459669822

 

VERBALI DI ACCERTAMENTO DI VIOLAZIONE

 

email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. [4]

telefono 019746875

Pagamento preavvisi e verbali codice della strada

Come procedere:

  • Il preavviso di violazione del codice della strada, lasciato sul veicolo in assenza del conducente, può essere pagato entro 5 giorni. Trascorso tale termine si avvierà la procedura di notificazione della violazione al proprietario del veicolo. In tal caso la somma da versare, indicata sul preavviso di violazione, sarà aumentata delle spese di procedimento e di notifica.

  • Il verbale di contestazione di violazioni al codice della strada, redatto al momento dell’infrazione e contestato direttamente al trasgressore, può essere pagato entro 60 giorni dalla data della contestazione immediata.

  • Il verbale di violazione al codice della strada, notificato presso la residenza del soggetto responsabile può essere pagato entro il termine di 60 giorni dalla notificazione.

    Trascorsi 60 giorni, decorrenti dalla data di notifica, senza che il verbale sia stato pagato o senza che per lo stesso sia stato presentato il ricorso (vedasi nel seguito), lo stesso diventa titolo esecutivo per la riscossione coattiva di un importo pari al doppio della somma indicata nel verbale stesso, aumentata delle spese.

     

     

     

     

    VIOLAZIONI COMMESSE NEL COMUNE DI SPOTORNO

1)Come pagare il preavviso accertamento infrazione al Codice della Strada :
• mediante versamento sul c/c postale 231175 intestato a Comune di Spotorno Polizia Locale sanzioni 208 servizio tesoreria – entro 5 giorni dalla data dell’accertamento, citando nella causale di versamento numero e data del preavviso e targa del veicolo;
• mediante bonifico su c/c postale IBAN n. IT5O0760110600000000231175 ( il 5° valore è la “O” di Otranto) ;

2) Come pagare il verbale accertamento di violazione al Codice della Strada per violazione articolo 142 (mancato rispetto limiti di velocità):
• mediante versamento sul c/c postale 1034058253 intestato a Comune di Spotorno Polizia Locale sanzioni 142 servizio tesoreria – entro 60 giorni dalla data di notifica del verbale citando nella causale di versamento numero e data del verbale e targa del veicolo;
• mediante bonifico bancario, entro 60 giorni dalla data della notifica, citando nella causale di versamento numero e data del verbale e targa del veicolo, tramite IBAN IT49J0760110600001034058253;

  1. Come pagare il verbale accertamento di violazione al Codice della Strada (diverso da articolo 142).
    mediante versamento sul c/c postale 231175 intestato a Comune di Spotorno Polizia Locale sanzioni 208 servizio tesoreria – entro 60 giorni dalla data di notifica del verbale citando nella causale di versamento numero e data del verbale e targa del veicolo;
    • mediante bonifico su c/c postale IBAN n. IT5O0760110600000000231175 ( il 5° valore è la “O” di Otranto) ;

 

           VIOLAZIONI COMMESSE NEL COMUNE DI NOLI

Il preavviso ed il verbale di accertamento di violazione al codice della strada si pagano:

  • mediante versamento su conto corrente postale n. 10601177 intestato a Comune di Noli Vigili Urbani servizio tesoreria;

  • mediante gli sportelli lottomatica codice ISTAT 009042;

  • mediante bonifico bancario IBAN IT68W0760110600000010601177, indicando nella causale numero di targa e numero di verbale.

RICORSO I TERMINI SOPRAINDICATI IL VERBALE DIVERRA’ TITOLO ESECUTIVO PER LA RISCOSSIONE DI UNA SOMMA PARI ALLA META’ DEL MASSIMO EDITTALE AUMENTATA DELLE SPESE.

 
Nota Bene: a seguito Legge n. 98 del 09.08.2013 di conversione del Decreto Legge n. 69 del 21.06.2013 (noto come Decreto del Fare), le violazioni suindicate pagate entro 5 giorni dalla notifica dell'infrazione, subiranno una riduzione del 30% sull'importo originale. Tale riduzione non è prevista per le violazioni al Codice della Strada che prevedono la sanzione accessoria della sospensione della patente di guida, della confisca del veicolo, o violazioni del Codice della Strada a carattere penale (es. guida in stato di ebbrezza alcolica).

Come pagare il verbale di violazione a regolamenti comunali/ordinanze, altre leggi:
I verbali di violazione di regolamenti comunali, ordinanze sindacali, ecc., devono essere pagati entro sessanta giorni dalla contestazione o notificazione, secondo le modalità di seguito indicate:
mediante versamento sul c/c postale 231175 intestato a Comune di Spotorno Polizia Locale sanzioni 208 servizio tesoreria – entro 60 giorni dalla data di notifica del verbale citando nella causale di versamento numero e data del verbale;
• mediante bonifico su c/c postale IBAN n. IT5O0760110600000000231175 ( il 5° valore è la “O” di Otranto) ;

 

Ricorso verbali codice della strada.

Ricorso al PREFETTO. Come procedere.
Il trasgressore/obbligato in solido, nel termine di 60 giorni dalla contestazione o dalla notificazione del verbale, qualora non sia stato effettuato il pagamento, può proporre ricorso al Prefetto di Savona. Il ricorso, indirizzato al Prefetto, può essere presentato direttamente al Comando di Polizia Locale di Spotorno Noli (attraverso l'ufficio protocollo del Comune anche tramite mail all’indirizzo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.) o può essere inviato tramite raccomandata con ricevuta di ritorno. In quest'ultimo caso, il ricorso può essere inviato indifferentemente al Comando o al Prefetto di Savona.
IL PREFETTO, QUALORA RITENGA FONDATO L’ACCERTAMENTO, EMETTE ORDINANZA MOTIVATA CON LA QUALE INGIUNGE IL PAGAMENTO DI UNA SOMMA DETERMINATA NEL LIMITE NON INFERIORE AL DOPPIO DEL MINIMO EDITTALE, diversamente ne dispone l’archiviazione.
Contro l'ordinanza ingiunzione di pagamento emessa dal Prefetto l'interessato può proporre opposizione al Giudice di Pace di Savona entro 30 giorni dalla data della sua notifica.
Per effettuare il ricorso è possibile utilizzare il modello a fondo pagina.

Ricorso al GIUDICE DI PACE. Come procedere.
Il trasgressore/obbligato in solido, nel termine di 30 giorni dalla contestazione o dalla notificazione del verbale, può proporre opposizione direttamente al Giudice di Pace di Savona. L’opposizione deve essere depositata, a pena di inammissibilità, presso la cancelleria del Giudice, entro il termine sopra indicato.

Qualora entro i predetti termini non sia stato presentato ricorso al Prefetto o al Giudice di Pace e non sia avvenuto il pagamento, il verbale costituirà titolo esecutivo per la riscossione coattiva della somma pari alla metà del massimo della sanzione edittale aumentate delle spese.


AVVERTENZE
• Nel caso in cui il veicolo oggetto della verbalizzazione sia stato venduto in data antecedente alla rilevazione dell’infrazione, è necessario inviare una comunicazione in carta semplice allegando copia dell’atto di vendita.


Ricorso verbali violazione amministrativa. Come procedere.
Il ricorso deve essere presentato all’autorità indicata nel verbale di accertamento di violazione nel termine di 30 giorni dalla avvenuta contestazione/notificazione della violazione, qualora non sia stato effettuato il pagamento in misura ridotta. L’autorità competente provvederà con ordinanza di accoglimento o di rigetto del ricorso. Avverso tale ordinanza è esperibile ricorso al Giudice di Pace di Savona, da presentarsi entro 30 giorni dalla sua notificazione.
 

Ruoli esattoriali
L’ufficio verbali del Comando di Polizia Municipale gestisce i ruoli esattoriali emessi a seguito di verbali di violazione del codice della strada, nonché delle ordinanze-ingiunzione emesse dalle Autorità, di competenza del Comune e non pagati.
Vale ricordare che i verbali di violazione del codice della strada non pagati entro 60 giorni dalla contestazione o notificazione, diventano titolo esecutivo per la riscossione di una somma pari al doppio della sanzione indicata nel verbale stesso, oltre alle maggiorazioni per ritardato pagamento e spese del procedimento per l’immissione a ruolo.

Come procedere:
• E’ possibile ricevere informazioni sulle cartelle esattoriali inviando una richiesta tramite posta elettronica all’indirizzo
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Oltre ai dati precisi della cartella esattoriale è consigliabile riportare nelle comunicazioni un recapito telefonico per poter essere contattati dall’ufficio verbali. La richiesta di sgravio della cartella esattoriale, presentata direttamente o inviata tramite posta all’ufficio suddetto, deve contenere la documentazione comprovante la fondatezza della richiesta. Nello specifico, è possibile chiedere l’annullamento nei seguenti casi:
• Avvenuto decesso dell’intestatario della cartella: allegare alla domanda opportuna documentazione;
• veicolo venduto antecedentemente al rilevamento della violazione: allegare alla domanda opportuna documentazione o copia dell’atto notarile.
Il pagamento della cartella va effettuato secondo le modalità in essa contenute. Il mancato pagamento comporta l’avvio della procedura dell’esecuzione forzata. L’interessato può prendere visione del verbale dal quale è scaturita la cartella esattoriale o proporre ricorso avverso la stessa al Giudice di Pace di Savona, entro 30 giorni dalla notifica dell’atto esattoriale.
 

Come ottenere informazioni sui procedimenti in corso:

contattare il Comando di Polizia Municipale di al numero 019 746875;

mandare una mail all'indirizzo di posta elettronica: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Responsabile del procedimento

Sovr. ALESSANDRA PASQUINO

In caso di mancata adozione del provvedimento finale nel termine previsto, senza preventiva, motivata comunicazione, gli interessati hanno facoltà di:

a) avanzare apposita istanza, ai sensi dell'art. 2, comma 9 ter, della citata legge 241/1990 al Segretario Comunale, Dott.ssa Michela GAGGERO, in qualità di sostituto del responsabile, ex art. 2, comma 9 bis della stessa legge;

b) presentare ricorso presso il TAR Liguria, entro n. 1 (UNO) anno dalla scadenza del predetto termine, ai sensi dell'art. 117 del D.Lgs 104/2010 ("Codice del processo amministrativo")".


Leggi e regolamenti
Codice della Strada D.lgs n. 285 del 30 aprile 1992 e s.m.i e relativo regolamento d’attuazione D.P.R. n.495 del 16 dicembre 1992/ D.Lg.vo n. 507/93 e ss.mm. - Legge 689/1981.
 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il verbale di contestazione di violazione al Codice della Strada, può essere pagato entro 60 giorni dalla avvenuta contestazione o notificazione dell’atto. Il pagamento esclude il ricorso. Il preavviso di accertamento di infrazione di violazione al Codice della Strada, rilasciato in assenza del conducente, può essere pagato, secondo le modalità di pagamento in esso elencate, entro 5 giorni dalla data di emissione. Trascorso tale termine, la cifra indicata nel preavviso di accertamento di infrazione sarà aumentata delle spese di accertamento e notifica.

 

Riduzione del 30% delle sanzioni amministrative per violazioni al Codice della Strada:

 

Il trasgressore, il proprietario del veicolo o altro soggetto solidale, possono beneficiare della riduzione prevista, qualora provvedano ad effettuare il pagamento entro 5 (cinque) giorni dalla contestazione o notificazione del verbale. La riduzione del 30% viene applicata sulla somma del minimo edittale previsto. Il beneficio della riduzione, vale sia per il preavviso di accertamento di infrazione, sia per il verbale di contestazione immediatamente contestato o notificato per posta. In questo ultimo caso, i 5 giorni vanno conteggiati dalla data della avvenuta notifica.

 

Casi di esclusione dalla riduzione del 30%:

  • Violazioni per le quali non è consentito il pagamento in misura ridotta.
  • Violazioni di natura penale.
  • Violazioni per cui è prevista la sanzione accessoria della confisca del veicolo, con esclusione dell’art. 193 (mancanza di assicurazione).
  • Violazioni per cui è prevista la sanzione accessoria della sospensione della patente di guida.

 

Ricordarsi di conservare la ricevuta del pagamento per almeno 5 anni, al fine di evitare possibili future contestazioni.

 

Rateizzazione delle sanzioni pecuniarie: ai sensi dell’art. 202 bis, i soggetti che versino in condizioni economiche disagiate di cui al comma 2, possono fare richiesta di rateizzazione di sanzioni di importo superiore a €200, con numero di rate da determinarsi in base all’importo dovuto e comunque non inferiore a €100 cadauna. L’istanza, deve essere presentata, entro 30 giorni dalla data di contestazione o notificazione della violazione, al Sindaco.

torna all'inizio del contenuto