stati richiesti e si attendono a breve i risultati dei tamponi eseguiti il 19. ** Cultura **La lettura ha la capacità di intrattenere, affascinare, informare ed essere di confronto a tutte le fasce di popolazione, dalla più giovane alla più anziana. Con questo spirito l'Amministrazione ha infatti attivato il servizio di prestito librario su prenotazione destinato a tutti i cittadini. Ricordiamo che il periodo di emergenza sanitaria non è finito e quindi si raccomanda sempre di usufruire del servizio solo se assolutamente necessario contattando il numero di telefono 335.7512233 dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 13.00.Per consultare preventivamente il catalogo della biblioteca civica Camillo Sbarbaro è possibile collegarsi al link. Per ritirare il libro occorre recarsi presso l'ufficio protocollo in Piazza Tassinari 3 nella giornata del martedì successivo alla richiesta (l'orario sarà comunicato dal personale addetto). L'attivazione del servizio è stata accolta con grande entusiasmo ed infatti oggi martedì 21 aprile sono stati consegnati, ad orari scaglionati per evitare assembramenti, una cinquantina fra libri e DVD. Ad ogni utente sarà consegnata una busta sigillata contenente il prestito richiesto.Per restituire i libri occorre utilizzare la buca esterna dedicata alla restituzione dei libri presso la sede della biblioteca, via Aurelia 119. Sempre in tema di cultura, è attiva la pagina Facebook della biblioteca comunale Camillo Sbarbaro al link.Una pagina che nasce come ulteriore canale di informazione e di contatto diretto per gli studenti e per tutti i cittadini. Uno strumento utile per essere informati su tutte le attività che la biblioteca organizza direttamente o che la vedono come location: parliamo non solo di presentazioni di libri, ma anche di laboratori, corsi, progetti ed incontri con gli autori.Con questo passaggio cerchiamo così di stabilire un dialogo tra due mondi diametralmente opposti, quello delle persone con una cultura prevalentemente “di carta” e dei nativi digitali connessi sui social network. La nostra sfida è quindi arrivare anche agli occhi delle nuove generazioni perennemente connesse perché nessuno sia escluso dalla nostra offerta culturale. ** Welfare - Bandi regionali **Si ricorda che è ancora aperto il bando - promosso da Regione Liguria - per il bonus rivolto a badanti e baby sitter. Tale bando è diviso in due filoni: il primo ‘Occupazione' con la disponibilità di 3,2 milioni di euro rivolto alle donne lavoratrici o in cerca di occupazione per l'assunzione sia di badanti sia di baby sitter per l'assistenza dei loro congiunti; il secondo ‘Inclusione sociale' con un budget di 3.140.780,44 euro rivolto direttamente a persone non autosufficienti che possono presentare la domanda di bonus per badanti (già assunti o da assumere).Nell’ottica della semplificazione burocratica, le procedure saranno gestite dalla finanziaria regionale Filse: le domande potranno essere presentate esclusivamente on line, accedendo al sistema Bandi on line dal sito internet www.filse.it o filseonline.regione.liguria.it dal 16 dicembre fino al 30 giugno 2020. Tra i requisiti per l’accesso, sono previste soglie di Isee. Per l’assistenza nella compilazione della domanda, sono a disposizione la mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById('cloakae10ca24511520f66984b9a7b2c2b8de').innerHTML = ''; var prefix = 'ma' + 'il' + 'to'; var path = 'hr' + 'ef' + '='; var addyae10ca24511520f66984b9a7b2c2b8de = 'bonusbb' + '@'; addyae10ca24511520f66984b9a7b2c2b8de = addyae10ca24511520f66984b9a7b2c2b8de + 'filse' + '.' + 'it'; var addy_textae10ca24511520f66984b9a7b2c2b8de = 'bonusbb' + '@' + 'filse' + '.' + 'it';document.getElementById('cloakae10ca24511520f66984b9a7b2c2b8de').innerHTML += ''+addy_textae10ca24511520f66984b9a7b2c2b8de+''; o il numero 010 8403362 (dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 17.30) ** Supporto alla procedura cambio medico di famiglia **Per i cittadini che non hanno accesso a internet oppure sono privi di rete familiare, l'Amministrazione ha istituito una task force per il supporto alla compilazione e all'invio telematico della modulistica inerente il cambio di medico. Il numero da contattare è 019.7415073 dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 13.00.Si ricorda che la scelta del medico di famiglia è libera e il cittadino potrà inserire i nominativi che più gradisce con diversa priorità. Ciascun cittadino sceglie il proprio medico di famiglia fra coloro che esercitano nell’Asl di residenza e che compaiono negli appositi elenchi dei professionisti titolari di convenzione.Può essere scelto qualunque medico iscritto nell'elenco dei medici di famiglia consultabile al link dell'anagrafe sanitaria regionale.Desideriamo rassicurare i cittadini che l'Amministrazione, di concerto con la dirigenza ASL2, sta lavorando per garantire comunque la continuità dell'assistenza primaria sul territorio spotornese.Per completezza di informazione si ricorda che al link il cittadino può trovare informazioni utili sui medici di famiglia e pediatri di libera scelta come, per esempio, orari di studio e indirizzi, disponibilità di posti, procedure per la scelta e revoca. Desideriamo infine porre l'attenzione al link "Scelta medico via email", da cui il cittadino può effettuare la scelta e revoca del medico di medicina generale e del pediatra di libera scelta direttamente da casa, senza recarsi allo sportello ASL. Al link si trovano le informazioni per la procedura. Ed anche stasera siamo arrivati alla fine, arrivederci a domani e buona serata!   Attachments: 21 aprile 2020108 kB Locandina Cambio Medico128 kB Foto Spotorno4495 kB

Lunedì, 20 Aprile 202020200420

  Come accennato qualche giorno fa, la conferenza della Protezione Civile si terrà solo lunedì e giovedì. Oggi quindi apprendiamo i dati sull'evoluzione dell'epidemia dalla conferenza: in calo per la prima volta il numero delle persone attualmente positive. Il numero totale di attualmente positivi è di 108.237, con un decremento di 20 assistiti rispetto a ieri.Tra gli attualmente positivi 2.573 sono in cura presso le terapie intensive, con una decrescita di 62 pazienti rispetto a ieri. Sempre tra gli attualmente positivi, 24.906 persone sono ricoverate con sintomi, con un decremento di 127 pazienti rispetto a ieri. Rimangono 80.758 persone, pari al 75% degli attualmente positivi, in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Rispetto a ieri i deceduti sono purtroppo 454 e portano il totale a 24.114.Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 48.877, con un incremento di 1.822 persone rispetto a ieri. In particolare, nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 20 aprile, il totale delle persone che hanno contratto il virus è 181.228, con un incremento rispetto a ieri di 2.256 nuovi casi.Per la prima volta il numero degli attualmente positivi è minore di quello di ieri, di poco (solo 20 persone) ma è comunque un altro segnale positivo del rallentamento del virus. Significa che i guariti (più i deceduti) oggi sono più dei nuovi contagiati, che però ci sono ancora. Il numero dei guariti è in continuo costante aumento e si assesta sempre su numeri importanti, mentre il numero delle persone decedute scende, ma purtroppo ancora di poco. Sono arrivati oggi 60 medici inviati dall'Albania, atterrati a Fiumicino alle 17 di oggi e saranno impiegati nelle Marche, un grazie anche al Popolo ed al Governo Albanese per questo secondo contingente!La Protezione Civile ha pubblicato due bandi: uno per nuovi medici che integra il contingente del primo bando e scadrà giovedì 23 aprile alle ore 16 e lo trovate qui un secondo bando invece per 1500 operatori socio sanitari destinati alle RSA, RP, residenze assistenziali per disabili e istituiti penitenziari, scade mercoledì 22 aprile alle ore 20 e lo trovate qui   ** Liguria **Oggi per quanto riguarda la regione Liguria salgono di 37 unità i positivi in Liguria, raggiungendo quota 4.750. Sono 2.516 i pazienti a domicilio (+12) e 980 gli ospedalizzati (-6), di cui 102 in terapia intensiva. I deceduti dall'inizio dell'emergenza sono 955 (29 più di ieri), mentre i guariti sono 2.216 (106 più di ieri - dato buono!!).   ** Savona **Nella provincia di Savona ad oggi contiamo 714 persone positive (6 più di ieri), con 154 ricoverati con sintomi (4 MENO di ieri) e 12 ricoverati in terapia intensiva (uguale a ieri). In ultimo sono 935 le persone in sorveglianza attiva a domicilio in quanto potenziali contatti di persone positive (104 più di ieri!!).La situazione Savonese è quella che ancora stenta ad allinearsi con il trend nazionale, probabilmente a causa dei test sierologici eseguiti nelle residenze per anziani ed al personale sanitario.   *** Spotorno ***Arriviamo dunque alla nostra Spotorno - la situazione a Spotorno è la seguente: 1 persona positiva al corona virus, ricoverata in ospedale ad Albenga - sta bene ed è in via di guarigione - 3 persone in isolamento obbligatorio (probabili contatti di persone positive) 0 persone in isolamento fiduciario (rientri dall’estero) 7 ospiti della RP Siccardi-Berninzoni con esame sierologico positivo: non presentano nessun sintomo e stanno bene. Sono cautelativamente in isolamento all’interno della struttura in un piano apposito ed i tamponi di controllo sono stati effettuati ieri e si attendono i risultati nei prossimi giorni.   ** Ordinanza accensione riscaldamenti **Visto il tempo piovoso che ci attende ancora per domani e forse per mercoledì ed anche il corrispondente calo delle temperature, ho emesso oggi ordinanza per prorogare l'accensione degli impianti di riscaldamento. Potranno essere accesi 8 ore al giorno fino al 3 Maggio.   ** Ordinanza rumore nei condomini: ordinanza 5 del 20/4/2020 **La ripresa dei piccoli cantieri voluta dalla Regione Liguria ha prodotto un problema che miriamo di risolvere con questa ordinanza. Non era stato considerato come i rumori prodotti dai cantieri nei condomini possano arrecare disturbo a coloro che abitano negli appartamenti adiacenti e che sono costretti in casa per tutto il giorno. L'ordinanza perciò sospende fino al 3 Maggio i rilasci di autorizzazioni in deroga al limite per il rumore dei cantieri. NON saranno perciò rilasciate (salvo per lavori di interesse pubblico) deroghe per i rumori che dovranno mantenersi sotto al limite di zona di 65dB.   ** Avviso interruzione acquedotto per lavori **A causa di lavori agli impianti ed alle condotte, domani dalle 10 alle 15 sarà interrotta la fornitura di acqua potabile in Via Siaggia, Via Provinciale Pineta, Via Coreallo, Via alla Torre e Salita alla Torre.   ** #SALVIAMOilTURISMO iniziativa delle associazioni di categoria per il turismo **Mentre proseguono i lavori del tavolo permanente a supporto del turismo aperto e sostenuto dalla nostra Amministrazione, riceviamo e volentieri aderiamo a questa iniziativa:Grande successo dell'iniziativa organizzata questa mattina dalle associazioni di categoria UPA, Federalberghi, SIB e FAITA. Gli associati hanno inviato una mail al Presidente del Consiglio dei Ministri e al Ministro del Turismo contenente il messaggio “Non lasciate a se stesso un comparto che vale a livello Italia il 13% del PIL e circa 3,5 milioni di posti di lavoro, aiutateci a salvare i lavoratori e le imprese del Turismo”.La nostra Amministrazione è sempre vicina alle categorie auspicando dal Governo reali misure di sostegno per la salvaguardia del Turismo.   ** Avviso meteo **Per domani, martedì 21 Aprile, ARPAL informa su rischio per venti settentrionali 70-80 km/h con raffiche superiori ai 100 km/h sui rilievi, sbocchi vallivi e capi costieri esposti. Mare molto mosso al largo. Burrasca forte di Tramontana (da Nord). Cala da burrasca forte a burrasca mercoledì.   Prima di salutarci vi ricordo che il Comune ha istituito un conto corrente in cui potete - se volete e se ne avete la possibilità - aiutarci con una donazione ad aiutare i nostri concittadini che in questo periodo si trovano ad affrontare delle difficoltà. Il conto è:IBAN: IT42 G 05696 10600 000012003X82intestato a COMUNE DI SPOTORNO PROEMERGENZA COVID-19causale DONAZIONE PER FONDO ALIMENTARE Per questa sera abbiamo terminato, vi auguro una buona serata e ci vediamo domani sera!   Attachments: 20 aprile 2020152 kB Locandina #SALVIAMOilTURISMO691 kB Foto Spotorno1638 kB

Domenica, 19 Aprile 202020200419

  Domenica senza conferenza stampa e nell’ambito del monitoraggio sanitario relativo alla diffusione del Coronavirus sul nostro territorio, a oggi, 19 aprile, sono 486 i nuovi positivi per un totale di 108.257 persone positive al Covid-19 in Italia - dato molto positivo, un drastico rallentamento dell’epidemia. Di questi ultimi, 2.635 sono le persone ricoverate in terapia intensiva (98 in MENO di ieri), 25.033 sono le persone ricoverate con sintomi (26 più di ieri), mentre sono 80.589 (pari al 74% del totale) le persone in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi. Purtroppo contiamo oggi 433 persone decedute, pari a 23.660 decessi dall’inizio dell’epidemia. Registriamo nuovamente un altro ottimo dato sul versante guarigioni, oggi ben 2.128 persone guarite dal coronavirus per un totale di 47.055 persone guarite dall’inizio dell’epidemia. Il totale delle persone che hanno contratto il virus è 178.972, con un incremento rispetto a ieri di 3.047 nuovi casi (444 MENO di ieri) comprendendo in questo numero anche i deceduti ed i guariti oltre agli attualmente positivi. Mercoledì dovrebbe approdare in Consiglio dei Ministri insieme al documento di economia e finanza (DEF) la nuova proposta di debito per finanziare il decreto Aprile (che sarà più corposo in termini di risorse economiche ed in termini di platea dei beneficiari) per cui si parla di circa 70 miliardi di euro, comprensive delle garanzie pubbliche per il credito alle imprese e che archivierà finalmente anche l’aumento IVA che solo nel 2021 avrebbe pesato per l’1,1% del PIL. Giovedì poi ci sarà il Consiglio Europeo in cui dovrebbe esserci un pronunciamento definitivo sulle contromisure comunitarie ai danni economici da coronavirus. **Liguria**Veniamo alla situazione Ligure, oggi contiamo 98 nuovi positivi (ahimè di nuovo quasi tutti in provincia di Savona 98!!, era già successo il 17 Aprile) per un totale di 4.713 persone attualmente positive al Covid-19 in Liguria. Di questi, sono 2.504 i pazienti a domicilio senza sintomi o con sintomi lievi (98 più di ieri) e 986 gli ospedalizzati con sintomi (20 MENO di ieri), di cui 101 in terapia intensiva (4 MENO di ieri). Purtroppo oggi sono 31 le persone decedute per un totale di 926 decessi. I guariti oggi sono 108 per un totale di 2.110 da inizio epidemia. **Savona**Nella provincia di Savona ad oggi contiamo 708 persone positive (98 più di ieri!!), con 158 ricoverati con sintomi (3 più di ieri) e 12 ricoverati in terapia intensiva (uguale a ieri). In ultimo sono 831 le persone in sorveglianza attiva a domicilio in quanto potenziali contatti di persone positive (5 più di ieri). Della Situazione Ligure, la situazione Savonese è quella che ancora stenta ad allinearsi con il trend nazionale, ed il dato di oggi (unito a quello del 17 Aprile) ce lo conferma. ***Spotorno***Arriviamo dunque alla nostra Spotorno - la situazione a Spotorno è la seguente: 1 persona positiva al corona virus, ricoverata in ospedale ad Albenga -sta bene ed è in via di guarigione- 3 persone in isolamento obbligatorio (probabili contatti di persone positive) 0 persone in isolamento fiduciario (rientri dall’estero) 7 ospiti della RP Siccardi-Berninzoni con esame sierologico positivo: non presentano nessun sintomo e stanno bene. Sono cautelativamente in isolamento all’interno della struttura in un piano apposito e sono stati richiesti e programmati i tamponi di controllo.[Insieme alla direzione sanitaria dell’Opera Pia ed al Consiglio manteniamo alta l’attenzione a scopo cautelare e di massima tutela degli ospiti]**Si conferma che oggi sono stati effettuati i tamponi di controllo per i 7 ospiti a sierologia positiva ed i risultati sono attesi nei primi giorni della prossima settimana** Ieri sera ripetuti rumori di aereo hanno insospettito più di un cittadino, ed in effetti era in atto una manovra di emergenza di un areo cargo (un Boeing 747 trasporto merci) decollato alle 20:50 di ieri da Milano Malpensa e diretto a Seoul in Cina. Poco dopo il decollo, a causa di problemi tecnici, l’aereo è stato messo in un circuito di attesa sul mar ligure che lambiva nella parte terminale la nostra costa da Bergeggi sino al porto di Savona. Il percorso di attesa è iniziato alle 21:36 e finito alle 22:30 durante il quale l’aereo - come da procedure di sicurezza - ha scaricato il carburante necessario a far scendere il proprio peso al limite di peso massimo ammesso per atterrare in sicurezza. L’operazione è stata effettuata ad una quota di quasi 4000 metri (4 km) ed ad una velocità di poco più di 500 chilometri all’ora (550 km/hr) scaricando 80 tonnellate di carburante che a quella quota ed a quella velocità vaporizza e viene degradato prima di arrivare a terra (teoricamente meno dello 0.1 % raggiunge il suolo sotto forma di aereosol nelle condizioni standard - nel nostro caso altezza e velocità erano doppie aumentando ancora i margini di sicurezza: qui trovate maggiori informazioni) La bellissima e riuscitissima iniziativa di ieri di Croce Bianca, AIB Ludoteca in collaborazione con il Comune, a grande richiesta avrà il suo BIS per sabato 25 Aprile nel pomeriggio!Ma sarà anche fatta una ‘edizione speciale’ questo giovedì per le nostre due strutture per anziani, un’ora presso La Quiete ed un’ora presso l’Opera Pia Siccardi-Berninzoni in cui i nostri ormai abilissimi ballerini della Croce Bianca e di AIB Spotorno si cimenteranno - sotto la guida artistica delle ragazze della ludoteca - in uno spettacolo per intrattenere gli ospiti delle due residenze che, siamo sicuri, apprezzeranno moltissimo pur rimanendo in tutta sicurezza all’interno delle strutture.A grande richiesta anche il Comune di Bergeggi effettuerà lo stesso spettacolo domenica 26 con l’aiuto e la collaborazione della nostra Croce Bianca. Questa sera pubblichiamo i bellissimi disegni che i nostri bimbi hanno lanciato - sotto forma di aereoplanini - durante lo spettacolo di ieri, affidando all’aria (ed a noi) i loro desideri per quando finirà il lockdown che speriamo possano esaudire presto!!! Prima di chiudere questa sera abbiamo ricevuto da una nostra concittadina che lavora in ospedale a Savona in terapia intensiva un video che ci ha emozionato e che vogliamo condividere con voi. Nel proporvelo cogliamo l’occasione per ringraziare immensamente tutte le persone che, in prima fila da mesi, non mollano un secondo e tra un sorriso ed un pianto continuano a lavorare sodo per salvare delle vite - le nostre - e che quando magari si fermano a casa per qualche giorno per un sospetto contagio ad esempio, non vedono l’ora di avere l’esame negativo per poter ritornare in prima linea (cosa realmente successa qui da noi). Nel video vedrete molti sguardi di persone in prima linea, magari con paura ma con la consapevolezza di fare del bene… Loro, insieme ai volontari che operano in questi momenti, meritano tutto il nostro rispetto e la nostra gratitudine: GRAZIE!! Anche per questa sera è tutto, a domani e buona serata!   Attachments: Foto disegni 1336 kB 19 aprile 202096 kB Foto disegni 2283 kB Foto disegni 3286 kB Foto disegni 4286 kB Foto disegni 5356 kB Foto disegni 6283 kB Foto disegni 7297 kB

Sabato, 18 Aprile 202020200418

  Prima giornata senza la consueta conferenza stampa della protezione civile nazionale, ma ricaviamo i dati dal comunicato stampa presente sul sito istituzionale. Oggi il numero di attualmente positivi è di 107.771 con un incremento rispetto a ieri di 809 nuovi positivi. Di questi, 2.733 persone sono ricoverate in terapia intensiva (79 in MENO di ieri), 25.007 persone sono ricoverate con sintomi (779 MENO di ieri), mentre 80.031 persone (pari al 74% del totale) sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Purtroppo oggi contiamo 482 persone decedute che portano il totale a 23.227 da inizio epidemia. Il numero complessivo dei dimessi e guariti sale invece a 44.927, con un incremento rispetto a ieri di 2.200 persone. Il totale delle persone che hanno contratto il virus è 175.925, con un incremento rispetto a ieri di 3.491 nuovi casi (comprendendo in questo numero anche i deceduti ed i guariti oltre agli attualmente positivi).Continuano ad esserci dati molto promettenti sui ricoveri e sui guariti, continua il calo dei contagi ma non è ancora fermo. Tutto dipenderà dall’andamento dei contagi e NON c’è nulla ancora di deciso, ma dalle informazioni date alla stampa si comprende come tutte le possibili aperture si basino molto sul nostro senso di responsabilità. In giro con le mascherine, misurazione della febbre in metropolitana, sport solo da soli e all'aperto ed uscite scaglionate per fasce di età. Sono le ipotesi che si vanno definendo in vista del 4 maggio, quando il governo dovrà decidere come e di quanto allentare il "lockdown". Di sicuro resteranno chiuse le discoteche, che saranno le ultime a riaprire, e in fondo alla lista restano anche cinema e teatri, mentre si studiano misure per i musei. La scuola non dovrebbe riaprire prima di settembre ma si studiano ipotesi di campi scuola estivi, per aiutare le famiglie.In ultima quella di oggi in cui il vice Ministro alla Salute Pierpaolo Sileri racconta all’ansa una delle misure sul tavolo del governo in vista del 4 maggio: palestre chiuse, ma sport all'aperto e jogging consentiti anche lontano da casa. "Dobbiamo dare maggiore libertà di movimento ai cittadini e la soluzione possibile è questa considerando anche il senso di responsabilità delle persone", spiega il sottosegretario Pierpaolo Sileri. Potrebbe esserci anche, come anticipato agli sportivi dal ministro Vincenzo Spadafora, il via libera agli allenamenti individuali degli atleti, purché in condizioni di sicurezza.La scelta se consentire di allontanarsi da casa anche per fare jogging spetterà al governo anche in base all'andamento dell'epidemia. Ma Pierpaolo Sileri anticipa una riflessione in corso. Consentire di fare sport all'aperto, come la corsa, a livello individuale, sarebbe anche il modo per non privare le persone delle possibilità di fare attività fisica, visto che è difficile che le palestre possano riaprire in tempi brevi. Comunque, viene spiegato, si chiederà ai cittadini responsabilità nel rispettare le regole e le distanze prescritte per evitare i rischi di contagio. E quindi molto di quello che succederà dopo dipenderà anche da noi. La situazione ligure, ricavata dal profilo Facebook ufficiale della Regione Liguria, è la seguente invece: sono ‘solo’ 11 oggi i nuovi positivi al coronavirus, per un totale di 4.615 persone attualmente positive al Covid-19. Di questi sono 2.406 i pazienti in isolamento a domicilio senza sintomi o con sintomi lievi (49 MENO di ieri) e 1.006 sono invece ricoverati in ospedale (4 già di ieri), di cui 105 ricoverati in terapia intensiva (stesso numero di ieri). Sono 1.992 le persone guarite dal Covid-19 in Liguria da inizio epidemia, 102 solo oggi. Purtroppo sono 29 le persone decedute oggi per un totale di 859. Nella provincia di Savona ad oggi contiamo 610 persone positive (1 MENO di ieri), con 155 ricoverati con sintomi (6 MENO di ieri) e 12 ricoverati in terapia intensiva (1 MENO di ieri). In ultimo sono 826 le persone in sorveglianza attiva a domicilio in quanto potenziali contatti di persone positive (1 più di ieri). Arriviamo dunque alla nostra Spotorno - la situazione a Spotorno è perciò la seguente: 1 persona positiva al corona virus, ricoverata in ospedale ad Albenga - sta bene ed è in via di guarigione - 3 persone in isolamento obbligatorio (probabili contatti di persone positive) 0 persone in isolamento fiduciario (rientri dall’estero) 7 ospiti della RP Siccardi-Berninzoni con esame sierologico positivo: non presentano nessun sintomo e stanno bene. Sono cautelativamente in isolamento all’interno della struttura in un piano apposito e sono stati richiesti e programmati i tamponi di controllo. [Insieme alla direzione sanitaria dell’Opera Pia ed al Consiglio manteniamo alta l’attenzione a scopo cautelare e di massima tutela degli ospiti]**Molto probabilmente già domani verranno effettuati i tamponi di controllo per i 7 ospiti a sierologia positiva i cui risultati potrebbero arrivare lunedì** Molti di voi oggi hanno assistito al bellissimo spettacolo che abbiamo organizzato con i ragazzi della Croce Bianca di Spotorno, di AIB Spotorno e della Ludoteca Comunale Arbaxia. Aver portato una ventata di allegria a tutti i bimbi (ma anche a tutti i grandi ho saputo) è stata l’ennesima dimostrazione di come il volontariato sia una forza trainante della nostra società e di come questi ragazzi ci mettano l’anima per il loro territorio. Come ho più volte detto qui, in ogni emergenza ed in questa in particolar modo, dalle nostre associazioni abbiamo sempre avuto una grandissima ed incondizionata collaborazione, ognuna per le proprie specificità e possibilità. E’ questo che fa di noi una comunità ed è questo uno dei valori che non dobbiamo dimenticare. Magari, passata questa tempesta, alcuni di voi decideranno di dedicare qualche ora alla settimana in una delle tante associazioni di volontariato Spotornesi! Sarebbe uno dei regali più grandi ed arricchirebbe la comunità ma anche il singolo!Rinnovo quindi a nome di tutta Spotorno un enorme grazie ed i complimenti per la riuscitissima manifestazione! Purtroppo abbiamo finito molto tardi e non siamo riusciti a passare in zona Serra ed in Pineta, ma non temete: stiamo già organizzando!I lavori dei tanti bambini che hanno inviato il loro aereoplanino saranno pubblicati sulla pagina Facebook della Croce Bianca e del Comune di Spotorno. Anche per questa sera siamo alla fine, buona serata ed arrivederci a domani sera!   Attachments: 18 aprile 202095 kB Foto Spotorno1307 kB Foto Bimbo Dance 1410 kB Foto Bimbo Dance 2376 kB

Venerdì, 17 Aprile 202020200417

  Dalla odierna conferenza della Protezione Civile nazionale ricaviamo, come al solito, i dati sull’evoluzione dell’epidemia.Prima di enumerarli vorrei far notare come, polemiche sui numeri a parte, questa modalità di gestione trasparente dell’informazione è stata sempre apprezzata da tutti i giornalisti presenti alla conferenza stampa le cui domande hanno sempre trovato una risposta esauriente - ove possibile. Non è poco, ma, così come abbiamo scelto anche noi, in questa situazione la politica della trasparenza è dovuta in un paese democratico per avere un rapporto sincero e di reciproca fiducia con i cittadini che le Istituzioni devono proteggere ma anche informare. Veniamo quindi ai numeri: sono oggi 355 i nuovi positivi per un totale di 106.962 persone positive al Covid-19 in Italia - dato molto positivo, un drastico rallentamento dell’epidemia. Di questi ultimi, 2.812 sono le persone ricoverate in terapia intensiva (ben 124 in MENO di ieri), 25.786 sono le persone ricoverate con sintomi (ben 1.107 MENO di ieri) mentre sono 78.364 (pari al 73% del totale) le persone in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi. Purtroppo contiamo oggi 575 persone decedute, pari a 22.745 decessi dall’inizio dell’epidemia. Registriamo invece il dato migliore in assoluto sul versante guarigioni, oggi ben 2.563 persone guarite dal coronavirus per un totale di 42.727 persone guarite dall’inizio dell’epidemia.Prosegue perciò, anche con una discreta tendenza positiva, il calo della pressione sulle strutture sanitarie (che corrisponde anche al calo dei ricoveri), sommato all’aumento delle guarigioni giornaliere ed oggi anche della più bassa crescita dei nuovi positivi. Più bassa crescita non vuol dire ancora che l’epidemia è ferma, ma è comunque un insieme di buone notizie che ci rassicurano sulla correttezza dei comportamenti di distanziamento sociale, di permanenza a casa salvo casi eccezionali e di igiene respiratoria e delle mani.In questa fase, e maggiormente nella fase che verrà, vi rinnovo l’invito a prestare la massima attenzione ad indossare (e maneggiare) correttamente la mascherina, ma soprattutto a ricordarvi che la mascherina non vi rende invincibili e NON dovete trascurare le altre norme di distanza dalle persone, di igiene respiratoria e delle mani e la permanenza a casa: sono queste ultime che ci stanno facendo uscire dalla crisi perciò ricordiamocelo! Parte oggi un ulteriore contingente di 99 infermieri del bando della Protezione Civile ‘infermieri per covid’ verso gli ospedali delle regioni più in difficoltà.Durante le domande dei giornalisti il Capo della Protezione Civile Borrelli annuncia che presto partirà anche un bando per operatori socio sanitari che, dopo i medici e gli infermieri intende arruolare anche questa importante parte del personale sanitario per aiutare le strutture in difficoltà. Giunge anche l’annuncio che la conferenza stampa giornaliera che abbiamo seguito da più di un mese non si terrà più tutti i giorni. Giornalmente verranno diffusi i dati numerici (attraverso i canali social del dipartimento di protezione civile e lo stesso sito) mentre le conferenze si terranno il lunedì ed il giovedì alle 18. Il martedì ed il sabato alle 12 si terrà la conferenza del Commissario Arcuri ed il venerdì alle 12 si terrà la conferenza dell’Istituto Superiore di Sanità. L’appuntamento con la conferenza stampa della protezione civile è quindi per lunedì prossimo alle 18. Ospite questa sera il Professor Locatelli presidente del Consiglio Superiore di Sanità che ricorda che domenica sarà la XXIII giornata nazionale della donazione di organi e tessuti, un gesto di estremo altruismo ed importantissimo che salva giornalmente molte vite, ma che non può accadere se non doniamo.Lo slogan di quest’anno richiama molto alcuni slogan usati durante questa emergenza ed è “Io faccio la mia parte, tu puoi fare la tua. Di’ sì alla donazione”Trovate ulteriori informazioni su questa importantissima iniziativa sulla pagina della campagna ‘diamo il meglio di noi’. Noi manterremo invece la cadenza giornaliera di questo nostro appuntamento, senza ovviamente i commenti delle conferenze nelle giornate in cui non si terranno. Veniamo alla situazione Ligure, oggi contiamo 65 nuovi positivi (ahimè quasi tutti in provincia di Savona +47!) per un totale di 4.604 persone attualmente positive al Covid-19 in Liguria. Di questi, sono 2.455 i pazienti a domicilio senza sintomi o con sintomi lievi (80 più di ieri) e 1.002 gli ospedalizzati con sintomi (58 MENO di ieri), di cui 105 in terapia intensiva (2 più di ieri). Purtroppo oggi sono 38 le persone decedute per un totale di 866 decessi. I guariti oggi sono 89 per un totale di 1.863 da inizio epidemia.Nella provincia di Savona ad oggi contiamo 611 persone positive (47 più di ieri), con 161 ricoverati con sintomi (3 più di ieri) e 13 ricoverati in terapia intensiva (1 MENO di ieri). In ultimo sono 822 le persone in sorveglianza attiva a domicilio in quanto potenziali contatti di persone positive (134 più di ieri).Il Presidente Toti chiarisce in conferenza stampa le differenze numeriche tra i dati enunciati dalla regione e quelli riportati dalla Protezione Civile: i dati sono gli stessi, ma quello che cambia è il modo di sommarli: la Protezione Civile indica i "Casi totali", Regione Liguria indica gli "Attualmente positivi". Questo vuol dire che Regione Liguria conteggia solo chi in questo momento è positivo al coronavirus (ospedalizzati + domiciliati + positivi clinicamente guariti = attualmente positivi), escludendo dal computo chi è definitivamente guarito e chi è purtroppo deceduto. La Protezione Civile invece conteggia anche questi ultimi (ospedalizzati + domiciliati + positivi clinicamente guariti + guariti + deceduti = casi totali)Oggi sono stati anche rilasciati alcuni chiarimenti in merito all’applicazione dell’ordinanza regionale n.19 con chiarimenti in merito ad alcune questioni a riguardo dei balneari, nello specifico che il transito sulle passeggiate o sui luoghi pubblici con mezzi e materiali per recarsi nelle loro concessioni NON costituisce interferenza e quindi è possibile transitarvi per recarsi nella propria concessione, ed inoltre chiarisce che i ripascimenti così come le sistemazioni degli arenili devono avvenire all’interno delle singole concessioni e NON in tutto il fronte mare insieme con la partecipazione di più stabilimenti come accade invece di solito (punto 4 dei chiarimenti). Gli spostamenti delle ditte per eseguire i lavori ammessi quindi compresi quelli nelle concessioni demaniali sono perciò consentiti (punto 11). Vi lascio il documento per intero. Anche Regione Liguria si doterà di una task force per studiare e programmare la fase 2. Arriviamo dunque alla nostra Spotorno: oggi terminano la quarantena i due ragazzi rientrati 14 giorni fa dall’India. La situazione a Spotorno è perciò la seguente: 1 persona positiva al corona virus, ricoverata in ospedale ad Albenga - sta bene ed è in via di guarigione - 3 persone in isolamento obbligatorio (probabili contatti di persone positive) 0 persone in isolamento fiduciario (rientri dall’estero) 7 ospiti della RP Siccardi-Berninzoni con esame sierologico positivo: non presentano nessun sintomo e stanno bene. Sono cautelativamente in isolamento all’interno della struttura in un piano apposito e sono stati richiesti e programmati i tamponi di controllo. [Insieme alla direzione sanitaria dell’Opera Pia ed al Consiglio manteniamo alta l’attenzione a scopo cautelare e di massima tutela degli ospiti] Aggiorniamo anche sui servizi forniti dal Comune e dalle associazioni del territorio in questa fase di emergenza: **ComuniChiamo Plus**Cresce ancora il servizio ComuniChiamo con l’aggiunta della consegna farmaci!Il servizio ComuniChiamo, oltre a fornire quotidianamente un contatto umano e informazioni sui servizi attivi, utili per supportare i cittadini durante l'emergenza sanitaria, si arricchisce dell’iniziativa consegna farmaci a domicilio rivolta a persone anziane prive di rete familiare. Sarà sufficiente informare l'operatore di ComuniChiamo di tale richiesta, ovviamente dopo aver consultato il proprio medico di famiglia, e lasciare il proprio nominativo e il codice fiscale. Il ritiro dei medicinali presso la locale farmacia e la successiva consegna avverrà con cadenza bisettimanale, il martedì e il venerdì, in analogia al servizio Spesa a casa.Si ricorda che il servizio ComuniChiamo è attivo sul numero 335.7512231, dal lunedì al venerdì, dalle 09.00 alle 13.00. **Bimbodance**Si ricorda che domani sabato 18 aprile Croce Bianca e AIB Spotorno, con il patrocinio del Comune di Spotorno, organizzano una "bimbodance" itinerante: dalle 15.00 alle 18.00 sentirete la musica in strada e sarà quello l'invito ai bambini ad uscire sul balcone o affacciarsi alla finestra per ballare insieme ai militi delle associazioni. Quando sentirete la musica...scatenatevi! Inoltre invitiamo tutti i bambini a lanciare dalle finestre i propri disegni, facendo tanti aeroplani da dirigere verso i militi. Saranno poi raccolti dai volontari, conservati presso la sede della Croce Bianca ed esposti virtualmente sulle piattaforme social.Il tema del disegno è libero, tuttavia il suggerimento è questo: "La prima cosa che farò appena il virus sarà andato via è..." **Cambio orario dell’Associazione Il Melograno - uniti per Spotorno -**Dal 21 aprile saranno presenti presso la sede il martedì pomeriggio dalle 16,00 alle 18,00 e il venerdì mattina dalle 10,00 alle 12,00 per la consegna di generi alimentari previo appuntamento telefonico, onde evitare file e affollamenti. Per appuntamento e richieste chiamare al numero 349.8146076 attivo tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 9.00 alle 19,00. Per oggi abbiamo terminato, nell’augurarvi buona serata arrivederci a domani!   Attachments: 17 aprile 2020130 kB Locandina Bimbo Dance155 kB Foto Spotorno765 kB

Giovedì, 16 Aprile 202020200416

  Il bilancio odierno dell’andamento dell’epidemia di coronavirus comunicato durante conferenza della Protezione Civile nazionale porge 1.189 nuovi positivi oggi, per un totale di 106.607 persone positive al Covid-19 in Italia. Di questi, proseguendo il buon trend di calo di ricoveri - oggi in particolare con numeri consistenti – 2.936 sono ricoverati in terapia intensiva (143 in MENO di ieri), 26.893 sono ricoverati con sintomi (750 in MENO di ieri!) mentre 76.778 sono le persone positive in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi, pari al 72% del totale. Purtroppo oggi contiamo 525 persone decedute per un totale di 22.170 decessi da inizio epidemia. Segnale molto buono oggi in particolare invece sui guariti (trend positivo già da tempo) che conta 2.072 persone guarite oggi per un totale di 40.146 guariti da inizio epidemia. Sui trasferimenti della centrale remota di soccorso sanitario (la oramai famosa CROSS) di pazienti dalle terapie intensive in difficoltà verso altri ospedali, ed in particolare delle decine di pazienti trasferiti dalle terapie intensive della Lombardia verso gli ospedali della Germania, registriamo oggi il rientro in Italia di uno dei primi pazienti inviato. E' in buone condizioni e dopo una breve riabilitazione potrà tornare a casa. Ospite oggi alla conferenza stampa il Prof. Brusaferro Presidente dell'Istituto Superiore di Sanità. Come sempre quando è presente un rappresentante dell'ISS o del CSS (di solito Brusaferro o Rezza o Locatelli) la conferenza è molto interessante e le domande sono molto mirate. Vi lascio quindi il link per poterla vedere se lo volete.Due spunti sono molto interessanti. Il primo riguarda i test sierologici di cui si è iniziato a parlare poco tempo fa insieme ai tamponi. Non sono test alternativi (uno NON vale l'altro), ma sono complementari ed hanno anche scopi differenti.I test sierologici sono volti a verificare se l'organismo sia venuto in contatto con il virus andando a cercare nel sangue la presenza di anticorpi specifici che il nostro sistema immunitario ha prodotto proprio per rispondere al virus. Se abbiamo questi anticorpi - e quindi il test è positivo - significa che PROBABILMENTE siamo venuti in contatto con il virus. Questi test sono nuovi e non se ne conoscono ancora le reali prestazioni, non se ne conosce il livello di attendibilità quanti 'falsi positivi' (persone che non hanno mai contratto il virus, ma che risultano positive al test) o 'falsi negativi' (persone che hanno contratto il virus, ma che risultano negative) producano.La finalità principale infatti per ora è una indagine di diffusione del virus di tipo generale, in cui cioè i singoli errori (siano essi falsi positivi o negativi) si 'disperdono' nei grandi numeri delle popolazioni sottoposte a test. I singoli risultati a livello personale infatti non sono ancora attendibili e la prassi è che in caso di dubbi (cioè in caso di test sierologico positivi) si proceda con il tampone che è l'unico test in grado di accertare la reale positività al Covid-19.Una stima dell'Istituto Superiore di Sanità ad oggi indica che in alcune regioni circa il 90% della popolazione non sia venuto in contatto con il virus, il che significa che quasi la totalità delle persone sia suscettibile di essere infettata. Il contrario di quello che accade con la famosa immunità di gregge in cui almeno l'80% delle persone sono venute in contatto con il virus ed hanno sviluppato anticorpi (o sono vaccinate). Questo è uno dei motivi per cui in tutte le fasi che seguiranno dovremmo essere sempre molto cauti! Un altro spunto interessante, ma che abbiamo già trattato qui, è l'importanza della prossima campagna di vaccinazione contro l'influenza. Sarà essenziale per evitare che i casi di influenza (ed i relativi sintomi iniziali) si possano confondere con quelli dell'infezione da coronavirus costituendo un ulteriore motivo di preoccupazione o una nuova occasione per rimettere in circolazione il Covid-19. La situazione in Liguria vede oggi 'solo' 19 nuovi positivi per un totale di 4.539 persone positive al Covid-19. Di questi, sono 2.375 i pazienti a domicilio senza sintomi o con sintomi lievi (8 MENO di ieri) e 1.060 gli ospedalizzati con sintomi (19 MENO di ieri), di cui 103 in terapia intensiva (17 MENO di ieri). Purtroppo oggi sono 21 le persone decedute per un totale di 828 decessi. I guariti oggi sono 109 per un totale di 1.774 da inizio epidemia.Nella provincia di Savona sono oggi 564 i positivi al Covid-19 (28 più di ieri), con 158 ricoverati con sintomi (16 più di ieri) e 14 ricoverati in terapia intensiva. In ultimo sono 668 le persone in sorveglianza attiva a domicilio in quanto potenziali contatti di persone positive. Venendo a noi, a Spotorno ad oggi abbiamo la situazione invariata rispetto a ieri e cioè: 1 persona positiva al corona virus, ricoverata in ospedale ad Albenga - sta bene ed è in via di guarigione -3 persone in isolamento obbligatorio (probabili contatti di persone positive)2 persone in isolamento fiduciario (rientri dall'estero) Tutti quanti stanno bene e proseguono la loro quarantena con l’assistenza ed il controllo da parte del Comune. Un bilancio sui controlli dei movimenti di persone e mezzi della Polizia Locale nei dieci giorni scorsi vede 306 persone controllate, con una media di 20 al giorno e punte di 70/80 nelle giornate di Pasqua e pasquetta e numerosi anche i controlli sulle attività commerciali. In questi dieci giorni sono state elevate 8 sanzioni amministrative e 2 denunce all'autorità giudiziaria. E' stato istituito, su numerose segnalazioni, un controllo specifico - in collaborazione anche con i dipendenti - alle Riunite di via Puccini in cui si formava spesso un vero e proprio assembramento di persone fuori in attesa. In particolare ora che l'ordinanza regionale ha permesso la cura degli orti raccomandiamo di evitare assembramenti in coda alla cooperativa per non vederci costretti a prendere seri provvedimenti a tutela di tutti ivi compresa la chiusura della rivendita. Riceviamo oggi aggiornamenti circa le residenze per anziani sul territorio di Spotorno, in merito alle indagini sierologiche avviate nei giorni scorsi.Alla Quiete risultano negativi tutti gli operatori e tutti gli ospiti.All'Opera Pia Siccardi-Berninzoni risultano negativi tutti gli operatori (39 persone) e quasi tutti gli ospiti (52 negativi su 59). I 7 ospiti con sierologia positiva sono stati immediatamente e cautelativamente ospitati in un piano appositamente riservato a questa evenienza, ma stanno bene e non hanno mai presentato alcun tipo di sintomo né prima né in questi 7 giorni trascorsi dal prelievo, inducendo ragionevolmente a propendere per dei falsi positivi. Si sta comunque provvedendo a richiedere dei tamponi per la maggior cautela possibile.In ambedue le strutture sono state da subito attuate misure di contenimento e cautela superiori a quanto imposto dal Ministero e dalla Regione e rappresentano un livello di eccellenza ed attenzione alla vulnerabilità degli ospiti nel contesto delle residenze per anziani della regione in cui lo stesso Toti in conferenza stampa ha confermato il 15% percento di positività tra gli ospiti e circa il 5-8% di positività tra gli operatori delle residenze per anziani della regione. **Potenziamento del servizio ComuniChiamo**Il servizio ComuniChiamo, oltre a fornire quotidianamente un contatto umano e informazioni sui servizi attivi, utili per supportare i cittadini durante l'emergenza sanitaria, offre anche supporto psicologico e psichiatrico, grazie alla disponibilità di professionisti che mettono gratuitamente a disposizione della cittadinanza le loro competenze. Tale supporto è stato promosso dalla Croce Bianca di Spotorno e l'Amministrazione ne ha concesso il patrocinio, inserendolo così nel servizio ComuniChiamo.Si ricorda che il servizio ComuniChiamo è attivo sul numero 335.7512231, dal lunedì al venerdì, dalle 09.00 alle 13.00. **Bando Regione a sostegno alle famiglie per Bonus Emergenza Covid-19**Da ieri 15 aprile è possibile presentare domanda per il Bonus di Regione Liguria “Emergenza Covid-19” per l’ottenimento del rimborso relativo all'acquisto di attrezzature informatiche.La misura consiste in un contributo (bonus) pari a 500€ a copertura parziale della spesa sostenuta per:- attrezzature informatiche e strumenti informatici (PC, tablet, smartphone e relativi accessori) e/o di traffico dati internet e/o installazione fibra per mantenere un contatto a distanza con il personale educativo oppure con gli operatori sociosanitari di riferimento;- servizi di assistenza/educativa domiciliare o assunzione diretta di personale educativo/di assistenza. La domanda dovrà essere redatta esclusivamente on line, accedendo al sistema Bandi on line dal sito internet, oppure dal sito.Le domande potranno essere presentate sino alle ore 24.00 del 30 aprile 2020 e verranno finanziate sino ad esaurimento dei fondi. Infine come alcuni avranno notato, con tutte le cautele del caso, sono ripresi alcuni cantieri e lavorazioni comunali. Il servizio di manutenzione del verde, per il quale è possibile garantire distanziamento sociale e sicurezza degli operatori, è ripartito ieri e si sta lavorando per riprendere in sicurezza lavorazioni che l'ultimo DPCM o l'ordinanza regionale hanno svincolato. Prima di salutarci vi ricordo che il Comune ha istituito un conto corrente in cui potete - se volete e se ne avete la possibilità - aiutarci con una donazione ad aiutare i nostri concittadini che in questo periodo si trovano ad affrontare delle difficoltà. Il conto è:IBAN: IT42 G 05696 10600 000012003X82intestato a COMUNE DI SPOTORNO PROEMERGENZA COVID-19causale DONAZIONE PER FONDO ALIMENTARE Per questa sera abbiamo terminato, vi auguro una buona serata e ci vediamo domani sera!   Attachments: 16 aprile 202095 kB Foto Spotorno3666 kB

Mercoledì, 15 Aprile 202020200415

  Dalla sede operativa della Protezione Civile nazionale, in via Vitorchiano a Roma, come ogni sera vengono forniti i dati sull'andamento dell’epidemia di coronavirus sul territorio nazionale: sono 1.127 i nuovi positivi oggi per un totale di 105.418 persone attualmente positive al Covid-19. Di questi, 3.079 sono ricoverati in terapia intensiva (107 MENO di ieri), 27.643 sono ricoverati con sintomi (368 MENO di ieri) mentre la restante parte - pari al 71% del totale cioè 74.696 persone - sono in isolamento a casa senza sintomi o con sintomi lievi. Prosegue perciò il percorso in calo dei ricoverati (sia in ‘corsia’ che in terapia intensiva) che ha le connotazioni positive che più volte abbiamo evidenziato: il calo della pressione sul sistema sanitario e il rallentamento dell’epidemia dovuto alla bontà delle norme di distanziamento sociale. Purtroppo oggi ci sono 578 deceduti per un totale di 21.645 decessi dall'inizio dell’epidemia. Le persone guarite sono oggi 962 - in lieve flessione rispetto ai giorni scorsi - per un totale di 38.092 persone guarite dall'infezione da Covid-19 dall'inizio dell’epidemia. Domani partiranno altri 71 medici della task force di volontari ‘Medici per covid’ creata dalla Protezione Civile ed andranno negli ospedali di Lombardia, Emilia-Romagna, Liguria e Valle d’Aosta. Ad oggi delle due task-force (‘medici per covid’ ed ‘infermieri per covid’) sono oltre 200 i medici ed altrettanti infermieri impiegati negli ospedali delle regioni maggiormente colpite. Ieri poi sono rientrati i medici del primo turno di 21 giorni al servizio del paese in prima linea insieme ai colleghi: a loro - ed a tutto il sistema sanitario - vanno i nostri ringraziamenti. L’intervento medico-scientifico di oggi in conferenza stampa è affidato al Prof. Ranieri Guerra - uno dei vice direttore generale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e consulente del Ministro della Salute Speranza.Nel suo lungo intervento, guidato anche dalle domande dei giornalisti arriva a dare una descrizione molto dettagliata dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e del suo ruolo in questa epidemia (ed in tutte le altre). Complessivamente molto interessante per cui vi lascio il link per chi fosse interessato a seguirla di persona. Particolarmente degno di nota la parentesi di confronto Cina-Italia stimolata dalla domanda di una giornalista, che ha chiesto: “Wuhan ha riaperto quando contava 0 nuovi positivi e 0 decessi (cioè 76 giorni dopo il lockdown), il che proiettato sulla Lombardia per esempio diventa 25 Maggio. Sarà così anche per noi?”L’argomentazione del Prof. Ranieri Guerra è un po’ lunga e cerco di riassumerla (ma se vi interessa guardatela voi stessi). La riapertura è un processo vitale per la struttura economica del paese, ma si deve basare su un’analisi del rischio molto precisa per evitare che riaperture precoci e poco accorte possano farci ripiombare all’inizio di questa difficile storia. Ed è una analisi complessa, comprende non solo dati sui lavoratori ed il loro stato, ma anche dei luoghi di lavoro, dei sistemi di trasporto per andare e venire da casa, le occasioni di contagio all’esterno del luogo di lavoro. Analisi difficile dunque, ma fattibile (è il lavoro attuale della taskforce per la fase 2 ndr). C’è poi – però - una parte importantissima di responsabilità personale del lavoratore (nel caso del lavoro) o del cittadino in generale che deve evitare di adottare comportamenti a rischio.Questa parte personale non è derogabile a nessuno: sia esso il datore di lavoro, la forza pubblica o l’Autorità. E’ questione di senso civico e di aver compreso l’importanza delle norme di distanziamento sociale. E proprio qui, secondo il prof. Guerra sta la differenza principale con la Cina, sia in termini di comportamenti adeguati delle persone, sia in termini di approccio delle istituzioni - in Cina indubbiamente non vanno per il sottile ed il messaggio arriva chiaro. Quella differenza la facciamo noi, con le nostre azioni, perciò se vogliamo una fase 2 che arrivi il prima possibile e che duri lo stretto necessario dobbiamo metterci ancora impegno. Liguria: la situazione ligure oggi vede ‘solo’ 38 nuovi positivi (dato molto buono) per un totale di 4.520 persone attualmente positive al Covid-19 in Liguria. Di questi, sono 120 le persone ricoverate in terapia intensiva (13 MENO di ieri), 1.070 sono ricoverati in ospedale (21 MENO di ieri) mentre sono 2.383 i pazienti a domicilio senza sintomi o con sintomi lievi. I guariti oggi sono 116 per un totale di 1.665 dall'inizio dell’epidemia in Liguria. Purtroppo sono 14 le persone decedute oggi per un totale di 807 dall'inizio dell’epidemia. In Provincia di Savona la situazione è di 536 persone attualmente positive (11 più di ieri) di cui 14 ricoverati in terapia intensiva (2 MENO di ieri) e 142 sono ricoverate con sintomi (1 più di ieri).Infine sono 830 le persone in isolamento domiciliare in quanto contatti di persone positive. Passiamo direttamente alla situazione locale, oggi particolarmente ricca di novità e servizi che ci avete anche richiesto direttamente. Venendo a Spotorno quindi, per alcuni risulta non chiaro il fatto che dia notizie sulla situazione sanitaria solo quando ci sono novità, lo capisco e me ne scuso.Adotterò allora un bilancio del tutto simile a quello nazionale e regionale da ora in poi.A Spotorno ad oggi abbiamo:1 persona positiva al corona virus, ricoverata in ospedale ad Albenga - sta bene ed è in via di guarigione - (ne abbiamo parlato qui il 21 Marzo, la ricorderete)3 persone in isolamento obbligatorio (probabili contatti di persone positive)2 persone in isolamento fiduciario (rientri dall'estero, se ricordate erano 4 e due ragazzi nel frattempo hanno terminato la quarantena)Tutti quanti stanno bene e proseguono la loro quarantena con l’assistenza ed il controllo da parte del Comune. Venendo alle novità di oggi, a grande richiesta abbiamo ideato il modo di riattivare il servizio di Biblioteca in questa fase di emergenza: **Servizio Biblioteca**Viene attivato il servizio di prestito librario su prenotazione destinato a tutti i cittadini. Soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria la lettura ha la capacità di intrattenere, affascinare, informare ed essere di confronto a tutte le fasce di popolazione, dalla più giovane alla più anziana. Si raccomanda sempre di usufruire del servizio solo se assolutamente necessario contattando il numero di telefono 335.7512233 dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 13.00.Per consultare preventivamente il catalogo della biblioteca civica Camillo Sbarbaro è possibile collegarsi al sito internet. Per ritirare il libro - dopo averlo prenotato al telefono indicato qui sopra - occorre recarsi presso l'ufficio protocollo in Piazza Tassinari 3 nella giornata del martedì successivo alla richiesta (l'orario sarà comunicato dal personale addetto). Per restituire il libro occorre utilizzare la buca esterna dedicata alla restituzione dei libri presso la sede della biblioteca, via Aurelia 119.   **Consegna mascherine per i cittadini di 70 anni e più**Terminata la consegna nei giorni scorsi, alcune persone non sono stare trovate a casa dai volontari delle consegne. Perciò si invita la popolazione con più di 70 anni di età a segnalare al servizio “ComuniChiamo” (335.7512231) il fatto di non aver ricevuto la mascherina consegnata nei giorni scorsi dai militi della Croce Bianca. Il consiglio è anche di suggerire a quelle persone che non hanno ricevuto la mascherina di prendere contatto con il numero 335.7512231 e lasciare il nominativo e l'indirizzo, così, previa verifica nel registro consegne, i volontari della Croce Bianca effettueranno una consegna a domicilio nei prossimi giorni.   **Iniziative per i più giovani** Colora con noi: l’iniziativa "Colora con noi" prevede la consegna dei disegni per il 4 maggio alla luce delle ultime indicazioni del governo sul contenimento del Covid-19. Bimbodance itinerante: Sabato 18 aprile Croce Bianca e AIB Spotorno, con il patrocinio del Comune di Spotorno, organizzano una "bimbodance" itinerante: dalle 15.00 alle 18.00 sentirete la musica in strada e sarà quello l'invito ai bambini ad uscire sul balcone per ballare insieme ai militi delle associazioni. Un invito ovviamente rivolto a tutta la famiglia, per passare in allegria alcuni minuti sulle note spensierate, stando sempre ad opportuna distanza al sicuro ma divertendosi.   **Buoni Spesa**Domani giovedì 16 aprile avverrà la consegna - da parte dei volontari - della seconda tranche dei buoni spesa alle famiglie che ne hanno fatto richiesta e sono risultate idonee. Sono in totale 35 le istanze che sono state accolte per questa seconda fase che si sommano alle 77 della prima fase. Le modalità di consegna e fruizione sono le stesse e saranno spiegate durante la consegna.   **Servizi di Spesa a casa e ComuniChiamo**Proseguono i servizi di Spesa a casa e ComuniChiamo. Quest'ultimo si attesta su circa 15 telefonate giornaliere ‘fisse’ di cittadini per fare quattro chiacchiere ed essere informate su quello che accade, oltre ad una media di 4/6 telefonate ricevute quotidianamente per richiesta informazioni sui servizi. (in collaborazione con la Croce Bianca ed alcuni professionisti volontari di Spotorno e del Golfo dell’Isola il servizio è stato ampliato con supporto psicologico, che si affianca a quello dell’ufficio servizi alla persona e viene attivato su richiesta o su indicazione degli operatori).Sono saliti a 15 gli utenti che usufruiscono del servizio spesa a casa. A tal proposito desideriamo ringraziare quei volontari che ad oggi hanno reso possibile questo importante servizio: Candida, Cristina, Elena, Elisa, Francesca, Giancarlo, Michela, Silvia, Valerio e Nadia. **Pensionamento del Dott. Tassinari**Il pensionamento del Dott. Tassinari avverrà entro fine mese. Stiamo da tempo lavorando con ASL per fornire a tutti i pazienti Spotornesi del dott. Tassinari un medico di famiglia a Spotorno. Nei prossimi giorni avremo il conteggio definitivo delle disponibilità dei 3 medici che già operano a Spotorno e potremo così guidare ed aiutare i numerosi pazienti di Tassinari nella procedura di cambio del medico di famiglia.Per i cittadini che non hanno accesso a internet e sono privi di aiuti o poco pratici in particolare con l’uso delle nuove tecnologie, l'Amministrazione ha istituito una task force per il supporto alla compilazione e all'invio telematico della modulistica inerente il cambio di medico. Il numero da contattare è 019.7415073 dal lunedì al venerdì dalle 09.00 alle 13.00.Si ricorda che la scelta del medico di famiglia è libera e il cittadino potrà inserire i nominativi che più gradisce con diversa priorità. Ciascun cittadino sceglie il proprio medico di famiglia fra coloro che esercitano nell’Asl di residenza e che compaiono negli appositi elenchi dei professionisti titolari di convenzione.Può essere scelto qualunque medico iscritto nell'elenco dei medici di famiglia consultabile al link dell'anagrafe sanitaria regionale.Desideriamo infine rassicurare i cittadini che l'Amministrazione, di concerto con ASL2, sta lavorando per garantire la continuità dell'assistenza primaria sul territorio spotornese.(A questo link il cittadino può trovare informazioni utili sui medici di famiglia e pediatri di libera scelta come, per esempio, orari di studio e indirizzi, disponibilità di posti, procedure per la scelta e revoca. - Desideriamo porre l'attenzione al link "Scelta medico via email", da cui il cittadino può effettuare la scelta e revoca del medico di medicina generale e del pediatra di libera scelta direttamente da casa, senza recarsi allo sportello ASL.) Ed anche per questa sera abbiamo terminato, vi auguro una buona serata ed arrivederci a domani!   Attachments: 15 aprile 2020108 kB Locandina BibliotecaACasa133 kB Locandina Bimbo Dance155 kB

Martedì, 14 Aprile 202020200414

  **NUOVA ORDINANZA SINDACALE ODIERNA e ORDINANZA REGIONALE CHE CORREGGE QUELLA DI IERI** Dalla conferenza stampa della protezione civile ricaviamo i dati odierni sull'epidemia di coronavirus: sono oggi 104.291 le persone attualmente positive al coronavirus, SOLO 675 più di ieri (!!). Di questi 3.186 sono i pazienti ricoverati in terapia intensiva (74 MENO di ieri), 28.011 sono ricoverati con sintomi (12 MENO di ieri) mentre 73.094 (pari al 70% del totale) sono in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi. Purtroppo oggi abbiamo 602 decessi, per un totale di 21.067. Prosegue il buon trend delle guarigioni, con 1.695 guariti oggi per un totale di 37.130.Non bene invece i dati sul senso di responsabilità degli Italiani nei confronti dei divieti per il coronavirus: record di denunciati a Pasquetta per il mancato rispetto delle misure di contenimento. Sono state 16.545 - fonte il Viminale - le persone sanzionate per aver violato i divieti di spostamento, 88 per aver fornito false dichiarazioni e 29 per violazione della quarantena. Sono state 252.148 le persone controllate e 62.391 esercizi commerciali: 146 titolari di attività sono stati denunciati e per 63 è stata disposta la chiusura. Ospite oggi della conferenza il Prof. Antonelli direttore dell’unità di rianimazione e terapia intensiva del Policlinico Gemelli. L’analisi del Prof. Antonelli (a cui poi si aggiungono alcune domande sul tema) osserva come dai dati dei ricoveri in terapia intensiva di differenti regioni italiane si possa ricavare un dato importante sull'infezione da coronavirus che va al di là dei numeri e che in questo periodo di ‘parziali-timide’ riaperture deve essere comunque tenuto presente: la percentuale di sopravvivenza di coloro che necessitano il ricovero in terapia intensiva.Guardando ai dati della Lombardia - la regione più colpita con numeri altissimi - e la regione Lazio ad esempio - una regione con numeri bassi - si può vedere come il tasso di sopravvivenza di coloro che sono ricoverati nelle terapie intensive non cambi, e che quindi non dipenda dal numero di casi nelle regioni.Nelle 4 settimane da oggi, la Lombardia conta ricoverati in terapia intensiva 3.862 pazienti, 1.296 dimessi, 1.240 ancora ricoverati con un tasso di sopravvivenza del 65%.Nello stesso periodo, la regione Lazio conta ricoverati in terapia intensiva 424 pazienti, 106 dimessi e 106 ancora ricoverati con un tasso di sopravvivenza identico del 65%.Questo quindi a prescindere dalla pressione sui diversi sistemi sanitari, ma significa che su 10 pazienti che richiedono la terapia intensiva poco più di 6 sopravvivono. Questo deve far riflettere in un periodo di dati positivi in cui iniziano le prime timide riaperture, perché l’infezione da coronavirus è una cosa seria e se ci comportiamo da sconsiderati in questa fase potremmo anche ritornare ad un mese fa buttando all'aria tutti gli sforzi fatti, rimandando a chissà quando la riapertura e contando ancora molti decessi. Lo dico in particolare perché oggi la situazione in giro per Spotorno non è stata delle migliori. Molti in giro, ma soprattutto molti comportamenti sconsiderati alcuni dei quali - avendoli incrociati personalmente - mi sono anche fermato a redarguire. Persone di una certa età con mascherine indossate male (CON IL NASO FUORI = COME NON AVERLA!) che camminano in passeggiata quasi a braccetto chiacchierando a molto meno di un metro come se fosse un Aprile di un anno qualunque e come se il virus non esistesse. LE MASCHERINE NON VI RENDONO IMMUNI AL VIRUS!!! SE CON IL NASO SOTTO LA MASCHERINA VI SI APPANNANO GLI OCCHIALI, LA MISURA CHE CI SALVA A TUTTI E’ LEVARSI GLI OCCHIALI NON LEVARE IL NASO DA SOTTO LA MASCHERINA LASCIANDOLO SCOPERTO: IL VIRUS ENTRA ED ESCE ANCHE DAL NASO! O anche una famiglia con bambino intenta a giocare a calcio sul prato del parco Monticello. Direi che non ci siamo proprio. Purtroppo all'arrivo della Polizia Locale la famiglia non c’era più, ma ci sono i filmati delle telecamere. L’atteggiamento di mettere a rischio la propria famiglia, gli altri cittadini e tutti gli sforzi che abbiamo fatto non può passare, così come il menefreghismo di fare quello che si vuole in barba alle regole e magari in barba a quelle famiglie con bambini che li guardavano dalla finestra stando in casa come si dovrebbe fare tutti. E’ oggi disponibile on line sul sito "fondidigaranzia" il modulo per la richiesta di accesso al fondo di garanzia per le piccole e medie imprese fino a 25.000€ che il beneficiario dovrà compilare e inviare per mail (anche non certificata) alla banca o al confidi al quale si rivolgerà per richiedere il finanziamento.Per maggiori informazioni: ? https://www.fondidigaranzia.it/normativa-e-modulistica/Qui trovate il modulo ? https://www.fondidigaranzia.it/…/2020/04/Allegato-4-bis.docx In Liguria sono 4.482 i positivi, con 127 nuovi positivi oggi (ieri erano 60). Di questi sono 2.364 i pazienti a domicilio (147 più di ieri) e 1.100 gli ospedalizzati (46 MENO di ieri), di cui 133 in terapia intensiva (5 MENO di ieri). I positivi sono 1.549 di cui 78 odierni. I decessi purtroppo sono oggi 33, per un totale di 793.In provincia di Savona i positivi sono 525, di cui 141 ricoverati con sintomi, 16 ricoverati in terapia intensiva e 368 in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi. Infine abbiamo 838 isolamenti fiduciari (persone in quarantena perché venute a contatto con un positivo). Oggi è stata firmata una ordinanza dal Presidente della regione Liguria che sostituisce quella di ieri specificando meglio alcune cose, ve la allego qui sotto ma in particolare specifica che: La cura degli orti per i contadini NON professionisti può avvenire solo nel comune di residenza o in uno confinante: quindi per gli Spotornesi vanno anche bene gli orti a Bergeggi, Vezzi Portio e Noli. Vado è sì un comune confinante con noi ma dato che l’intento è specificare che non si deve fare troppa strada se avete l’orto a Segno la strada inizia a diventare troppa.  la manutenzione del verde pubblico e privato si intende autorizzata per parchi e giardini (abitazioni private e pubbliche, edifici privati e pubblici - scuole, ospedali, chiese etc-, terreni comunali (parchi ed aree verdi etc), aree verdi di strade e vie di comunicazione o di edifici industriali e commerciali. Ed anche cura di aree verdi come giardini pensili, campi sportivi ed altri parchi. Nei comuni confinanti con quello di residenza è anche autorizzato uscire per il taglio del bosco per legna da ardere o la conduzione di piccoli allevamenti di animali da cortile PURCHE’ SVOLTE CON MODALITÀ TALI DA EVITARE ASSEMBRAMENTI E NEL RISPETTO DELLA DISTANZA DALLE PERSONE. Per quanto riguarda i piccoli lavori di edilizia autorizzati specifichiamo meglio come segue: 1) Attività di edilizia libera art. 6 del D.P.R. 380/2001: tutti gli interventi di manutenzione ordinaria, gli interventi edilizi che riguardano le opere di riparazione, rinnovamento e sostituzione delle finiture degli edifici e quelle necessarie ad integrare o mantenere in efficienza gli impianti tecnologici esistenti.2) Manutenzione straordinaria prevista da C.I.L.A. art. 6bis del D.P.R. 380/2001: interventi di manutenzione straordinaria, le opere e le modifiche necessarie per rinnovare e sostituire parti anche strutturali degli edifici, nonché per realizzare ed integrare i servizi igienico-sanitari e tecnologici, sempre che non alterino la volumetria complessiva degli edifici e non comportino modifiche delle destinazioni di uso. Nell’ambito degli interventi di manutenzione straordinaria sono ricompresi anche quelli consistenti nel frazionamento o accorpamento delle unità immobiliari con esecuzione di opere anche se comportanti la variazione delle superfici delle singole unità immobiliari nonché del carico urbanistico purché non sia modificata la volumetria complessiva degli edifici e si mantenga l’originaria destinazione d’uso. Trovate qui il testo integrale dell’Ordinanza Regionale. Venendo alla nostra Spotorno infine oggi termina l’isolamento obbligatorio una delle tre persone in quarantena, sta bene. Un altro farà domani il secondo tampone di controllo e - se anche quello sarà negativo - terminerà la quarantena. E’ stata aggiornata ed integrata l’Ordinanza Sindacale vigente integrata con alcune IMPORTANTI disposizioni. L’ordinanza n. 50 del 14 Aprile 2020 è valida fino al 3 Maggio e ordina: Mascherine: ogniqualvolta si acceda agli esercizi commerciali, uffici pubblici, uffici postali, banche o in altro luogo posto al chiuso ed aperto al pubblico, l’accesso è consentito solo indossando mascherine o qualora non sia stato possibile reperirle, qualunque altro indumento a copertura di naso e bocca, quali sciarpe e foulard e simili. Mentre si attende in coda il proprio turno all’esterno delle sopra dette attività, dovrà essere rispettata la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro. In occasione delle giornate festive e prefestive è interdetto l'accesso presso le seguenti aree pubbliche: lungomare in località Merello, nel tratto compreso tra il Punta Est ed il confine con il Comune di Bergeggi - giardini ubicati in fregio alla passeggiata a mare - arenili (eccetto i titolari di concessioni od i loro dipendenti limitatamente all'esercizio delle attività di allestimento degli stabilimenti balneari e dei piccoli chioschi già autorizzati, di ripascimento e sistemazione delle spiagge con mezzi meccanici, purché le attività avvengano all'interno della concessione demaniale marittima, senza interferire con spazi pubblici). La chiusura di: dei parchi giochi e dei parchi comunali, fatta eccezione delle aree cani per i soli residenti/dimoranti della zona - del cimitero - del campetto sportivo sito nel parco Monticello - del Centro Ricreativo Sociale - vico S. Caterina n. 6 (misure già vigenti). La sospensione dell'attività di commercio su area pubblica, comunque intesa, incluso il mercato settimanale (misura già vigente). L’esercizio di attività motoria, ammessa solo in caso di estrema necessità, deve essere espletata nel più breve tempo possibile, e resta limitata esclusivamente alla zona di residenza o domicilio, da intendersi come area posta nelle immediate vicinanze del luogo di abituale dimora, ovvero entro un raggio di 100 mt. (misura già vigente). L’assolvimento delle primarie esigenze di vita – lavoro, spesa, cure mediche, acquisto farmaci, etc. - seguirà la via più breve per il raggiungimento del luogo di destinazione e per il tempo strettamente necessario; ove possibile sono da preferire le consegne a domicilio (misura già vigente). In ogni caso le attività ammesse potranno svolgersi mantenendo la distanza interpersonale di almeno un metro, evitando sempre che ne possa derivare un fattore di assembramento (misura già vigente). Come richiesto da Regione Liguria, è vietato l’abbruciamento di residui vegetali agricoli e forestali, anche in assenza di decreto di proclamazione dello stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi. Trovate il testo completo qui. Si è conclusa nella mattina di oggi la consegna dei 16 dispositivi alle famiglie che ne hanno fatto richiesta per didattica/apprendimento a distanza. L'operazione si è svolta regolarmente grazie alla preziosa collaborazione di AIB Spotorno - che ringraziamo - con le indicazioni della dirigenza dell'Istituto Comprensivo di Spotorno. Come richiesto da molti di voi, è in fase di definizione il servizio di prestito libri del catalogo della biblioteca civica Camillo Sbarbaro di Spotorno. In linea generale sarà quindi possibile richiedere il prestito libri attraverso un contatto telefonico oppure via mail. E' intanto possibile consultare il catalogo della biblioteca per verificare se il libro cercato è presente nel database oppure se fosse già in prestito. Il servizio avrà una cadenza settimanale: sarà possibile ritirare i libri - all'interno di una busta sigillata - presso lo sportello polifunzionale di Piazza Tassinari il martedì e sarà possibile consegnare i libri presso la cassetta storicamente già presente dalla Biblioteca in via Aurelia 119 in qualunque giorno della settimana. E' in arrivo una sorpresa musicale per i bambini Spotornesi in questo fine settimana: Croce Bianca e AIB Spotorno sono in fase di ultimazione di una simpatica iniziativa rivolta ai più piccoli - e magari non solo - che vedrà i bambini protagonisti direttamente dal balcone di casa. Domani seguiranno informazioni dettagliate: stay tuned ;) In ultimo, esattamente un anno fa ci recavamo a firmare il trattato di amicizia con gli Amici del Comune di Medolla. Proprio questa sera ho sentito l’Amico Alberto Calciolari nuovo Sindaco di Medolla - e ci siamo un po’ confidati come si fa tra amici nei periodi difficili. Ho sentito vivissimo il sentimento che lega Spotorno e Medolla e ci siamo ripromessi di vederci non appena questa fase di crisi lo permetterà, per adesso ci siamo salutati con un abbraccio ed un in bocca al lupo reciproco. Speriamo di rivederci presto! Con l’occasione saluto anche l’amico Filippo Molinari ex Sindaco (ma un Sindaco è per sempre, soprattutto con quello che hanno passato loro!). Anche per questa sera abbiamo terminato, vi auguro una buona serata ed arrivederci a domani! Attachments: 14 aprile 2020161 kB Foto Spotorno4591 kB Foto 2392 kB Foto 1307 kB

Lunedì, 13 Aprile 202020200413

  *DECRETO DI REGIONE LIGURIA N 18/2020 PARZIALE RIAPERTURA DI ALCUNE ATTIVITA’ SUL TERRITORIO LIGURE* Come oramai facciamo da 50 giorni (!!) dalla conferenza della Protezione Civile nazionale ricaviamo i numeri odierni dell’epidemia da coronavirus in Italia: sono oggi 1.363 i nuovi positivi (600 in MENO di ieri) per un totale di 103.616 persone attualmente positive al Covid-19. Di questi 3.260 sono ricoverati in terapia intensiva (83 in MENO di ieri), 28.023 persone sono ricoverate con sintomi (176 in più di ieri), mentre 72.333 (pari al 70% del totale) sono i positivi al Covid-19 in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi. Purtroppo oggi contiamo 566 persone decedute con il coronavirus per un totale di 20.465 persone decedute dall’inizio dell’epidemia. Continua il buon ritmo di crescita dei guariti, 1.224 oggi per un totale di 35.424 persone guarite dall’infezione da coronavirus. Salgono a 159.516 i casi totali di coronavirus, cifra che rappresenta tutti coloro che hanno o hanno avuto il Covid-19 in Italia (compresi quindi anche i deceduti ed i guariti). Sono giunti oggi a Torino altri 38 medici e infermieri della Brigada Henry Reeve, che il ministero della Salute di Cuba ha destinato al Piemonte per l'emergenza coronavirus. Verranno impiegati presso la nuova area sanitaria temporanea delle Ogr di Torino, il cui allestimento è in fase di ultimazione. Il volo è stato organizzato in collaborazione con la Regione Piemonte, con il sostegno della fondazione Specchio dei tempi onlus e Lavazza. A bordo epidemiologi, anestesisti, rianimatori, medici di medicina generale e infermieri specializzati in terapia intensiva. Personale di estrema competenza, appartenente alla stessa 'Brigada' già operante in Lombardia e specializzata in interventi di emergenza. Una tiepida ma positiva apertura arriva oggi dal sottosegretario del Ministero del Turismo (Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo) Bonaccorsi che dichiara in diretta radio: "Andremo al mare questa estate. Stiamo lavorando per far sì che possa essere così". Lorenza Bonaccorsi, a Rainews. "Ci stiamo lavorando dal punto di vista degli atti amministrativi necessari per gli stabilimenti, immaginando una serie di normative prese con il comitato tecnico scientifico, che contemplano l'ipotesi di un distanziamento". Il sottosegretario Bonaccorsi ha quindi spiegato che sono allo studio misure per consentire lo sviluppo di un "turismo di prossimità" che favorisca i borghi rispetto alle aree più affollate. Il sottosegretario ha parlato anche di una "fase tre", sulla quale "cominciamo però da subito a lavorare", per il "riposizionamento strategico dal punto di vista del marketing e della comunicazione del nostro paese, che è sempre ai primi posti per il binomio gastronomia e cultura". In questo campo si immagina che la parte tecnico-progettuale sia molto importante perciò come Amministrazione Comunale metteremo in campo tutte le competenze tecniche di cui disponiamo per poter partire rapidamente - quando ce ne sarà la possibilità - ed in maniera precisa e sicura per tutti. Venendo in Liguria invece sono 4.355 le persone attualmente positive in Liguria e ‘solo’ 60 in più rispetto a ieri. Di questi sono 2.217 i pazienti a domicilio (62 più di ieri) e 1.146 i ricoverati in ospedale (30 meno di ieri), di cui 138 in terapia intensiva (6 MENO di ieri). Sono oggi 1.471 i guariti, 42 più di ieri e purtroppo sono 760 i decessi totali, di cui 11 nella data odierna. A Savona sono 148 i ricoverati con sintomi e 19 ricoverati in terapia intensiva.Stabili i positivi in provincia: 630 come ieri, mentre sono 620 (37 MENO di ieri) le persone in sorveglianza attiva. Il Presidente Toti in conferenza stampa preannuncia una ordinanza regionale che, sulla scorta del DPCM concede alcune ulteriori attività:(allego in fondo - valida da questa notte a mezzanotte) • attività manutenzione straordinaria ed allestimento degli stabilimenti balneari;• opere minori di cui al DPR 380/2001 (edilizia libera sia privata e pubblica - piccole opere edilizie per le quali è sufficiente la CILA);• attività di manutenzione del verde e attività dei giardinieri (giardinaggio cioè coloro che curano il verde sia pubblico che privato od anche orti e frutteti condotti a titolo di hobby). Vi allego in fondo l’ordinanza completa per la consultazione ma non posso fare a meno, a proposito di queste concessioni di Regione Liguria di: RACCOMANDARVI DI NON DIMENTICARE CHE SIAMO ANCORA IN FASE DI CIRCOLAZIONE DEL VIRUS, E DOBBIAMO STARE IN CASA. C’E’ IL SERIO E REALE RISCHIO CHE I CONTAGI TORNINO A CRESCERE E CHE SI BUTTINO VIA TUTTI GLI SFORZI CHE ABBIAMO FATTO FINO AD ORA. E nella nostra Spotorno ancora ‘nessuna nuova, buona nuova’ dal punto di vista sanitario.Domani i volontari di AIB consegneranno 16 tablet dati dall’Istituto Comprensivo in comodato gratuito alle famiglie che ne hanno fatto richiesta per poter partecipare alla didattica/apprendimento a distanza.Proseguono le attività di aiuto alla popolazione messe in campo dal Comune di Spotorno: il servizio spesa a casa questa settimana effettuerà la spesa mercoledì e vi ricordiamo che il numero da chiamare è 335-7512236. E’ un servizio gratuito rivolto ai cittadini che non hanno contatti (parenti o conoscenti) che gli possano portare la spesa a casa. Attualmente sono 13 le persone che usufruiscono del servizio, spargete la voce a chi ne può avere bisogno in modo da aiutare a rimanere in casa più persone possibile in particolare gli anziani. Sono state affisse nei giorni scorsi le locandine dei servizi per l’emergenza Covid-19 . Stiamo valutando, alla luce del DPCM e dell’ordinanza di Regione Liguria, di modificare l’ordinanza sindacale vigente per prevedere l’utilizzo di mascherine in alcune particolari situazioni come i locali commerciali chiusi. Domani comunicheremo gli esiti delle valutazioni e quindi saprete se rimarrà vigente l’attuale ordinanza o ne emetteremo una nuova.Domani inoltre vi aggiorneremo sull’andamento ed i risultati dei controlli sugli spostamenti e sull’iter della seconda edizione dei buoni spesa. Allego la nuova ordinanza di Regione Liguria ed una utile infografica sulle nuove aperture del DPCM del Governo. Prima di salutarci vi ricordo che il Comune ha istituito un conto corrente in cui potete - se volete e se ne avete la possibilità - aiutarci con una donazione ad aiutare i nostri concittadini che in questo periodo si trovano ad affrontare delle difficoltà. Il conto è:IBAN: IT42 G 05696 10600 000012003X82intestato a COMUNE DI SPOTORNO PROEMERGENZA COVID-19causale DONAZIONE PER FONDO ALIMENTARE Per questa sera abbiamo terminato, vi auguro una buona serata e ci vediamo domani sera!   Attachments: 13 aprile 202096 kB Decreto 18/20203708 kB

Domenica, 12 Aprile 202020200412

  Conferenza stampa abbastanza veloce per l’edizione Pasquale, in cui il Capo della Protezione Civile Borrelli riporta i numeri dell’epidemia: sono oggi 1.984 i nuovi positivi al coronavirus, per un totale di 102.253 persone attualmente positive al Covid-19. Di questi, 3.343 sono ricoverati in terapia intensiva (38 in MENO di ieri), 27.847 sono ricoverati con sintomi (297 in MENO di ieri) mentre 71.063 (pari al 69% del totale) sono in isolamento domiciliare (a casa) senza sintomi o con sintomi lievi. Oggi purtroppo contiamo 431 persone decedute per un totale di 19.899 decessi.Sono invece 1.677 le persone guarite dal coronavirus oggi, per un totale di 34.211 persone guarite dall’inizio dell’epidemia. Salgono a 156.363 i casi totali di coronavirus, cifra che rappresenta tutti coloro che hanno o hanno avuto il Covid-19 in Italia (compresi quindi anche i deceduti ed i guariti). Il Capo della Protezione Civile Borrelli informa che ha firmato un provvedimento per la gestione delle emergenze migranti in questo momento di epidemia, per l’assistenza e l’osservazione sanitaria di coloro che giungono sul territorio nazionale a seguito di sbarchi autonomi. Dopo la dichiarazione di ‘porto non sicuro’ a causa dell’epidemia questo provvedimento con supporto della Croce Rossa - Ministero Interno e Ministero dei Trasporti, si individueranno navi o aree o strutture sulla terraferma dove garantire la quarantena. Verrà applicato per la prima volta da subito per i 156 migranti che la Alan Kurdi ha soccorso in mare. Non sbarcheranno in un porto italiano, ma verrà individuata - con il supporto della Guardia costiera - una nave sulla quale saranno trasferiti nelle prossime ore per la quarantena ed i controlli della Croce Rossa italiana e delle autorità sanitarie locali. Ospite della conferenza il Prof. Richeldi direttore di Pneumologia al Policlinico Gemelli di Roma e membro del comitato tecnico scientifico. Il professore parla dei dati del contagio che – dice - sono piuttosto chiari nel senso che le tendenze (i trend) si stanno sempre più confermando. Più che i dati sui ‘nuovi positivi’, che possono essere meno affidabili perché fortemente influenzati dal numero di tamponi (più tamponi facciamo più persone positive scoviamo) si sofferma sui dati analizzati dai suoi colleghi nei giorni scorsi, traendone le stesse conseguenze. I dati dei ricoverati che calano da una settimana giorno dopo giorno, cosi come i dati dei ricoveri in terapia intensiva (siamo al nono giorno di seguito di trend in calo) ed anche l’andamento dei decessi nelle ultime due settimane (sempre in calo costante) ci confermano la bontà della strada intrapresa. Il governatore della Regione Piemonte – Cirio - afferma che firmerà tra poco una ordinanza più restrittiva nella sua Regione, in cui quindi non saranno permesse le aperture di librerie, cartolerie e negozi di abbigliamento per l’infanzia permessi invece dal provvedimento governativo.Su una linea di cautela anche il Veneto con il Governatore Zaia che ha dichiarato “La tragedia non è conclusa. Sono molto preoccupato del fatto che qualcuno possa pensare che è già finita. Vorrei restasse agli atti. Domani firmerò la nuova ordinanza, che stiamo scrivendo, perché dobbiamo chiarire alcuni punti giuridici" ha spiegato.Infine ieri si è riunita per la prima volta la task force che ci traghetterà nella fase due di cui fanno parte anche il Dott. Borrelli ed il Commissario Arcuri. Oggi, così come tutti i giorni festivi, nessuna conferenza stampa da Regione Liguria, ma ricaviamo i dati dalla pagina ufficiale. La Liguria vede oggi ‘solo’ 39 nuove persone positive al coronavirus, per un totale di 4.295 persone attualmente positive al coronavirus. Di questi sono 2.155 i pazienti a domicilio senza sintomi o con sintomi lievi (27 in MENO di ieri) e 1.176 sono invece le persone ricoverate in ospedale (27 in più di ieri), di cui 144 sono ricoverate in terapia intensiva (7 in MENO di ieri). Sono 103 le persone guarite oggi per un totale di 1.412 persone guarite dall’inizio dell’epidemia. Purtroppo oggi contiamo anche 15 persone decedute per un totale di 749 decessi totali.In Provincia di Savona i positivi sono oggi 630. E’ l’unica provincia ligure dove i positivi salgono ancora, seppur di poco (ieri infatti erano 614 e venerdì 532). In provincia sono 159 (1 in più di ieri) le persone ricoverate con sintomi e 23 (stabile) i ricoverati in terapia intensiva. Infine abbiamo 657 persone in sorveglianza attiva domiciliare senza sintomi. Infine giungiamo a Spotorno senza nessuna novità rispetto alla situazione sanitaria per questa giornata di Pasqua.Continuano i controlli della Polizia Locale e dei Carabinieri con l’aiuto del personale di AIB e della Croce Bianca.Una ultima nota sulle mascherine, riguardo alla consegna del Comune (e cioè le mascherine consegnate in busta da lettere ai cittadini di 70 anni e più). La consegna fatta dai ragazzi della Croce Bianca e di AIB a mano è terminata ieri. Circa un centinaio su oltre 700 non sono state consegnate perché le persone non erano in casa al momento. Alcune sono state consegnate oggi (e ringrazio i volontari!!) mentre per le altre da martedì ci organizzeremo per portare a termine la consegna. Le mascherine della Protezione Civile Regionale invece, consegnate da Poste Italiane nelle cassette delle lettere e contenute in buste di plastica, non sono arrivate ancora a tutti. Non so come si siano organizzate le poste, ma attendiamo ancora fino a martedì per valutare la situazione. Anche per questa sera è tutto, e nell’augurarvi che anche questa Pasqua molto particolare sia comunque trascorsa bene e serenamente, vi ricordo che il Comune ha istituito un conto corrente in cui potete - se volete e se ne avete la possibilità - aiutarci con una donazione ad aiutare i nostri concittadini che in questo periodo si trovano ad affrontare delle difficoltà. Il conto è:IBAN: IT42 G 05696 10600 000012003X82intestato a COMUNE DI SPOTORNO PROEMERGENZA COVID-19causale DONAZIONE PER FONDO ALIMENTARE BUONA Pasqua, buona serata allora, ed a domani sera. Buona serata!   Attachments: 12 aprile 202083 kB Foto Spotorno 11139 kB Foto Spotorno 2945 kB Locandina donazione103 kB

Sabato, 11 Aprile 202020200411

  Dalla conferenza della Protezione Civile nazionale ricaviamo il bilancio odierno dell’andamento dell’epidemia di coronavirus: sono oggi 1996 i nuovi positivi (leggero aumento ma buon trend) che portano a 100.269 le persone attualmente positive al Covid-19 in Italia.Continua anche il calo della pressione sulle strutture sanitarie, sono oggi 3.381 i pazienti in terapia intensiva (116 in MENO di ieri), sono 28.144 i pazienti ricoverati (98 in MENO di ieri) mentre sono 68.774 (pari al 69% del totale) le persone positive in isolamento senza sintomi o con sintomi lievi.Continua anche il buon trend di crescita dei guariti: sono guarite oggi 2.079 persone portando il totale dei guariti a 32.534. Purtroppo contiamo oggi 619 decessi per un totale di 19.468 persone decedute con il coronavirus dall’inizio dell’epidemia. Infine oggi contiamo 152.271 casi totali (cifra che comprende gli attualmente positivi, i deceduti ed i guariti). Sono partiti oggi 88 infermieri della call ‘infermieri per Covid’ della Protezione Civile i quali sono andati negli ospedali della Lombardia mentre un altro gruppo è appena arrivato nelle Marche e sarà impiegato da domani nelle strutture sanitarie di quella regione. Ospite oggi alla conferenza stampa il Prof. Villani - presidente della Società Italiana di Pediatria e membro del comitato tecnico scientifico.Il prof. Villani da alcuni spunti interessanti legati all’epidemia, ma in particolare al mondo dei bambini.Secondo Villani il vaccino per il sars-cov2 sta procedendo a spron battuto e sarà disponibile in tempi brevi. “Brevi” in relazione al tempo medio di due-tre anni di un normale vaccino.Il professore però vuole richiamare l’attenzione dei genitori al rispetto del percorso vaccinale normale dei bimbi il quale deve procedere, anche in questi periodi di epidemia da coronavirus (anzi a maggior ragione - dice-) senza interruzioni e senza timori.Avvisa anche tutti coloro che devono vaccinarsi quest’autunno per l’influenza su quanto sia importante che lo facciano “mai come quest’autunno sarà importante vaccinarsi”. Anche la continuità delle cure per bimbi con patologie croniche o sintomi che meritano attenzione ospedaliera deve essere (ed è, di fatto) garantita ed i loro percorsi sanitari sono protetti e sicuri, perciò, in accordo con il vostro pediatra, non evitate gli ospedali per timore del coronavirus se ce ne è la necessità. Il sistema sanitario nazionale vanta tra le sue eccellenze proprio il sistema di accompagnamento delle nascite e della cura dei bimbi (a partire dalle strutture di nascita, fino ai pediatri di libera scelta): questo sistema eccellente continua ad esserlo e sono state adottate tutte le cautele del caso per cui rivolgiamoci alle strutture ospedaliere per neonati e bambini senza timori. Chiedendo indicazioni su come stare a casa con i ragazzi il Prof. Villani da un secondo spunto interessante: si è parlato molto in questi tempi di crisi della genitorialità, in realtà in questa emergenza si è scoperto che era una crisi dovuta alla mancanza di tempo. E questo isolamento può essere una grande opportunità: se lo stare insieme sotto molti aspetti può essere un limite ed una sofferenza è anche un’opportunità per valorizzare i rapporti e conoscersi meglio, è bene che i bimbi abbiano la giornata organizzata e scandita come se dovessero andare a scuola. Questa crisi ci ha fatto rivalutare la crisi della genitorialità come in realtà una crisi dovuta prevalentemente alla mancanza di tempo. A questo proposito, se posso permettermi una nota personale, in effetti questi periodi di isolamento mi hanno regalato molto più tempo con mia figlia e la mia compagna di quanto ne avrei mai passato se fossimo stati in ‘tempi normali’, questo tempo lo considero un regalo ed uno stimolo profondo alla riflessione per quando sarà finita questa emergenza. Un ultimo spunto nasce da una domanda sul numero presunto di asintomatici presenti in Italia e su come eventualmente ‘tutelarsi’ da loro. Il Prof. Villani risponde affermando che si, ci potrebbero essere molti asintomatici, ma più che questi (per cui la malattia può decorrere sino alla fine senza sintomi), dobbiamo focalizzarci sulle reali criticità del sistema: i ricoveri, le terapie intensive ed i decessi. Tutte queste tre criticità stanno manifestando segnali molti positivi - stanno calando da una settimana - segno che la strada è quella giusta e dobbiamo continuarla con lo stesso impegno. Aggiungo qui il collegamento al quale potete trovare il testo integrale del nuovo DPCM annunciato ieri in conferenza stampa dal Presidente Conte che proroga le misure al 3 Maggio con qualche piccola apertura di cui abbiamo parlato ieri. In Gazzetta ufficiale trovate anche i codici ATECO delle poche attività che potranno riaprire da martedì. La situazione in Liguria vede oggi ’solo’ 82 nuovi positivi per un totale di 4.256 persone attualmente positive al corona virus in Liguria.Di questi, sono 2.182 i pazienti in isolamento a domicilio senza sintomi o con sintomi lievi (110 più di ieri) e sono 1.149 le persone ospedalizzate (78 in MENO di ieri), di cui 151 in terapia intensiva (stesso numero di ieri). Sono 128 le persone guarite oggi (!) per un totale di 1.309 persone guarite dal coronavirus in Liguria. Purtroppo sono oggi 25 le persone decedute per un totale di 734 decessi.Nella Provincia di Savona sono 158 i pazienti ospedalizzati e 23 quelli in terapia intensiva, mentre sono 614 le persone attualmente positive in provincia. Sono infine 657 le persone in sorveglianza domiciliare (quarantena). Giungiamo infine a Spotorno: nessuna nuova a proposito della nostra situazione che rimane invariata. E’ terminata oggi la consegna delle mascherine da parte di Comune di Spotorno, Croce Bianca ed AIB ai cittadini con 70 o più anni che si integra con quella di Regione Liguria tramite Poste Italiane.Oggi i volontari della Croce Bianca e di AIB hanno consegnato le mascherine nelle seguenti vie. Al Mattino:Via dei Sugheri, Vico Canin, Vico Martegiana, Salita Catone, Via Antica Romana, Via Cicerone, Via Orazio, Piazza Napoleone, Piazza Verne, Via Corsica, Via Francia, Via Nizza, Via Paiolo, Località Nechiazze, Località Beixi, Via Belgio, Via Aosta, Via Piemonte, Viale Europa sud, Vico Nicei, Via Liguria, Via Toscana. Al Pomeriggio:Vai Acqua Novella, Via Maremma, Piazza Rizzo, Via Foce, Via Emilia, Piazza Mulini a Vento, Via Serra, Via Colonia, Via Germania, Via Alassio, Via delle Strette, Via Lombardia, Via Pavia, Piazza Aonzo, Via De Maestri, Via Antico Ospedale, Via Venezia, Piazza Tassinari, Via Aurelia. Ricordo che le mascherine NON devono farci dimenticare le norme di prevenzione ESSENZIALI come mantenere le distanze dalle persone e lavarsi spesso le mani.Oggi ad esempio, in giro con AIB, abbiamo redarguito due signore che chiacchieravano tranquillamente a 30 centimetri di distanza con le mascherine sotto il mento. Quando glielo abbiamo fatto notare si sono scusate dicendo ‘non ci abbiamo fatto caso’. E’ questo il rischio principale di indossare le mascherine: che ci facciano inconsciamente sentire troppo sicuri ed abbandonare le misure REALMENTE EFFICACI come mantenere le distanze, lavarsi le mani, ed USCIRE SOLO SE STRETTAMENTE NECESSARIO. Vi lascio qui sotto un bel video di Regione Liguria che illustra come si usano le mascherine che vi abbiamo distribuito - ricordandovi che quelle mascherine proteggono gli altri da voi e non viceversa perciò mantenete sempre le distanze! Questo pomeriggio ho avuto il piacere di fare servizio con i ragazzi di AIB a presidiare il territorio insieme a loro, alla Polizia Locale ed alla Croce Bianca. A parte alcuni piccoli ed isolati episodi abbiamo constatato un profondo rispetto delle norme di contenimento per cui possiamo dire a quasi tutti ‘Continuiamo così’ mentre ad alcuni (molto pochi) speriamo entri un po’ di sale in zucca anche a mezzo delle sanzioni di Carabinieri e della Polizia Locale se è il caso -anche loro molto attivi e presenti. In una giornata tipo come oggi, prefestiva, sul territorio erano impiegate una/due pattuglie della Polizia Locale (a turno una dal casello ed una sul lungomare - in paese), una pattuglia dei Carabinieri di Spotorno più una seconda a fare posto di blocco sulla maremma da Savona, due mezzi con 4 volontari di AIB ed un mezzo con due volontari di Croce Bianca: a tutti loro va un ringraziamento! Ed infine per la Pasqua, insieme ad un enorme abbraccio a chi ha perso qualcuno, vorremmo augurarvi Buona PasquaAuguri a tutti i nostri cittadini ed i nostri Amici, Auguri ai Sanitari ed ai volontari in prima fila - anzi in trincea - per la nostra salute e la nostra vita,Auguri a tutti i nonni che non possono vedere i nipoti - resistete ancora un po’ pensando a quanto sarà bello rivederli,Auguri a tutte le famiglie ed a tutti i fidanzati separati dalla quarantena, Auguri anche a tutte quelle invece costrette insieme con l’augurio di potersi riscoprire, non è sempre facile, ma nella vita tutto ciò che conta davvero va conquistato e qualunque cosa sia insieme la conquisteremo! AUGURI a tutti dal Vostro Sindaco e dalla Vostra Amministrazione Comunale! Prima di salutarci - ed in particolare in vista della Pasqua - vi ricordo che il Comune ha istituito un conto corrente in cui potete - se volete e se ne avete la possibilità - aiutarci con una donazione ad aiutare i nostri concittadini che in questo periodo si trovano ad affrontare delle difficoltà. Il conto è:IBAN: IT42 G 05696 10600 000012003X82intestato a COMUNE DI SPOTORNO PROEMERGENZA COVID-19causale DONAZIONE PER FONDO ALIMENTARE BUONA Pasqua, buona serata allora, ed a domani sera per l’aggiornamento Pasquale!! Ancora tanti auguri a tutti voi ed ai vostri cari!!   Attachments: 11 aprile 202093 kB Auguri di Buona Pasqua95 kB Foto Spotorno4970 kB Foto AIB3422 kB Foto Spiaggia4752 kB

Venerdì, 10 Aprile 202020200410

  Dalle 15 in attesa della conferenza stampa del Presidente del Consiglio dei Ministri, la conferenza stampa della Protezione Civile nazionale dura pochissimo per non rubare spazio all’eventuale inizio. Nei cinque minuti di durata praticamente vengono dati solo i numeri dell’epidemia che riportiamo:Sono oggi 1396 i nuovi positivi al coronavirus in Italia che portano il totale delle persone attualmente positive a 98273, di questi - ed in linea con il trend in calo della settimana - 3497 sono ricoverati in terapia intensiva, 108 in meno di ieri che significa anche un continuo calo della pressione sulle strutture sanitarie. Sono 28242 invece i ricoverati con sintomi, per i quali registriamo anche qui un calo continuo - 157 in meno rispetto a ieri - mentre sono 66534 (pari al 68% del totale) le persone in isolamento a casa senza sintomi o con sintomi lievi.Purtroppo sono 570 le persone decedute oggi per un totale di 18849 persone decedute.Continua per contro il buon trend di aumento dei guariti, 1985 solo oggi per un totale di 30455. Sono ad oggi infine 147577 i casi totali di Covid-19 in Italia (cifra che comprende gli attualmente positivi, i deceduti ed i guariti).Ospite questa sera il Prof. Roberto Bernabei, Presidente dell’Associazione Italia longeva e membro del comitato tecnico-scientifico che per il poco tempo a disposizione si limita ad un generico ma condivisibile intervento su come dobbiamo capitalizzare questa esperienza per il futuro. Intorno alle 19.30 ha finalmente inizio la conferenza stampa del Presidente del Consiglio dei Ministri Conte, il quale ci comunica che le misure di contenimento sono prorogate sino al 3 maggio sostanzialmente immutate con qualche piccola apertura di attività commerciali/industriali di cui c’è necessità o in cui il rischio è più basso. Porta ad esempio cartolerie, librerie e negozi di articoli per neonati tra quelle di cui c’è necessità e porta ad esempio la silvicoltura (taglialegna, boscaioli etc) per quanto riguarda le attività in cui il rischio è più basso. Bisognerà attendere il testo del decreto per avere l’elenco completo dei codici delle attività che comunque riprenderanno martedì 14 Aprile.Già partito il lavoro per la fase 2 che avrà luogo a partire dal 3 maggio, per gradi e con cautela onde evitare di ripiombare nell’incubo da cui eravamo partiti.Il Presidente Conte aggiunge che qualora vi fossero le condizioni per riaprire qualche attività produttiva ulteriore si provvederà anche prima del 3 Maggio.Segue un intervento in cui chiarisce alcuni punti riguardo alla polemica sul MES di questi giorni (meccanismo europeo di stabilità o anche fondo salva-stati) evidenziando in modo molto chiaro e circostanziato le sue ragioni, per cui vi invito a sentire direttamente le parole del Premier che trovate qui. Venendo in Liguria invece sono 4174 le persone attualmente positive in Liguria e 104 in più rispetto a ieri. Di questi sono 2072 i pazienti a domicilio (78 più di ieri) e 1.227 i ricoverati in ospedale (30 meno di ieri), di cui 151 in terapia intensiva (3 MENO di ieri).Sono oggi 1182 i guariti, 67 più di ieri e purtroppo sono 709 i decessi totali, di cui 27 nella data odierna.A Savona sono 160 i ricoverati con sintomi e 26 ricoverati in terapia intensiva.Arrivate anche a Spotorno in data odierna le mascherine della Protezione Civile Regionale (due a testa in busta trasparente con il logo della protezione civile Ligure) mentre erano in consegna le mascherine donate al Comune di Spotorno e consegnate ai cittadini di 70 anni o più (vi dirò meglio qui poco più sotto).Sono circa 10.000 i test sierologici sul personale sanitario con un tasso di contagi pari a meno del 5%, proseguono anche nelle RSA con circa 6000/7000 test, ma i dati sono solo dei primi 1000 su cui pesano perciò le analisi fatte per priorità sulle strutture liguri che hanno presentato casi di contagio (con tassi dell’8% per gli operatori e del 20% per gli ospiti). Vi segnalo questo gruppo Facebook spontaneo e sempre più numerosi che si chiama ‘SavonaZone’. E’ un gruppo di libero scambio di informazioni per gli esercizi commerciali che consegnano cibo a domicilio. E’ un gruppo molto dinamico ed attivo che quindi consiglio sia alle nostre attività commerciali che consegniamo a domicilio per farsi conoscere sia ai cittadini per trovare risposte ad esigenze del momento. Nella nostra Spotorno invece ancora situazione inalterata per quanto riguarda gli isolamenti fiduciari, come si dice ‘nessuna nuova, buona nuova’.Come molti di noi avranno notato sono arrivate oggi, tramite poste italiane, le mascherine consegnate dalla Protezione Civile Regionale: sono due a testa in una busta di plastica con un biglietto della protezione civile. Contemporaneamente la Croce Bianca di Spotorno insieme ad AIB Spotorno consegnavano le mascherine donate al Comune di Spotorno e destinate da noi alle persone di 70 anni e più, imbustate in busta da lettere bianca con il logo della Croce Bianca e timbro del Comune. Queste ultime mascherine sono state oggi consegnate nelle seguenti vie: Mattina: Via prov. Pineta, Via dei Pini, Via dei Ginepri, Via alla Rocca, Via SS. Annunziata, Vico della Posa, Via Genova, Via Imperia, Via La Spezia, Via Superiore al Castello, Via Verdi, Via Magiarda, Via Cavour, Via Garibaldi, Via XXV Aprile, Via Mazzini, Vico Caracciolo, Vico Manin, Vico Chiuso n 1, Vico Pisacane, Vico Gioia, Vico Capellini, Vico Cairoli, Piazza Foscolo, Via Finale, Via Nervi, Via Sanremo, Via Savona, Vico Santa Caterina. Pomeriggio:Piazza Serrati, Piazza Sbarbaro, Viale Europa nord, Via alla Torre, Salita alla Torre, Via Rapallo, Via dei Sugheri, Via Berninzoni, Via Costantino, Via Vecchie Fornaci, Via Siaggia, Via provinciale Rustia. Domani proseguiremo con le altre vie del paese. Un vivo e sentito ringraziamento va ai volontari della Croce Bianca di Spotorno e di AIB Spotorno per esserci stati a fianco in tutto e per tutto in questa emergenza, per non averci mai fatto pesare l’enorme aiuto che ci danno e soprattutto per non dire mai di no a qualunque nostra richiesta per il bene del paese e dei nostri cittadini e – aggiungo - oltre a tutti gli altri servizi che già fanno. GRAZIE da parte di tutta Spotorno. Ancora qualche piccolo aggiornamento: subito dopo Pasqua, martedì 14 aprile, avrà luogo la distribuzione, alle famiglie che hanno fatto richiesta alla scuola, di tablet in comodato d’uso, per la realizzazione di attività di insegnamento/apprendimento a distanza. Rivolgiamo un doveroso e sentito ringraziamento all'AIB di Spotorno che provvederà alla consegna dei 16 dispositivi. Oggi venerdì 10 aprile si è chiusa la seconda procedura di accoglimento delle richieste dei buoni spesa per emergenza sanitaria Covid-19. Sono 45 le famiglie che hanno fatto richiesta a questa seconda tranche. Nei giorni di martedì e mercoledì della prossima settimana l'ufficio completerà l'istruttoria con le opportune verifiche e giovedì 16 aprile si provvederà alla consegna dei buoni spesa agli aventi diritto. Procede sempre il servizio ComuniChiamo: ogni giorno vengono accolte le telefonate dei cittadini che chiedono informazioni sulla disponibilità degli uffici pubblici o sui servizi attivi del Comune. Inoltre quotidianamente vengono contattati una trentina di cittadini, segnalati dalle associazioni Centro Ricreativo e Melograno - che ringraziamo sempre - per mantenere un contatto umano dell'Istituzione in questo periodo di emergenza sanitaria. Anche il servizio Spesa a casa procede con i suoi 13 cittadini aderenti al servizio: a tal proposito si segnala che - con la festività di lunedì 13 aprile - le richieste per la Spesa a casa verranno accolte martedì 14 aprile e quindi il servizio verrà effettuato mercoledì 15 aprile. Il servizio Spesa a casa si avvale della preziosa collaborazione dei volontari che ringraziamo. E con questo giungiamo alla fine anche per questa sera, come sempre vi ricordo che il Comune ha istituito un conto corrente in cui potete - se volete e se ne avete la possibilità - aiutarci con una donazione ad aiutare i nostri concittadini che in questo periodo si trovano ad affrontare delle difficoltà.Il conto è:IBAN: IT42 G 05696 10600 000012003X82intestato a COMUNE DI SPOTORNO PROEMERGENZA COVID-19causale DONAZIONE PER FONDO ALIMENTARE Aiutateci ad aiutare! A domani, buona serata!   Attachments: 10 aprile 202092 kB Foto AIB Croce133 kB Foto consegna mascherine181 kB

Giovedì, 09 Aprile 202020200409

  I dati odierni dell’epidemia da coronavirus per il territorio nazionale continuano a mostrare la buona tendenza al rallentamento.Sono oggi 1615 i nuovi positivi per un totale di 96877 persone attualmente positive al coronavirus. Di questi 3605 sono ricoverati in terapia intensiva - 88 in meno di ieri-, 28399 sono ricoverati con sintomi - 86 in meno di ieri - mentre la maggior parte - cioè 64877, il 67% del totale - sono in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi.Purtroppo sono 610 le persone decedute oggi, per un totale di 18.279 decessi. Sono 28470 i guariti dall’inizio dell’epidemia ed anche il numero odierno di guariti è in linea con il trend positivo degli ultimi giorni: 1979 persone guarite. I casi totali di coronavirus (contando gli attualmente positivi, i deceduti ed i guariti) sono 143626. Ospite oggi il prof. Locatelli Presidente del Consiglio Superiore della Sanità - già molte volte citato qui - che effettua anch’esso l’analisi sul trend molto positivo di diminuzione dei pazienti delle terapie intensive e dei pazienti ricoverati, ricalcando tutti gli aspetti positivi già citati dal Dott. Borrelli e dai colleghi del comitato tecnico scientifico che si sono avvicendati nelle conferenze stampa dei giorni scorsi: ulteriore conferma del rallentamento dell’epidemia e miglioramento delle condizioni di stress del sistema sanitario condizione essenziale, aggiunge il Prof. Locatelli, per portare il paese nella fase 2 delle riaperture quando sarà il momento.Sempre a proposito della fase 2, ad una specifica domanda dei giornalisti sul fatto se lui ritenga corretto proporre al governo riaperture differenziate per Regione per classi di lavori più o meno esposti il Prof. Locatelli risponde con un sostanziale no alle aperture differenziare per Regione perché, se è vero che nelle regioni in cui vi sono più positivi c’è un maggior rischio di contagio, è anche vero che nelle regioni in cui vi sono stati pochi casi (o nessun caso) avremo anche una larga parte della popolazione che non sarà mai stata esposta al virus e quindi potenzialmente suscettibile di infettarsi. La sua personale opinione è perciò di non procedere ad aperture differenziate per Regione, ma piuttosto di riaprire per gradi successivi in base alle classi di lavori più o meno a rischio - la cui valutazione si basa sulla possibilità di distanziamento sociale, sull’ambiente di lavoro etc indicando nei boscaioli la tipologia di lavoratori meno esposti al rischio nel suo esempio. In attesa degli esiti degli accordi dell’Eurogruppo sulla possibilità di fare debito per poter aiutare le economie, riserviamo ulteriori considerazioni quando ci saranno dati certi. Ad oggi però il ‘Decreto Liquidità’ è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale e questa mattina l'ABI ha inviato agli Istituti di Credito una circolare che potete trovare qui con cui si chiarisce la possibilità di avviare l'istruttoria per le domande di imprese e professionisti. Il tutto in attesa del via libera dell'Unione Europea al fine dell'erogazione del finanziamento. Chi è interessato può quindi chiedere fin da oggi alla propria Banca di avviare l'istruttoria della domanda.[il decreto in questione prevede l'erogazione di un "mini prestito" con garanzia 100% statale fino ad Euro 25.000 in favore di microimprese e partite IVA anche individuali. Il finanziamento viene erogato dall'Istituto Bancario in cui le aziende hanno il conto corrente, senza valutazione sul merito bancario, con un tasso d'interesse che attualmente è stimabile tra l'1,2% e l'1,9% ed è rimborsabile (nella versione attuale del decreto) in 6 anni (ma potrebbe arrivare a 10) con possibilità di iniziare il pagamento dopo 2 anni.] La situazione in Liguria vede oggi un piccolo incremento dei positivi - ‘solo 59’ (e ieri erano ‘solo’ 88 quindi buon dato) per un totale di 4070 persone attualmente positive al coronavirus in Liguria. Di questi sono 1.994 i pazienti a domicilio (13 più di ieri) e 1.257 gli ospedalizzati (5 in meno di ieri), di cui 154 in terapia intensiva (1 in più). Sono 1085 le persone guarite in totale, 78 solo oggi. Purtroppo oggi ci sono 28 decessi per un totale di 682 persone decedute a causa del coronavirus.A Savona sono 509 i casi totali, sei in meno di ieri. Venendo a noi Spotornesi, non ci sono novità in merito alle situazioni sanitarie, se non la buona notizia del termine dell’isolamento obbligatorio per una delle tre persone che avevamo in quarantena per essere venuti a contatto con una persona positiva. Oggi - molti di voi se ne saranno accorti vedendo il denso fumo nero che si è alzato in cielo verso mezzogiorno - c’è stato un incendio nella contrada di Prelo in uno dei terreni lungo il rio Crovetto. L’incendio ha distrutto alcune baracche presenti in questo orto ma fortunatamente nessuno si è fatto male e la nostra AIB Spotorno ed i Vigili del Fuoco di Savona sono riusciti a fermare l’incendio in tempo ed a limitarlo solo alle baracche. Sul posto due squadre di volontari di AIB Spotorno, la squadra 11 ed una autobotte della caserma centrale di Savona con il loro funzionario, una ambulanza della Croce Bianca di Spotorno, i militari della Caserma dei Carabinieri di Spotorno e la Polizia Locale di Spotorno-Noli. Vi illustro due importanti iniziative di solidarietà per i pazienti dell'ospedale San Paolo. Il Centro Sociale Ricreativo Spotornese ha oggi già provveduto a recapitare, tramite i canali ufficiali, due scatoloni colmi di materiale a favore dei ricoverati raccolti nei giorni scorsi, mentre si profila al via una ulteriore edizione di questa iniziativa di solidarietà a cura dell’Associazione Nazionale Alpini, sezione di Spotorno a favore delle persone ricoverate per la patologia Covid-19 presso l'ospedale S. Paolo di Savona.Sono necessari beni di prima necessità per i pazienti ricoverati che non possono ricevere il necessario da parte della famiglia. È un'occasione per aiutare, ognuno di noi come può, chi è in difficoltà a superare questo periodo storico tragico. La raccolta sarà effettuata presso i supermercati di Spotorno.In linea di massima il materiale richiesto è costituito da pigiami, biancheria intima, fazzoletti di carta, spazzolino e dentifricio, sapone in dispenser, assorbenti, ciabatte, carta igienica, pettine, spazzola, tovaglioli di carta, penne BIC, libri e riviste, rasoi monouso, panni assorbenti tipo scottex, integratori idrosalini e tutto ciò che ritenete possa essere necessario a una persona ricoverata. Oggi si è tenuta un'altra riunione in videoconferenza con le associazioni di categoria ed i rappresentanti del CLT in quello che è diventato il tavolo permanente di supporto alle imprese turistiche. Si è condivisa la preoccupazione per come gestire una ripartenza che non solo si sposta nel tempo e si profila non prima di giugno ma che anche dopo ci obbligherà ad una convivenza con l'emergenza virus ed a cambiare comportamenti, strutture ed organizzazioni.Agli aiuti alle famiglie con il bonus spesa già in corso di erogazione e la dilazione di scadenze, per le imprese del settore turistico - essenziali per il futuro del nostro Comune - abbiamo messo in campo degli aiuti immediati alle imprese con un contributo a fondo perduto per i costi correnti e la predisposizione di un bando per contributi a fondo perduto per sostenere gli investimenti necessari alla ripresa o all'adeguamento delle strutture.In fase di revisione (profonda a causa della crisi) del bilancio comunale 2020 abbiamo già garantito che verranno ricalcolate le tariffe TARI per rapportarle al servizio effettivamente svolto ed inoltre ci faremo carico della prima rata della TARI per le imprese del settore turistico e del tessuto economico di Spotorno con un contributo o una riduzione in corso di definizione per una spesa prevista di circa 150.000 euro sufficiente a coprire un terzo della TARI annuale.Stiamo anche lavorando per destinare un importo almeno analogo per il bando per il supporto degli investimenti.In attesa di ulteriori interventi del Governo, il tavolo permanente di supporto alle imprese turistico-commerciale tra Amministrazione Comunale ed Associazioni di categoria continuerà a lavorare e l’Amministrazione Comunale - ora nella fase di revisione del bilancio - studierà con loro altre modalità di aiuto ad un settore essenziale per la nostra Spotorno e per tutti i cittadini. Oggi la Croce Bianca ha imbustato 700 mascherine (500 donate al Comune di Spotorno e 200 donate dalla Croce Bianca stessa), che saranno distribuite ai cittadini di età uguale o superiore a 70 anni - in attesa della consegna a tutti delle mascherine della Protezione Civile di Regionale.I militi della Croce Bianca ed i volontari ve le metteranno direttamente nella cassetta delle lettere. Ogni sera vi darò notizia di quali vie avremo fatto.Quindi se avete 70 anni o più da domani vi consegneremo la mascherina nella busta delle lettere! Per tutti gli altri cittadini ci vuole qualche giorno in più di pazienza.Nel mentre proseguono i controlli sui movimenti di persone sia da fuori Spotorno che in paese, e come avrete visto anche AIB Spotorno sta lavorando con noi per moltiplicare gli occhi con cui vigiliamo sulla nostra sicurezza (così come la Croce Bianca di Spotorno che ci aiuterà nei prossimi giorni). Noi vigiliamo ma VOI RESTATE A CASA!!!! In chiusura vi ricordo nuovamente il conto corrente aperto dal Comune di Spotorno per aiutare gli Spotornesi che in questo periodo affrontano delle difficoltà: un aiuto anche piccolo da parte di chi sta meglio ci permetterà di affrontare questa emergenza come una comunità unita senza lasciare nessuno indietro! Grazie…. Anche per questa sera siamo giunti alla fine, a domani e buona serata! Attachments: 09 aprile 202095 kB AIB647 kB Logo Centro Sociale Ricreativo Spotornese191 kB Imbustamento mascherine 1232 kB Imbustamento mascherine 2220 kB

Mercoledì, 08 Aprile 202020200408

  NAZIONALE La situazione nazionale dell'epidemia di coronavirus prosegue con i trend di rallentamento che notiamo da una settimana a questa parte e che ogni giorno di più i dati ci confermano - oggi compreso. Attualmente in Italia le persone attualmente positive al coronavirus sono 95262, 1195 in più di ieri.Degli attualmente positivi, 3693 sono ricoverati in terapia intensiva (99 in meno di ieri), 28485 sono ricoverati con sintomi (233 in meno di ieri) mentre la maggior parte - 63084 - pari al 66% del totale sono a casa in isolamento fiduciario senza sintomi o con sintomi lievi.Un bel dato anche sui guariti, 2099 in più di ieri il dato migliore in assoluto dall'inizio dell'epidemia che porta il totale delle persone guarite dall'infezione da coronavirus a 26491.Il dato totale delle persone che hanno contratto il virus (comprensivo dei guariti, dei deceduti e degli attualmente positivi) è di 139442 persone.Purtroppo oggi contiamo ancora 552 deceduti, per un totale di 17669. Nuovamente notiamo come anche il dato dei ricoveri nelle terapie intensive e dei ricoveri normali sia in continuo calo, quasi 100 persone in meno in terapia intensiva (e quindi anche 100 posti liberi per altri) e 233 ricoveri 'normali' in meno che denota non solo una chiara conseguenza del rallentamento dell'epidemia ma anche che il nostro sistema sanitario è sempre meno sotto pressione. Sul piano degli aiuti internazionali si è messo in moto anche il meccanismo Europeo di Protezione Civile. Oggi infatti sono arrivati grazie a questo meccanismo, 2 team di medici dalla Romania e dalla Norvegia ed un carico disinfettante dall'Austria. Domani partirà invece il terzo contingente di 84 medici italiani volontari che hanno aderito al bando 'medici per covid' e verranno impiegati prevalentemente nelle Regioni più colpite. Gli interventi dell'ospite odierno alla conferenza stampa, il Prof Ranieri Guerra vicedirettore dell'Organizzazione Mondiale della Sanità e membro del comitato tecnico scientifico si concentrano sull'analisi dello stato dell'epidemia e su alcune indicazioni che l'OMS fornirà per la futura fase 2.La prima analisi sullo stato attuale dell'epidemia rispecchia in toto le analisi dei dati che abbiamo fatto fino ad ora - di un marcato rallentamento dell'epidemia. Termina però l'analisi con delle considerazioni che non avrei saputo riassumere meglio pertanto vi ripropongo esattamente le sue parole: "Diciamo che siamo ad un passo dal vedere una prospettiva di vittoria (sull'epidemia ndr). Questo non significa che abbiamo vinto. Assolutamente. E' il contrario, è il momento di serrare le fila perché possiamo arrivarci, sappiamo che queste misure hanno avuto efficacia. Quindi continuare le stesse misure (di isolamento sociale) sappiamo che avrà un’efficacia sempre maggiore. Le persone si devono rendere conto che hanno una responsabilità, non possono delegarla all'Autorità, hanno una responsabilità individuale che è profondamente etica, quindi comprendere l'importanza dello stare in casa e del rimanere isolati è fondamentale per continuare" Sulla futura fase due il prof Ranieri argomenta che al momento è complicato pensare di aprire in quanto si è ancora in una fase di rallentamento dell'epidemia e non abbiamo la misura di quanto il virus sia penetrato all'interno della popolazione (e cioè di quanti siano realmente i contagiati compresi gli asintomatici che continuano a garantire la circolazione del virus - motivo per cui è essenziale stare a casa). I tamponi sempre più numerosi, ma soprattutto le indagini sierologiche che stanno iniziando ci forniranno questi dati importantissimi per studiare un programma di riaperture. Ogni ipotesi di riapertura - per zone geografiche, per classe di lavoro, per classi di età - dovrebbe essere presa in considerazione solo dopo una marcata diminuzione dei contagi che ancora non c'è. Uscire dal lockdown sarà possibile prevedendo una "riapertura a fasi" ma solo se saranno garantiti dei requisiti minimi come, ad esempio, la capacità di identificare con assoluta certezza entro 24-36 ore i futuri eventuali casi sospetti con una presenza pervasiva sul territorio. Bisogna riaprire per fasi: riaprire parzialmente quando ci saranno condizioni minime e poi a distanza di un paio settimane procedere con aperture successive in modo da poter contenere l'eventuale nuovo focolaio epidemico. Queste le indicazioni del rappresentante dell'OMS, ma ricordiamo che la scelta e la decisione sarà assunta ovviamente dal Governo ascoltando questa e tutte le altre voci presenti al tavolo tecnico scientifico. La situazione in Liguria vede oggi 'solo' 88 nuovi positivi che portano il totale a 4011 persone positive al coronavirus ad oggi in Liguria. Di questi 1.981 sono i pazienti a domicilio senza sintomi o con sintomi lievi e 1.262 sono le persone ospedalizzate (16 in più di ieri), di cui 153 sono ricoverati in terapia intensiva (3 in meno di ieri). Sono 55+27 le persone guarite oggi che porta il totale dei guariti dall'inizio dell'epidemia a 768+239. Purtroppo oggi contiamo 34 decessi per un totale di 654 persone decedute.La nostra provincia conta 515 persone positive di cui 165 ospedalizzati, 27 in terapia intensiva. Saranno distribuite gratuitamente a domicilio A PARTIRE DA VENERDI’ (ma non si sa da quali comuni inizieranno) nei Comuni sopra i 2000 abitanti le mascherine che Regione Liguria ha acquistato per tutti i cittadini liguri. Quello tra Regione Liguria e Poste Italiane è il primo accordo di consegna gratuita di mascherine in Italia e garantirà che ogni abitante riceva la sua mascherina direttamente a casa e in sicurezza. A questa prima spedizione, che inizierà venerdì e che si dovrebbe concludere entro la fine di aprile, ne seguirà un'altra tramite la rete delle farmacie e delle edicole del territorio.Nella nostra Spotorno iniziamo anche qui con una buona notizia, è negativo il tampone effettuato sul marito della nostra concittadina che purtroppo è deceduta durante un ricovero per altra patologia giorni fa, e per cui avevano sospettato anche una possibile polmonite. Questo rasserena almeno un poco gli animi. A scopo estremamente precauzionale continuerà comunque il regime di isolamento fino al termine originariamente previsto. E' stata prorogata l’iniziativa denominata COLORA CON NOI proposta dalla Ditta BOXOTTO di Spotorno - con il patrocinio del Comune - che si concluderà il prossimo 13 aprile, salvo nuove proroghe e disposizioni del Governo. Ci stiamo muovendo anche per potenziare la consegna farmaci a domicilio, inserendo un nuovo servizio parallelo al servizio di Spesa a casa. Sarà rivolto alle persone anziane prive di rete familiare e che hanno difficoltà negli spostamenti. La richiesta di tale consegna potrà essere avviata tramite il numero del servizio ComuniChiamo - 335.7512231 - e quindi sarà operativa nelle giornate di martedì e venerdì.Non sarà necessario recarsi dal medico di famiglia per ritirare la ricetta, il medico la farà avere a noi e noi porteremo direttamente i farmaci a casa. Domani firmeremo il patrocinio di un importante servizio che abbiamo iniziato a costruire sin dai primi momenti dell'emergenza. Forniremo infatti, insieme alla Croce Bianca e con il preziosissimo aiuto volontario e gratuito di professionisti, un servizio di consulto psicologico/psichiatrico che andrà ad arricchire il già molto gradito servizio ComuniChiamo. Nuovamente un grazie alla Croce Bianca di Spotorno ed agli psicologi e psichiatri che si sono messi a disposizione gratuitamente per dare una mano in questo momento così difficile. Infine, sul tema mascherine, abbiamo già accennato che da venerdì Regione Liguria inizierà a distribuire tramite Poste Italiane mascherine a tutti i liguri. Non sappiamo però quanto durerà la consegna ne’ da che comuni inizierà la distribuzione regionale (da noi potrebbe cominciare quindi anche dopo venerdì).Ma come accennato ieri, inizieremo noi nell'immediato - con il coordinamento della P.A. Croce Bianca - una prima distribuzione delle 500 mascherine che ci sono state donate iniziando alla popolazione anziana. Ogni mascherina sarà imbustata singolarmente [in busta del Comune di Spotorno]. E' in corso la programmazione della consegna che dovrebbe iniziare venerdì 10 aprile. La consegna avverrà casa per casa grazie alla preziosa collaborazione di Croce Banca e, compatibilmente con gli impegni, anche dalla Protezione Civile. Prima di terminare vorrei ricordarvi del conto corrente aperto dal Comune di Spotorno per aiutare gli Spotornesi che in questo periodo affrontano delle difficoltà: un aiuto anche piccolo da parte di chi sta meglio ci permetterà di affrontare questa emergenza come una comunità unita senza lasciare nessuno indietro! Grazie…. E con questo anche per questa sera siamo arrivati alla fine, arrivederci a domani sera e buona serata!   Attachments: 08 aprile 202089 kB Locandina ComuniChiamo138 kB Locandina donazione103 kB Locandina Spesa a Casa126 kB Foto Spotorno5772 kB

Martedì, 07 Aprile 202020200407

  Esordisco con buone notizie dalla conferenza stampa della Protezione Civile nazionale. I dati, che nella settimana scorsa avevano già evidenziato un rallentamento sempre più evidente, questa sera presentano un calo che sommato al trend dei giorni scorsi fa tirare un po’ il fiato.Aggiungo subito, visto che siamo alle soglie di Pasqua e pasquetta, che dobbiamo proseguire a stare in casa. Proprio ora che i dati ci danno ragione sarebbe estremamente stupido e pericoloso farsi prendere la mano ed abbandonare tutti gli sforzi fatti fino ad ora. Per far ciò tutti i territori - ed anche noi - hanno messo in campo controlli straordinari volti a contrastare un fenomeno che speriamo di non vedere: STIAMO OGNUNO A CASA PROPRIA!Sono ‘solo’ 880 i nuovi positivi di oggi (il dato più basso dal 10 Marzo scorso) per un totale di attualmente positivi di 94067. Sono pochi ma ci sono ancora nuovi positivi ogni giorno, quindi l’epidemia ha rallentato in maniera tangibile ma avanza ancora - non abbassiamo la guardia.Anche i numeri dei ricoveri in terapia intensiva seguono un trend positivo, oggi contiamo -106 persone in terapia intensiva (meno quindi ne sono uscite 106 in più di quante non se siano entrate liberando anche posti) per un totale di 3792 persone in terapia intensiva, 28718 sono le persone ricoverate con sintomi mentre il 65% del totale degli attualmente positivi pari a 61557 sono in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi.Sono 1555 i guariti di oggi (secondo valore di guariti in un giorno dall’inizio dell’epidemia) per un totale di 25392 persone guarite.Purtroppo oggi contiamo ancora 604 decessi, per un totale di 17127 - avevamo già detto che il numero dei decessi ritarda di un po’ sul seguire il trend in calo dei positivi. Ospite oggi il Prof. Trezza direttore del dipartimento malattie infettive dell’Istituto Superiore di Sanità e membro del CTS (Comitato tecnico scientifico).Il Prof. Trezza risponde ad alcune domande sulle mascherine - argomento della settimana - con opinioni del tutto simili a quelle citate qui ieri e l’altro ieri per cui la mascherina si può indossare in luoghi chiusi in cui non è garantito di poter rispettare le distanze, MA si deve prestare la massima attenzione a non trascurare i comportamenti più importanti come la distanza dalle persone e l’igiene delle mani. Indossare la mascherina non ci rende immuni!Un’altra questione posta al Prof. Trezza di interesse è quella sui test sierologici. Consentiranno - chiede il giornalista - a chi ha già avuto il coronavirus, di avere una sorta di libera uscita - o di patentino di immunità?L’affidabilità dei test sierologici non è ancora così alta da poter ragionevolmente escludere esiti di falsi positivi, ma soprattutto non si conoscono ancora due dati importanti: non si sa quanto aver fatto la malattia (e quindi avere gli anticorpi) possa essere protettivo per future infezioni e quanto duri questa (probabile ma non ancora certa) immunità. Quindi in questa prima fase non ci saranno ‘patentini di immunità’, ma le informazioni raccolte con i test sierologici consentiranno di chiarire le questioni sull’immunità e soprattutto di avere dati affidabili sui reali numeri dell’infezione nella popolazione che sicuramente saranno uno dei principali strumenti decisionali per capire come dovremo comportarci nella fase 2 - che ora possiamo ritenere abbastanza prossima. Da maggio in Italia, per la prima volta, saranno prodotte anche mascherine FFP2 e FFP3, quelle più protettive, che saranno distribuite ai sanitari impegnati in prima linea nella battaglia contro il coronavirus. “Con l'AID, Agenzia Industrie Difesa, è stato avviato un progetto di riconversione di un nostro stabilimento che da maggio trasformerà le sue linee produttive per fornire mascherine: 200mila al giorno, sei milioni in un mese” ha dichiarato oggi il Commissario Arcuri.Lo stesso ha però ribadito di non dimenticarci mai, soprattutto ora che iniziamo a vedere finalmente i buoni risultati dei nostri sforzi, che tornare al punto di partenza non è così lontano se trascuriamo i comportamenti di isolamento sociale. Riporto le sue parole: “Nei prossimi giorni in vista della Pasqua non dimenticate mai che - l’epidemia - si è portato via già 17127 vite umane. Torno a supplicarvi, nelle prossime ore non cancellate mai questo numero dalla memoria. Attenti a illusioni ottiche, pericolosi miraggi, non siamo a pochi passi dall'uscita dell'emergenza, da un'ipotetica ora X che ci riporterà alla situazione di prima, nessun liberi tutti per ritornare alle vecchie abitudini". Secondo l’ANSA sarà in due step la 'Fase 2': il primo riguarderebbe piccole aperture per le attività produttive, mentre il secondo interesserebbe una rimodulazione delle misure per spostamenti e uscite. Sarebbe questo l'orientamento emerso nel corso del vertice tra il premier Conte e i tecnici in vista della scadenza delle misure di contenimento il 13 aprile. In ogni caso non sarebbero ancora stare ipotizzate date e la linea ribadita sarebbe quella della "gradualità e prudenza" nelle riaperture. Venendo alla Liguria, sono 151 i nuovi positivi oggi per un totale di 3923 attualmente positivi in Liguria. Di questi sono 1.964 i pazienti a domicilio (152 in più di ieri), 1.246 sono gli ospedalizzati (57 in meno di ieri), di cui 156 in terapia intensiva (6 in meno di ieri).Sono 925 le persone guarite dal coronavirus in Liguria, 88 solo oggi. Purtroppo sono 25 le persone decedute oggi, per un totale di 620. Infine per noi Spotornesi, ancora nessuna novità per il tampone che attendevamo. E’ stato processato insieme a molti altri in un laboratorio piemontese ed i risultati saranno consegnati domani. Purtroppo a causa dell’elevato numero di tamponi a cui si è giunti in questi giorni i laboratori ‘locali’ non bastano più. Sono arrivate oggi le 500 mascherine donateci da una ditta che vuole rimanere anonima, ma che ringraziamo di cuore. Domani e dopo organizziamo la prima distribuzione. Dovrebbero poi arrivare - speriamo entro Pasqua - anche quelle annunciate da Regione Liguria che ci consentiranno insieme alle 500 donateci di poterne distribuire ad ogni cittadino residente. Nei prossimi giorni vi terremo informati su tempi e modalità di consegna delle mascherine.Una buona notizia per le nostre residenze per anziani. Il lavoro fatto dalle Amministrazioni delle nostre due strutture e dal personale sanitario impiegato, spesso anticipando e rendendo più stringenti le procedure di cautela previste dalle autorità sanitarie, ha consentito di proteggere gli ospiti dal coronavirus pur non trascurando la loro serenità. Hanno ovviato al divieto di visite dei parenti organizzando videochiamate a casa ed incrementando - con tutte le cautele del caso - le attività di intrattenimento interne alle strutture per alleviare anche il senso di ansia che questo periodo difficile ha senza dubbio portato anche all’interno delle strutture per anziani. Domani nelle nostre due strutture (Opera Pia Siccardi e La Quiete) verranno fatti i test sierologici su tutti gli ospiti e su tutti gli operatori consentendoci cosi di raggiungere livelli di sicurezza ancora più elevati. In vista del periodo di Pasqua stiamo programmando incrementi dei controlli sui movimenti - sia all’interno del comune sia in particolare sugli arrivi da fuori.Accogliamo con sollievo la notizia che anche gli organi provinciali e le Prefetture hanno programmato controlli straordinari per le provenienze da fuori provincia/regione. Nei controlli in questo periodo ci avvarremo anche della collaborazione delle strutture locali di Protezione Civile in modo da moltiplicare gli occhi sul territorio e poter avere contezza della situazione su tutto il nostro comune. Ho anche scritto a tutti gli amministratori di condominio conscio dell’importanza della loro collaborazione in questo frangente in cui - vale la pena ricordarlo - stiamo tutelando la salute di tutti.La lettera dice così: Agli Amministratori di CondominioOGGETTO: EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA COVID-19. Visto l’approssimarsi delle festività pasquali, considerata la grave emergenza epidemiologica in atto su tutto il paese e le misure di contenimento e di prevenzione del contagio disposte con norme nazionali e regionali, vi invito a comunicare a tutti i condòmini che le norme in vigore vietano ogni spostamento con qualsiasi mezzo verso un comune diverso da quello dove ci si trova, non giustificato da comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza, ovvero da motivi di salute. Non è consentito neanche fare rientro alla propria residenza o domicilio abituale, posto in altro comune rispetto al luogo in cui la persona dimora, se non per ragioni giustificative sopraindicate. E’ vietato a maggior ragione ogni spostamento verso abitazioni diverse da quella principale, comprese le seconde case utilizzate per vacanza. Vi invito quindi a far presente:- ai condòmini che hanno seconde case a Spotorno, che è vietato raggiungerle;- ai condòmini che dimorano abitualmente a Spotorno, che non possono ospitare parenti o altre persone che provengano da altre città, evidenziando loro che, per qualsiasi spostamento non giustificato da comprovate esigenze tassativamente individuate, è prevista la sanzione pecuniaria da euro 400 a euro 3.000 aumentata fino a euro 4.000 in caso di utilizzo di un veicolo per il viaggio.Qualora doveste venire a conoscenza, vi invito a segnalare al Comune di Spotorno l’arrivo di persone nelle seconde case o di persone ospitate da chi vive a Spotorno, mediante comunicazione via mail all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById('cloakf9dc37cb4dc28a7447a9b8f7ec959bcf').innerHTML = ''; var prefix = 'ma' + 'il' + 'to'; var path = 'hr' + 'ef' + '='; var addyf9dc37cb4dc28a7447a9b8f7ec959bcf = 'plspotornonoli' + '@'; addyf9dc37cb4dc28a7447a9b8f7ec959bcf = addyf9dc37cb4dc28a7447a9b8f7ec959bcf + 'comune' + '.' + 'spotorno' + '.' + 'sv' + '.' + 'it'; var addy_textf9dc37cb4dc28a7447a9b8f7ec959bcf = 'plspotornonoli' + '@' + 'comune' + '.' + 'spotorno' + '.' + 'sv' + '.' + 'it';document.getElementById('cloakf9dc37cb4dc28a7447a9b8f7ec959bcf').innerHTML += ''+addy_textf9dc37cb4dc28a7447a9b8f7ec959bcf+''; o tramite PEC all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. document.getElementById('cloakd26b6b2bcf279ff00b8f5ea48d4047f6').innerHTML = ''; var prefix = 'ma' + 'il' + 'to'; var path = 'hr' + 'ef' + '='; var addyd26b6b2bcf279ff00b8f5ea48d4047f6 = 'protocollo' + '@'; addyd26b6b2bcf279ff00b8f5ea48d4047f6 = addyd26b6b2bcf279ff00b8f5ea48d4047f6 + 'pec' + '.' + 'comune' + '.' + 'spotorno' + '.' + 'sv' + '.' + 'it'; var addy_textd26b6b2bcf279ff00b8f5ea48d4047f6 = 'protocollo' + '@' + 'pec' + '.' + 'comune' + '.' + 'spotorno' + '.' + 'sv' + '.' + 'it';document.getElementById('cloakd26b6b2bcf279ff00b8f5ea48d4047f6').innerHTML += ''+addy_textd26b6b2bcf279ff00b8f5ea48d4047f6+''; Vi ringrazio per il prezioso aiuto in un momento così delicato per tutta la Città e certo del vostro contributo per assicurare il rispetto delle regole e la tutela della salute pubblica, porgo i migliori saluti. Aggiungo qui anche i recapiti telefoni della Polizia Locale 019 746875 e 335 7512235 oltre al 112 per i Carabinieri. Si ricorda che da oggi pomeriggio - martedì 7 aprile - è nuovamente aperta la possibilità di accedere ai buoni spesa per quelle famiglie che sono state penalizzate nel reddito dall'emergenza coronavirus. Rispetto alla prima tranche sostanzialmente è stata allargata la griglia di accesso per quanto riguarda la quota di patrimonio mobiliare (liquidità), che viene parametrizzata in quota procapite, distinguendo tra famiglie composte da un singolo individuo oppure due o più persone.Fermo restando che a questa seconda tranche NON potranno accedere le famiglie che sono state accolte nella prima tranche l'istanza, come la volta scorsa, è reperibile sul sito del Comune, oppure in copia cartacea presso la sede della Croce Bianca di Spotorno.In entrambi i casi l’istanza andrà prima debitamente firmata e corredata da una copia del documento di identità in corso di validità del soggetto richiedente.Rimane sempre disponibile il numero di telefono 335.7512236 per ogni informazione e aiuti alla compilazione.La presentazione delle richieste scade venerdì 10 aprile alle ore 13.00.Ringraziamo l’Associazione di Volontariato “Il Melograno – Uniti per Spotorno” partner del Comune di Spotorno in questa operazione di solidarietà per fronteggiare le difficoltà economiche delle famiglie penalizzate nel reddito dall'emergenza coronavirus. Ringraziamo anche AIB Spotorno e la Croce Bianca Spotornese per l’operato che giornalmente vediamo di aiuto ed assistenza alla popolazione, per la collaborazione strettissima con il Comune di Spotorno e per tutte le attività che fanno e che non vediamo. Ringrazio anche i numerosi Spotornesi che ci hanno contattato per dare una mano e che sono stati arruolati per collaborare in tutte le attività di aiuto ed assistenza alla popolazione che abbiamo messo in campo: dalla spesa a casa, a Comunichiamo, alla prossima consegna delle mascherine; non appaiono mai ma la loro attività è encomiabile e lo ringraziamo!! Per questa sera abbiamo terminato, vi auguro una buona serata e arrivederci a domani! Attachments: 07 aprile 202095 kB Foto Spotorno6219 kB
torna all'inizio del contenuto